EMMA ospite a sorpresa del mega concerto di ELISA, ieri in Arena!

elisa ed emma marrone arena

Ieri sera, come avevamo annunciato, si è svolto il gran concerto-evento in Arena, con cui Elisa ha concluso una fantastica seconda fase de L’anima vola Tour, che dal 30 novembre prossimo si trasferirà nei Club, italiani ed europei, per undici imperdibili live. (QUI tutte le date)

E oltre a Ozark Henry, col quale ha duettato sulle note di “Incurable Romantics” “I’m Your Sacrifice”,  e a Jack Savoretti – con l’artista britannico, la Voce di Monfalcone ha cantato “Ancora tu” per via della comune passione per le canzoni di Lucio Battisti –, a sorpresa è arrivata anche Emma sul palco per duettare con la cantautrice bisiaca sulle note dell’ultimo singolo“Maledetto Labirinto”.

E la scelta non poteva che cadere su questo brano, che più si confà all’anima rock e alla voce ruvida di Emma, che entusiasta e ancora emozionata, ha oggi scritto sulla propria pagina ufficiale Facebook:

“Arena di Verona 27/09/2014
Concerto di Elisa Il mio nome vicino al suo..
Il mondo forse ride ancora Rido anch’io ..
Ma perché la mia anima stasera ha volato con la sua”

E cominciano ad arrivare anche le prime testimonianze, direttamente dagli spettatori che ieri erano al concerto e oggi iniziano a caricare i propri video amatoriali del duetto su Youtube!

Qui potete leggere invece, la ricca scaletta completa delle trentatré canzoni con cui Elisa ha incantato in Arena il suo pubblico, per una durata complessiva di tre ore di concerto, proponendo oltre ai pezzi dell’ultimo album, tutti i brani più belli e amati della sua produzione, per la gioia del f”U”nclub e di tutti i sostenitori accorsi a Verona per il gran finale della tournée.
immagine scaletta

Mentre Elisa si trasferirà nei Clubs, Emma è pronta a ripartire con le nuove date nei palasport e con “Emma 3.0″, al via l’8 novembre dal Palasport di Acireale (CT). Ma ve ne avevamo già parlato, vero? :-) (leggi qui)

Restate connessi!


  Salentino, studio Lettere (curriculum classico) all’Università e la Lingua dei Segni italiana presso l’ENS di Lecce. Già blogger occasionale per “un Filo-Blues” (all’interno di 20centesimi.it) e membro dell’Osservatorio Musicale Salentino, nato a seguito di un corso di critica musicale dell’Università del Salento. La mia vocazione è il canto, in più suono il pianoforte e mi piacciono molto la black music, il cantautorato – amore profondo per quello un po’ stagionato! – e gli strumenti dalle sonorità naturali, come l’armonium.
segui su: