CLEMENTINO, in un inedito l’atto d’amore per “Zio” PINO DANIELE (Testo)

clementino_daniele

Nella giornata dei funerali di Pino Daniele arriva inatteso un tributo originale e sentito da parte di Clementino, un artista che oltre a dividere le radici era molto legato all’artista che in più occasioni aveva dimostrato di ricambiare stima e affetto nei confronti del rapper. Clementino ha scelto di pubblicare un brano inedito, composto sull’onda emotiva della scomparsa di “Zio Pino” per rendere omaggio ad un suo grande maestro.

Un pezzo ispirato e commovente che nel pieno stile di Clementino si fa strada tra le moltissime citazioni delle canzoni di Pino e la descrizione dello stato d’animo che lo ha investito alla notizia della scomparsa di un grande artista napoletano, che aveva dimostrato grande umiltà e generosità nei confronti di Clementino, attraverso alcune collaborazioni che hanno trasformato un incontro professionale in un legame affettivo, forte e sincero come le parole che “quel disgraziato mascalzone” di Clementino sceglie per comporre questo toccante omaggio:

 

 

Una canzone che racchiude un senso intimo e profondo, che si fa ancor più intenso nelle rime finali, dove Clementino esprime al meglio il proprio pensiero con queste parole:

“Porterò con me i preziosi consigli che mi hai dato e terrò custodito con cura quel regalo che mi hai fatto, così le parole delle tue canzoni saranno trasmesse di generazione in generazione ancora di più, terrò vivo il tuo ricordo nella tua musica, sempre, promesso, ora riposa in pace Zio Pino, by Quel disgraziato mascalzone, come mi chiamavi tu..”

 

Una canzone nata in poche ore, nelle quali ha trovato spazio la creazione di un omaggio contenente riferimenti anche ad altri grandi artisti napoletani scomparsi da Massimo Troisi a Totò, per poi sciogliersi in un tenero ritornello che invita a guardare mare e cielo nel mantenere vivo un ricordo che rimane per sempre, il degno pensiero per un artista come Pino Daniele.

L’ennesima dimostrazione del vuoto lasciato da un artista come Pino Daniele, che oltre ai milioni di ascoltatori ha saputo lasciare un ricordo indelebile anche nel cuore di molti musicisti italiani, che hanno voluto dimostrare in vario modo il rispetto e l’amore per un grande della musica italiana che continuerà a vivere nel ricordo di pubblico e colleghi.

Qui di seguito vi riportiamo la traduzione letterale del testo per chi non riuscisse a capire tutte le parole, volevamo postarlo in napoletano ma avevamo paura di commettere qualche errore quindi abbiamo preferito mettere il testo in italiano, rimaniamo a disposizione se Clementino vorrà farci il regalo di inviarci il testo in napoletano.

CLEMENTINO
TRIBUTO A PINO DANIELE (TESTO IN ITALIANO)

Ti vedo se guardo il mare
sei un ricordo che rimane per sempre
perché sei Napoli
ti penso se guardo il cielo
sei un ricordo che rimane per sempre

e ora Pinù non ci sei più
ti sento dentro i testi delle canzoni
dentro i “versi” che facevi tu
guarda questo mare quanto è blu
per Napoli e per il sud, per l’italia
e tutto il mondo a me piace il blues
hai raccontato la verità
quella era la mia terra
una “tazzulella” di questo caffè e passa l’appucundrì
con una sigaretta sopra e quando piove è una magia
anima e cuore e con la chitarra hai composto queste poesie
“io so pazz e non me scassat o’cazz”
ora si rivolta il rione e tutti scendono dal palazzo
saluta Totò, Massimo e pure Edoardo
ti penso in queste note se mi sento “quando quando”
Napoli è un carta sporca, Napoli è mille colori
e ci hai lasciato in queste vie nere con la paura
e se “ogni scartoffie è bell a mamma soia” sicuro
allora la voce di questi bambini resta il futuro

ti vedo se guardo il mare
sei un ricordo che rimane per sempre
perché sei Napoli
ti penso se guardo il cielo
se un ricordo che rimane per sempre
guarda come se cambia davvero
Gesù, Gesù non te ne accorgi più, guagliò
ti vedo se guardo il mare
sei un ricordo che rimane per sempre
perché sei Napoli

io dubbi più non ho fratello che Dio ti benedica
che male c’è se adesso questa canzone è la mia amica
un deserto di parole, non calpesto i fiori
vorrei essere allegro con uno spinello qua fuori
chi ama il mare cammina a bocca salata lo sai
che siamo “neri a metà”, “yes i know my way”
io sto vicino a te ma tu resta con me
e guardo dai balconi di Napoli se è morto un re
stanotte è suonato il telefono e la notizia mi uccide
io stavo dentro l’albergo sveglio senza dormire
mi hai lasciato in bocca l’amaro di chi non può scappare
so che sei fiero di me e ora mi devo fare ascoltare
il tuo nome rimarrà impresso in queste vie
in queste teste, in questi dischi una canzone amica
Grazie per i consigli mi danno coraggio
voglio dire solo “Zio Pino” ora fai buon viaggio

ti vedo se guardo il mare
sei un ricordo che rimane per sempre
perché sei Napoli
ti penso se guardo il cielo
se un ricordo che rimane per sempre
guarda come se cambia davvero
Gesù, Gesù non te ne accorgi più, guagliò
ti vedo se guardo il mare
sei un ricordo che rimane per sempre
perché sei Napoli

Porterò con me i preziosi consigli che mi hai dato
e terrò custodito con cura quel regalo che mi hai fatto
così le parole delle tue canzoni
saranno trasmesse di generazione in generazione ancora di più
terrò vivo il tuo ricordo nella mia musica per sempre, promesso
ora riposa in pace Zio Pino
by Quel disgraziato mascalzone
come mi chiamavi tu..

Aggiornamento: 11 gennaio 2015

L’amore e la riconoscenza di Clementino per Pino Daniele non ha limiti e, come segno di enorme stimpa, il rapper campano posta la fotografia del suo nuovo tatuaggio:

Grazie @lucioskor per lo stupendo tatuaggio che mi hai regalato !!!

clementino-tatoopinodaniele

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: