Compilation AREA SANREMO: intervista a ROBERTA CLEO

roberta-cleo

Il nostro viaggio attraverso i nuovi volti della musica italiana presenti nella compilation di Area Sanremo ci porta oggi in Calabria a conoscere Roberta Cleo, cantautrice che è presente nel progetto discografico con la sua Senz’anima, brano che segna l’inizio di un percorso di crescita artistica condiviso con un gruppo di lavoro affiatato. In quest’intervista Roberta ci racconta di sè, del suo mondo musicale e dell’esperienza di Area Sanremo, oltre che della sua attività nell’Associazione Suoni e rumori, importante realtà che porta la possibilità a bambini e ragazzi di vivere la musica in Calabria, splendida terra spesso avara di nuove opportunità (potete trovare il sito con maggiori informazioni cliccando QUI).

Roberta benvenuta su All Music Italia, ti incontriamo in occasione dell’uscita della compilation ufficiale di Area Sanremo, nella quale sei presente con il brano Senz’anima. Mi racconti chi l’ha scritto e di cosa parla?

E’ uno dei primi brani che ho scritto insieme a Tiziano Sposato, musicista che lavora con me, sostiene il mio progetto inedito e arrangia i brani. Si tratta di una canzone puramente pop che parla della fine di una storia, una storia che non lascia amarezza ma solo voglia di ricominciare. In questo brano c’è la consapevolezza che quando qualcosa finisce non bisogna trattenerla ma lasciarla andare poiché rimarrebbe comunque una cosa Senz’anima. Con questa canzone abbiamo in qualche modo voluto lanciare un primo sassolino per capire se la direzione presa era quella giusta. Da lì, poi, sono nati tanti altri brani.

In occasione del nostro precedente incontro per il progetto Sognando Sanremo (leggi QUI) hai mantenuto in gran segreto il brano che hai presentato per tentare l'”attacco” al palco dell’Ariston. Puoi raccontarci qualcosa in più ora? Che futuro avrà questo pezzo?

Il brano che ho presentato ad Area Sanremo è più maturo e sicuro. Credo molto in  Più peccati di te e nel gruppo di lavoro grazie al quale ha preso vita,  con l’aggiunta, oltre a me e Tiziano, di  Domenico Scarcello amico e bravissimo paroliere. Secondo noi è davvero un brano che meriterebbe di essere preso in considerazione discograficamente…stiamo solo aspettando l’occasione giusta!

Qual è il ricordo più bello che vi ti è rimasto una volta terminata l’avventura di Area Sanremo? 

Area Sanremo è davvero un’esperienza che consiglio. In quelle giornate si respira l’aria della musica e devo dire che, nonostante la competizione, ho percepito una sensazione di unione tra di noi. E’ vero, ognuno sognava quel palco ma la realtà è che eravamo lì principalmente per fare musica. Una cosa che ho apprezzato molto è che, rispetto a tanti altri provini, ci hanno messo nelle condizioni di fare una vera e propria esibizione, con tanto di soundcheck e hanno dedicato tempo e pazienza per ogni concorrente, cosa che purtroppo la maggior parte delle volte viene negata.

Quale tra i membri della commissione ti ha colpito di più e perché?

Mi è piaciuto molto Roby Facchinetti perché ha saputo mettersi nei panni dei concorrenti, e quindi capire lo stato d’animo di ognuno di noi. Personalmente mi ha fatto sentire rilassata e non molto diversa rispetto a quando canto nei locali con la mia band. Ero lì e, semplicemente, facevo la cosa più bella che ci sia al mondo…cantare!

SENZ’ANIMA – ROBERTA CLEO – BACKSTAGE VIDEO

Dopo qualche tempo resta di più l’amarezza di non aver guadagnato il palco del Festival di Sanremo o la soddisfazione di veder riconosciuto il proprio lavoro in un contesto prestigioso?

L’amarezza all’inizio c’è, la delusione di esserci arrivata davvero vicino…ma dura pochi giorni! Poi ti resta il ricordo di una bella esperienza e…alla fine ti arriva la telefonata ed entri nella compilation tra le migliori proposte del concorso e capisci che qualcosa di buono c’è, l’hai fatta e puoi essere soddisfatto del tuo lavoro.

Per chi hai tifato tra le nuove proposte di Sanremo?

Ho tifato Amara. Per quel po’ che ho potuto conoscere di lei si capiva che se lo meritava anche per il suo percorso artistico, fatto di sacrifici e di tanti e tanti tentativi.

Nella tua vita sei anche insegnante, nonché vicepresidente dell’Associazione Suoni e Rumori, mi racconteresti questa realtà e cosa ti da quest’esperienza?

Insegnante è una parolona e mi fa sentire un po’vecchia! Mi definisco più un’amica di musica. L’associazione Suoni e Rumori è una bellissima famiglia che mi regala tante soddisfazioni. Molti ragazzi e bambini ci seguono e credono in noi tanto quanto noi crediamo in loro. Suoni e Rumori è una realtà che ha l’obiettivo di creare delle opportunità in questa Calabria che è tanto bella ma ci regala poche possibilità. Organizziamo corsi di musica, eventi e tanto altro ancora tra cui il Suoni e Rumori Festival, concorso che vanta la presenza in giuria di un team d’eccezione, con professionisti importanti della musica italiana, che si spera possano aprire ai concorrenti le porte al mondo discografico.

Quali obbiettivi musicali ti sei fissata per i prossimi mesi?

Il mio obiettivo è quello di continuare, sicuramente, con la realizzazione dei miei brani inediti. Stiamo già lavorando, vogliamo proporli e farli ascoltare a quanti più professionisti possibile e continuerò, come faccio già da anni, a cercare la mia occasione!

Ringraziamo Roberta e in attesa di condividere con voi le prossime tappe della sua giovane carriera vi ricordiamo che per ascoltare la sua Senz’anima e supportare la buona musica italiana acquistando la Compilation Area Sanremo 2014, disponibile dal 12 febbraio su Itunes e in tutti gli store digitali, oltre che in rotazione in 800 punti vendita tra centri commerciali e supermercati di tutta Italia, una produzione ApM Progetto Musica che All Music Italia supporta come web partner.

Sostieni la Musica Italiana acquista la compilation ufficiale di AreaSanremo in formato digitale su Itunes

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: