Tutti pazzi per SUOR CRISTINA (anche il New York times!)

suor-cristina1

Gli autori di The Voice of Italy di fronte a Suor Cristina Scuccia, la religiosa 25enne presentatasi davanti al quartetto di coach del talent show di Rai 2, si saranno sfregati le mano pensando al potenziale clamore mediatico che la suora avrebbe potuto scatenare in Italia ma probabilmente non avevano calcolato il raggio d’azione del provino.

La sua performance ha infatti superato i confini nazionali arrivando in tutto il globo. La notizia della sorella canterina è stata battuta dai più grandi siti online e non solo, dai statunitensi Huffington Post Daily News al francese Le Figaro fino agli account ufficiali delle seguitissime versioni di The Voice USA e Holland. Ironia della sorte, persino Whoopi Goldberg, indimenticabile Suor Maria Claretta nel film cult Sister Act, ha notato la sua erede in carne ed ossa segnalandola ai suoi follower su Twitter.

whoopi

La sorpresa più grande è arrivata senza dubbio da Alicia Keys, l’interprete originale del brano portato da Suor Cristina al provino, che ha segnalato l’esibizione sui suoi canali social!

I “colleghi” della giovane sorella non sembrano colpiti negativamente dalla sua decisione di cantare in tv. Il cardinale Gianfranco Ravasi ha dato il suo benestare via Twitter: “Ciascuno, secondo il dono ricevuto, lo metta a servizio degli altri (1 Pietro 4,10) #suorcristina“. Favorevole ma più cauto il maestro di Cappella emerito della Basilica di San Pietro, monsignor Pablo Colino:Se la strada intrapresa è per fare testimonianza di spiritualità, ben venga. Ma suor Cristina non faccia la star”.

Polemico con il sistema invece l’ex frate Giuseppe Cionfoli, salito sul palco di Sanremo nel 1982 e 1983: “Speriamo non le mettano i bastoni tra le ruote come han fatto con me“.

Il video del provino di Suor Cristina, l’unico disponibile interamente sul canale YouTube del programma a differenza degli altri ridotti a 30 secondi d’anteprima, è stato pubblicato non appena la sorella è salita sul palco di The Voice, segno che gli autori del programma hanno subito captato la ghiotta occasione. Le visualizzazioni nelle ultime 24 ore sono lievitate superando i 5 milioni, con commenti in varie lingue, e non accennano a fermarsi.

La storia della suora popstar nonostante non abbia portato beneficio agli ascolti della puntata (solo 2.197.000 spettatori per il 9,21% di share, in calo rispetto alla prima serie di blind audition), poiché la sua apparizione non è stata praticamente annunciata in nessun modo al grande pubblico, potrebbe far molto bene al prosieguo del programma.

Purtroppo Suor Cristina non sarà presente nelle prossime tre puntate, dedicate ancora alla ricerca di talenti a sedie girate, ma presumibilmente entrerà in gioco il 16 aprile con la prima puntata dedicata alle battle, le sfide a due fra concorrenti della stessa squadra, in questo caso il team J-Ax. Come è facile intuire, la sua strada non si fermerà di certo a questo step…

Update del 07/05/2014
L’AMERICA PAZZA DI SUOR CRISTINA

Per la star in abito nero di The Voice of Italy si scomoda anche il New York Times che dedica a Suor Cristina ampio spazio di un lungo articolo e facendo l’inevitabile paragone con il celeberrimo film Sister Act.

New Your Times: “A Singing Nun for a Reality TV World”

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: