FESTIVAL DI SANREMO 2018: tutti aspettano al varco CLAUDIO BAGLIONI sulla scelta dei Big… chi l’avrà vinta?

Festival di Sanremo 2018

Nelle scorse settimane ho ricevuto diversi messaggi che più o meno giravano dietro allo stesso concetto… “Massi, ma perché quest’anno non ti sei ancora esposto con un bell’articolo sul cast dei big del Festival di Sanremo 2018?”. E avete ragione, in effetti sono in ritardo sulla tabella di marcia un po’ come tutto il carrozzone della Kermesse che quest’anno con la firma tardiva di Baglioni dovrà correre con i tempi.

I motivi relativi al mio silenzio sono essenzialmente due, scegliete voi quale ha più senso.

Partiamo dal primo. Non c’è più Carlo Conti e chi ha seguito l’anno scorso i miei editoriali sul Festival (qui e qui) sa che Carletto mi appariva in sogno spesso e volentieri per darmi dei nomi un po’ più certi dei numeri (sempre cannati) che gioco al Super Enalotto. Quest’anno Carlo non c’è, e son caxxi amari per me.

La seconda motivazione è appunto il ritardo. Claudio Baglioni ha iniziato a lavorare al Festival nelle scorse settimane e, come ha dichiarato, curerà tutto lui, dalle scenografie agli ospiti, un lavoraccio visto che solitamente i direttori artistici iniziano a gestire la kermesse con almeno 6/8 mesi di anticipo. Quindi diciamoci la verità nuda e cruda, gli incontri con artisti e discografiche non sono ad uno stato così avanzato da poter avere molte certezze e tutti noi che facciamo articoli sul cast di Sanremo 2018 li facciamo perché suscitano curiosità e portano click, ma in realtà non sappiamo una mazza (o poco più…).

Tornando alla fantomatica lista devo dirvi che la fortuna gira dalla mia parte e qualcosa posso azzardare anche io, complice l’apparizione in sogno di… Carlo Conti. Eh sì, Baglioni non ha proprio tempo di palesarsi a me e il buon Carletto ha avuto pietà così qualche dritta me l’ha data… anzi già che ci sono ve lo rivelo visto che tutti me lo chiedete da quasi due mesi, è stato proprio Carlo in sogno a rivelarmi che Baglioni sarebbe stato alla guida di Sanremo 2018. Ecco finalmente svelata la mia fonte…

La lista, lo so…
Ho deciso di dividere questo articolo per discografiche anziché per certi, possibili e impossibili, proprio alla luce del fatto che di certezze credo ce ne siano ben poche e che se dovessimo scrivere i nomi di tutti gli artisti che presenteranno una canzone ci troveremmo di fronte ad un articolo con circa 120/150 nomi.

Partiamo dalla Sony Music

NOEMI
Tentativo sicuro per lei che, fresca del nuovo singolo, Autunno (che non sta propriamente raccogliendo i risultati sperati), ha la necessità di ricollocarsi sul mercato e, grazie al ritorno di Diego Calvetti nelle vesti di produttore potrebbe anche avere ottime possibilità di salire sul palco dell’Ariston.

ANNA TATANGELO

Anna ci prova. Del resto la ragazza detiene un record degno di Benjamin Button. Anna rischia di pareggiare il numero dei suoi compleanni con quello delle partecipazioni a Sanremo ormai.

DEBORAH IURATO

No, non sgranate gli occhi! Deborah quest’anno è una priorità Sony. In molti la davano destinata a scomparire dopo i deludenti risultati dei suoi ultimi dischi (duetto con Caccamo a Sanremo compreso, bene in classifica sanremese, malissimo nelle vendite) e l’abbandono del produttore Mario Lavezzi. Eppure sappiamo per certo che la Sony sta lavorando al suo nuovo disco… e puntano con decisione verso Sanremo. Caro Claudio, uomo avvisato…

LELE

Lui rappresenta un’enorme incognita. Nonostante Amici e la vittoria dello scorso anno tra le Nuove proposte i risultati di vendita sono stati molto bassi. Inoltre Claudio, come i suoi predecessori, potrebbe non tenere conto della regola variabile del passaggio del vincitore dei giovani tra i big (è già successo per Dolcenera, Laura Bono, Riccardo Maffoni, Tony Maiello ed Alessandro Casillo tra gli altri). Inoltre il neo direttore artistico potrebbe voler ridurre il numero di ragazzi dei talent in gara e, a questo punto, Lele non sarebbe una priorità.

GIANLUCA GRIGNANI

Rimane uno dei cantautori più bravi in Italia anche se vive un momento di crisi discografica ormai da diversi anni e necessita di un ricollocamento importante che solo Sanremo può provare a dargli. A Baglioni piace, è noto, se Gianluca presenta una buona canzone sarà difficile dirgli di no.

LORENZO FRAGOLA

Manca dal mercato discografico da un po’ (almeno considerando i tempi di pubblicazione nell’epoca dei talent), L’Esercito dei selfie a parte. Ha bisogno di consacrazione per non perdere terreno.

BABY K

La quota rapper ormai a Sanremo è importante. Potrebbe provarci Briga ma Baby K avrebbe sicuramente più possibilità visto che una rapper donna manca al Festival. La ragazza ha portato a casa negli ultimi anni almeno un paio di singoli multiplatino ma, per quel che riguarda le vendite degli album, non riesce a decollare. E se ci fosse un duetto?

DECIBEL

Enrico Ruggeri ama Sanremo. La Sony crede molto nella reunion dei Decibel e, per far si che questa decolli realmente, Sanremo è la cura perfetta.

URBAN STRANGERS

A noi son sempre piaciuti e non ne abbiamo mai fatto mistero. Hanno talento, sono giovani, hanno la faccia giusta e non fanno canzoni scontate nonostante si rivolgano ad un pubblico giovane. Mancava solo una cosa finora, la voglia di cantare in italiano. Ora anche quella è arrivata. Se il pezzo merita e Claudio ci crede potrebbero essere una delle sorprese di quest’anno.

AMEDEO MINGHI & MIETTA

Minghi lo ha detto in un’intervista… “Se Claudio mi chiama ci vado con Mietta!“.
A tutti e due questa Reunion servirebbe, il punto è: riusciranno a trovare un brano con la stessa potenza di Vattene amore, successo di ben 27 anni fa?

Passiamo alla Universal Music Italia.

SISTER CRISTINA

Era stato annunciato per il 22 settembre il suo disco che ora risulta misteriosamente rimandato a novembre. Volete dirmi che non si sta provando a convincere Baglioni a prenderla nel cast?
Del resto se le riescono a trovare una buona canzone televisivamente la suora canterina più nota d’Italia potrebbe destare curiosità (e una certa prevedibilità nei look…). Eh si sa, Sanremo è anche televisione!

ELODIE

Elodie ha bisogno di trovare la sua collocazione nella musica italiana dopo essersi staccata dall’ingombrante ombra di Emma. Ed è una priorità di Universal. Ora ha anche un nuovo manager, Giannini, che poi è anche il manager di Tiziano Ferro. Tiziano, è noto, non ha mai disdegnato di scrivere interpreti femminili. E se il pezzo fosse davvero suo? Combinazione allettante!

NINA ZILLI

Il suo ultimo album ha venduto meno di 3.000 copie. Per lei Sanremo è una necessità, bisogna vedere se lo sarà anche per il Direttore artistico.

FEDERICA CARTA feat LA RUA

Altra priorità di Universal Music Italia. Che tenti Sanremo è certo, la sorpresa è che dovrebbe farlo in coppia con i La Rua, la band proveniente da Amici la cui esclusione dalle Nuove proposte lo scorso anno generò molte polemiche.

DOLCENERA

Lei è particolare. Tutti gli anni nelle interviste dichiara che andrà a Sanremo solo se ha il pezzo giusto. Secondo noi il pezzo giusto (almeno secondo lei) ce l’ha, come ogni anno. Bisogna solo capire se a Claudio piacerà.

FAUSTO LEALI

Negli ultimi due anni ha sempre sfiorato l’ingresso nel cast ma all’ultimo…
Quest’anno ci riprova, sarà la volta buona?

IL CILE

Il suo talento è indubbio eppure fa fatica ad attecchire sul grande pubblico. Le possibilità non giocano a suo favore, e se Universal provasse la carta duetto?

Ora passiamo a Warner Music Italia.

MARCO CARTA

I suoi ultimi dischi sono andati decisamente male e lo stesso è stato per i suoi tentativi di tornare al Festival che vinse nel 2009. Attualmente è impegnato a Tale & Quale Show ma questo non può bastare per ridargli slancio. Sanremo potrebbe essere per lui come Lourdes, riuscirà ad arrivarci?

ANNALISA

Lei è la priorità Warner Music di quest’anno. Tornata con un nuovo produttore, tal Michele Canova, è in cerca della consacrazione definitiva perché, seppure seguita da un consistente zoccolo duro, questo seguito poi non si concretizza in vendite di album. Eppure il talento c’è!
Faranno di tutto per riuscire a ritagliarle un posto nel cast!

THOMAS

Lui non ha nascosto che gli piacerebbe partecipare e per la Warner sarebbe una buona possibilità di cementare e ampliare il pubblico del 17enne di Amici. Baglioni potrebbe anche capitolare. Il ragazzo buca lo schermo, ha talento e presenza scenica, potrebbe infiammare il palco e portare una botta di freschezza all’Ariston.

LOREDANA BERTE´

E´al lavoro sul nuovo disco con la sua produttrice, Fiorella Mannoia. Primo album di inediti da molti anni a questa parte. Sarà molto difficile dirle di no questa volta.

Gli Indipendenti.

ARISA

Segniamo subito il suo nome. La cantante è la priorità della sua nuova casa discografica, la Sugar Music. Inoltre ultimamente non sta sbagliando un brano, da Ho perso il mio amore a Ho cambiato i piani. Dirle di no è quasi impossibile, sopratutto se porta un brano scritto con il suo autore storico, Giuseppe Anastasi. (anche se c’è la possibilità che Niccolò Agliardi tenti di arrivare all’Ariston per la prima volta come autore proprio con lei).

LEVANTE

Artista di punta di Carosello Records. Il momento è quello giusto, infatti la sua popolarità tra nuovo disco, tour e X Factor non è mai stata così alta come in questo momento. Ma parte con il tour proprio nel giorno del Festival quindi niente da fare.

THE KOLORS

Lorenzo Suraci lo disse mesi fa… “Sto provando a convincerli a cantare in Italiano e ad andare a Sanremo…“. Ok, facciamo nessuno ci crede che non ci sia riuscito. Per loro sarebbe una buona occasione per rilanciare un bel disco come You.

LE DEVA

La scelta sarebbe coraggiosa ma, allo stesso tempo, quasi doverosa. Se il pezzo è all’altezza ignorare i numeri e i risultati portati a casa da questa realtà al 100% indipendente sarebbe un brutto segnale per la musica. Una loro presenza darebbe un tocco diverso anche dal punto di vista scenico al Festival.

L’AURA

Manca da tanto e, da indipendente, ha portato a casa buoni risultati radiofonici con i suoi ultimi due singoli. Difficile capire che ne pensa Claudio…

MARIO VENUTI

Stesso identico discorso di L’Aura, senza cambiare nemmeno una virgola (al massimo l’apostrofo…)

MARCELLA feat MARIO BIONDI

Marcella lo ha detto in tutte le interviste. Vuole tornare a Sanremo. In questo momento se il suo nuovo produttore, Mr. Mario Biondi, decidesse di accompagnarla la loro sarebbe una presenza preziosa.

VALERIO SCANU

C’è tanta curiosità attorno al suo nuovo disco, un album definito “internazionale” che vede alla produzione Kikko Palmosi con la supervisione artistica del Maestro Peppe Vessicchio.
Negli ultimi anni Valerio ha saputo seminare bene tra musica e tv, chissà…

ALEXIA

ALEX BRITTI

Entrambi ci proveranno. La loro presenza potrebbe essere un valore aggiunto con il brano giusto.

ANTONELLA RUGGiERO

Il nuovo disco doveva uscire a dicembre ma è stato spostato a data da destinarsi. Porterebbe sicuramente un po’ di classe sul palco dell’Ariston.

LE VIBRAZIONI

In modo decisamente criptico Carletto mi ha detto che ci sono ottime “Vibrazioni” per una band da poco riunitasi. Voi appuntatevelo nel frattempo, si sa che a Sanremo i gruppi latitano sempre.

 

E IL COLPACCIO?

Sanremo necessità sempre di un colpaccio nel cast. Ma quale sarà?
Tutti indicano Alessandra Amoroso. Ma del resto il suo nome si palesa ogni anno per poi non concretizzarsi mai. I pro sono che festeggia 10 anni di carriera, che lei lo desidera (ma con il pezzo giusto) e che Claudio Baglioni la stima molto, e dire di no a Claudietto non deve essere semplice.
I contro sono che dopo il successo dell’ultimo disco un Festival ora potrebbe un rischi per lei più che un benefit, entrandoci da Papa (come Fiorella lo scorso anno) e uscendone cardinale, chi glielo fa fare?

Emma. Ecco qui già se ne può parlare. Emma al Festival ci è stata già due volte ma il suo è un nome che attira sempre pubblico e curiosità. E poi nel 2018 uscirà un album che più che un disco sarà un vero e proprio progetto con musicisti di serie A.

Benji & Fede. Che vi piaccia o no il duo adorato dalle teen ager italiane in questo momento sarebbe un ottimo colpo per la manifestazione riuscendo a calamitare quella parte di pubblico giovane che al Festival serve come l’aria.
Il dubbio più che altro è se la Warner deciderà di rischiare o no. Ai due ragazzi il Festival non serve in questo momento e, visto il tanto lavoro da fare nelle esibizioni dal vivo, potrebbe tornargli in faccia con la violenza di un boomerang (vedi Finley anni fa…)

Trio Max Pezzali, Nek e Francesco Renga.
Ma chi glielo fa fare di andare in gara in un Festival targato F&P? Possono benissimo andare come super ospiti. E poi si sa che Pezzali non ama il Festival da concorrente per motivi che ha ampiamente raccontato nel suo libro.

Carmen Consoli. La cercano da anni e lei non ha mai disdegnato di tornare ma solo come ospite. Da cantante in gara manca dal 2000… eppure discograficamente ne avrebbe un gran bisogno.

Gianni Morandi. In gara l’ultima volta ha partecipato nel 2000, poi il Festival ha scelto di presentarlo. Ma Gianni è uno a cui piace mettersi in gioco quindi, nonostante un album di imminente uscita, chi può dire di no con certezza?

Con questo è tutto, vi lascio alle vostre riflessioni, critiche e constatazioni (che aspetto con ansia). Nel frattempo vado a giocarmi ‘sto numeri che Conti mi ha dato. Speriamo almeno in un ambo, altro che i 20 big di Sanremo 2018.

P.s. ah, si presenterà in gara anche Enrico Papi. Per fortuna Claudio Baglioni è un uomo di musica e non porterebbe mai via uno dei “risicati” 20 posti ad un cantante… vero Claudio???

 

  Cresciuto con la passione per la musica dopo l'adolescenza inizia a frequentare il Music Business. Le sue prime esperienze avvengono nel campo dei fan club, nel corso degli anni ne crea e porta al successo diversi. Col tempo affina le sue capacità in vari settori del campo musicale. Tour manager per Barley Arts, Personal Assistant per Syria, Niccolò Agliardi e, per sette anni, con Gianluca Grignani. Di quest'ultimo scrive anche la biografia Rokstar a metà. Dopo essersi cimentato come produttore con l'ex "Amici di Maria De Filippi, Eleonora Crupi con cui incide quattro singoli portandola a duettare al Mediolanum Forum con Laura Pausini a febbraio del 2014 crea e lancia il sito All Music Italia che, in pochi mesi, diventa una realtà consolidata del panorama dell'informazione musicale sul web, tra i siti leader del settore. Da diversi anni è giudice in diverse manifestazioni musicali tra cui il Coca Cola Summer Festival, in onda su Canale 5.
segui su: