SANREMO 2016: i Giovani e le radio, una “guerra tra poveri”

sanremogiovani

Da martedì partirà il Festival di Sanremo 2016 e sebbene la curiosità sia puntata, per ovvie ragioni, sulla gara dei Campioni e le 20 canzoni che verranno svelate sul palco, gli 8 cantanti della categoria Nuove Proposte hanno già avuto modo di pubblicare i loro brani sulle piattaforme web e in radio.

Proprio le radio e i loro passaggi hanno creato un “mistero” che avvolge la categoria. All Music Italia in questi giorni ha ricevuto tre comunicati stampa che annunciavano tre artisti diversi al timone delle classifiche radiofoniche: Chiara Dello Iacovo, Miele e Irama.

Chi ha ragione? Andiamo ad analizzare i dati raccolti e capire che, nonostante i toni trionfalistici tipici dei comunicati, la battaglia per i passaggi radiofonici è in realtà una cosiddetta “guerra tra poveri”. Nessuno può dirsi vincitore perché in generale il numero di passaggi è talmente esiguo da non essere rilevante.

Prima delle classifiche, vi lasciamo con un’affermazione fatta da Antonio Vandoni, direttore artistico di Radio Italia, nell’intervista a noi rilasciata proprio oggi:

Non mi pronuncio sui nomi anche perché le classifiche e il numero dei passaggi in questo momento sono così irrisori da non essere determinanti per capire l’andazzo, nel dopo Sanremo si potranno emettere verdetti. Posso dirti che EarOne è l’unica fonte attendibile e riconosciuta da tutti i discografici, i radiofonici, i produttori e gli artisti“.

Ecco la classifica italiana Giovani di EarOne, riferita al periodo 29 gennaio – 5 febbraio, per numero di passaggi.

1 Miele (271 passaggi su 31 emittenti delle 128 monitorate da EarOne)
2 Chiara Dello Iacovo (254 passaggi su 23 emittenti)
3 Ermal Meta (197 passaggi su 19 emittenti)
4 Francesco Gabbani (166 passaggi su 18 emittenti)
5 Mamhood (158 passaggi su 15 emittenti)
6 Cecile (134 passaggi su 16 emittenti)
7 Irama (132 passaggi su 16 emittenti)
8 Michael Leonardi (81 passaggi su 10 emittenti)

Vi è una classifica parallela, sempre fornita da EarOne, che considera invece il “punteggio”. Il passaggio di un brano in radio, infatti, non ha la stessa valenza per ogni emittente e per ogni fascia oraria. Alcune radio hanno un’audience diversa, maggiore, che permette al brano di raggiungere una fetta più larga di pubblico, idem l’orario in cui viene trasmesso, per ovvie ragioni.

Ecco la classifica italiana Giovani di EarOne, riferita al periodo 29 gennaio – 5 febbraio, per punteggio.

1 Irama 6.632
2 Ermal Meta 4.794
3 Chiara Dello Iacovo 4.450
4 Miele 4.252
5 Francesco Gabbani 4.211
6 Cecile 3.791
7 Mamhood 3.786
8 Michael Leonardi 3.424

Per fare un esempio pratico: Irama, passato ogni giorno dal 2 al 5 febbraio su Radio 105, ha accumulato un punteggio molto alto grazie all’audience di Radio 105 e alla fascia oraria (accumulando 700 + 1000 + 700 + 550 punti ecc.). Anche Ermal Meta ha avuto un passaggio su Radio 105 il 2 febbraio pari a 911 punti.

Tra le emittenti spiccano Radio Italia e Isoradio che trasmettono spesso tutti i brani dei Giovani in gara, mentre Radio Due, ad esempio, assicura un solo passaggio a testa a settimana.

earone_prova

earone_prova1

Vi è poi una terza classifica, curata da Radio Airplay, che vede le carte rimescolate.

Ecco la classifica Emergenti, riferita in questo caso ai soli Giovani di Sanremo, relativa al periodo 28 gennaio – 4 febbraio:

1 Chiara Dello Iacovo
2 Miele
3 Francesco Gabbani
4 Ermal Meta
5 Mahmood
6 Cecile
7 Irama
8 Michael Leonardi

Riportiamo anche la nota di Radio AirplayClassifica airplay (per passaggi) degli artisti emergenti più trasmessi dalle radio italiane. L’algoritmo di ordinamento utilizzato per l’elaborazione della classifica si basa sul numero totale dei passaggi registrati da ciascun brano nei 7 giorni di riferimento su un panel di circa 400 emittenti monitorate in Italia. Nel caso di singoli composti da più versioni remix vengono sommati i passaggi di ogni versione rilevata.

AGGIORNAMENTO

Per non dare adito a se o ma, abbiamo voluto prendere sotto esame un periodo più lungo che copre quasi tutti i diversi radio date degli artisti in gara, per segnalarvi come si è evoluta nel tempo la situazione.

Dal periodo che va dal 4 dicembre 2015 al 3 gennaio 2016, Ermal Meta si issava al primo posto sia per numero di passaggi che punteggio grazie al precoce radio date (27 novembre). Da notare  Chiara Dello Iacovo, terza per passaggi ma seconda per punteggio, trasmessa dalle radio già prima della partenza ufficiale della promozione radiofonica del suo singolo (8 gennaio).

Tuttavia, il numero di radio che aveva già iniziato a trasmettere i brani dei Giovani è a dir poco “ridicolo”,  un massimo di 8 su 109 emittenti monitorate!

12699313_155811974799037_1275947429_o

Nell’ultimo mese, periodo che va dal 4 gennaio al 3 febbraio 2016, Chiara Dello Iacovo ottiene più passaggi e vince, seppur di poco, anche per punteggio, su Irama e Ermal Meta. Il maggior numero di emittenti (33 su 109) sceglie di trasmettere Miele.

12695132_155812684798966_1071040618_o

I Giovani di Sanremo, nonostante gli sforzi del direttore artistico di dare loro maggior visibilità, non incontrano il favore delle radio italiane, che li trattano quasi con indifferenza. Per questi artisti rimane un’utopia ottenere la giusta attenzione che meriterebbero prima di arrivare al Festival.

Alla luce di tutto ciò, rimane il punto focale del nostro articolo: non esiste vincitore nella sconfitta.

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: