ANNALISA incanta Palermo con la sua data instore di “Se avessi un cuore” (FOTO)

Annalisa

Tripletta di successo in terra sicula quella di Annalisa, che con il nuovo album Se Avessi Un Cuore, pubblicato dalla Warner Music Italia lo scorso 20 maggio 2016, conferma (ma non era necessario) di appartenere a una categoria di giovani certezze nel panorama musicale italiano.

Tripletta perché con l’Instore che promuove l’album, la talentuosa artista ligure ha abbracciato la Sicilia con ben tre date: Castrofilippo (in provincia di Agrigento) il 12 giugno, Palermo il 13 e Catania il 14.

Tre date, tre città, centinaia di fans con disco alla mano e palloncini/cuoricini svolazzanti stracolmi di messaggi e frasi tratte dalle sue canzoni, alcune storiche, altre nuove, come i volti che si incontrano nelle tre città siciliane, l’ennesimo e stupendo sodalizio artista/fan che diventa prima famiglia e poi festa.

Mi reco alla data di Palermo, quella più vicina, presso il Centro Commerciale FORUM, dove sin dalle prime ore del mattino alcuni fans stazionano nell’area dell’evento: chi bacia i cartelloni pubblicitari con il bel volto della cantante e chi canta… c’è di tutto per accogliere nel migliore dei modi Nali!

Lei che puntuale, o quasi, arriva sorretta da urla di gioia e canti di trasporto ed entusiamo, la gara della felicità per un’artista nota per la schiva riservatezza e pacatezza che la contraddistingue nella fiera dell’appariscenza usurata delle sue colleghe.

Nali saluta, una manciata di rapide domande e risposte con gli entertainers locali, security ben disposta per mantenre l’ordine e comincia, tra sgabello e cuore, il tanto atteso meet&greet, italianamente detto firmacopie.

Due, tre ore credo, forse un po’ di più… si sussegue quello che in parte già conosco da eventi simili di artisti affini, messi in fila per questa fase moderna del contatto; sono lontani i tempi in cui te lo sognavi un abbraccio del tuo eroe musicale o una foto con lui, al massimo assediavi un hotel per scattare un’istantanea con la santa polaroid (sfocata ma stupenda) prima che qualche bodyguard ti menasse. Adesso è tutto così bello e facile che questo sogno idolatrato, lo ammetto, mi piace.

Con un po’ di invidia, pensando ai miei eroi mai intravisti, osservo i volti e i sorrisi dei partecipanti, sogni piccoli e avvicinabili ma non facili che si materializzano nel click veloce del fotografo ufficiale che non si scompone e accontenta tutti, mentre io un po’ mi rivedo nelle emozioni malinconiche degli emozionati e rubo momenti di felicità, il tutto imparando versi stupefacenti di musiche brillanti di una voce incantevole.

Cala il sole e tanta è la partecipazione di Annalisa col suo pubblico, che non posso nemmeno stringerle la mano. In fondo perché rovinare quei lampi temporali perfetti, non miei, dove io ci sono per immortalare la sua importanza e assimilo la lezioncina del “passano i tempi ma le emozioni, per la musica e i suoi creatori, mutano ma restano”.

Se Avessi Un Cuore è un bellissimo titolo per un art/concept musicale, pieno di umana e sincera rivelazione, ipotesi denudanti di una bellissima e giovane donna in continua crescita (anche artistica), Annalisa, che di cuore dimostra di averne tanto e di cuori ne fa battere tanti.
Anche a Palermo.

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Annalisa

Articolo e foto di Giuseppe Mazzola per All Music Italia

 

  
segui su: