Tutti alla corte dell’Ape Regina MARIA DE FILIPPI che “ruba” i giocattoli degli altri e poi li butta via

amici-alla-corte-di-maria

Non si sa come succede, ma ogni anno si ripete la stessa storia: lei chiama e loro accorrono, come api attratte dal miele dell’Ape Regina Maria De Filippi.

Maria è la mattatrice indiscussa del palinsesto dell’ammiraglia Mediaset, talmente mattatrice che le basta fare un cenno che tutti diventano matti per lei.

Anche quelli che hanno speso il resto della loro vita a cantare cose come Numero uno in Italia o a darle della s****za (leggi qui) e neanche Bella S****a come quella di Marco Masini!

È ricominciato Amici, quello vero, il serale, con lo scontro tra bianchi e blu, maschi contro femmine, con un cast di big sempre più nutrito: alle solite Loredana Bertè, Emma ed Elisa ormai di casa, quest’anno si aggiungono J-Ax,  MorganAnna Oxa e Nek.

I primi due con esperienze di altri talent, The Voice of Italy e X-Factor, la terza in cerca di nuova visibilità e che, nonostante quella quindicina d’anni che ci separa (lei più di me), sembrerebbe mia figlia. Nek boh…

Non voglio addentrarmi nella solita e sterile polemica su chi disprezza compra, perché è già abusata, ma mi chiedo: con tutti questi big alla corte di Maria, non si rischia di togliere la dovuta attenzione ai ragazzi in gara?

Abbiamo già The Voice che pone l’accento sui 4 coach che invadono prepotentemente lo schermo (delle scorse edizioni vi ricordate di più gli axforismi o i vincitori?), non è che anche Amici ora vuol prendere quella strada? Come, tra l’altro, fece già anni fa con Amici Big che voleva dare nuovo spazio ai vecchi concorrenti in cerca di gloria, ma finì per essere un’autocelebrazione degli artisti affermati.

Il talent show più longevo d’Italia, il pioniere del genere nel nostro paese, quello che si è sempre distinto dagli altri per successi prodotti e la “creazione” di nuovi artisti, in che direzione sta andando?

Maria, lo so che a te il sabato sera non è mai piaciuto, lo so che preferivi la domenica che ti permetteva di essere meno varietà e più coerente con la tua idea di Amici. Però… boh!

Maria, perché rubi i giocattoli degli altri e poi, come una bambina a Natale, li butti via attratta dal prossimo pacchetto? Prima la Maionchi ed ora J-Ax e Morgan

Maria, spesso in rete ti hanno chiesto un’edizione di Amici, magari estiva (quindi con meno esigenze di numeri), che andasse a ripescare i vecchi talenti non esplosi come già avevi fatto con Antonino (vi ricordate, ad esempio, Amici Big?) che ora ha fatto un disco prodotto da Emma (leggi qui). Perché non l’hai mai fatta?

Maria, forse i “vecchi” ragazzi sono già troppo “vecchi” e poco attrattivi discograficamente? Eppure non sembra così, perché The Voice pesca ampiamente nel tuo sgabuzzino delle cose obsolete!

Maria, non pensi che questi ragazzi potrebbero essere un buon investimento per te oltre che una seconda chance per loro? Anzi, io direi una prima chance per loro, visto che la loro prima è avvenuta in un momento in cui il programma era ancora in crescita e non dava le opportunità che può offrire oggi. Maria, non credi che il tuo pubblico sia curioso di sapere cosa è successo a questi ragazzi, che ora sono diventati uomini e donne (a proposito di Uomini & Donne, cos’è questa cosa del trono gay che ha monopolizzato i media in questi giorni? Non potevi farla e basta?), in tutti questi 10 anni?

 

Cosa ne dite di segnalarmi nei commenti quale talento delle passate edizioni di Amici vi piacerebbe rivedere in TV? Dai, che poi facciamo un sondaggio, vediamo chi vince e facciamo di tutto per far sentire la nostra voce!!!!

Vostra Mosca De Filippi… ops, ho sbagliato, Mosca Tze Tze

  Sono una mosca. Sono una mosca che ronza sulla musica e sono qui per disturbare. Perché nella musica mica si possono fare solo complimenti… e perché l’ironia ci sta un po’ su tutto. Vivo a Milano da sempre, ma volo ronzando per tutto lo stivale… e pungo! Tze Tze
segui su: