23 Ottobre 2014
di News, Interviste
Condividi su:
23 Ottobre 2014

NEW GENERATION: INTERVISTA A YLENIA LUCISANO

La cantautrice Ylenia Lucisano ci parla di se stessa, dei nuovi progetti e del suo Piccolo Universo, svelandoci il prossimo singolo a ottobre: l'intervista!

Condividi su:

“Vi svelo tutte le anime del mio Piccolo Universo”

Arriva su All Music Italia una giovane cantautrice di origini calabresi (ma milanese d’adozione!) che in questi mesi abbiamo seguito con molto interesse ed entusiasmo, perché siamo certi che in futuro sentirete molto parlare di lei e del suo talento: il suo nome è Ylenia Lucisano ed esattamente lo scorso 15 aprile, è uscito il suo primo lavoro discografico, l’album di debutto Piccolo Universo, per Bollettino Edizioni Musicali (distribuito da Artist First), nonché argomento principe della nostra chiacchierata.

Fresca vincitrice del Premio Lunezia 2014 nella categoria Nuove Stelle, Ylenia mira con determinazione nuovi orizzonti artistici: ci ha svelato in esclusiva l’imminente rilascio di un nuovo singolo (lo scoprirete leggendo più avanti!) ed è al lavoro sul secondo album, ma i progetti in cantiere sono tanti.

…Non vi anticipiamo altro, buona lettura!

COVER_PiccoloUniverso

Ciao Ylenia, siamo molto contenti di averti ospite su All Music Italia per la nostra rubrica New Generation!
Come stai? Cosa stai facendo in questi giorni? Sappiamo che venerdì prossimo, 17 ottobre, hai un impegno molto importante… (Questa intervista è stata realizzata qualche giorno prima del 17 ottobre .Nda)

Grazie mille! Sto bene, sto già lavorando a nuovi progetti in realtà: dopo aver mosso il primo passo, devi continuare a evolverti e a scrivere. Sto pensando al mio secondo disco, ai testi, alle eventuali collaborazioni.
Venerdì ho un impegno molto importante, è vero, mi esibirò a Novara per l’ Amore Disperato Festival e sono felice di essere stata scelta: sarà una serata all’insegna delle donne e avrò l’opportunità di condividere il palco con la grande Nada, veramente un simbolo della musica femminile in Italia.

Hai vinto il Premio Lunezia 2014 nella categoria Nuove Stelle col tuo album d’esordio che s’intitola Piccolo Universo, ecco… tutto quadra a pennello!
Pensi che il mestiere dell’artista rientri nella tua mappa natale?

Guarda, rientra assolutamente: sono nata in una famiglia di artisti uomini, chi fa l’attore, chi canta, chi scrive… l’amore per l’arte è intrinseco, dev’essere nel DNA.
Mi sono appassionata prima al canto, poi alla scrittura. Ho capito che volevo costruirmi una strada e che la mia non era stata solo una fissa adolescenziale: così dalla mia Calabria mi sono trasferita a Milano per concretizzare il sogno, poter vivere di musica, cosa che adesso è praticamente impossibile, soprattutto per chi come me sta iniziando. E’ difficile per chi è un big, figuriamoci per chi è emergente… Però non demordo, tutte le gratificazioni che ricevo mi aiutano a tenere duro e a continuare il mio percorso.

Cosa ha rappresentato per te vincere quest’ambito riconoscimento?

E’ stato un premio per me e per tutte le persone che hanno lavorato con me ad oggi, dall’arrangiatore Silvio Masanotti, al produttore Riccardo Vitanza, a chi ha fatto i video, a chi ha suonato gli strumenti del disco… è stato un lavoro fatto col cuore, al di là di qualunque altra aspettativa o motivazione legata al budget ad esempio, che c’è da dire, non era altissimo.

Quanto tempo ti ha portato via la realizzazione dell’album?

Guarda, si potrebbe dire che il lavoro sia iniziato da 5 anni a questa parte, perché molte canzoni sono nate nel corso di questo arco di tempo. La produzione vera e propria ha preso circa 5 mesi, dal novembre 2013: sono stati curati anche i minimi dettagli, abbiamo lavorato con tranquillità. Sai, quando realizzi il primo disco hai premura che venga in un certo modo, allo stesso tempo cerchi di capire come muoverti, che brani scegliere, non hai ben chiaro cosa il pubblico si aspetti da te… non è come quando sei arrivata al sesto o al settimo album. Se noti, nel disco trovi generi differenti, il folk, il pop, il cantautorale: contiene tutte le anime del mio piccolo universo e non potevo che intitolarlo così.

Piccolo Universo è anche il primo brano in tracklist, che oltre a dare il nome all’intero lavoro, ti ha regalato molte soddisfazioni. Una su tutte è stata l’occasione di cantare un testo di Pacifico, paroliere apprezzatissimo e riconosciuto per aver scritto per cantanti immensi, potremmo citare Gianna Nannini, Malika Ayane, Anna Oxa, Adriano Celentano, Fiorella Mannoia… la lista è lunghissima!

Sì, sono stata onorata di entrare a far parte anch’io di quella lista!
E’ andata così: il mio produttore Riccardo, che nutre un rapporto di profonda stima e amicizia con Pacifico, gli ha fatto ascoltare il disco in fase di pre-produzione, per avere eventualmente un parere e qualche buon consiglio sulla direzione da prendere. Il brano Piccolo Universo già esisteva, anche se non ci convinceva, personalmente non ero molto contenta del testo che avevo scritto; Pacifico ha apprezzato molto la melodia e si è offerto, con mia grande sorpresa, di scrivere delle nuove parole, mettendo a fuoco l’idea embrionale che io avevo pensato per la canzone.

Ci parleresti del videoclip?

Certo, devo dire che Giacomo Triglia (il regista, ndr) è stato proprio bravo a mettere in immagini quello che volevo esprimere attraverso il disco: nella mia sagoma si alternano tutte le “altre me”, tutti gli stati d’animo. Poi naturalmente dietro c’è tutto un lavoro imponente di post-produzione, perché lo abbiamo registrato con la tecnica del green screen, in Calabria, la mia terra in cui ho realizzato anche la clip di Movt Movt, e che mi piace coinvolgere quando posso, nel mio percorso artistico.

Hai detto che Pacifico è riuscito a centrare alla perfezione la tua visione dell’amore. Nel brano canti: “Posso imparare dalle mie paure”.
Di cosa ha paura Ylenia Lucisano?

Ahahah… ce ne sono tante di paure, chi non ne ha! A detta dei miei amici sono una ragazza forte, vivo lontana dalla mia famiglia da 5 anni, mi mantengo da sola e via dicendo, ma ti assicuro che il mio coraggio è direttamente proporzionale alle paure che ho. E sto cercando di superarle… difficile dire quale sia quella che mi attanagli di più! Forse potrei dirti che a volte temo, per via del lavoro che mi son scelta, di restare da sola dal punto di vista affettivo, perché ho dei tempi sempre molto stretti, non sono mai a casa e in più ho un carattere pazzerello. Ma nonostante io non sia molto tradizionalista, spero di trovare la mia anima gemella come tutti, un uomo che mi sappia apprezzare per come sono e che riesca a star dietro ai miei ritmi, benché la cosa non sia semplicissima.

Riscoprirmi vede un’altra presenza importante nel tuo album, in quanto il testo di questa traccia ti è stato regalato dal bravo Daniele Ronda.

Con Daniele c’era un’amicizia da un po’ di tempo: gli ho chiesto se avesse un brano che potesse stare bene all’interno del disco e naturalmente, se volesse concedermi l’onore di cantarlo. Era la prima volta che collaboravamo, tant’è che lui mi ha detto subito: non è automatico che il primo brano che ti darò, andrà bene. E invece…

Ricordo che mentre ero in metropolitana, mi arrivò una sua mail con l’mp3 di Riscoprirmi: la ascoltai con le cuffiette e mi venne da piangere, perché mi emozionai profondamente. Il brano era bellissimo, lo sentivo perfettamente aderente a me e alla mia sensibilità. Poi i suoi contenuti sono molto delicati, a dispetto del fatto che non siano affatto semplici da raccontare, ma Daniele, pur essendo un uomo e tra l’altro molto bello e corteggiato dalle donne, è stato bravissimo in questo, ha usato la giusta dolcezza e mi ha sorpreso molto.

Il brano ha per argomento l’autoerotismo al femminile, che come hai dichiarato tu stessa, rappresenta ancora un tabù per le molte donne.
Perché questa società ci vuole ancora così bigotti e mortificati nella nostra passionalità, laddove questa non segua certi schemi prestabiliti? Come ne possiamo uscire secondo te?

Bella domanda! Come ti dicevo, Daniele è stato molto bravo a immedesimarsi nel punto di vista femminile, che è diverso da quello maschile in quanto quest’ultimo probabilmente percepisce l’autoerotismo con maggiore carnalità, come qualcosa di cui parlare al bar con gli amici. Fortunatamente parlare di “tabù” sta diventando anacronistico, anche se molte donne lo vivono ancora così ed è vero che la società sembra essere rimasta indietro di parecchi decenni per tanti aspetti.

La soluzione? Svecchiare il modo di pensare e dare spazio alla gioventù, in tutti gli ambiti della società e soprattutto in politica. Tra noi giovani parliamo di tutto, ma se nella conversazione subentrano persone più grandi si fa più fatica e certi argomenti non vengono accolti nel giusto modo: questo non va bene, è un peccato.

Riscoprirmi è fra i brani più coraggiosi di Piccolo Universo e perciò lo lancerò presto, entro il mese di ottobre, come terzo singolo: lo merita davvero!

Dunque ci dai una notizia in esclusiva, ne siamo molto felici! Tornando all’album, nella tracklist si notano tre titoli in vernacolo calabrese. Come mai questa scelta artistica? Il dialetto sarà una presenza costante nella tua produzione anche in futuro?

Assolutamente, ho iniziato da un anno a questa parte a scrivere in dialetto e non escludo un giorno l’uscita di un album tutto in calabrese!

A differenza delle altre canzoni dell’album, quei tre titoli non derivano da una scelta, ma più che altro da un’esigenza. E’ nata per prima Movt movt e chi lavorava attorno a me ha apprezzato subito il pezzo e la mia naturalezza nel cantarlo. Forse quelle in dialetto sono le canzoni che han rappresentato la vera fortuna del disco: hanno iniziato a seguirmi molte persone del sud, tanti calabresi che vivono all’estero o in Italia, ma lontani dalla terra d’origine come me. Ed è bello sentirsi dire da queste persone che condividono la mia esperienza e fanno sacrifici come li faccio io, frasi di apprezzamento e di entusiasmo verso ciò che scrivo… E’ una gratificazione prima di tutto umana, oltre che professionale.

Le tracce cui ci stiamo riferendo sono naturalmente A mot e luna, Movt movt e Jett ‘u sal. Mi sapresti definire, con un aggettivo per ciascuna, le tre composizioni? Anche A mot e luna verrà lanciato con un videoclip com’è stato per gli altri?

Allora… vediamo un po’, A mot e luna per me è sensuale: al di là del fatto che a parlare sia una donna molto arrabbiata per l’atteggiamento lunatico del suo uomo, il suo modo di parlargli è molto determinato e sensuale, perché ciò che vuole in definitiva, è attirarlo a sé; Jett ‘u sal è una canzone… divertente! (ride, ndr) Ti trascina a ballare, ecco; Movt movt invece, è una canzone coraggiosa.

Riguardo al videoclip di A mot e luna, almeno per il momento non è previsto, mi piacerebbe molto: si sa, in questo mestiere le cose si programmano giorno per giorno, sicuramente dipendesse da me, realizzerei una clip per ciascuna traccia del disco!

Parlando dell’ottava canzone dell’album, canti che davanti allo specchio (il titolo) non puoi mentire, perché non riusciresti a reggere il tuo proprio sguardo.
Quando sei sul palco ti senti un po’ davanti a uno specchio? Non ti intimorisce l’idea che nel tempo tu possa diventare così famosa e perciò osservata, da essere costantemente sotto pressione (o sotto esame, se vuoi) come i grandi artisti?

Ti dirò, nella vita sono una persona piena di insicurezze, ma sul palco mi sento me stessa, mi scopro molto più forte e a mio agio, perché mi carico con l’energia che mi arriva dalle persone intorno. Sono ben cosciente del fatto che man mano che acquisisci popolarità, aumentano la pressione e gli occhi della gente che ti guarda, ma fa parte del gioco. I riflettori o il gossip non mi spaventano, credo che non mi infastidirebbero più di tanto, poi naturalmente trovarsi nelle situazioni è un’altra cosa. Però non mi dispiacerebbe per niente, nel senso che voglio fare musica e sono pronta ad affrontare tutti gli aspetti di questo mestiere.

Un angelo senza nome chiude la tracklist e contiene il featuring della pianista Giulia Mazzoni.
Come mai l’hai scelto per il finale del disco? Da quanto tempo vi conoscete con Giulia?

C’è una conoscenza pregressa con Giulia e siamo molto legate: anche lei ha da poco debuttato con un disco e, nonostante i nostri lavori siano usciti in tempi diversi, si trattava del primo album per entrambe, perciò abbiamo condiviso la gioia e le emozioni forti che si provano quando produci il tuo album d’esordio, ci siamo sostenute a vicenda.

Giulia si è messa in gioco in Un angelo senza nome: amo questa traccia e ho deciso di chiudere il mio disco con lei, perché secondo me era giusto così. Inoltre, era la posizione migliore per un brano con pianoforte e voce.

Un angelo senza nome inoltre, ha avuto giustizia nell’essere stata scelta come inno dell’associazione benefica dei City Angels: la usano in apertura di ogni loro riunione e io stessa a novembre la canterò per il loro evento a Rimini.

Sei tu che canti e che scrivi le tue canzoni, cosa che di questi tempi (complice forse anche la presenza preponderante di ex talent-ati nel mercato discografico) non accade più così automaticamente come succedeva in passato, e pertanto è vero che in giro si trovano più spesso interpreti in cerca d’autore, che non il contrario.
Detto questo, ti piace di più cantare o scrivere? A chi regaleresti un tuo brano e perché?

Le due cose nascono insieme, faccio fatica a scegliere perché è come se dovessi farlo fra due genitori, oppure fra due miei figli. Sicuramente ho iniziato prima a cantare che a scrivere, ma da quando compongo anche i testi, mi son resa conto di come non possa fare a meno di entrambi gli elementi, che sono complementari fra loro. Nel momento in cui mi arrivano pezzi di altri autori, infatti, non riesco a non dire la mia, perché so che adesso ho bisogno di riconoscermi anche nelle singole parole che canto, mi devono rappresentare.

E’ pur vero che mi sto concentrando di più sulla scrittura in questo periodo, perché è un dono che occorre coltivare tutti i giorni e perché credo che tra le due cose, sia quella che attualmente mi viene meno bene, diciamo. Tant’è che, pur essendoci dei grandi artisti che seguo e mi piacciono come Elisa ad esempio, ora non regalerei a nessuno di loro un mio brano, perché mi sento una spanna indietro e ho bisogno di trovare maggiore sicurezza; in ogni caso ti posso dire che così su due piedi, forse lo darei a un uomo, più che a una donna!

C’è un uomo che ha un ruolo importante nella tua vita, sia artistica che personale. Si chiama Carlo Lucisano, ha curato la produzione artistica di Piccolo Universo, ma prima d’ogni cosa, è tuo padre, il tuo primo sostenitore.
Come riuscite a scindere l’aspetto affettivo da quello lavorativo? Il vostro è un rapporto conflittuale o vi capite al volo?

Beh diciamo che il rapporto affettivo va di pari passo con quello lavorativo, ci lega l’amore per la musica: il condividere gioie e dispiaceri del mio percorso va oltre il normale rapporto padre-figlia. Ho iniziato con lui a fare pianobar, per me è un amico, gli parlo di qualunque cosa, del fidanzato o dei miei altri affetti per dire, perché so che lui capisce profondamente come sono fatta. Inoltre, anche mio padre avrebbe voluto fare il cammino che ho intrapreso io, ma per altre vicissitudini non ha potuto: sarà anche per questo che mi sostiene e non ostacola la mia determinazione, a differenza di come avrebbe fatto magari qualcun altro. E lo stesso mia madre che in principio era scettica, ora dice: l’importante è che tu sia felice!

Nel disco c’è una canzone che si intitola Ti odio e ti amo. Svelaci una cosa che odi e una che ami di te stessa!

Amo la mia capacità di rialzarmi ogni volta che cado e odio… odio odio… aspetta, devo fare una selezione! (ride, ndr) Okay… Ecco, a volte sono un po’ svampita, dimentico le cose e spesso vengo rimproverata per questo, anche se è un difetto che faccio fatica a correggere!

Cosa succederà a Ylenia Lucisano nei prossimi mesi? E nei prossimi anni?

Sicuramente uscirà un singolo, come ormai è trapelato da quest’intervista, ed è Riscoprirmi. Lavorerò al secondo album, veramente non vedo l’ora di iniziare, avrò un nuovo grosso produttore che ha già accettato l’incarico e che scoprirete presto. E poi… e poi vedo nella mia sfera magica, o meglio spero in un evento molto importante, sul quale però non vorrei pronunciarmi per scaramanzia! Quindi… jett ‘u sal!

Chissà se questo evento c’entra qualcosa con l’ultima domanda che stiamo per farti… ad ogni modo, Ylenia, tenterai il Festival di Sanremo quest’anno?

Tenterò!

In tal caso, in bocca al lupo! L’intervista è finita, grazie Ylenia! Siamo al momento dei saluti e ci lasciamo con un nostro must, il giochino musicale: “A chi rompi il disco?”

Ahahah okay! Mi piace!

Vediamo un po’, Ylenia, tu a chi lo rompi il disco fra…

Fiorella Mannoia o Marina Rei?
Ommioddio, le amo entrambe… facciamo Marina Rei!

Gianna Nannini o Carmen Consoli?
Nannini!

Noemi o Annalisa?
Annalisa!

Arisa o Anna Tatangelo?
Tatangelo!

Andrea Bocelli o Claudio Baglioni?
Ehm… conosco di meno Bocelli a livello musicale, dico lui!

Almamegretta o 99posse?
Almamegretta!

Dolores O’ Riordan o Skin?
Porca miseria… Skin! Comunque questo gioco è terribile…

Ben Harper o Eddie Vedder?
Il secondo… Eddie!

Michael Jackson o Freddy Mercury?
Jackson!


In Copertina

Classifica Spotify Settimana #14: “Auto Blu” di Shiva & Eiffel 65 conquista la Top 20! Ma l'8D...

La prima classifica Spotify del mese di aprile premia il brano di Shiva & Eiffel 65 che supera quota 5 milioni e mezzo di stream. Ma l'8D conquista la viral!.

Amici XIX° edizione. La vincitrice è Gaia! Secondo Javier

Amici 19 vincitrice. Si è conclusa la XIX° edizione del talent show di Canale 5 con la vittoria di Gaia davanti a Javier. Terza Giulia e quarto Nicolai.

Classifiche di Vendita Fimi Settimana #14: i Pearl Jam primi tra gli album. Nei singoli exploit di Roby Facchinetti

Le prime classifiche di vendita Fimi del mese di aprile premiano i Pearl Jam che fanno il loro esordio in vetta agli album. Tra i singoli primo Shiva, mentre Nitro guida la chart dei vinili.

Classifica Radio Earone Settimana #14: Levante fa tris e tiene a bada Lady Gaga

La prima classifica Earone del mese di aprile premia per la terza settimana Levante. "Andromeda" di Elodie torna sul podio. Entrano i nuovi singoli di Brunori Sas, Roby Facchinetti e Irama.

Le pagelle del critico musicale ai nuovi singoli in uscita il 3 aprile

Ghali, Francesca Michielin, Jack Savoretti, Giulia Molino, Andrea Nardinocchi e tanti altri, emergenti compresi.

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita nella settimana del 3 aprile

Radio date 3 aprile 2020Siamo arrivati all'appuntamento con il radio date, quello della settimana del 3 aprile.Siete pronti a scoprire le canzoni che ci terranno.

TESTO & ConTESTO: Anna, Bando... il Prof di latino entra nel mondo dei "giovani" (o ci prova)

"Ci beccavamo nel bando, sopra il Booster...". Insomma oggi con il Prof di latino ci buttiamo nella musica che funziona tra i nostri giovani.

#iosuonodacasa tutti i dettagli per gli artisti e il calendario in aggiornamento

È partita ufficialmente la serie di concerti #iosuonodacasa un modo per intrattenere ma, al tempo stesso, raccogliere fondi.

#Acasaconvoi grazie a Friends and Partners è realtà il calendario delle dirette degli artisti (articolo in continuo aggiornamento)

Ci sarà chi suonerà, chi incontrerà virtualmente i colleghi, chi leggerà dei libri... perché nessuno di noi resti mai solo a casa!.

Radio Date 2020: tutti i singoli italiani in uscita durante l'anno

Da gennaio a dicembre, tutti i brani italiani in uscita settimana per settimana.

ALL MUSIC ITALIA promuove la musica, non vende la pubblicazione di articoli!

A seguito di alcune segnalazioni da parte di artisti emergenti e produttori ci troviamo costretti a ribadire alcuni importanti concetti sulla natura del nostro sito.

Pagelle Nuovi singoli

Le recensioni del nostro critico musicale Fabio Fiume

ALBUM ITALIANI IN USCITA NEL 2020

Ecco tutti i dischi in arrivo nei prossimi mesi

Interviste

Videointervista a Nyv: “Quando scrivo in francese sento di poter dire tutto quello che penso...”

E' uscito l'album d'esordio di Nyv Low Profile, un concentrato di sensazioni che disegnano un universo musicale peculiare e sfaccettato.

Intervista a Dolcenera: "Non sono controtendenza, sono semplicemente libera"

Si parla del nuovo singolo, "Wannabe", con Laioung, di Sanremo e dell'esordio musicale avvenuto quasi per caso.

Videointervista a Pino Scotto: “Le palle si vedono sulla lunga distanza... Piero Pelù a Sanremo? Mi sono vergognato per lui!”

E' uscito, per ora solo in digitale, "Dog Eat Dog", il nuovo album del vate del rock italiano Pino Scotto, anticipato dal singolo "Don’t Waste Your Time".

Videointervista a Giulia Mutti. Nel singolo "La testa fuori" il segreto per vivere un rapporto a due

Nel corso dell'intervista la cantautrice ha suonato il nuovo singolo per i nostri lettori.

Videointervista a Nuela: “Un altro talent? No, voglio continuare con il mio percorso”

E' uscito "Uova", il nuovo singolo di Nuela, lo stralunato e originale giovane artista che il grande pubblico ha conosciuto a X Factor dove ha presentato "Carote".

L'editoriale del direttore

di Massimiliano Longo

Artista emergente: ecco l'esempio di come farsi ignorare dai siti musicali e dalle radio

Come dovrebbe comportarti un artista emergente nell'approcciarsi ad un sito web, al responsabile di una radio o a qualsiasi mezzo di promozione GRATUITO?Innanzitutto con educazione e rispetto e considerando che ognuna di queste realtà ha la facoltà e il diritto di scegliere quali contenuto pubblicare e quali no.Mi fa un po' tristezza dover parlare di...

News

Musica che unisce: dopo il successo in tv, ora la playlist è su Apple Music

Il progetto "Musica Che Unisce", nato con l’obiettivo di raccogliere fondi per la Protezione Civile, prosegue con una playlist su Apple Music.

Cesare Cremonini e Coca Cola: donazione per la Croce Rossa Italiana

Cesare Cremonini e Coca Cola hanno lanciato la campagna di crownfounding #ungiornomigliore, donando alla Croce Rossa Italiana 1,3 milioni di euro.

Joe Barbieri, Fabrizio Bosso, Luca Bulgarelli, Sergio Cammariere e Tosca, un brano per la Protezione Civile

E' uscito "Tu Io e Domani", singolo solidale a sostegno della Protezione Civile che coinvolge Joe Barbieri, Fabrizio Bosso, Luca Bulgarelli, Sergio Cammariere e Tosca.

Marco Masini: posticipato in autunno il tour teatrale (Biglietti)

A causa dell'emergenza sanitaria è stato posticipato all'autunno il tour teatrale di Marco Masini, che prenderà il via dopo il concerto evento all'Arena di Verona.

Giacomo Eva: dopo X-Factor, Amici e le esperienze come autore, ecco il primo singolo ufficiale

E' uscito "Un Salto Nel Vuoto", il primo singolo ufficiale del cantautore calabrese Giacomo Eva, già con una consolidata esperienza autorale alle spalle.

Spaghetti Unplugged Home edition. Ecco gli ospiti del quinto appuntamento

Jack Savoretti, Leo Gassmann, Cmqmartina sono solo alcuni degli ospiti di questo nuovo live.

Lous and The Yakuza feat. tha Supreme & Mara Sattei: fuori il remix di “Dilemme”

E' uscito "Dilemme (Remix)”, la nuova versione del singolo Lous and The Yakuza. Per l'occasione sono stati coinvolti tha Supreme e Mara Sattei.

Jack Savoretti: il brano benefico “Andrà Tutto Bene” è negli stores digitali

Il 2 aprile è il giorno dell'uscita in digitale di Andrà Tutto Bene", il brano che Jack Savoretti ha dedicato all'Italia. I proventi all'Ospedale Policlinico San Martino di Genova.

Achille Lauro: fuori “16 marzo”, una intima e struggente power ballad

E' uscito "16 Marzo", il nuovo singolo di Achille Lauro, che arriva dopo la sanremese "Me Ne Frego" e la risoluzione del contenzioso con Sony Music.

Rinviato in autunno anche il Noi due tour 2020 di Gigi D'Alessio

L'inizio del tour del cantautore napoletano slitta ad ottobre prossimo.

Amici XIX° edizione. La vincitrice è Gaia! Secondo Javier

Amici 19 vincitrice. Si è conclusa la XIX° edizione del talent show di Canale 5 con la vittoria di Gaia davanti a Javier. Terza Giulia e quarto Nicolai.

Danti feat. Luca Carboni e Shade: “Canzone Sbagliata”, un brano da cantare tutti insieme

Il 3 aprile è il giorno dell'uscita di "Canzone Sbagliata", il nuovo singolo del producer Danti, che per l'occasione ha coinvolto Luca Carboni e Shade.

Wrongonyou: tra “Atlante” e la nuova versione di “Milano Parla Piano”...

E' uscito il videoclip di "Atlante", nuovo singolo di Wrongonyou, che anticipa la pubblicazione della nuova versione dell'album "Milano Parla Piano".

Alex Britti: dopo le lezioni di chitarra è il momento degli... esami!

Dopo aver fornito lezioni di chitarra via social, ora Alex Britti ha pensato a un particolare esame di fine corso con un premio!.

"Ridicolo" è il nuovo brano, fuori a sorpresa, Andrea Nardinocchi

Il nuovo brano è prodotto dal duo di Producer Mamakass.

News
dalla discografia

Assomusica ringrazia il governo italiano e lancia un appello alla Commissione Europea

#IORESTOACASA: Siae regala musica e cinema agli under 30

SCF garantisce ripartizioni ai titolari dei diritti d'autore per 6 milioni di euro

Trovato l'accordo tra la De Marinis di Achille Lauro e Sony Music Italy

Covid-19 in Italia fermerà la crescita del mercato discografico con effetti gravissimi

AFI stanzia 100 mila euro a favore di imprese associate e dipendenti

Rubriche

Pagelle Nuovi singoli

Le pagelle del critico musicale ai nuovi singoli in uscita il 3 aprile

Radio Date

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita nella settimana del 3 aprile

La mosca Tzè Tzè

Fedez, il Codacons e le campagne di raccolta fondi

Testo & ConTESTO

TESTO & ConTESTO: Anna, Bando... il Prof di latino entra nel mondo dei "giovani" (o ci prova)

W la mamma

Morgan Bugo, Achille Lauro e tutto il trash che c’è vince contro la buona musica. Di chi è la colpa?

L'ANALISI

Analisi Sanremo 2020: ecco come Diodato ha conquistato la vittoria

Sondaggi

ALL MUSIC ITALIA AWARDS 2019 – Fase finale

Emergenti

Francesco Sacco: le dolorose incomprensioni nel singolo d'esordio “Berlino Est”

Noa Planas: da “Il Collegio 2” al nuovo singolo “Noansia”

Lara: un arrangiamento senza tempo nel nuovo singolo “Alle Tre Di Notte”

Matteo Sica: il desiderio di vicinanza nel nuovo singolo “Ti Porterei”

Richi Rossini: la raccolta “Gli Amori Del Superuomo” si completa con il singolo “Lucia”

Andrea Biagioni lancia il video del singolo "Leva la rete"

Classifica Spotify Settimana #14: “Auto Blu” di Shiva & Eiffel 65 conquista la Top 20! Ma l'8D...

Classifiche di Vendita Fimi Settimana #14: i Pearl Jam primi tra gli album. Nei singoli exploit di Roby Facchinetti

Classifica Radio Earone Settimana #14: Levante fa tris e tiene a bada Lady Gaga

Certificazioni FIMI settimana 13: Tiziano Ferro è di nuovo platino con "Nessuno è solo".

Classifica Spotify Settimana #13: un solo giorno di stream basta a Shiva per arrivare in vetta

Classifiche di Vendita Fimi Settimana #13: a sorpresa The Weeknd primo in album e singoli!

Recensioni

Francesca Michielin: Feat e il suo stato di natura… ribelle.

Diodato – Che Vita Meravigliosa… se sai osservarla, capirla, viverla

Elodie This Is Elodie: Ante dell’armadio aperte, ecco tutto il suo guardaroba.

Marracash Persona: recensione di uno dei migliori dischi rap degli ultimi 10 anni

Tiziano Ferro Accetto Miracoli: Venti di cambiamento per un artista che si ha ancora il piacere di attendere… ancora ed ancora.

Mina Fossati: Un grande disco che… non mi piace.

Video

Nyv Intervista Low Profile

Jacopo Ottonello Intervista Colori

Irama Intervista Milano feat. Francesco Sarcina

Francesco Bertoli Intervista Carpe Diem

Gianni Bismark Intervista Nati Diversi

Cordio Intervista Ritratti Post Diploma Vol II

Lowlow Intervista Dogma 93

Joan Thiele Intervista Operazione Oro

Laura Pausini Tiziano Ferro diretta Instagram

Rap Challenge Emis Killa Fred De Palma Lazza Random

Diodato Fai Rumore è l'inno dai balconi degli italiani nell'epoca del Coronavirus

Lourdes Non ci vogliamo più intervista