DIODATO più sincero possibile nei testi del nuovo album “Cosa siamo diventati”

diodato

Esce oggi, venerdì 27 gennaio, per Carosello Records il nuovo album di Diodato. Anticipato dal singolo Mi si scioglie in bocca entrato nella Top Viral 50 (i brani più condivisi) di Spotify in nemmeno 24 dalla pubblicazione, l’album intitolato Cosa siamo diventati raccoglie 12 canzoni inedite dove a farla da padrona sono i testi penetranti che ti scavano in profondità composti dal cantautore.

Ho lavorato a lungo a questo album perché volevo potesse essere una fotografia nitida del mio vissuto e della mia attuale visione musicale.
Ho cercato a lungo le parole giuste arrivando a scavare a fondo in un processo che talvolta, non lo nego, è stato anche doloroso. Volevo ci fosse tutta la verità, tutta la sincerità possibile.
“Cosa siamo diventati” doveva rappresentarmi appieno e doveva anche essere un deciso passo in avanti rispetto ai miei precedenti lavori. Oggi posso dire d’essere davvero felice del risultato finale.”

Con queste parole il cantautore ha presentato questo nuovo progetto discografico che arriva a tra anni dall’album A ritrovar bellezza per poi continuare andando a citare le persone che hanno lavorato con lui a questo nuovo progetto discografico:

Gran parte dei brani è stata registrata in vere e proprie sessioni live e tutto il lavoro produttivo successivo ha cercato di tutelarne l’intensità e di valorizzare l’interplay, il dialogo, creatosi tra i musicisti.
Anche questa volta la produzione artistica è stata affidata a Daniele “ilmafio” Tortora e, alla band, sempre composta da Daniele Fiaschi (chitarre), Duilio Galioto (piano, organi e synth), Alessandro Pizzonia (batteria) e Danilo Bigioni (basso), si sono aggiunti Fabio Rondanini, già batterista dei Calibro 35 e degli Afterhours, e il GnuQuartet che ha registrato archi e flauti per tre brani dell’album.

Cosa siamo diventati è stato registrato in quella che, fino a qualche anno fa, era la casa di Renzo Arbore e che due miei amici hanno da poco trasformato in uno studio di registrazione che però, ancora oggi, custodisce parte delle sue collezioni, migliaia di vinili, oggettistica singolare e giocattolini meravigliosi. Eravamo circondati dalla storia della musica, dello spettacolo, dell’intrattenimento e non potevamo non sentirci a casa.”

Questa la copertina e la tracklist del disco:

diodato

1. Uomo fragile
2. Colpevoli
3. Paralisi
4. Fiori immaginari
5. Guai
6. Cosa siamo diventati
7. Mi si scioglie in bocca
8. La verità
9. Un po’ più facile
10. Di questa felicità
11. Per la prima volta
12. La Luce di questa stanza

Diodato partirà in tour da febbraio 2017  andando a toccare i principali club italiani. Queste le date:

GIOVEDÌ 2 FEBBRAIO 2017 – TORINO – HIROSHIMA
VENERDÌ 3 FEBBRAIO – MILANO – SANTERIA SOCIAL
MERCOLEDÌ 8 FEBBRAIO – ROMA – MONK (NUOVA LOCATION)
GIOVEDÌ 16 FEBBRAIO – FIRENZE – SPAZIO ALFIERI
VENERDÌ 24 FEBBRAIO – NAPOLI – LANIFICIO 25
SABATO 25 FEBBRAIO – PULSANO (TA) – VILLANOVA

Foto di Ilaria Magliocchetti Lombi

 

  
segui su: