ZIBBA – LE COSE – RECENSIONE

Zibba

Torna Zibba con un nuovo album, Le Cose… lo ascolto per recensirlo per All Music Italia ed il primo pensiero che mi viene in mente dopo il primo ascolto è… “ma stai a vedere che “ste cose” sono roba importante?“.

Che la scrittura di Zibba sia tra le più ispirate e per questo anche ricercate da vari interpreti per beneficiarne è sotto l’occhio, anzi orecchie di tutti; sarà per quella vena malinconica, o per quei racconti che sanno di quotidiano reale, tangibile per tutti, che ha ventaglio emozionale che va dal ricordo alla speranza ed in cui quindi tutti possono ritrovarcisi.

E così, con queste prerogative l’artista di Varazze, al secolo Sergio Vallarino, che ormai tende ad essere unico uomo immagine della band che è diventata un po’ come i Simply Red, ovvero che dici il nome della band ma pensi solo a Mick Hucknall, arriva ad un nuovo atteso lavoro, Le Cose, disco che potrebbe rappresentare anche ai meri fini dei risultati commerciali, il suo lavoro più importante o per lo meno della definitiva consacrazione.

Biglietto da visita è il duetto Quando Stiamo Bene, proposto con Elodie in appoggio vocale che, anche se inizialmente sembra costretta a fare degli straordinari verso le tonalità basse, alla fine riesce ad entrare nel giusto mood del pezzo che è confidenziale, intimo, oserei dire da amanti. Ma non è l’unica collaborazione perché Le Cose ne è davvero ricco; si passa da Erica Mou con cui in Quando Abbiamo Smesso dà vita ad una ballata elettronica sull’abitudine che sovrasta la voglia di conoscersi a memoria, la cui ricerca è basilare e dovrebbe essere infinita in un amore. E poi senso di profonda intimità è raccontato in Sesto Piano dove s’inserisce Marco Masini, con belle doppie linee vocali e con la consapevolezza che tu sai farti mancare benissimo.

Leggi anche:  Recensione: Jaka - Il Suono dell'Isola

Ritmo e meccanismi che arrugginiscono in Le Cose Inutili assieme ad Alex Britti di cui non è impossibile riconoscere il senso del ritmo e l’unicità della sua chitarra, qui effettata, quasi spaziale in alcuni momenti. Ed ancora Chantal per l’evocativa Panorama, David Blank per l’elettrica Niente. Se è un filo “coldpleyana” Un Altro Modo proposta con uno degli emergenti più segnalati e cioè Diego Esposito, si riscontrano piacevolissimi passaggi di chitarre funky in Dove Si Ferma Il Sole e ricerca di nuovi equilibri in La Traccia Che Finisce Il Disco in cui noi siamo un ritmo scomposto perché l’amore è troppo, e dove è il finale ad aprirti finestre sui pensieri, ognuno i suoi.

Zibba stavolta fa davvero centro, perché Le Cose è non solo di pregiata fattura, ma è emozionale ed oggi riuscire non solo a provarle ma a farle arrivare ad altri, difendendosi da un’imperante aridità, non è cosa da tutti.

BRANI MIGLIORI: Quando Abbiamo Smesso / Dove Si Ferma Il Sole / Le Cose Inutili / Sesto Piano / La Traccia Che Finisce Il Disco…. Devo continuare?
VOTO: Otto ½


TRACKLIST

1. Quello Che Si Sente
2. Quando Stiamo Bene feat. Elodie (prod. Mace)
3. Dove Si Ferma Il Sole
4. Quando Abbiamo Smesso feat. Erica Mou
5. Panorama feat. Chantal
6. Quello Che Vuoi
7. Niente feat. David Blank
8. Le Cose Inutili feat. Alex Britti
9. Sesto Piano feat. Marco Masini
10. Un Altro Modo feat. Diego Esposito
11. La Traccia Che Finisce Il Disco
12. Un Unico Piccolo Istante

 

  Giornalista e critico musicale per All Music Italia, Il Roma e Pinklife magazine. In passato ha collaborato, tra gli altri, con Blogosfere e Riserva sonora, presentato eventi live e scritto e presentato programmi radiofonici per Radio Hinterland e Radio Club 91.