La storia e la musica dei giovani in gara al WIND SUMMER FESTIVAL. Ecco chi sono

wind

Tra poche ore si accenderanno i riflettori sul palco di Piazza del Popolo a Roma per l’inizio del Wind Summer Festival. L’evento musicale dell’estate si terrà nella capitale dal 22 al 25 giugno, per poi sbarcare in prima serata su Canale 5 nel mese di luglio (QUI i dettagli della quattro giorni musicale).

Una formula ormai collaudata che alterna un folto gruppo di big della musica italiana e internazionale (QUI trovate il cast completo e le date di esibizione di ciascuno) ad un gruppo di giovani promesse della nostra scena musicale, protagoniste di un contest che andrà in scena durante le quattro serate.

I papabili a seguire nel palmarès delle vittorie Irama, trionfatore della scorsa edizione, sono sei. Amara, Mahmood, Low Low, Shade, Tony Maiello e I Desideri sono stati selezionati per questa gara che vedrà la giovane musica italiana al centro della scena.

Oggi vi raccontiamo la loro storia e la loro musica.

LOW LOW – Niente di più stupido da sognare 

 

19274982_1220098874765973_7030034510455222256_n

Low Low, al secolo Giulio Elia Sabatello, gioca in casa. Romano classe 1993, si appassiona sin da ragazzino al rap. Un genere nel quale canalizza la sua “ansia di dimostrare al mondo quanto valgo”. Si parte dalle battle di freestyle e ben presto il suo stile attira l’attenzione nella scena romana e non solo. I palchi iniziano a cambiare, con numerose battle in giro per l’Italia. In molti lo notano e il suo talento viene portato ben presto in studio.

Nel 2011 l’esordio con il mixtape autoprodotto Metriche vol.1. Nel 2012 arriva Socia Mixtape, esordio del suo gruppo NSP per Honiro Label.

Nel 2013 esce Per sempre, album realizzato con Sercho, a cui segue un tour di oltre trenta date. Nel 2014 è la volta di Scusate per il Sangue (SPIS), firmato con Mostro. Nel 2015 arriva Metriche vol. 2, progetto che chiude la prima parte della sua giovanissima carriera, mentre nel 2016 collabora alla colonna sonora del film Zeta di Cosimo Alemà.

Una gavetta tra collaborazioni e live che attira l’attenzione dello staff di Caterina Caselli. Low Low diventa così il primo rapper messo sotto contratto dall’etichetta Sugar. Un nuovo inizio che si concretizza nel disco Redenzione. Undici tracce che svelano i vari tasselli di questo talento, tra molte ombre e risvolti ironici e leggeri.

Al Wind Summer Festival presenterà Niente di più stupido di sognare, pezzo del quale è in preparazione il video ufficiale, già annunciato attraverso i suoi canali social.

SHADE – Bene ma non benissimo

Vito Ventura, in arte Shade, è un rapper torinese. Appena 16enne si fa notare in numerose battle di freestyle.

Shade è anche uno stand up comedian (cabarettista che occupa pienamente la scena). In queste vesti partecipa a numerosi contest, tra i quali lo Zelig LAB, arrivando nel cast della sit-com Favelas di Comedy Central.

Ironia e rap fuse in numerosi spettacoli diventano la sua cifra stilistica. Un crescendo di consensi fino al 2013, quando trionfa a MTv Spit. Nello stesso anno partecipa agli Mtv Digital Days, è testimonial Pepsi e realizza il brano Passa il mic con Moreno, Clementino e Fred de Palma.

Nel 2015 dopo aver firmato con Warner, arriva il progetto Mirabilansia. Ma quello che è considerato il vero disco d’esordio è Clownstrofobia, uscito a gennaio 2016.

A giugno 2017 il ritorno in scena con Bene ma non benissimo, traccia dal sapore afro trap che apre la strada al nuovo disco in arrivo e con il quale, proprio mentre il video raccoglie oltre 2 milioni di visualizzazioni, calcherà il palco del Wind Summer Festival.

 

19225287_1648709255152967_7981627315006552296_n

MAHMOOD – PESOS

Alessandro Mahmoud si affaccia al grande pubblico nel 2012, all’interno del cast della sesta edizione di X Factor. Dopo quest’esperienza arriva un primo singolo e l’avvio di un percorso di ricerca e studio che lo porterà a riaffacciarsi al grande pubblico diversi anni dopo.

Arriva la collaborazione con i produttori Francesco Fugazza e Marcello Grilli, con la nascita di progetti sospesi tra  musica elettronica, r&b e soul. Un filone che lo conduce, nel 2016 fino ad Area Sanremo.

Una proposta moderna e convincente che lo porta prima tra i vincitori del circuito e poi ad essere selezionato, con il brano Dimentica, tra le nuove proposte al Festival di Sanremo 2016. Un avventura che si conclude con un grande riscontro e riporta Mahmood in studio, al lavoro per il suo disco d’esordio.

Un progetto, supportato da Universal, al quale sta lavorando con Davide Simonetta, Alessandro Raina e Roberto Vernetti.

In queste ore, a sorpresa (leggi QUI) è stato rilasciato Luna, brano che lo vede collaborare con il rapper Fabri Fibra.

Sul palco di Roma Mahmood gareggerà con il suo inedito intitolato Pesos.

19274914_1838213849523807_5095727199938600040_n

AMARA – GRAZIE

Amara, al secolo Erika Mineo, nel 2005 è tra i protagonisti della quinta edizione di Amici di Maria De Filippi.  Nel 2008 partecipa a Sanremolab e per la prima volta rientra nei vincitori, pur senza centrare l’approdo a Sanremo. La storia si ripete identica nel 2009, 2010 e 2011.

Nel 2010 vince il Premio Lunezia nella sezione Nuove Proposte e si aggiudica una borsa di studio presso il CET. Segue un’intensa gavetta fatta di live e lavoro sulla scrittura a perfezionare un talento destinato ad affermarsi nonostante le difficoltà. Nel 2012 pubblica il singolo Maledetta me.

Finalmente nel 2015, a seguito del trionfo ad Area Sanremo, viene selezionata tra le nuove proposte del Festival. Sul palco dell’Ariston Amara presenterà il brano Credo, che apre al disco d’esordio.

Nel 2017 torna in scena in molteplici vesti. All’ultimo Festival di Sanremo, oltre a presentare come ospite Pace, in duetto con Paolo Vallesi, è presente  come autrice di Che sia Benedetta, canzone che porta  Fiorella Mannoia ad un passo dalla vittoria.

A febbraio vede la luce il suo nuovo album, intitolato Pace.

Da questo progetto è stato estratto Grazie, nuovo singolo con il quale si presenterà all’enorme platea del Wind Summer Festival.

Amara

 

 

TONY MAIELLO – IL MIO FUNKY

Tony Maiello si affaccia al grande pubblico nel 2008, partecipando alla prima “storica” edizione di X Factor. Tony arriva in finale e pubblica il suo inedito Mi togli il respiro.

Nel 2009 viene messo sotto contratto dall’etichetta Non ho l’età di Alberto Salerno e Mara  Maionchi, che lo seguì nel talent come giudiceArriva quindi il suo primo EP Ama Calma.

Nel 2010 partecipa a Sanremo Giovani trionfando nella categoria Nuove proposte con Il linguaggio della resa. Un brano – scritto dallo stesso Tony, che dà il titolo al nuovo album. Nel 2011 si rompe il sodalizio con l’etichetta della Maionchi.

Nel 2012 parte una nuova collaborazione con l’etichetta Rosso al tramonto e pubblica il singolo intitolato Chi ha inventato i sentimenti, seguito da Farsi del male x sempre.

In parallelo Tony inizia a raccogliere importanti riscontri anche come autore. Nel 2015 all’interno del disco Simili di Laura Pausini troviamo il suo brano 200 note. 

A marzo 2016 esce un altro singolo scritto da tony: si tratta di Guardami amore, interpretato da Francesco Renga . Nel progetto dell’ex voce dei Timoria troviamo altri due brani scritti da lui, tra i quali la titletrack Scriverò il tuo nome. In queste settimane possiamo ascoltare il frutto del lavoro autorale di Tony in Credo, nuovo singolo di Giorgia tratto da Oro Nero.

A distanza di qualche anno dall’ultimo singolo Aria di Natale, negli scorsi mesi Tony ha ripreso la propria attività in prima linea.

Un ritorno che arriva prima con In Alto,  seguito da Il mio funky, il pezzo che presenterà nelle prossime ore al Wind Summer Festival.

Due singoli che anticipano il nuovo album che uscirà il prossimo autunno.

19260793_10158733552705004_7024938342540153565_n

 

I DESIDERI – Uagliò

I Desideri è il nome d’arte che unisce i fratelli Salvatore e Giuliano Iadiciccio. Un duo dal successo virale nato sul web, dopo aver mosso i primi passi al fianco del padre Nico Desideri.

La grande attenzione arriva grazie al brano Made in Napoli che li vede al fianco di Clementino. Oltre  21 milioni di visualizzazioni su YouTube e il brano entra nella colonna sonora del film La Scuola più bella del mondo. Da qui arrivano numerosi riscontri, con alcuni loro brani scelti nella serie tv Gomorra.

Al Wind Summer Festival presenteranno Uagliò, singolo che ha anticipato l’omonimo album dei fratelli.

Un progetto composto da 8 tracce che porta con sè collaborazioni con Clementino, Mostro, Beata Beatz e lo stesso padre Nico Desideri che li ha fatti crescere in numerose esperienze live.

19114000_768611219991050_857500171206492931_n

Non ci resta quindi che vedere questi 6 giovani artisti all’opera sul palco di Piazza del Popolo durante il Wind Summer Festival, evento che seguiremo per voi dalle pagine di All Music Italia.

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: