CLEO´ a 15 anni da Sanremo omaggia il talento di VALENTINA GIOVAGNINI

CLEO´

Nelle scorse settimane vi abbiamo parlato diverse volte di Cleò misterioso artista di cui ancora si ignorano molto cose (compreso il sesso) che sta omaggiando diversi artisti italiani attraverso delle cover (qui e qui i precedenti articoli).
Oggi torniamo a parlarvene perché per l’8 marzo, festa della donna, la misteriosa voce del web ha deciso di omaggiare un’artista a cui il nostro sito è molto legato, Valentina Giovagnini, e lo fa a 15 anni esatti dal suo esordio davanti al grande pubblico in quell’indimenticabile Festival di Sanremo del 2002.

L’intento di Cleò questa volta è quello di celebrare e omaggiare il talento di una grande artista italiana che merita di essere ricordata più spesso per la sua caratura artistica unica.

Ci sono infatti stelle che brillano per un istante ma rimangono per sempre. Come Valentina Giovagnini, toscana nativa di Arezzo, interprete e cantautrice raffinata scoperta da Pippo Baudo al Festival di Sanremo del 2002, in cui conquistò il secondo posto fra le Nuove Proposte. La prima cui va riconosciuto il merito indiscusso di aver introdotto nel pop italiano d’autore frammenti preziosi provenienti dalla cultura medioevale e dalla musica celtica, in un avvolgente percorso a ritroso alla riscoperta delle radici.

Nel suo breve passaggio terreno, Valentina ha lasciato in dote due album, Creatura Nuda e il postumo L’amore non ha fine: in tutto 24 tracce che rivelano all’ascolto un esotismo di ricerca nella scrittura di una tale sensibilità e delicatezza poetica che in Italia ho riscontrato solo nell’immensa produzione del grande Pino Mango.
Accostarmi con estremo rispetto e umiltà al suo più grande successo scritto da Davide Pinelli con l’ottimo paroliere Vincenzo Incenzo, Il Passo silenzioso della neve, che sul palco del Teatro Ariston valse a Valentina 15 anni fa anche il ‘Premio Miglior Arrangiamento’, è stato come cogliere all’istante un invito a riscoprire l’intimità della bellezza e della purezza del repertorio di un’artista che, come fata sospesa tra Trascendente e Immanente, ci riporta indietro nel tempo a suoni ancestrali, a mondi che evocano gli archetipi degli elementi primi del Creato, ad atmosfere lontane e primordiali, al senso della coscienza fino al cuore del respiro del mondo”.

Il brano è stato riletto in chiave etno-pop ma nella stesura originale muovendosi agilmente tra vocalità maschile e femminile.

Anche se la voce di Valentina Giovagnini resta per noi unica e inarrivabile, complimenti a Cleò per aver reso omaggio ad una grande artista troppo poco ricordata nel nostro paese.

Tra l’altro Cleò con molta sensibilità ha raccontato nella sua pagina Facebook e, volutamente, non nei comunicati stampa, un episodio in cui incontrò Valentina nel 2002…

Ci sono emozioni che ritengo più delicato affidare all’intimità di una Pagina #Facebook, proprio perchè preziose e delicate. Ero appena adolescente quando, sul finire dell’estate del 2002, anno della sua memorabile partecipazione al ‘#FestivaldiSanremo’, conobbi Valentina Giovagnini. Ebbi modo di ascoltarla dal vivo ai primi di settembre, a #Pinerolo, in provincia di #Torino: un sabato sera, era lei la special guest della Fiera dell’Artigianato, rassegna che richiama e raduna ogni anno nella cittadina pedemontana piemontese decine di migliaia di persone da tutta Italia.
Voglio ricordarla così, #Valentina: voce magnetica, canzoni avvolgenti, movenze delicate e sinuose. E, soprattutto, una persona umile e gentile, tanto sopra che sotto il palco, ove la incontrai con il resto del pubblico per il consueto rito dell’autografo. Fece un memorabile concerto, con grandi musicisti: sembrava una dea, mi conquistò all’istante. Da allora ha sempre fatto parte di me. La considero una Maestra, un punto di riferimento. Felice di averti rincontrata,nel mio cuore e con la voce, sulle note incantate de ‘#IlPassoSilenziosodellaNeve’.
Spero, con umiltà, di averti fatto fare bella figura.
Buon #8Marzo di cuore, Valentina.
Grazie anche alla tua splendida famiglia, ai tuoi fratelli, per mantenere sempre viva e accesa la luce del tuo ricordo anche attraverso la Valentina Giovagnini Onlus… che nell’ultimo anno si è presa cura anche delle scuole!
Con immenso affetto e riconoscenza,
#Cleò.”

  
segui su: