MELODY: “Ci sarà da correre” per sfuggire al brutto attorno a noi (VIDEO)

Melody-ci-sarà-da-correre

All Music Italia vi parla oggi di Melody, artista cresciuta a pane e musica che dopo una lunga gavetta si affaccia sulla scena musicale con un disco, intitolato Ci sarà da correre, che racchiude attraverso lo stile della giovane interprete un omaggio al padre scomparso, quel Corrado Castellari noto autore dei più grandi interpreti italiani (da Adriano Celentano a Fabrizio De Andrè). Il risultato è un disco composto da 10 tracce firmate Castellari, che inizia la propria vita grazie alla titletrack Ci sarà da correre, lanciata da Melody con un video ufficiale.

Ci sarà da correre è un pezzo che porta con sé un’immagine apparentemente leggera, grazie ad un ritmo incalzante ed allegro. Un contesto musicale che fa da cornice ad un testo tutt’altro che leggero, che affronta lati amari dell’esistenza umana liberamente ispirati alla cronaca dei nostri giorni. Un pezzo che non perde efficacia nonostante la veste gioiosa, anzi colpisce nel segno riuscendo a portare luce su molti coni d’ombra esistenziali, fatti contemporaneamente di persone che si tolgono la vita e di altre che si picchiano per una partita di calcio. Accenni a storie di rabbia che circondano una parte di noi ormai ansiosa di potersi trasformare in turista nei luoghi dei delitti più efferati, alienati da una realtà dove troppo facilmente “si scambia la morte con il folklore”. Una “denuncia” che non perde però la voglia di infondere speranza, auspicando l’arrivo della luce in virtù del fatto che “il buio è una cosa e un’altra cosa è la vita”.

CI SARA’ DA CORRERE – VIDEO – MELODY

Un brano dolceagro, con una doppia anima che vira decisa all’ironia nel video ufficiale dove il racconto arriva attraverso la voce di Melody, affiancata da grotteschi personaggi pronti a rappresentare una galleria di emozioni ed espressioni, il tutto interpretato dai molti volti della giovane artista. Un pezzo scelto a presentare l’anima del disco che contiene 7 brani inediti e la re-interpretazione di Testamento di Tito di Fabrizio De André, Wagon Lits di Ornella Vanoni e Non Voglio Essere di Milva. Un progetto discografico che Melody descrive con queste parole:

“Questo disco ha un grande significato per me. Raccoglie 10 canzoni firmate da mio padre, Corrado Castellari, autore per i più grandi interpreti Italiani (Mina, Ornella Vanoni, Milva, Fabrizio De André, Adriano Celentano…) dagli anni ’70 fino al 2013, anno della sua scomparsa. Il primo obbiettivo è quello di portare avanti il suo lavoro e il suo nome, ma non solo; ogni canzone rispecchia un modo di comunicare, nei testi e nelle musiche, fortemente cantautorale, un modo che è in controtendenza rispetto a molta della musica Italiana del momento, ma è quello che rispecchia meglio ciò che sono e mi permette di esprimerlo con sincerità. Si parla d’amore, di cronaca, di politica, di stati d’animo e quotidianità con testi efficaci e messaggi chiari, a tratti poetici, ma mai banali. Le musiche “leggere” spesso sdrammatizzano contenuti forti e per questo non è sempre necessario “pensare” mentre si ascolta, basta solo farsi trasportare dalle note. Io ho fatto del mio meglio per interpretare questi brani nel modo più convincente possibile, lasciandomi prendere spesso dall’emozione e sperando che in qualche modo questa arrivi all’ascoltatore”

Melody ha conosciuto la musica sin da subito. Ancora piccolissima incideva, insieme alle Mele Verdi, le sigle dei cartoni animati degli anni ’80 (sempre composte dal padre); crescendo conosce la realtà live e lo studio di registrazione come corista per molti artisti di rilievo come Iva Zanicchi, Fiordaliso, Elio e Cristiano Malgiogliotra gli altri. Una gavetta lunga e solida, che approda fino al Musical “I Dieci Comandamenti” che la vede tra le protagoniste. Ad ora Melody è conosciuta dagli addetti ai lavori più di quanto non lo sia al pubblico, che grazie a Ci sarà da correre ha ora la possibilità dis coprire questa nuova proposta della musica italiana.

Per conoscere meglio Melody e la sua musica potete collegarvi alla sua pagina ufficiale Facebook (QUI).

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: