Rai 2 e i talent show, un sodalizio decisamente sfortunato: “Italian Idols” cancellato mesi prima della partenza

italian idols

Sembra proprio che il legame tra i talent show e Rai 2 non riesca a decollare e, in questo caso, nemmeno a prendere il volo.
Dopo le indiscrezioni lanciate da parte di Davide Maggio arriva infatti la conferma tramite Tv blog che Italian Idols, “nuovo” talent show di Rai 2 che avrebbe dovuto prendere il posto di The Voice of Italy, è stato cancellato dai palinsesti della rete.

Eppure sembrava tutto già in fase di partenza… Ilaria Dallatana, alla guida di Rai 2, aveva confermato mesi fa che la rete non sarebbe rimasta senza un talent show musicale e la redazione del programma prodotto da Fremantle aveva già iniziato la prima fase di casting invitando i “nuovi artisti” a inviare il proprio materiale. Persino a noi di All Music Italia era anche capitato di incrociare alcuni della redazione in giro per festival musicali alla ricerca di talenti a cui proporre il programma.

E invece nulla di fatto. Il motivo della cancellazione è da ricercarsi nei tagli al budget che le reti Rai hanno subito (si parla di un taglio da 200 milioni di euro). La redazione del programma ha già comunicato a coloro che avevano mandato materiale per Italian Idols che quando inviato “è stato archiviato e non sarà diffuso”.

A quanto pare la seconda rete della tv di stato non riesce a trovare la formula giusta per portare nuovi talenti musicali in prima serata.
Prima il lancio di X Factor, programma tenuto a battesimo da Facchinetti e che, dopo quattro edizioni, è stato lasciato andare verso i lidi Sky, rete che ha saputo valorizzare al meglio il format rendendolo un programma di culto (anche se quest’anno si iniziano ad avvertire i primi problemi, non tanto negli ascolti, quanto nel rapporto tra gli aspiranti artisti e la produzione del programma).

Per sostituirlo Rai 2 aveva affidato sempre a Francesco Facchinetti Star Academy, programma replica dell’Operazione Trionfo guidato da Miguel Bosé su Italia 1 dieci anni prima. Fu un completo disastro. Gli ascolti superarono a malapena il milione di telespettatori al punto che il programma si concluse con una terza puntata mandata in onda di sabato pomeriggio e con i concorrenti che chiesero esplicitamente che non venisse eletto nessun vincitore, cosa mai avvenuta fino a quel momento in nessun talent.
Infine quattro anni fa arrivò The Voice of Italy, altro programma che non è mai riuscito a decollare negli ascolti ne ad entrare nel cuore del pubblico… ma soprattutto che non ha saputo lanciare un solo artista di successo (chi ce l’ha fatto dopo come Chiara Dello Iacovo, ha raggiunto il traguardo grazie al Festival di Sanremo o ad altre opportunità).

Quello che viene da chiederci a questo punto è… non sarebbe più conveniente per Rai 2 invece che investire soldi acquistando format dall’estero (nel caso di Idol ormai vecchi di 10 anni e in chiusura persino in madre patria) prendere una squadra di autori interni e provare a creare un nuovo format come fece ormai 16 anni fa Maria De Filippi con Saranno Famosi/Amici?

E in mezzo a tutto questo trambusto il programma della De Filippi ha appena debuttato con l’edizione numero 16 registrano la miglior partenza di sempre…

 

  
segui su: