IVAN KP: vi presentiamo il talento di uno straordinario artista di strada

ivan-kp

Oggi non vi presentiamo un progetto discografico emergente, ma “solo” un talento promettente che ci mette in contatto con la storia e il mondo affascinante di un artista di strada. Un vero busker, termine moderno che identifica quegli artisti noti sin dall’Antica Roma e ancora oggi presenti sulle nostre strade a macinar chilometri offrendo la propria arte nelle nostre città, cercando attenzione e offerte indispensabili per l’agognato traguardo del “vivere di musica”.

Uno spirito lontano anni luce dal trend che spesso contamina le nuove generazioni di artisti che mirano a visibilità e pretese spinti dalla fretta e a scapito della propria identità e dell’essenza sana della passione musicale.

Un bravissimo e autentico busker è Ivan KP, pseudonimo di Ivan Kristoff Padul giovane artista nato a Milano nel 1992, sin da piccolo attaccato ad una chitarra, impegnato a seguire le orme del padre musicista. Ivan  inizia ad esibirsi col fratello maggiore alternando alle esibizioni in strada  numerose serate nei locali, sino a proseguire in solitaria l’avventura on the road.

L’artista è di base a Milano ma negli ultimi anni  è diventato apprezzata presenza abituale delle strade di alcune città del Nord Italia (Novara, Lecco, Torino, Varese…) arrivando poi ad attraversare tutta la penisola, armato di chitarra e zaino per raccogliere sorrisi e applausi in diverse città italiane: Genova, Parma e poi via verso sud, raggiungendo nel periodo estivo la splendida cornice del Salento, dove lo potrete incontrare proprio in questi giorni.

Ivan offre un repertorio fatto di pezzi pop internazionali contemporanei che,  abbinato al suo timbro e all’acustica che solo la strada sa regalare, portano a quel mix di modernità e suggestione che contraddistinguono le esibizioni del giovane artista.

IVAN KP – THE SCIENTIST – COVER

Un’atmosfera rara che Ivan KP sa ricreare in strada, semplicità accesa da passione e talento, senza sovrastrutture e con unica protagonista la sua voce e l’inseparabile chitarra: una magia che riesce a rapire i passanti, rubandoli fosse anche solo per qualche minuto dalla frenesia della routine quotidiana, facendo riflettere su quanto sarebbe bello avere le strade piene di gente che suona buona musica e di chi la sa apprezzare e ascoltare, abbandonando l’indifferenza e l’immancabile smartphone davanti agli occhi.

Ivan Kp è perfettamente a proprio agio sulla strada, anche se all’attività di busker si affiancano progetti più strutturati e curati, che fanno intravedere forti le potenzialità del giovane. Ad ora Ivan è riuscito a raccogliere la propria musica in 2 EP autoprodotti che si possono ascoltare su Soundcloud (QUI) e acquistare durante le sue esibizioni, dove troviamo tracce che spaziano da Magnolia dei Negrita ad una personalissima versione di Hallelujah di Coen.

Si tratta di lavori  in cui Ivan ha cercato di raggiungere l’ardua impresa di trasferire in studio l’innegabile talento e quelle stesse sfumature che attraggono e incantano le moltissime persone che lo avvicinano per strada.

Su Facebook apre una pagina ufficiale dove ci si può aggiornare sui suoi spostamenti (clicca QUI) e sulle collaborazioni che lo vedono protagonista, mentre su YouTube, ai video amatoriali dei primi anni di attività, si è aggiunto un canale ufficiale (che trovate QUI) dove possiamo trovare cover arrangiate e accompagnate da video di livello, ulteriore segnale di un percorso di maturazione e avvicinamento ad ambiti differenti, che potranno regalare all’artista emergente palcoscenici  diversi da quel marciapiede dove appoggiare amplificatore e passione, augurandogli di trovare il giusto riconoscimento senza perdere mai la possibilità di riempirsi gli occhi di sorrisi sinceri come quelli dei tanti sconosciuti passanti che scelgono ogni giorno di fermarsi ad ascoltare questo giovane talento.

Per conoscere meglio Ivan Kp, un esempio di come la musica possa e debba essere vissuta e autentica lezione per chi parla di musica e dei suoi protagonisti solo in riferimento a numeri e riscontri spesso più virtuali che reali, vi rimandiamo anche al suo sito ufficiale (che trovate cliccando QUI) e vi lasciamo con alcune sue clip, augurando a lui un luminoso futuro e a voi di poter incrociare lui e la sua musica.

IVAN KP – LET HER GO – COVER

IVAN KP & ANNALISA COSTADONE – WHO YOU ARE – COVER

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su:

  • Ivan KP trovo sia tecnicamente preparato ed ha una voce veramente interessante. Mi dispiace, nonostante veda che si esibisca anche a Milano, non aver ancora avuto modo di ascoltarlo “dal vivo”. Sarà mia cura seguire i suoi spostamenti e gustarmi qualche sua esibizioni. Posso già annoverarlo fra i miei “Artisti di strada” preferiti…..insieme all’ottimo Claudio Niniano, Brezza Notturna, Mr Alboh……Buon lavoro ragazzi!!

    • Gianmarco Regaldi (Caporedattore sezione Nuove Proposte, News, Interviste, recensioni emergenti)

      Grazie mille, è bello vedere che arrivi il senso che vogliamo esprimere. Il mondo degli artisti di strada non è certo minore, forse lontano da logiche commerciali, uffici stampa etc. ma conquistano lo stesso il loro pubblico, forse proprio per questo a mio parere racchiudono l’essenza della passione musicale. Sarebbe bello si credesse in loro a livello produttivo, anche se il timore che si snaturi le atmosfere che regalano è forte. PS tra l’altro Brezza Notturna credo proprio sia il fratello di Ivan KP
      A presto
      Gianmarco

    • Mr Alboh

      hey grazie Donatella, per la citazione, molto grato! :)
      Mr Alboh

    • Mr Alboh

      hey grazie mille Donatella per la citazione! molto grato!

  • Complimenti per la bellissima recensione e sopratutto per l’interessamento nei confronti di una “categoria” di Artisti apparentemente minore ma che trovo assolutamente interessante. Non manco di fermarmi ad ascoltare questi ragazzi che offrono la loro Arte ed il loro “coraggio” a chiunque sappia ascoltare non solo con le orecchie ma particolarmente col cuore. A loro va la mia più ampia stima e non manco mai, dovunque mi trovi, di fermarmi per accogliere il loro lavoro con un sorriso ed un dovuto contributo economico. W sempre la buona Musica…..ovunque e comunque. Grazie di cuore a Voi di AllMusic che fate un eccellente lavoro !!