Previsioni sul cast di SANREMO 2016… riuscirà CARLO CONTI a stupirci? (!?!)

carlo-conti-sanremo2006

Mancano ancora quattro mesi all’inizio dell’edizione 2016 del Festival di Sanremo, la manifestazione musicale più amata, odiata, ambita e criticata d’Italia… in realtà, a dirla tutta, anche l’unica vera grande vetrina televisiva per la musica, talent show a parte.
Il “carrozzone” Sanremo è un meccanismo complicato e quindi tutto deve seguire una rigida tabella di marcia; così il direttore artistico e presentatore di questa edizione, il confermassimo Carlo Conti, è già all’opera nell’ascolto dei brani per questa nuova edizione.

I “giochi” attorno al cast della kermesse sono sicuramente ancora lontani dal chiudersi… ma diciamo che alcune previsioni possono essere già fatte. E noi le facciamo.

La data ultima per la presentazione della canzone da parte dei CAMPIONI (big) è l’11 dicembre, e già il 13 dello stesso mese gli artisti selezionati verranno avvisati. Il pubblico conoscerà i nomi qualche giorno dopo, ma il quando e dove rimane per il momento un punto di domanda.
Quel che pare certo è che gli artisti in gara saranno 18 anche se nulla esclude che possano salire a 20 se il livello delle canzoni presentate lo richiederà. Come è successo lo scorso anno del resto.

Prima di venire ai nomi rinnoviamo l’appello a Carlo Conti che All Music Italia lanciò già l’anno scorso alla vigilia del Festival in questa lettera aperta, ovvero quello di dare spazio su quel palco ad artisti validi che di spazi promozionali in tv per presentare la loro musica stentano a trovarne.
Fatta questa premessa, passiamo al clou dell’articolo, i nomi che potrebbero far parte di questo Festival di Sanremo 2016.


Partiamo da un artista che presenterà (o ha già presentato) sicuramente un brano e a cui difficilmente Conti saprà dir di no: Francesco Renga cantante della Sony Music ancora fresco di gran rilancio avvenuto a Sanremo 2014 e del successo dell’album Tempo Reale. Il suo appeal sul pubblico di tutte le età è innegabile.

francescorenga

Un altro no difficile da dire per il presentatore sarebbe quello a Neffa; Conti lo aveva nominato molti mesi fa in un’intervista tra i nomi che vorrebbe sul palco dell’Ariston e lo stesso Neffa a Tv Sorrisi e Canzoni, in occasione dell’uscita del disco Resistenza, dichiarò che gli farebbe piacere tornare su quel palco (l’unica sua partecipazione risale al 2004). Va anche considerato che il suo ultimo album non sta ottenendo i risultati sperati e che, dopo solo cinque settimane dall’uscita, è fuori dalla Top 100 dei dischi più venduti; quindi diciamo che le probabilità di vederlo su quel palco potrebbero essere molto alte.

Altri due nomi che difficilmente riceverebbero un no sono quelli delle due vallette della scorsa edizione, Arisa ed Emma. Anche qui è stato proprio il presentatore ad invitarle affermando che le vorrebbe rivedere su quel palco quest’anno nuovamente nelle vesti naturali di cantanti.
Arisa in sei anni di carriera ha collezionato quattro partecipazioni di cui l’ultima da vincitrice nel 2014. Emma, a cinque anni dalla vittoria ad Amici, di Festival ne ha fatti due classificandosi seconda (in duetto con i Modà) e vincendolo (con un brano dei Modà).
Che la “valletta mora” presenti una canzone è quasi certo in quanto in questo momento la sua carriera vive una fase di stallo a cui serve una sterzata. Emma invece è un’incognita: di partecipare al Festival non ne avrebbe necessità visto lo zoccolo duro di fan a cui si aggiunge il fatto che tornerà in televisione ad aprile come coach del programma che l’ha lanciata, ma potrebbe essere lei ad aver voglia di tornare su quel palco. Il suo nuovo disco dovrebbe uscire il 27 novembre.

alessiobernabei

Si presenterà al Festival anche l’ex cantante dei Dear Jack, Alessio Bernabei, fresco di un nuovo contratto con la Warner Music. Per Conti potrebbe essere molto allettante l’idea di tenere a battesimo la sua carriera da solista proprio dal palco di Sanremo. E poi c’è sempre il “fattore teen” necessario per avvicinare un pubblico giovane alla kermesse.

Un’altra voce femminile che è pronta a riscattarsi da un’edizione non delle migliori (quella del 2014) è Giusy Ferreri. La cantante, fresca di un rilancio a dir poco impressionante in coppia con Baby K sulle note Roma-Bangkok, sta lavorando ad un disco che la vedrà tornare al pop e per lei Sanremo è un passo necessario per cementare i risultati raggiunti negli ultimi mesi.

Ora passiamo a quattro artisti che sicuramente hanno presentato (o stanno per farlo) un brano in gara e che, onestamente, darebbero al Festival 2016 il sapore di un “repackaging” della scorsa edizione e, considerando il numero di cantanti in circolazione, la cosa ci farebbe decisamente storcere il naso.

Il primo nome è quello di Lorenzo Fragola. Il cantante ha un paio di canzoni da far ascoltare a Conti tra le quali una scritta da un ex concorrente di Amici. Nulla in contrario, però diciamo che due Festival in due anni di carriera è una chiara sfida al “primato di Anna Tatangelo“.
Il secondo nome è quello di Chiara Galiazzo. Anche lei ha uno o due brani pronti e, reduce dal ruolo di giudice nel “baby talent” di Rai 1, Ti Lascio una canzone, vorrebbe tornare per il secondo anno consecutivo al Festival.

biancaatzei

Il terzo nome è quello della cantante più criticata dello scorso anno, Bianca Atzei. Cantante ancora poco nota al grande pubblico che, negli ultimi anni, si è trovata ad avere un’esposizione mediatica che un qualsiasi emergente a caso del panorama musicale italiano, anche sotto una major discografica, può solo sognarsi; oltre a Sanremo si contano due partecipazioni al Coca Cola Summer Festival, il Capodanno in piazza di Canale 5 e diversi duetti (Kekko dei Modà, Alex Britti, Niccolò Agliardi, Loredana Bertè, Gianni Morandi e Gigi D’Alessio). Il massimo (del troppo oserei dire) è stato raggiunto quando, ai Wind Music Awards 2015, per premiare la compilation del Festival certificata disco d’oro sono stati chiamati a cantare lei e Alex Britti (rispettivamente 14esima e 11esimo nella classifica del festival).
Ora qualcuno potrà dire che io ce l’ho con Bianca (che personalmente non conosco) cantante a cui io in realtà riconosco delle capacità vocali degne di nota. Però un suo ritorno su quel palco alla luce anche delle vendite rapportate alla promozione (il singolo è risultato 16esimo nelle vendite tra i big del Festival e l’album nono su 17 dischi usciti. Nessuna certificazione conquistata) sarebbe decisamente esagerato.
Fatto sta che comunque la cantante sta lavorando ad un nuovo album ricco di brani scritti per lei da cantautori molto noti e proprio di uno di questi sarà la canzone presentata al Festival.

La quarta “ri-proposta” è Annalisa Scarrone. La rossa cantante di Amici vorrebbe tornare sul palco. Qui le ipotesi potrebbero essere due. O tenta da sola o lo fa in coppia con qualcuno. Quel qualcuno potrebbe anche essere Raige, nuova scommessa del rap della Warner Music (stessa discografica di Annalisa) che ha già duettato con la cantante nel brano Dimenticare (Mai). Lui da solo non avrebbe le carte in regola per poter essere inserito nei big, ma al fianco di Annalisa… certo è che se rientrasse nel cast anche per lei sarebbe il terzo festival in cinque anni di carriera.
Per quel che riguarda questi quattro artisti (Chiara, Fragola, Atzei, Annalisa) al massimo potrebbe esserci un solo posto libero, altrimenti avremmo come già detto la ristampa dello scorso Sanremo.

francescamichielin

C’è però una giovane artista lanciatissima che potrebbe fare le scarpe ai colleghi, soprattutto a quelli della scuderia Sony. Fragola o Chiara potrebbero “far spazio” a Francesca Michielin, fresca di un filotto di singoli di successo (in duetto con Fedez e da sola), amatissima da giovani e soprattutto mai approdata sul palco di Sanremo. Certo, Francesca uscirà domani con il suo terzo disco, ma questa potrebbe essere una di quelle situazioni in cui una riedizione sarebbe giustificata.

In questa prima parte di nomi manca un cantautore… voci di corridoio darebbero di ritorno al festival Fabrizio Moro, pronto a cominciare a giorni la sua prima esperienza televisiva come insegnante di Amici. Il cantautore schivo pare aver fatto pace con il mezzo televisivo e del resto il palco di Sanremo ha segnato la sua nascita, e soprattutto rinascita, artistica. Manca dal palco dell’Ariston dal 2010. Un’alternativa, forse meno allettante per il presentatore, potrebbe essere Francesco Sarcina, ma la sua ultima esperienza al festival risale solo al 2014 quindi potrebbe essere dura.

Proviamo a dare un occhio ad un paio di donzelle che potrebbero approdare al festival.
Noemi dopo il suo abbandono a The Voice of Italy, presenterà con molta probabilità un brano. La sua ultima partecipazione risale al 2014 e diciamo che, con tutti i colleghi di casa Sony, potrebbe non essere facile per lei conquistare un posto. Peccato perché la rossa cantante dopo l’ultimo festival aveva sfornato un album, Made in London, molto bello ma che il pubblico italiano ha mal digerito. Dolcenera invece ha dichiarato più volte nelle interviste di aver lasciato fuori dal disco una ballata molto forte in perfetto stile sanremese. La sua ultima partecipazione al festival risale al 2012 e visto che il suo ultimo album, Le Stelle non tremano, sta faticando parecchio (65esima posizione a cinque settimane dall’uscita) per lei la strada in direzione riviera ligure sembrerebbe una scelta quasi obbligata.

syria

Ci sono anche due donne nate su quel palco ma che mancano all’appello da oltre un decennio e che al momento non è noto se abbiano presentato un brano a Conti.
La prima è Syria che quest’anno festeggerà vent’anni di una carriera nata proprio sul palco del Festival sotto l’ala di Baudo. L’interprete romana manca da Sanremo da ben dodici anni e nel frattempo tutto è cambiato… la ragazzina solare del pop italiano ha lasciato il posto ad una donna piena di tatuaggi che ha sperimentato nei suoi dischi ogni genere musicale. Se avesse nel cassetto il pezzo giusto sarebbe un gradito ritorno e una meritata possibilità.
Altro ritorno atteso sarebbe quello di Paola Turci. La cantautrice fresca della pubblicazione di una raccolta di successi, a parte due apparizioni in qualità di ospite di altri artisti in gara, manca da quel palco addirittura da quattordici anni. Anche il suo sarebbe un gradito ritorno su quel palco se la canzone meriterà. Verrà data loro una possibilità o saranno sostituite da tutte le nuove voci provenienti dai talent?

Capitolo rap.
L’hip hop in questo momento nella discografia italiana rappresenta una sorta di gallina dalle uova d’oro e gli artisti stessi all’interno di questo mondo sono divisi tra quelli che il festival non hanno nessuna intenzione di vederlo nemmeno di striscio (Fabri Fibra e Gué Pequeno per esempio) e quelli che invece sarebbe prontissimi per andarci. I nomi più papabili in questo caso si riducono a tre anche se solo per uno di loro ci potrebbe essere posto.

Il primo è Rocco Hunt, vincitore nella categoria nuove proposte nel 2014 e in uscita domani con il suo secondo album per Sony Music. Se le vendite del disco dovessero essere soddisfacenti il ragazzo potrebbe anche fare a meno di Sanremo per il 2016 e, a quel punto, potrebbe subentrare un collega che sogna di andarci da diversi anni… Clementino. Quest’ultimo ha aumentato sempre di più la sua credibilità arrivando a vincere il Coca Cola Summer Festival 2014 e conquistando il primo posto della classifica con il suo ultimo album.
Il terzo nome, che potrebbe non far rimpiangere a Carletto l’assenza dei The Kolors, è quello di Briga. Il cantautore rap alla domanda su una sua possibile partecipazione non ha mai risposto di no e visto che il suo album sta iniziando a dare i primi segni di cedimento in classifica potrebbe essere l’occasione giusta per rilanciarlo, o magari per pubblicarne uno nuovo.

negrita

E i gruppi? Si sa, ogni Sanremo che si rispetti deve averne almeno uno o due nel cast. Ma quali sono le ipotesi più probabili?
In cima alla lista i Negrita. Toscani come il presentatore, Conti li vorrebbe nel cast a tutti i costi e non ne ha mai fatto mistero. Quindi in questo caso è solo da capire se Pau e soci accetteranno l’invito del conduttore.
Presenterà al Festival un brano anche una band che ha fatto nel suo “piccolo” la storia della musica italiana sempre in bilico tra mainstream, indie e pura follia. Parliamo degli appena ricongiunti Bluvertigo capitanati da Morgan. Ecco, se la canzone c’è, la loro sarebbe una scelta davvero geniale per questo festival.
Non ci stupiremmo infine se presentassero una canzone anche i Dear Jack con il nuovo cantante Leiner. Apparentemente nulla di nuovo essendoci già stati lo scorso anno ma chissà, magari Carlo potrebbe divertirsi mettendo sullo stesso palco Bernabei e la sua ex band rimasta in Baraonda. Ragazzine in crisi ormonali davanti allo schermo assicurate.

Sono invece due i nomi di artiste storiche della musica italiana che circolano al momento. Il più insistente è quello di Patty Pravo, un album dall’uscita più volte annunciata, che vede nel ruolo di autori nomi del calibro di Tiziano Ferro, Gianna Nannini ed Emis Killa. Siamo certi che Carosello Records, la sua etichetta, la presenterà e per quel che ci riguarda siamo anche abbastanza certi di vederla su quel palco. L’altro nome è quello di Loredana Bertè, al lavoro su un disco celebrativo prodotto da Fiorella Mannoia di cui non è ancora nota la data di uscita. Certo è che visto il calibro artistico del personaggio e la ricorrenza (40 anni di carriera), Loredana meriterebbe un posto come super ospite e non in gara.

Ci sono poi due “duelli” che potrebbero vedere il vincitore sul palco del Festival.
Il primo è quello tra Marco Carta e Valerio Scanu. Entrambi provenienti da Amici, entrambi vincitori di un festival, ma solo per uno di loro potrebbe esserci posto e, sulla carta, sembrerebbe più avvantaggiato Carta rispetto al collega attualmente auto-prodotto.
Il secondo dubbio riguarda l’artista che schiererà in campo Caterina Caselli con la sua Sugar Music. Proverà a proporre nuovamente Malika Ayane per coronare il sogno di vederla sul palco dell’Eurovision Song Contest o è giunto il momento per il ritorno di Raphael Gualazzi?

Il nostro ultimo dubbio riguarda la scelta che Conti prenderà riguardo ai giovani dell’anno scorso. Nessuno di loro ha brillato per vendite, quindi seguirà la “regola Baudo” che vuole il vincitore (in questo caso Giovanni Caccamo, sempre etichetta Sugar Music) tornare da big l’anno successivo o sceglierà l’artista con la canzone più meritevole tra quelli che si ripresenteranno, come accadde per esempio l’anno di Antonio Maggio/Renzo Rubino? Potrebbe anche essere nessuna delle due, ma sarebbe un po’ come ammettere che nessuno dei giovani da lui scelti l’anno precedente merita quel posto…

suorcristina

A questo punto rimane solo un grande interrogativo. Il grosso nome… quello che fa rumore, il ritorno, quello che riempie i titoli dei giornali.
Noi abbiamo tre ipotesi, la prima in realtà sarebbe più funzionale a livello televisivo che musicale e si tratta di un sogno accarezzato già lo scorso anno dal presentatore, ovvero Suor Cristina. La vincitrice della seconda edizione di The Voice attualmente è ferma (almeno nel mercato italiano, all’estero sta muovendosi ed ha anche realizzato dei duetti con il cast di Violetta) e la Universal Music deve capire cosa fare e come muoversi con lei. La sua presenza di sicuro farebbe discutere e parlare e magari genererebbe curiosità anche la scelta dei cinque outfit per le cinque serate del festival… in ogni caso la Suora ha già dichiarato a La Repubblica: “Mi piacerebbe andare a Sanremo e tra tanti brani penso anche di avere la canzone giusta“.

Il colpaccio Carlo potrebbe metterlo a segno in due modi in realtà. Ci sono due artiste donne il cui disco dovrebbe vedere luce a gennaio prossimo. La prima ha brillato per tre volte al Festival ed è Giorgia. La cantante non ha mai negato che non avrebbe nessun problema a tornare in gara con la canzone giusta e convincerla per il presentatore sarebbe un colpaccio. La seconda invece è l’unica artista vincitrice di un talent che ha continuato a vendere dischi senza aver mai avuto bisogno di Sanremo, palco che ha frequentato solo come supporter di altri artisti. Ovviamente parliamo di Alessandra Amoroso, essere il primo a portarla sul palco del Festival di Sanremo sarebbe una grande vittoria.

Ah, e non scordiamoci il vincitore di X Factor 2015 che, se di gradimento di Conti come lo è stato Fragola, potrebbe essere invitato.

In fila per un posto al Festival anche…
Simona Molinari, Il Cile, Matia Bazar, Mariella Nava, i Perturbazione, Alexia, Tazenda, Levante, Paola Iezzi, Renzo Rubino, Coez, Paolo Vallesi, Massimo Di Cataldo, Deborah Iurato, Zero Assoluto

Al di là delle riflessioni condivisibili o non, speriamo che ad esser scelte siano davvero le belle canzoni.

AGGIORNAMENTO

“Voci di corridoio” sempre più insistenti darebbe in salita le quotazioni verso il Festival di Loredana Errore. La cantante tra l’altro è stata ospite de La Vita in diretta dove il presentatore Marco Liorni ha caldeggiato la sua partecipazione.
Prende anche sempre più piede l’ipotesi Benji & Fede che, dopo l’eliminazione nella prima serata del Coca Cola Summer Festival avrebbero così modo di cementare maggiormente la loro popolarità al di fuori del web e  sul pubblico televisivo. Ovviamente i due, soprattutto alla luce del primo posto in classifica Fimi, dovrebbero essere collocati nei Campioni in quanto se inseriti nella gara tra i giovani falserebbero totalmente la competizione vista la loro grande popolarità.

Infine il Festival potrebbe vedere un duetto tra due voci del panorama musicale italiano, duetto di cui parleremo tra qualche giorno. Rimanete sintonizzati.

  La Musica si può averla dentro anche senza saper suonare uno strumento o cantare e a volte diventa parte di te al punto da influenzare la tua intera vita. Ho cominciato a camminare da fan gestendo due Fan Club, ho avuto l’occasione di imparare di più diventando Personal Assistant (di Gianluca Grignani, Niccolò Agliardi e Syria). Ho voluto anche provare l’esperienza on the road del Tour Manager (Barley Arts).Tutto questo per conoscere l’ambiente musicale sotto ogni aspetto e per saper affrontare una nuova sfida: portare avanti interamente un progetto discografico in qualità di produttore ed editore (Eleonora Crupi, Voyeur, Kianka). Recentemente ho voluto anche cimentarmi nella scrittura dando alle stampe per Chinaski Edizioni la biografia non autorizzata "Rockstar (a metà) - Gianluca Grignani". Anni fa, con la chiusura della rivista “Tutto musica”, mi sono sentito orfano di un’oasi in cui la musica veniva raccontata, recensita e approfondita con passione, così mi sono ripromesso che un giorno avrei ricreato un oasi simile per la musica italiana. Da quest’idea nasce All Music Italia.
segui su:

  • Loredana Errore meriterebbe quel palco 1) perche’ non e’ una raccomandata! 2) perche’ ha alle spalle anni di gavetta e sacrifici 3) perche’ canta in un modo viscerale e sentito che la rende unica 4) ha una voce roca ricca di sfumature 5) e’ amatissima dal pubblico pur non avendo mai avuto alcun tipo di promozione 6) e’ una ragazza umile che ha avuto la capacita’ di rialzarsi dopo un colpo basso della vita 7) con la sua voce, la sua personalita’ artistica , il suo modo di cantare, la sua sensibita’ , trasmette emozioni.

  • giuliap

    L anno scorso bernabei cantò malissimo all Ariston. A me lui sta simpatico e la canzone era carina ma cantò molto male.non ho capito la Warner perché non punti a occhi chiusi su Carta anziché cercare di imporre gente che floppa come Annalisa (che giusto Co lo streaming che gira a vuoto cammina) o uno che l anno scorso è stato criticato moltissimo a Sanremo perché non è stato all altezza.

  • giusy

    Non riesco a capire la cosa del duello Carta Scanu.per quale motivo due artisti così Diversi tra loro e che non hanno MAI condiviso lo stesso pubblico dovrebbero essere considerati in lizza per un posto ? io vorrei vedere Marco Carta a Sanremo , ma se lo vedo in gara per un posto con qualcuno lo vedo Contro gli altri artisti Warner , non contro Scanu che con lui non ci appiccica nulla.Spero che non facciano la fotocopia dell anno scorso con il cast e che chi c era l anno scorso se ne stia a casa. Marco Carta nel suo Sanremo fece delle bellissime esibizioni e quel Sanremo lo vine, in questi anni si è dato spazio a gente che non ha brillato ne sul palco né dopo.spero che Marco abbia la sua meritata vetrina sette anni dopo il suo festival, se lo merita , e su quel palco l anno scorso c erano tanti che mi sarei risparmiata volentieri

    • Massimiliano Longo (Ideatore e direttore)

      Non è che possiamo riempire l’unico palco musicale italiano di ex ragazzi di Amici…

    • gjusy

      concordo sul fatto che non possono essere tutti ex amici ma continuo a non capire l accostamento perché sono ex amici anche bernabei e Annalisa scarrone che c erano entrambi l anno scorso , e Carta è un ex vincitore di Sanremo, che di esperienze ne ha fatto tante dal talent in poi s che direi che definire ex amici è molto riduttivo , visto che sobo passati otto anno dal suo talent e lui ha una carriera più lunga di qiella degli altri, per me ex amici puo essere bernabei che ofa è conosciuto principalmente per il talent e lo stesso vale ler annalisa che non mi risulta abbia fatto molto altro a parte amici , Carta ha molte piu esprrienze fuori dal talent , tra dischi e tour , ex amici sono briga e quelli che sono conosciuti solo per quello , poi ex amici allora è pure Alessandra , se c è Annalisa non c è Alessandra ? non capisco la cosa del duello o di associare Carta e Scanu che come ho già scritto non hanno lo stesso pubblico

    • giusy

      no non è giusto. inoltre c è un altra cosa che non capisco e riguarda i superospiti, per la seconda da volta vogliono invitare Mengoni come superospite e il motivo mi sfugge. I super ospiti italiani sono sempre stati artisti con carriere di un altro livello.in un festival dove in gara l anno scorso c era NEK o RAF mi metti ospite (al di sopra delle parti ) Mengoni ? non capisco questo trattamento privilegiato. prima lo invitarono nonostante provenisse da un calo notevole (Fazio lo invitò in gara ) e dopo la sua vittoria , l anno dopo Fazio lo invitò come ospite , e non mi risulta sia mai stato invitato il vincitore dell anno prima , ora lo invitano di nuovo e cercano sempre di provilegiarlo rispetto a cantanti che hanno fatto e fanno molto più di lui. Mi sta appeso.prima da xf dritto all Ariston , poi il secondo Sanremo e poi le ospitate speciale a cantare le Cover , sappiamo che Fazio ha la stessa agenzia quella di Dalai Gaberscic e lo hanno osannato per due anni ma adesso che c è Conti …ancora ? e che due palle !!!di cantanti meritevoli ce ne sono tanti , fanno pompaggi talmente evidenti che alla fine non puoi non vederli. poi di gente che monopolizzato l Ariston ce n è ….tipo …..Arisa , Noemi che vanno un anno si è uno no , i nuovo vi citrico di xf che ci vanno da sconosciuti , i pupillo di rtl , sempre la stessa minestra , non solo vanno in radio fino allo sfinimento ma si prendono pure Sanremo. Ci piacerebbe tanto che si scegliessero le canzoni , non i cantanti con le spinte più forti. perché quello che salta agli occhi è proprio che poi senti il singolo di un “escluso” ed è molto più bello di quelli in gara e allora qualcosa non torna

  • nicolò

    secondo me potrebbero esserci anche gli stadio, flaminio maphia, modà, baby k, baustelle, l’aura, antonella lo coco, baccini, cristicchi, flaminio maphia

  • Lucia

    Mi piacerebbe vedere i ghost…. :-)

  • Lucia

    Vorrei vedere i ghost sul palco… si si

  • Catia

    Quandi usciranno i nomi dei giovani?

  • La Stefy

    Io sogno un duetto tra Suor Cristina e Britney Spears

  • Anna

    ..che due scatole co’ sto duello “Carta-Scanu”…. ma dove???? Avrebbe stufato sta cosa sinceramente….