MAURO ERMANNO GIOVANARDI: “Quando suono” anticipa il nuovo album “Il mio stile” (COPERTINA)

mauro_ermanno_giovanardi_il_mio_stile

Da venerdì 3 aprile sarà in rotazione radiofonica Quando suono, singolo apripista del nuovo album di Mauro Ermanno GiovanardiIl mio stile, in uscita il 20 aprile (prodotto da Produzioni Fuorivia e distribuito da Egea).

Quando suono viene raccontato dall’artista con queste parole: “Quando la musica è salvifica, terapia rigenerante, tregua alle inquietudini quotidiane, respiro benedetto nel continuo e dolce naufragar di questo mare…” (Fonte: ANSA)

Il mio stile sarà il quarto disco da solista per l’ex voce dei La Crus e dovrebbe contenere anche un brano proposto (e poi scartato) al conduttore Fabio Fazio, quando quest’ultimo era alla direzione del Festival di Sanremo: al momento non possiamo aggiungere altro, in quanto la tracklist ancora non è stata divulgata, a differenza della copertina. Eccola per voi!

il_mio_stile_mauro_ermanno_giovanardi_copertina_all_music_italia

È già attivo il preorder del CD fisico su Amazon (QUI il link diretto) e dovrebbe arrivare a breve quello digitale su iTunes e sui principali store italiani.

È dunque in dirittura d’arrivo il diretto successore di Maledetto colui che è solo, ultimo lavoro dell’instancabile Mauro Ermanno Giovanardi: e dire che il cantautore avrebbe potuto fare il ciclista, se a 17 anni non avesse avuto la brillante idea di vendere la bici da corsa per comprare un basso elettrico e un amplificatore!

Di lì in avanti, si susseguono le prime esperienze musicali, in diversi progetti nel circuito underground milanese (Unknown Scream2 + 2 = 5Reptile Chime, diventati quasi subito Sir Chime and the Lovers) fino alla nascita dei The Carnival of Fools, fondati con Marco Magistrali: con questa band escono ben tre album, li produce l’etichetta indipendente Vox Pop, fondata dallo stesso Giovanardi, insieme con Carlo AlbertoliGiacomo Spazio e il grande Manuel Agnelli, frontman degli Afterhours.

Nel 1994, i Carnival si sciolgono, ma il cantautore non rimane con le mani in mano e dà vita a un nuovo gruppo italiano d’ispirazione cantautorale: è il momento dei La Crus, nati in ensemble con Alex Cremonesi Cesare Malfatti. Questo progetto convince pienamente il pubblico del Belpaese e la sua vita artistica si protrae per ben 14 anni! L’ottavo e ultimo album, Io non credevo che questa sera (2008), è in realtà un live, col quale si sancisce definitivamente la fine della band, oltreché un ringraziamento a quanti hanno seguito e sostenuto la musica dei La Crus in tanti anni di lavoro dentro e fuori lo studio di registrazione.

La svolta solista per Mauro Ermanno Giovanardi arriva già nel 2007 col disco Cuore a nudo: seguono Ho sognato troppo l’altra notte? e il già citato Maledetto colui che è solo, fuori due anni fa e realizzato insieme col Sinfonico Honolulu, orchestra italiana di ukulele.

Il 20 aprile uscirà Il mio stile: ci aspettiamo ancora una volta degli inediti orecchiabili ma sofisticati, non vediamo l’ora di ascoltarlo. E voi?

  Salentino, studio Lettere (curriculum classico) all’Università e la Lingua dei Segni italiana presso l’ENS di Lecce. Già blogger occasionale per “un Filo-Blues” (all’interno di 20centesimi.it) e membro dell’Osservatorio Musicale Salentino, nato a seguito di un corso di critica musicale dell’Università del Salento. La mia vocazione è il canto, in più suono il pianoforte e mi piacciono molto la black music, il cantautorato – amore profondo per quello un po’ stagionato! – e gli strumenti dalle sonorità naturali, come l’armonium.
segui su: