Dopo 4 edizioni addio THE VOICE OF ITALY su Rai 2 arriva IDOLS

The voice of italy

Ve ne avevamo iniziato a parlare ancora prima della fine di questa quarta edizione (leggi qui), The Voice of Italy, l’unico talent show italiano a non aver lanciato un solo artista in quattro edizioni (qui un approfondimento al riguardo), era a probabile rischio di chiusura.

Nelle scorse settimane il direttore di Rai 2, Ilaria Dallatana, aveva specificato che in ogni caso Rai 2 avrebbe avuto il suo talent show musicale, che fosse The Voice o altro.
Oggi arriva la quasi ufficialità della cancellazione di The Voice of Italy e a dare la notizia in anteprima è il sito Davidemaggio.it che svela anche quale format prenderà il posto del defunto programma.

The Voice of Italy aveva preso su Rai 2 il posto di X Factor fuggito con successo verso Sky e dello sfortunato Star Academy (ovvero quello che nel nostro paese nel 2001 era stato lanciato su Italia 1 col nome di Operazione Trionfo).

Il talent show di Rai 2 chiude quindi dopo quattro edizioni in cui a vincere sono stati nell’ordine Elhaida Dani, Sister Cristina, Fabio Curto e Alice Paba. Per nessuno di loro è arrivato il successo discografico anche se, per la Paba, ci sarà da aspettare fino a quando non uscirà il disco prodotto da Brando per Universal Music Italia.

Nel programma sono anche passati giovani di talento come Chiara Dello Iacovo, Tommaso Pini, Giacomo Voli, Francesco Guasti, Benedetta Giovagnini tra gli altri, ma proprio la formula del programma ha impedito che fossero valorizzati e che si creasse quell’affezione da parte del pubblico indispensabile per programmi come questo.

Da quello che anticipa Davide Maggio al posto di The Voice nel 2017 arriverà l’adattamento italiano di Idols un format firmato dalla casa di produzione di X Factor, la Fremantlemedia.
La scelta appare molto strana in quanto il format di Idols non è certo una grande novità e anzi ricorda molto la formula di Operazione trionfo (di cui già Star Academy era a sua volta una copia) e, a meno che in Italia non venga modificato un po’ il meccanismo, stiamo parlando di una formula lanciata ormai 15 anni fa e che, tra l’altro, in America ha chiuso dopo 15 edizioni.

Staremo a vedere quel che succederà e se Idols riuscirà ad affermarsi come hanno saputo fare Amici e X Factor nel panorama televisivo e musicale italiano.

 

  
segui su: