SANREMO GIOVANI 2015 già scelte le 6 nuove proposte? (aggiornamento)

sanremo_giovani_2015

Tra qualche giorno i nomi dei 6 giovani scelti per affiancare Amara e Chanty (provenienti da Area Sanremo), e comporre così la rosa degli 8 giovani del Festival di Sanremo 2015, verranno resi noti.
Voci di corridoio sempre più insistenti confermerebbero però che i nomi ci sono già e si aspetta quindi solo la comunicazione ufficiale che sarebbe prevista per il 9 dicembre.

Noi di All Music Italia, con tutte le riserve del caso e ribadendo che al momento nessuna comunicazione ufficiale è stata resa nota, vi anticipiamo quali potrebbero essere i sei giovani che calcheranno il palco dell’Ariston secondo dei rumors che si fanno sempre più insistenti sui social network:

Giovanni Caccamo – Ritornerò da te
Kutso – Elisa
Enrico Nigiotti – Qualcosa da decidere
Parix – Ciao bello
Rakele – Io non so cos’è l’amore
Santa Margaret – Voglio urlare i miei sogni

Non ci resta che aspettare la comunicazione ufficiale della Rai per confermare la veridicità di tale notizia.
Ci teniamo a specificare che nonostante la notizia giri da ore tra gli addetti ai lavori, noi di All Music Italia ci abbiamo pensato parecchio prima di pubblicarla, questo per rispetto verso tutti quei ragazzi che da giorni aspettano con ansia un verdetto che in parte condizionerà la loro carriera.
Alla fine quando la voce è diventata sempre più insistente abbiamo deciso che non potevamo fare altrimenti essendo questo parte del nostro lavoro: informare e dare notizie, anche quando, credeteci, è scomodo farlo e col rischio di sbagliare.

Ovviamente siamo prontissimi a dare smentita di questa lista in caso ci venisse segnalato da fonti attendibili che i nomi non sono ancora stati scelti.

AGGIORNAMENTO DEL 6 DICEMBRE

Ci giunge conferma da parte di alcuni dei cantanti che hanno partecipato alle selezioni che la data in cui verranno resi noti i nomi è confermata per il 9 dicembre e che la commissione, prima di rendere noti i nomi, contatterà personalmente tutti gli artisti rimasti in “gara”.

Ammettiamo che dopo la pubblicazione del nostro articolo, “dietro le quinte” si è scatenato un pandemonio comprensibile ma che non rispecchia certo il nostro intento nel pubblicare la lista presunta, ovvero: la volontà di mettere nero su bianco un’indiscrezione ritenuta credibile in quanto giunta da più fonti, diverse, e non collegate fra loro.
Dopo una serie di analisi, confronti fra professionisti del mestiere e non, abbiamo riscontrato che i sei nomi siano apparsi già a partire da ieri mattina (diverse ore prima del nostro articolo) sui social network di diversi addetti ai lavori (e conserviamo gli screenshot di ognuno di essi, come nostra prassi quando vi sono rumor insistenti ma non verificabili).

Non possiamo quindi escludere, come tra l’altro già ipotizzato da Rockol nella lettera pubblicata nel tardo pomeriggio di ieri da Franco Zanetti, gran professionista del settore da anni e quindi sicuramente più ferrato di noi sulle logiche di questo sistema, che possa trattarsi di una vera e propria macchinazione per provare a cambiare le sorti della selezione, ma in tutta onestà affermiamo con fermezza di poterci ritenere, in tal caso, anche noi vittime di tale macchinazione e non artefici.
L’onestà e la chiarezza è fondamentale. Probabilmente il nostro approccio alla notizia è stato errato, nonostante l’articolo sia stato impostato in modo chiaramente interrogativo, consci di avere fra le mani un’indiscrezione ufficiosa e in nessun modo ufficiale. La certezza della veridicità della lista è stata messa in dubbio in primis da noi e l’articolo lo dimostra, ribadiamo quindi di prendere con le pinze i sei nomi e non considerarli ufficiali fino al 9 dicembre.

Ribadiamo inoltre che All Music Italia ha sempre voluto tutelare i giovani artisti emergenti a MAI danneggiarli in nessun modo. Le 53 interviste fatte ai 101 dei finalisti a Sanremo Giovani, lavoro faticoso realizzato in soli 8 giorni per cercare di dare spazio e voce a tutti è lì a dimostrarlo, così’ come la mole di articoli che pubblichiamo ogni giorno su artisti emergenti o non ancora noti.
Per questo, e per la correttezza che abbiamo sempre avuto nei confronti di tutti gli artisti e di chi ci legge sentiamo il dovere di fare un passo indietro abbastanza certi che chiunque possa leggere dalle nostre righe l’assoluta buona fede del nostro operato.

  Cresciuto con la passione per la musica dopo l'adolescenza inizia a frequentare il Music Business. Le sue prime esperienze avvengono nel campo dei fan club, nel corso degli anni ne crea e porta al successo diversi. Col tempo affina le sue capacità in vari settori del campo musicale. Tour manager per Barley Arts, Personal Assistant per Syria, Niccolò Agliardi e, per sette anni, con Gianluca Grignani. Di quest'ultimo scrive anche la biografia Rokstar a metà. Dopo essersi cimentato come produttore con l'ex "Amici di Maria De Filippi, Eleonora Crupi con cui incide quattro singoli portandola a duettare al Mediolanum Forum con Laura Pausini a febbraio del 2014 crea e lancia il sito All Music Italia che, in pochi mesi, diventa una realtà consolidata del panorama dell'informazione musicale sul web, tra i siti leader del settore. Da diversi anni è giudice in diverse manifestazioni musicali tra cui il Coca Cola Summer Festival, in onda su Canale 5.
segui su:

  • letizia

    Caro Direttore, io concordo pienamente con tutto quanto lei scrive, ed e’ proprio per questo che mi sono permessa di esprimerle la mia critica.
    La seguo da tempo, proprio perchè ritenevo la sua testa obiettiva e seria, ma dopo quell’articolo mi sono sentita un po tradita.
    Si perche’ se lei avesse pubblicato un articolo di denuncia, senza pubblicare i nomi, per far conoscere alla gente che qualcosa di strano stava capitando (conoscere in anticipo i nomi e’ quanto meno fuori regola) , allora avrebbe fatto una cosa in linea col suo stile e sarei stata pienamente d’accordo con lei.
    Come lei stesso dice, il mondo dell’informazione e’ pieno di siti, blog, giornali che riportano notizie ed indiscrezioni fasulle, ma lei sa come me che quelli fanno Gossip e non informazione e sono la peggiore specie dell’informazione. Ora lei con quell’articolo ha dimostrato di volersi allineare con la massa, lasciando indietro il vero obiettivo della sua testa, cioe’ l’informazione sana. Io l’ammiro per il lavoro che ha sempre fatto e spero continuera’ a fare anche dopo, ma mi auguro che faccia una scelta precisa su quale parte voglia effettivamente stare, se da quella dell’informazione sana (supportata da fatti concreti) o vuole scadere nel Gossip a discapito della serieta’ che fin qui l’aveva contraddistinta. Con questo chiudo la polemica e la ringrazio per la risposta

  • Massimiliano Longo (Ideatore, direttore e produttore)

    Cara Letizia, è giustamente libera di pensarla come meglio crede… viviamo in un paese del resto dove alla buona fede non si crede mai e quindi accetto la sua opinione.
    ovvio che fa piacere che le visite salgano… fa piacere che stia salendo ininterrottamente da mesi in realtà, e fa piacere che siano salite nei giorni delle interviste a 53 dei giovani in gara… la salita con questa notizia è stata minima.
    Io ho pubblicato un rumors specificando in tutti i modi che era un rumors insistente, come facciamo sempre in questi casi, potevo non fare passi indietro… con i rumors a volte si rischiano errori, come dicevo capita a tutti… io preferisco fare un passo indietro che tacere… del resto questo accade in tutti i siti anche con i big… nomi, smentite etc etc e anche i big, non solo i giovani, accusano il colpo quando vengono scartati a Sanremo sa? ne ho conosciuti parecchi, ne ho visti anche piangere perché per come va attualmente la musica Sanremo è una speranza per un “big” quanto per un giovane… anzi forse il giovane ha più strade davanti a se.
    Conosco bene il lavoro che c’è dietro ad ognuno di questi ragazzi… aggiungere altro non servirebbe, tanto alcune opinioni non possono cambiare.
    Lascio che ognuno a questo punto tragga le sue conclusioni… mi spiace solo vedere che quando nel mese di novembre abbiamo pubblicato ben 70 articoli e interviste ad emergenti, emergenti che da nessuna parte trovano spazio spesso e che da noi lo troveranno anche se non andranno a Sanremo…. lì di grazie o di complimenti ce ne sono stati ben pochi… ma del resto viviamo nel paese dove si parla solo del “male”.

    Cordiali saluti

  • letizia

    Caro direttore, non credo minimamente nella sua buona fede, in quanto se veramente avesse a cuore, come dice, il rispetto dei 60 finalisti avrebbe dovuto evitare di pubblicare una notizia non confermata. Questo mi fa pensare che dietro ci sia solo l’intendo di aumentare le visite al suo sito, e fare come si dice ” bene o male, basta che se ne parli”, poiche’ si sa che le visualizzazioni sono importanti per una testata online, quanto le vendite per le riviste cartacee. Ora fate un passo indietro, sarebbe stato piu’ professionale evitare di scatenare un polverone inutile, proprio sapendo che sono in ballo speranze, sentimenti e lavoro di tanti giovani che ancora sperano…………………….Complimenti

  • Giulia

    È palese la buona fede di All Music Italia! Anziché attaccare persone che lavorano con amore, dando un grande contributo ai giovani emergenti italiani, cerchiamo di collaborare e di non vedere sempre il marcio ovunque.
    La lista era “Ipotetica”, nessuno ha parlato di certezze, anche perché è stato specificato più volte che i nomi usciranno il 9 Dicembre.
    Continuate a lavorare così ragazzi!
    :))

  • Kiran Six

    “…noi di All Music Italia ci abbiamo pensato parecchio prima di pubblicarla, questo per rispetto verso tutti quei ragazzi che da giorni aspettano con ansia un verdetto che in parte condizionerà la loro carriera.” Bullshit. Se davvero vi fosse importato, come dite, dei 60 giovani in gara, le voci le avreste lasciate perdere, cestinando qualsiasi tipo di rumors, indiscrezioni e voci di corridoio. Ho più etica e deontologia professionale io in un ovaia che tutta la vostra redazione. Non so se augurarmi sia solo una mossa, tra l’altro vecchia come mia nonna, di marketing fatta da qualche “por nanin” uscito dallo Iulm l’anno scorso e in cerca di un barlume di carriera perchè se fosse vero, cioè, se davvero qualche pirla della commissione si fosse fatto scappare i nomi, mi augurerei per lui/lei un licenziamento in tronco o l’allontanamento dal ruolo. Va bene prenderci per i fondelli ma oltre il danno la beffa, anche no. Buonaserata gggggente.