CHIARA TINNIRELLO apre THE VOICE of ALBANIA. In arrivo MARIA LUIGIA LAROCCA e THOMAS GRAZIOSO, ex AMICI. (VIDEO)

FotoFlexer_Photo

Ormai è una certezza. In ogni nuova edizione di talent show europeo non mancano né le voci italiane né gli ex concorrenti dei format nostrani alla ricerca di una nuova occasione. Se poi ci si sposta geograficamente verso est questi si moltiplicano. In queste ore è andata in onda la prima puntata della nuova serie di The Voice of Albania e immancabile ecco arrivare la nuova colonia italica. Ad aprire le danze è stata la siciliana Chiara Tinnirello. Nello stesso show ritroveremo due volti noti al pubblico di Amici: Thomas Grazioso e Maria Luigia La Rocca.

“Nuovi” volti impegnati in un sentiero battuto negli ultimi anni da molti giovani italiani. Tutti alla ricerca del grande successo negato in patria. Un successo che pare però restio ad arrivare anche oltre confine. Chi raccolse maggiore gloria fu il pioniere Andrea Faustini. Il 22enne romano visto prima a Ti Lascio una canzone e poi medaglia di bronzo a X Factor UK 2014 (leggi QUI).

Dopo di lui un esercito di nomi tentarono di trovare in terra straniera il riscontro al proprio talento. Tra loro Enrica Tara e Silver, da X Factor Italia a X Factor Romania (leggi QUI e QUI). Davide Papasidero e Luca Valenti arrivarono ad un passo da X Factor UK (leggi QUI e QUI). William Prestigiacomo infilò invece una doppietta sotto il logo The Voice. Prima in Polonia, poi in Italia con Emis Killa (leggi QUI). Questi sono solo alcuni de tantissimi nomi che potremmo farvi.

Ma torniamo a The Voice of Albania.  Come dicevamo Chiara Tinnirello ha superato brillantemente la sua blind audition a Tirana, primo passo del format celebre in tutto il mondo e ormai defunto nel nostro paese (leggi QUI). Il suo percorso nel talent d’oltre Tirreno è partito con una rivisitazione del celebre brano Thinking Out Loud di Ed Sheeran, che ha portato in scena il mondo della giovane voce già nota nell’ambiente jazz.

CHIARA TINNIRELLO – THINKING OUT LOUD – VIDEO

Presto faranno la loro comparsa altri nomi noti agli appassionati di talent italiani. Da Tirana arriva una seconda occasione per Maria Luigia La Rocca. La concorrente della settima edizione di Amici ci riprova dopo essere rimasta nella memoria del pubblico più per le sue litigate che per le sue doti canore.

La giovane infatti fu colorita protagonista di una delle edizioni in cui Maria De Filippi puntava molto anche sui “personaggi”, a prescindere dal talento artistico. Edizioni che hanno visto lo show spingersi spesso al limite del trash, prima di cambiare nettamente politica virando negli anni successivi alla ricerca di professionisti credibili.

Vedremo se negli anni di anonimato Maria Luigia avrà imparato a dosare la sua verve e saprà convincere il pubblico albanese con la propria voce. Di certo in Italia molti si ricordano di lei e in molti la seguiranno. Sperando forse in nuove memorabili intemperanze caratteriali.

Se per lei si tratta della seconda occasione, un veterano che ha già calcato mille palchi è Thomas Grazioso.

A The Voice of Albania ritroveremo il giovane romano che 13 anni fa fu alla corte di Maria De Filippi. Dopo quell’esperienza avvia una delle gavette più dense e varie viste tra i vari ex talent. Televisione, fiction, una carriera solista, un’esperienza in una boyband e molto altro. Il tutto lo porta nel 2015 anche all’ingresso in gara nella versione rumena di X Factor in coppia con Amato Scarpellino, altro ex Amici (leggi QUI).

Non ci resta che attendere e scoprire se a questo giro la gloria “internazionale” sarà pronta a investire un’italica ugola…

AGGIORNAMENTO

Ecco il video dell’esibizione di Maria Luigia La Rocca che cantando Nobody’s wife di Anouk (un suo cavallo di battaglia già durante la sua partecipazione ad Amici) è riuscita a far girare 2 giudici su 4.

 

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: