Intervista SOGNANDO SANREMO: i KUTSO

sognando_sanremo_kutso

Prosegue  la serie  di interviste con alcuni dei cantanti che si giocano un posto nella sezione giovani del Festival di Sanremo scelti tra i 40 finalisti di Area Sanremo e i 60 finalisti del regolamento Rai. Vi ricordiamo che sei degli otto posti saranno assegnati dalla Commissione Rai entro il 3 dicembre (le selezioni si svolgeranno il 1° dicembre), i restanti due verranno selezioni il 4 dicembre tra gli otto vincitori di Area Sanremo. Sei domande dirette, le stesse per tutti i candidati per scoprire qualcosa di più sul loro mondo e sui loro sogni.

Siamo lieti di ospitare i KuTso.

Dal 2001 i KuTso cercano l’equilibrio tra suono e concetto tramite un linguaggio composito, a metà strada tra scherzo e provocazione in una forma strettamente aderente alla struttura melodica dei brani. La loro musica insolente, rotonda, sorridente e disperata quanto basta è il tappeto sonoro di testi segnati da forti dosi di simpatico disfattismo e smielata autoironia. I loro show, caratterizzati da travestimenti surreali e provocatori, sono esplosioni di suoni, grida, colori, gesti inconsulti, sudore e continui colpi di scena. Nel 2014 salgono sul palco del Concerto del Primo Maggio davanti a 700’000 persone e aprono i concerti di Caparezza a Miami e Roma, oltre a partecipare all’Hard Rock live Roma con Negramaro e Velvet tra gli altri.  I KuTso sono impegnati da oltre un anno in un tour senza sosta, il “Perpetuo Tour”.

 KUTSO

 

INTERVISTA AI KUTSO

Con quale spirito affrontate quest’ultima selezione che vi separa dal palco di Sanremo? Cosa potrebbe darvi quel palco?

Andremo alle selezioni per dare il massimo come ad ogni nostro concerto e per non recriminarci nulla, non stiamo pensando al dopo.

Come si chiama e di cosa parla il vostro brano di Sanremo? Chi lo ha scritto?

Il brano che presentiamo si intitola “Elisa” ed è un “gioco musicale” irriverente e scanzonato incentrato sull’eterno divario che separa l’uomo dalla donna: lui materialista, fisico e “semplificatore”, lei sognatrice, cerebrale e idealista.

Se anche per i Giovani ci fosse la possibilità di duettare con qualcuno come avviene il venerdì per i big, chi portereste con voi su quel palco?

Iggy Pop, se riuscissimo a contattarlo.

Conoscete qualcuno degli altri candidati? se sì, chi ritrovereste con piacere sul palco dell’Ariston?

Personalmente non conosciamo nessuno dei candidati (crediamo), ma non abbiamo controllato bene…

Tra i giovani che sono passati negli ultimi 10 anni al Festival chi vi è rimasto nel cuore?

Aldilà degli ultimi 10 anni, Domenico Modugno su tutti….

Come passerete la sera prima dell’audizione del 1° dicembre?

Cercheremo di addormentarci prima del solito, dato che dovremo presentarci alle selezioni molto presto. La nostra performance dipenderà dalle ore di sonno impiegate. Vedremo che succederà.

ASCOLTA ELISA il brano presentato dai KUTSO a Sanremo

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: