SISTER CRISTINA fa tappa in Giappone tra la nuova cover “The First star” e le patatine (VIDEO)

Sister-cristina-giappone

Non sappiamo ancora se Sister Cristina (aka Suor Cristina) apaornerà sul palco di The Voice of Italy come ospite nella trasmissione che un anno fa la vedeva protagonista indiscussa del team di J-Ax e vincitrice a mani basse, forte dell’esposizione mediatica che la sua partecipazione aveva attirato da tutto il mondo, dopo che la sua blind audition era diventata virale e aveva raggiunto gli organi di informazione di mezzo mondo, portando il video dell’esibizione a viaggiare sulla cifra monster di oltre 70 milioni di visualizzazioni su YouTube (solo nella versione “ufficiale”).

A distanza di un anno, dopo un singolo presentato proprio a The Voice ben presto archiviato, Sister Cristina è impegnata nella promozione a livello mondiale del proprio disco dì esordio, che era riuscito a guadagnare le prime pagine grazie al discusso lancio del singolo Like a Virgin, cover del successo di Madonna. Una promozione che porta la giovane Cristina in giro per il mondo e che nei giorni scorsi ha fatto tappa in Giappone dove ha presentato live anche un nuovo brano, intitolato The First Star

Uno sbarco in grande stile, organizzato dalla Universal e che ha visto il management locale impegnato in una lunga presentazione alla stampa che potete trovare in versione integrale sul canale YouTube della branca giapponese della casa discografica, fatta di video capaci di ripercorrere la storia di Sister Cristina, per poi lasciare la parola a lei, per l’occasione pronta a interagire con qualche scambio di battute in giapponese, salvo poi affidarsi ad un’interprete per essere intervistata sul palco.

Un’intervista a tratti esilarante e surreale, fatta anche da domande raccolte in rete, che si trasforma nel racconto della vita di una Sister Cristina obbligata a mangiare in continuazione patate in convento in risposta alla richiesta di aiuto di un uomo patatine-dipendente (cosa che dovrà fare anche con le patatine giapponesi, scegliendo la migliore tra 6 differenti ricette, come da foto di copertina, come potete vedere QUI in un esilarante video, con delle imperdibili espressioni dell’artista immersa nel ruolo di critica gastronomica nel divertente e un po’ folle mondo giapponese) e la stessa “costretta” a dare consigli ad una famiglia preoccupata per il figlio adolescente impegnato a sognare sui manga invece che pensare all’amore e ad una futura famiglia.

Una presentazione che la vede molto più a suo agio a cantare (seppur non sembri in piena forma vocale), con la presentazione di due brani tratti dal suo disco, Somewhere only we know e Fallin FreeUn minilive che si conclude con l’annuncio della data di uscita del disco in Giappone e con il ricordo della tragedia di Fukushima con un brano dal forte messaggio di speranza The First Star, che parrebbe essere un nuovo inedito di Sister Cristina, presentato in anteprima proprio al pubblico giapponese.

Dal profilo Twitter creato per l’avventura nella terra del sol levante si può ascoltare l’anteprima del nuovo brano:

 

 

Mentre l’esibizione live di Sister Cristina in questo nuovo pezzo lo potete trovare in questo video dal minuto 42′.00′‘:

SISTER CRISTINA – PRESENTAZIONE e LIVE in GIAPPONE

L’avventura di Sister Cristina in terra nipponica è poi proseguita con una serie di attività promozionali, tra le quali spicca la collaborazione con una star locale del web, il Beatboxer Daichi Miura con il quale ci regala una curiosa reinterpretazione del brano No one di Alicia Keys, lo stesso che presentò nella ormai celeberrima audizione alla corte dei coach di The Voice of Italy.

NO ONE – SISTER CRISTINA feat. DAICHI MIURA – LIVE SESSION

AGGIORNAMENTO del 29.03.2015

Grazie alla segnalazione del nostro lettore Riccardo, scopriamo che il nuovo brano presentato da Sister Cristina  è la versione inglese di un grande successo giapponese, Eu Wo Muite Aruko, un evergreen della musica nipponica che vendendo oltre 13 milioni di copie raggiunse il primato (storico per un brano giapponese) di entrare al 3° posto della classifica americana Billboard USA nel 1963. Un omaggio al popolo giapponese per una bonus track presente solo nella versione destinata al mercato nipponico, realizzata nel trentennale dalla scomparsa dell’interprete della versione originale.

 

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su:

  • Riccardo

    PS: The first stat è un bonus track per la versione giapponese del disco e quindi non la vedremo in altri mercati :-)

  • Riccardo

    Il brano The first Star è la versione inglese di Eu Wo Muite Aruko più comunemente conosciuta con il Nome di Sukiyaki… uan delle canzoni più importanti della storia musicale Giapponese con 13 milioni di copie vendute e unica canzone giapponese a raggione il 3 posto del billboard uSA nel 1963.

    Confermo quanto da voi descritto… è stata una magnifica avventura che ha lasciato dietro di se solo cose positive… Universal Music Japan ha fatto un lavoro incredibile… io per completezza aggiungerei i video di TVGroove e Oricon Style :-D buona domenica!!!