Tale e Quale Show: la maledizione di VALERIO SCANU

valerioscanu

Valerio Scanu, si sa, non è mai stato un cantante abituato a fare buon viso a cattivo gioco. Il suo carattere diretto e schietto lo ha portato a farsi notare fin dai tempi di Amici di Maria De Filippi, in cui si classificò al secondo posto dietro ad Alessandra Amoroso.

Nel corso della sua carriera, Scanu non ha mai indossato maschere di falsità, donandosi al suo pubblico (e non) con coerenza. Questo ha certamente influito sugli esiti del suo percorso umano e discografico. Non vi è occasione in cui non venga ribadito l’approccio senza mezzi termini del cantante, qualsiasi sia l’argomento di conversazione. Un carattere che non fa sconti: Valerio Scanu o lo si ama o lo si odia.

La natura franca di Scanu ha senza dubbio segnato le sue avventure televisive e musicali, in particolare Tale e Quale Show.

Il cantante sardo ha preso parte lo scorso anno alla quarta edizione dello show dedicato all’imitazione di personaggi celebri del mondo della canzone trasmesso su Rai 1 e condotto da Carlo Conti. Nonostante molte esibizioni degne di nota, Scanu ha trionfato solo in una puntata, la terza, imitando uno dei suoi miti assoluti, Stevie Wonder.

Nel resto delle puntate si è quasi sempre posizionato sul podio, tranne nella prima… e soprattutto nell’ultima puntata, quella decisiva, in cui un immeritato terzultimo posto lo ha messo fuori gioco, lasciando il campo libero alla poi vincitrice Serena Rossi.

Passati dodici mesi, la musica non è cambiata. Tornato in gara per il tradizionale torneo di Tale e Quale Show che vede nel cast i migliori sei concorrenti dell’edizione in corso e i migliori sei concorrenti dell’edizione precedente, Valerio Scanu ha impressionato per l’ottima imitazione del compianto Mango sulle note di Oro.

Un’esibizione coronata da una standing ovation di pubblico, compagni e giuria, oltre che dispensatrice di commosse lacrime. Eppure, nonostante l’elevata qualità della resa, Scanu è stato relegato solo al sesto posto, sotto performance seppur buone, di certo molto meno riuscite della sua.

Sembra, insomma, che nel caso di Valerio il talento non basti. C’è sempre l’impressione che il suo carattere prevalga nelle scelte di giuria e colleghi e ormai è situazione chiara anche a chi, proprio come il sottoscritto, non può definirsi un sostenitore accanito di Scanu cantante.

Nella prossima puntata il cantante tornerà a vestire panni femminili (nella scorsa edizione ha dato voce ad Anna Oxa, Orietta Berti e Ornella Vanoni) per imitare un personaggio molto controverso: la drag queen austriaca Conchita Wurst, vincitrice dell’Eurovision Song Contest 2014. Siamo certi che saprà portare a termine anche questa difficile missione.

Nel mentre, Scanu è alle prese con la preparazione del nuovo album in studio. Proprio pochi giorni fa ha annunciato sulla sua pagina Facebook di essere alle prese con lo shooting fotografico. Presenterà un brano per il Festival di Sanremo? Noi pensiamo proprio di sì…

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: