Il curioso caso di SILVA FORTES dal contratto con le BIKINIRAMA a quello con la SONY per X FACTOR. E l’esclusiva?

silva fortes

Ieri sera X Factor ha visto l’eliminazione del primo concorrente della squadra di Manuel Agnelli, Silva Fortes. Un’eliminazione sofferta in quanto tutti i giudici erano concordi sul valore della ragazza e sulle sue indubbie qualità vocali.
Nel corso delle settimane a noi di All Music Italia, ma anche ad alcuni nostri lettori, la voce e il viso della Silva sembravano noti, anche se non riuscivamo a capire dove l’avevamo vista e ascoltata.

Dopo la sua eliminazione compare sul web una foto e allora tutto si fa più chiaro… Silva – con lo pseudonimo di Scyana – era una delle componenti delle Bikinirama, girl band tutta italiana nata da un’idea di Michele Monina e lanciata con un album uscito per Universal Music Italia ad inizio 2016 (qui la pagina Facebook).
Un disco ambizioso contenente collaborazioni con nomi importanti nella tracklist: Enrico Ruggeri, Federico Zampaglione dei Tiromancino, Andrea Mirò, Sara Mazo degli Scisma, Matteo Gabbianelli dei Kutso, Romina Falconi, Claudia Megrè, Garbo e Manupuma. Qui potete vedere il video di presentazione delle ragazze apparso su Il Fatto quotidiano qualche mese fa.

silva fortes
Come ben sappiamo, anche grazie alle polemiche delle scorse settimane, Sony Music Italia, casa discografica dietro ad X Factor, fa firmare a tutti i cantanti che arrivano alla fase dei live del programma un contratto di esclusiva. Questa è cosa nota anche perché la vicenda dei Jarvis ha reso pubblico questo dettaglio che in realtà era già noto.

A questo punto però ci sorge una domanda… il progetto delle Bikinirama è molto recente, l’album infatti è uscito nei negozi di dischi e nei digital stores con Universal Music Italia alla fine dello scorso mese di gennaio. Come per ogni progetto musicale ci sarà sicuramente un contratto sottoscritto dalle ragazze coinvolte, probabilmente con Universal Music Italia.

Ora, il contratto potrebbe anche non essere di esclusiva, ma in ogni caso quello firmato con X Factor  sicuramente lo è e i concorrenti quando lo firmano garantiscono di non avere altri contratti in essere.
Quindi può essere che Silva Fortes o Scyana che dir si voglia, sia riuscita a “farla” alla Sony Music Italia firmando con loro un contratto di esclusiva nonostante ne avesse già uno? Mistero.

Un mistero su cui però sarebbe il caso di andare a fondo perché se così fosse, se la Silva avesse omesso questo dettaglio, sarebbe entrata nel programma in modo non del tutto regolare, portando così via il posto ad un’altro dei talenti che come lei hanno superato mesi di casting e hanno visto la loro possibilità sfumare all’ultimo.

Rimaniamo a disposizione di Silva Fortes, del produttore Michele Monina o di Universal Music Italia per avere dei chiarimenti al riguardo in modo da comunicarli per trasparenza ai nostri lettori e agli spettatori del programma.

silva fortes

 

AGGIORNAMENTO DEL 14 NOVEMBRE

Al momento nessuna risposta da parte della Fortes o delle case discografiche. Attendiamo fiduciosi anche se non abbiamo potuto fare a meno di constatare che la ragazza a differenza degli altri concorrenti di X Factor per il momento non è apparsa come ospite di Edicola Fiore di Fiorello.

 

  La Musica si può averla dentro anche senza saper suonare uno strumento o cantare e a volte diventa parte di te al punto da influenzare la tua intera vita. Ho cominciato a camminare da fan gestendo due Fan Club, ho avuto l’occasione di imparare di più diventando Personal Assistant (di Gianluca Grignani, Niccolò Agliardi e Syria). Ho voluto anche provare l’esperienza on the road del Tour Manager (Barley Arts).Tutto questo per conoscere l’ambiente musicale sotto ogni aspetto e per saper affrontare una nuova sfida: portare avanti interamente un progetto discografico in qualità di produttore ed editore (Eleonora Crupi, Voyeur, Kianka). Recentemente ho voluto anche cimentarmi nella scrittura dando alle stampe per Chinaski Edizioni la biografia non autorizzata "Rockstar (a metà) - Gianluca Grignani". Anni fa, con la chiusura della rivista “Tutto musica”, mi sono sentito orfano di un’oasi in cui la musica veniva raccontata, recensita e approfondita con passione, così mi sono ripromesso che un giorno avrei ricreato un oasi simile per la musica italiana. Da quest’idea nasce All Music Italia.
segui su: