SOGNANDO SANREMO: intervista a MARI DI GUAI

Image-1

Prosegue il nostro percorso che vuole farvi conoscere i volti e la storia dei giovani artisti che venerdì 27 novembre, nel corso di una serata in diretta Tv da Sanremo, scopriranno se verrà data loro l’opportunità di gareggiare tra i giovani al prossimo Festival di Sanremo. Tra loro i 12 finalisti selezionati tra le oltre 600 proposte giunte alla commissione (dei quali 6 entreranno in gara a febbraio) e gli 8 vincitori di Area Sanremo 2015 (tra i quali si individueranno 2 nomi del cast).

Tra i vincitori di Area Sanremo che aspirano ai 2 posti riservati nel cast a chi proviene da questo circuito troviamo Mari Di Guai, che tenta l’approdo al palco del Teatro Ariston con la sua Tra l’orizzonte e lo sguardo.

maridiguai

INTERVISTA A MARI DI GUAI

Mi parli della canzone? Chi l’ha scritta? Di cosa Parla? Come è nata?

Il brano in gara Tra l’orizzonte e lo sguardo l’ho scritto l’estate scorsa, nella casa in cui sono nata e cresciuta ad Ischia, al piano di mio padre. Racconto una storia d’amore, la mia. La racconto come fosse una favola. Mi piace definirlo un inno alla vita dopo l’amore, un pretesto per guardare indietro nel momento in cui si è ormai lontani dal dolore e da ogni sentimento negativi, per ricominciare, andare avanti.

Il pezzo è accompagnato da un video visibile sul portale Rai. Mi racconti cosa racchiude questa clip?

Il video è un viaggio tra la realtà e un mondo fantastico, legato ai ricordi… sono la ballerina di un carillon, non sono più padrona della mia vita e del mio tempo, fino a quando decido che è il momento di liberarmi, di gettare via il tutù e riprendermi ciò che è mio, la mia vita.

MARI DI GUAI – TRA L’ORIZZONTE E LO SGUARDO – VIDEO 

Con quale spirito affronti quest’ultima selezione che ti separa da Sanremo? Cosa potrebbe darti quel palco?

Sto vivendo quest’avventura con la maggior spensieratezza possibile. Sono già molto soddisfatta di me e della mia squadra di lavoro, ho sentito la vicinanza e l’affetto di molte persone e ricevuto tantissimi feedback positivi , tutto ciò che arriverà in più sarà un regalo.

Se anche per i Giovani ci fosse la possibilità di duettare con qualcuno come avviene il venerdì per i big, chi porteresti con te su quel palco?

Se potessi duettare con un big, sceglierei in assoluto Francesco De Gregori.

Qual è il ricordo più forte che ti è rimasto del percorso che hai vissuto ad Area Sanremo?

Il momento più forte di quest’esperienza ad Area Sanremo è stata la proclamazione degli otto vincitori, il mio nome è stato chiamato per ultimo, quando ormai non credevo più… È stata una gioia incredibile!

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: