DUA LIPA ed ERA ISTREFI: il riscatto del Kosovo nelle classifiche internazionali

dualipa_eraistrefi

Continua il viaggio nel mondo di All Music Italia. Vista la grande influenza del panorama internazionale sulle produzioni degli artisti nostrani, il sito ha deciso di infrangere una regola… LA REGOLA, quella che sta proprio alla base dello stesso, offrendovi una volta alla settimana, nella rubrica NONsolomusicaitaliana, un approfondimento su artisti e album esteri che ci hanno particolarmente colpiti.

Dopo avervi parlato del nuovo album di Zayn Malik, Mind of Mine qui, andiamo oggi a esplorare una terra che purtroppo ci è arrivata all’orecchio in passato solo per fatti di cronaca: il Kosovo.

Stato balcanico autoproclamatosi indipendente nel 2008, ma ad oggi solo parzialmente riconosciuto dai paesi aderenti all’ONU, dal Kosovo sono partiti personaggi famosi realizzatisi con merito in vari campi.

Sono nati in Kosovo, ad esempio, il calciatore oggi svizzero Valon Behrami, militante in passato nelle squadre di Napoli, Fiorentina e Lazio, e l’attrice Arta Dobroshi, protagonista del film Il matrimonio di Lorna premiato al Festival di Cannes 2008. Anche la cantante britannica Rita Ora è in realtà nata a Pristina, capitale del Kosovo, ai tempi ancora parte della Jugoslavia. E non è l’unica.

NONsolomusicaitaliana punta oggi i riflettori su due nuove popstar che si stanno facendo strada nelle classifiche internazionali meritando il titolo di “artist to watch” (artista da tenere d’occhio) del 2016 da parte di vari magazine musicali di livello, come lo statunitense Billboard: parliamo di Dua Lipa ed Era Istrefi.

La prima sta già lasciando il segno in Italia. Dopo aver aperto un canale YouTube per pubblicare le proprie cover, e aver lavorato anche come modella, Dua Lipa, nata a Londra nel 1995 da genitori originari di Pristina, e vissuta per qualche anno in Kosovo durante l’adolescenza, si sta facendo notare in Europa grazie a un contratto con la Warner Music e al brano Be the one, da diversi giorni fisso nella top ten dei più venduti su iTunes Italia.

Il suo talento non è passato inosservato in Regno Unito, tanto da guadagnare un posto nell’ambito Sound of 2016, l’ambito e influente sondaggio della BBC, creato per segnalare le figure emergenti del panorama musicale britannico e non solo.

È la Sony Music ad aver messo invece gli occhi su Era Istrefi, cantante pop reggae figlia d’arte. Sua madre è Suzana Tahirsylaj, che ebbe una carriera di successo in Albania negli anni ’80 e ’90. Da domani, 8 aprile, Era arriverà nelle radio nostrane con il suo brano Bonbon, che ricorda nelle atmosfere il repertorio della barbadiana Rihanna.

Era ha iniziato la sua carriera nel 2013 pubblicando vari singoli in lingua gheg, un dialetto albanese (i più noti Mani për money, Njo si ti e il duetto Shumë pis con il rapper Ledri Vula). Con Bonbon però è riuscita a conquistare l’interesse internazionale e un contratto firmato lo scorso febbraio con la compagine statunitense della Sony. Sentiremo molto parlare di lei.

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su:

  • Fioralba Duma

    Non dimenticate Bebe Rexha che da anni scrive le hit dei vip (anche per Eminem, ‘Monster Under My Bed’). E da non sottovalutare che il Kosovo è di etnia albanese, come tutte le cantanti sopracitate. Del resto l’Italia non è nuova a talenti albanesi, Anna Oxa e Elhaida Dani.