9 Febbraio 2018
di Direttore Editoriale
Condividi su:
9 Febbraio 2018

Esce il disco di ERMAL META… Non abbiamo armi, ma una dozzina di belle canzoni. E non è poco.

Oggi esce il disco di Ermal Meta, "Non abbiamo armi", che ho avuto la possibilità di ascoltare con qualche giorno di anticipo capendo che...

Condividi su:

Le polemiche sono finite e per fortuna si può tornare a parlare di canzoni.
Capita che ti viene data la possibilità di ascoltare il nuovo disco di Ermal Meta Non abbiamo armi, in uscita proprio oggi 9 febbraio, con qualche giorno di anticipo.

Sia chiaro, questa non è una recensione, dare voti o a raccontarvi se la cassa è in quattro non è propria roba mia, io faccio quello che ho fatto per tutta la vita, lavorativa e non, ascolto di pancia e petto. Per la canonica recensione di questo disco abbiate pazienza ancora qualche giorno e arriverà Fabio Fiume

Tornando a noi, capita che questo famoso ascolto sia in uno studio di registrazione… tutti seduti con davanti l’autore e interprete di tutti i pezzi del disco… ecco, non c’è via d’uscita… lui con lo sguardo entusiasta come quello di qualcuno che può finalmente rivelare un segreto al mondo, e tu lì di fronte “nudo” perché, a meno che tu sia un ottimo attore, la faccia e gli occhi dicono tutto mentre ascolti la sua musica… tradiscono ogni emozione, positiva o negativa che sia e, nel mio caso, se una cosa non mi piace è impossibile celarlo, che l’artista mi piaccia o no poco conta.

La vera fortuna è Non abbiamo armi è un disco che ti spiazza. È, per citare un precedente album dello stesso Meta, un album Umano. Puoi ascoltarne la cura con cui è stato prodotto. I suoni, scelti con precisione chirurgica, e mai in modo “paraculo”, passatemi il termine. Puoi constatare quanto è bello quel Charlie in quel pezzo ma, alla fine, tutto questo è solo il vestito, mentre Non abbiamo armi è un disco nudo e colmo di verità. Un album che racconta la vita che si sa, può essere triste e felice allo stesso tempo.
E questa vita la racconta nell’attimo stesso in cui stai vivendo un momento determinate del tuo percorso umano, perché a volte solo scavandoti dentro, e scrivendo in quel preciso momento, potrai cogliere quelle emozioni nella loro cruda interezza. Farà male, ma non saranno mai più così nitide e vere.

È questo che rende eccezionale Non abbiamo armi… la capacità di cristallizzare le grandi emozioni risvegliando le emozioni del tuo vissuto, anche quelle più nascoste… e lo fa usando le parole giuste al momento giusto, tante parole diverse e ben incastrate tra di loro… che scrivere bei testi è quasi un lavoro metodico, come quello di un sarto, ma scrivere verità e renderle testi è tutt’altra storia…

Questo disco è nato diverso dagli altri” afferma Ermal “è un album che mette insieme i miei precedenti lavori proiettandomi verso il futuro. È il terzo disco in tre anni ed è nato in movimento, grazie ai numerosi stimoli ricevuti in giro, conoscendo gente nuova e le loro storie. Quando sono in giro appunto tutto sul cellulare ovunque io sia, in viaggio sul furgone, in hotel… ecco qui…” ci mostra una serie di note vocali sul cellulare scorrendo il dito, una lista che sembra non aver fine… “queste sono tutte le canzoni che ho scritto negli ultimi cinque anni”.

Io ho sempre il bisogno, l’urgenza di scrivere…” aggiunge “è come un’autoterapia costante con cui imparo a conoscermi meglio. Dopo che ho buttato giù un testo lo leggo ad alta voce, da solo, nella stanza, e mi accorgo di come le cose dette ad alta voce siano diverse. È che io oggi non ho paura a dire delle cose o di usare certe parole… non ho paura delle etichette musicali perché quello che conta è l’attitudine… del resto Johnny Cash faceva rock con una chitarra acustica. L’attitudine è quello che ti distingue.

Sui testi per me fu fondamentale un incontro con Mogol che lui probabilmente nemmeno ricorda… era il 2005 ed eravamo al Cet in attesa di andare a Sanremo con gli Ameba 4. Gli feci leggere un mio testo, lui lo lesse due volte. Ricordo che era una cosa super complicata, con mille schermi a proteggermi, una di quelle canzoni dove dici quel che vuoi dire ma ti proteggi allo stesso tempo. Lui mi disse – ok, ma cos’è che volevi dire? …E dillo! – fu illuminante, aveva ragione, bisogna dire le cose come le pensi, la musica deve essere a presa rapida, non banale, ma bella, diretta”.

“A questo giro ho pensato che la cosa più importante per me fosse la “nudità”… volevo mettermi a nudo completamente, perché non puoi ingannare la gente, le persone sono come un animale preistorico, sentono la puzza, sopratutto della “non verità”… da questo presupposto nasce Non abbiamo armi”.

E qui parte l’ascolto delle canzoni di questo disco…

Non mi avete fatto niente

Il primo brano è la canzone presentata a Sanremo con Fabrizio Moro, Non mi avete fatto niente. Un pezzo incalzante che unisce le verità di due cantautori tra i più ispirati del momento e le rende un’unica verità, una cruda realtà, il terrorismo, la paura che vogliono instillarci e il coraggio che riusciamo a trovare ogni giorno per continuare a vivere.
Le strofe sono un percorso geografico ed emotivo che portano al ritornello, un inciso che è quasi un mantra di speranza.
Qualcuno potrebbero pensare ad un pezzo che vuole giocare facile… ma può essere facile parlare di terrorismo in una canzone e, soprattutto, farlo senza cadere nella retorica?

Dall’alba al tramonto

Un’uptempo sulla fiducia che aspira a diventare singolo… “Sposteremo il mondo, insieme rotolando, solo se ti fidi di me…”.
Il cantato del brano è serrato, incisivo. La canzone era già pronta per il precedente disco, ma non era quello il suo posto. Oggi lo ha trovato.

9 primavere

Perla di un disco che di perle in realtà ne custodisce diverse.
Una ballad che fotografa un preciso momento di una storia d’amore, che è quello in cui capisci che non si torna indietro, e non per tua volontà.
Sono solo lacrime e non è proprio niente di speciale, una per ogni passo fatto insieme…” e a me la lacrima qui, mentre ascolto, scende sul serio.

Non abbiamo armi

Una canzone scritta lo scorso anno con Angelica Schiatti dei Santa Margaret. Un brano di speranza che, in qualche modo, si collega e porta avanti in nuove direzioni e prospettive il discorso di Non mi avete fatto niente. Ermal canta con voce ariosa e la speranza si sente tutta… “non abbiamo armi contro il cambiamento… ma adesso tu mi puoi proteggere dentro ad un abbraccio”.

Io mi innamoro ancora

Parte il pezzo, arriva il primo inciso ed il discografico mancato che è in me non può fare a meno di pensare… “hit, singolo estivo… bomba!
È una canzone tirata, ha ritmo e dopo un solo ascolto ti ritrovi già a canticchiare l’inciso:
E alla mia macchina io gli voglio bene
E a questa vita io gli voglio bene
E alla mia squadra, anche se non vince mai….

È stata scritta con Matteo Buzzanca e Domenico Calabrò.

Le Luci di Roma

Ballata d’amore. Ti riporta, dopo l’entusiasmo nato dal precedente pezzo, ad un certo stato d’animo e per questo ti spiazza. Eppure ti prende subito ed è un attimo che ti ritrovi tra le strade di Roma, così bella romantica e per questo quasi assassina, quando al tuo cuore manca qualcuno.
Dimmi se c’è una ragione per correre ancora anche senza di te…

Caro Antonello

È il brano che non ti aspetti con quel titolo che sembra quasi voglia estrometterti dal discorso e che poi, quando l’ascolti, invece ti accorgi di quanto in realtà Ermal ti ci ha portato dentro a questo pezzo. Seconda lacrima…

Il brano nasce dopo una telefonata di confidenze con Antonello Venditti, e da qui il titolo, perché in fondo Venditti con le sue canzoni d’amore perfette ci ha preso un po’ tutti per il culo, perché poi quando togli le cuffie ed esci di casa, quell’amore lì, così perfetto sembra non esistere.

Ermal la canta in modo soffuso, attaccato al microfono e lo rende in tutto e per tutto un brano intimo in cui le parole si appoggiano su di una bellissima melodia arrangiata alla perfezione al punto che, nonostante tu stia ascoltando gli stessi accordi che si ripetono, sembra che la canzone cambi in continuazione.
Caro Antonello ti sto ascoltando ora e anche se mi uccidi ti voglio bene lo stesso…

Il Vento della vita

Dopo le suggestioni dei precedenti due brani si torna ad una canzone ariosa, sulla carta decisamente radiofonica. Un inno alla vita e alla forza di lottare…
Non ho perso tempo, ho preso vento…

Amore alcolico

Uptempo dal testo decisamente ironico in cui Ermal si inventa anche un nuovo termine… “inammazzato” come antitesi ad innamorato. Un brano che, nonostante nasca da un momento drammatico, riesce a stemperarlo, a renderlo leggero… quasi sopportabile.
Bere fa male, il fumo uccide… qui mai nessuno ti dirà che è peggio amare
Crea dipendenze pericolose, mi servirebbe un po’ di amore alcolico…

Quello che ci resta

La canzone parte piano e voce, per poi aprirsi, così come si apre Ermal nel testo, mostrandosi in tutta la sua fragilità…
Se ci fosse anche per me una carezza per ogni mio errore, avrei un cuore bellissimo sì, senza un graffio e senza nemmeno paure…”. Ci sono canzoni così intime che non andrebbero nemmeno raccontate.

Molto bene, molto male

Sul finire del disco, quando quasi ti sei abituato a questo ondeggiare tra ballate che ti schiaffeggiano (o accarezzano a seconda dei casi), e brani che ti scuotono con una risata o uno strattone, arriva un pezzo cattivo, rockeggiante, in cui la batteria la fa da padrona. E ancora una volta sei dentro a questo disco, incapace di uscirne, anche se volessi farlo…
La tua pelle sarà il tuo scudo che avrai, un abbraccio sarà il posto in cui dormirai…

Mi salvi chi può

È un’abitudine di Ermal già consolidata con le precedenti Schegge e Voce del verbo. I suoi dischi si chiudono sempre con una finestra su quello che verrà, sul prossimo disco che, in questo caso, è già tutto scritto.

Composta nel giorno di Natale, ancora una volta ti lascia esterrefatto, perché il percorso che ti sei fatto in testa ascoltando l’album non prende mai la direzione che ti aspetti, continua a deragliare finendo per stupirti continuamente.

In questo caso con un brano sinfonico, suggestivo, d’atmosfera, che ti porta in una dimensione sognante e poi, di colpo, ti risveglia all’improvviso, cambiando quasi anima. L’impressione che ho sentito addosso è quella di essere in “un sogno che fa parte del mio incubo” perché, come canta Ermal: “E mi sembra di rubare quando guardo negli occhi della gente, ma qualcosa manca sempre…”.

Questo brano è il canto del cigno del disco e in fondo ne riassume l’essenza, dopo aver attraversato l’inferno… “Mi salvi chi può perché da soli fa male…

Ed è tutto vero. Tanto quanto è vero che canzoni così ci fanno sentire meno soli e forse, almeno a noi che le ascoltiamo, tutto questo dolore fa un po’ meno male. Perché Non abbiamo armi ma una dozzina di belle canzoni. E non è poco.


Esce il disco di ERMAL META… Non abbiamo armi, ma una dozzina di belle canzoni. E non è poco.EUR 15,99

In Copertina

Laura e Biagio quasi 45.000 persone a Bari in un trionfo di musica, amicizia e condivisione

Musica allo stato puro nello show internazionale allestito da Laura e Biagio con Luca Tommassini. .

Anteprima Video: Martina Sivilli la fragilità di chi ama nel singolo “Troppe volte”

"Troppe volte" è il titolo del singolo di Martina Sivilli. Il videoclip realizzato da Marco D'Andragora con il modello Simone D'Angelo è in anteprima su All Music Italia.

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita il 28 giugno

In questa settimana rovente il radio date si scalda coi nuovi singoli di Levante feat. Carmen Consoli, Gazzelle, Giorgia, Nek, Jake la Furia, Roberto Casalino e tanti altri.

Salmo annuncia l'uscita di Machete Mixtape 4. Ecco tracklist e artisti coinvolti

Dopo aver solleticato la curiosità dei fan, Salmo ha finalmente svelato l'arcano... arriva a luglio Machete Mixtape 4.

Ultimo Tour stadi 2020 - Il cantautore annuncia il suo primo tour negli stadi

In attesa del suo primo concerto allo Stadio Olimpico, Ultimo annuncia Ultimo Tour Stadi 2020. .

Mietta torna con Milano è dove mi sono persa, con un testo che è la sua personale rivoluzione

Negli anni Mietta ha cambiato più volte pelle. Ora ritorna con un singolo che è per lei una nuova rivoluzione, Milano è dove mi sono persa.

NDG ecco chi è il rapper che con Panamera sta conquistando Spotify con oltre 5 milioni di stream ( Testo )

Da due settimane domina la Top Viral con Panamera. Ma di NDG si conosce poco o nulla. Fino ad oggi.

Festival Show cast - Ecco tutte le informazioni sulla 20esima edizione

Festival Show cast. Da Emis Killa a Benji & Fede, da Arisa a Nek e ancora Loredana Berté, Lo Stato Sociale ecco i nomi degli artisti della ventesima edizione.

Da oggi in radio

Le pagelle settimanali del nostro critico musicale ai nuovi singoli in uscita

ALBUM ITALIANI IN USCITA NEL 2019

Ecco tutti i dischi in arrivo nei prossimi mesi

Interviste

Palla e Chiatta Videointervista: “Il nostro nuovo singolo? Ricorda Mi Chico Latino...”

"Quando il cielo tramonterà" è il titolo del nuovo singolo del duo Palla e Chiatta. Qui la nostra videointervista in cui si parla anche dell'esperienza di All Together Now.

Axos Videointervista: “La mia vita ha capitoli discordanti. Mi ricorda certi film...”

Videointervista ad Axos che, dopo una lunga militanza in Machete, ha esordito con il singolo "Ci Puoi Fare un Film" con etichetta Polydor.

Giuseppina Torre Videointervista: “Life Book rappresenta per me l’inizio di un nuovo percorso di vita”

Giuseppina Torre racconta sé e il suo nuovo album intimo, personale e sincero "Life Book" nella nostra videointervista.

Mameli Videointervista: “Nel talent musicalmente ho fatto quello che mi pareva!”

Videointervista a Mameli a un mese dalla fine di "Amici". In questi giorni il cantautore ha pubblicato il videoclip amatoriale "Ci vogliamo bene". .

Alvis Videointervista: “Con la maggior parte delle tracce volevo far ballare. Poi...”

Videointervista ad Alvis, artista conosciuto nell'ultima edizione di Amici che si è fatto conoscere per la sua determinazione, unita a un carattere molto introverso.

Tiromancino Videointervista: “Il ritorno in Virgin ha risvegliato in me certe atmosfere...”

Tiromancino festeggia il suo ritorno in Virgin con il singolo "Vento del Sud", del quale ci ha parlato in una ricca videointervista.

Marco Carta Videointervista: "Troppe volte mi sono raccontato solo al 50%, mentre ora..."

In occasione dell'uscita del nuovo disco Marco Carta e di un libro, Liberi di amare, abbiamo realizzato una videointervista con il cantante.

L'editoriale del direttore

di Massimiliano Longo

Festival di Sanremo 2020 tra Amadeus, Mogol, Mina, Area Sanremo e le giurie. Il punto della situazione...

Festival di Sanremo 2020. Le indiscrezioni su come sarà gestito, a chi sarà affidato e sopratutto su chi ricoprirà l'importantissimo ruolo di Direttore artistico, si inseguono da diversi mesi ma quel che è certo è ad oggi, 24 giugno, ancora nessuna comunicazione ufficiale è stata diffusa. La Rai è quindi in ritardo? Si e no. È probabile...

News

Laura e Biagio quasi 45.000 persone a Bari in un trionfo di musica, amicizia e condivisione

Musica allo stato puro nello show internazionale allestito da Laura e Biagio con Luca Tommassini. .

Levante e Carmen Consoli raccontano la Sicilia con un testo poetico in "Lo Stretto necessario"

Levante e Carmen Consoli. Le due cantautrici siciliane per la prima volta insieme in una canzone, "Lo stretto necessario".

Roberto Casalino Diamante lei e luce lui anticipa il disco per festeggiare 10 anni di carriera

Per festeggiare i suoi primi dieci anni nel mondo della discografia Roberto Casalino rilancia un brano inciso da Annalisa in attesa di un album speciale.

Selton Ipanema è il singolo per l'estate in duetto con Malika Ayane

I Selton portano un po' di Brasile in Italia con il singolo Ipanema dove duettano con Malika Ayane. Coinvolto anche il percussionista Carlinhos Brown.

Nasce Zoo Music Fest e nella prima edizione mette in cartellone Salmo, Calcutta e Carl Brave

Si svolgerà tra il 6 e il 10 agosto a Pescara la prima edizione dello Zoo Music Fest con un importante obbiettivo... diventare il più grande Festival del centro sud.

Jova Beach Party: con i primi sold out arriva anche la line up di ogni tappa

Il programma del Jova Beach Party prevede la partecipazione di 63 ospiti, nazionali e internazionali, i cui brani saranno inseriti nella compilation in uscita il 5 luglio. .

Laura Biagio Stadi 2019: una produzione internazionale debutta a Bari. E dopo la Pausini si fermerà per 2 anni...

Via a Laura Biagio Stadi 2019, lo show di Laura Pausini e Biagio Antonacci curato da Luca Tommassini che promette di essere l'evento più importante del 2019.

Lele esce a sorpresa black love parthenope il disco delle consapevolezze

Ad un anno dall'ultimo singolo, e dopo un periodo di silenzio musicale, Lele torna con black love parthenope e parla a cuore aperto sui social.

NDG in attesa di novità e live pubblica un freestyle sulle note di Old Town Road

Mentre "Panamera" continua a macinare una media di 250.000 stream al giorno il giovane NDG pubblica un freestyle sulle note della hit di Lil Nas X.

Femminile plurale le donne della musica italiana si fanno sentire con uno show con 30 cantautrici

Michele Monina e Tosca riuniscono a Roma trenta artiste, tutte donne, per dimostrare che il cantautorato al femminile c'è e suona tra noi.

Vegas Jones: dal 28 giugno fuori “Puertosol”, prodotto da Boston George

"Puertosol" è il titolo del nuovo singolo di Vegas Jones, che dopo la collaborazione con gli One Republic torna a lavorare con il producer Boston George.

Alibi Summer Fest 2019: si avvicina la data zero del Festival Made in Puglia

Subsonica, Myss Keta, Lazza e Side Baby sono alcuni dei nomi di Alibi Summer Fest, che si terrà il 26 e 27 luglio a San Severo, ma che sarà aperto da Mondo Marcio l'1/7 a Foggla.

Giò Sada con il nome di Gulliver presenta il singolo "L'essere meccanico"

Il brano è il secondo estratto dal nuovo progetto artistico di Giò Sada di prossima uscita.

Sottosopra Fest 2019: Izi, Sick Luke, Capo Plaza, Rkomi e Carl Brave nella Line Up

Lecce e Gallipoli sono le città che ospiteranno la sesta edizione di Sottosopra Fest, con una line up di primissimo livello.

Dieci anni fa scompariva Michael Jackson. Ecco l'omaggio del giovane Thomas (video)

Il giovane Thomas dedica un pensiero e una versione piano e voce di Gone to soon al Re del pop, Michael Jackson.

Flash News

Angelica: dopo l'anteprima al Mi Ami Festival, annunciate nuove date del tour estivo

Rancore - Aggiornamenti nel calendario di Musica per Bambini Tour in estate

Subsonica - Nuove date nel calendario estivo della band (Biglietti)

Einar rinviati a data da definirsi i due concerti previsti per questo mese

Gazzelle - Si aggiungono due nuove date al Punk Tour Estate 19

Martina Attili - Cancellato il concerto del 9 maggio a Torino

Fil Bo Riva: special guest dell'unica data europea degli Imagine Dragons

Raf-Tozzi: debutto del tour rinviato. Il nuovo calendario.

Rubriche

Radio Date

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita il 28 giugno

Da oggi in radio

Le pagelle del critico musicale ai nuovi singoli in uscita il 21 giugno

La mosca Tzè Tzè

La Settimana della Mosca: Cuba Libre, Tequila e altri cocktail per l'estate italiana

Sondaggi

Amici 18 - I risultati del sondaggio. Per i nostri lettori merita la vittoria...

L'ANALISI

Eurovision 2019: i risultati di Mahmood e l'analisi delle classifiche europee di vendita!

Emergenti

Anteprima Video: Martina Sivilli la fragilità di chi ama nel singolo “Troppe volte”

Mael: l'attrazione fisica in un ballo sensuale nel singolo “Borracho De Ti”

Alessandro Ragazzo lancia il nuovo singolo... Jerry Calà

Il progetto Lunie debutta con il singolo "Quest'amore che c'è"

I Disarmo. Il nuovo singolo della band che aprì Modena Park è "Occhi neri"

Olimpia Simone pubblica il singolo "Mi chiamo unica" scritto dal Maestro Mario Rosini

Certificazioni Fimi - Settimana 25: dopo Alberto anche Giordana Angi è disco d'oro

CLASSIFICA SPOTIFY - Settimana 25: Calipso si riprende la vetta. Arrogante di Irama entra in Top 20

Classifiche di Vendita Fimi Settimana 25: il Boss batte Madonna tra album e vinili. Elettra Lamborghini sul podio

Classifica Radio Earone Settimana 25: Jovanotti si conferma primo. Scende Tiziano Ferro

CERTIFICAZIONI FIMI – SETTIMANA 24: Alberto Urso è disco d'oro

CLASSIFICA SPOTIFY – SETTIMANA 24: Gemitaiz & Madman da record con oltre 7 milioni di stream

Recensioni

Africa Unite & Architorti In tempo reale - recensione

Achille Lauro 1969 - Recensione

Fiorella Mannoia Personale - Recensione

Fil Bo Riva Beautiful sadness - Recensione

Enrico Nigiotti Cenerentola e le altre storie - Recensione

Romina Falconi Biondologia - Recensione

Video

Palla e Chiatta Intervista All Together Now

Axos Intervista Ci Puoi Fare un Film

Tiromancino Intervista Vento del Sud

Marco Carta Intervista Bagagli Leggeri

Mameli Intervista Inno

Alvis Intervista album Alvis

Zoda Intervista Ufo

Donato Santoianni intervista Fossi nato prima - Parte I

Elodie Intervista Margarita

Merk & Kremont Intervista Kids

Finley Intervista We Are Finley

Ligabue Tour Stadi 2019 Prove generali, incontro con la stampa