Intervista SOGNANDO SANREMO: KOKO

sognando_sanremo_koko

Prosegue la serie di interviste lampo con alcuni dei cantanti che si giocano un posto nella sezione giovani del Festival di Sanremo scelti tra i 40 finalisti di Area Sanremo e i 60 finalisti del regolamento Rai. Vi ricordiamo che sei degli otto posti saranno assegnati dalla Commissione Rai entro il 3 dicembre (le selezioni si svolgeranno il 1° dicembre), i restanti due verranno selezioni il 4 dicembre tra gli otto vincitori di Area Sanremo. Sei domande dirette, le stesse per tutti i candidati per scoprire qualcosa di più sul loro mondo e sui loro sogni.

Vi presentiamo la giovane Koko.

Koko è nasce nel 1990, un esistenza votata sin da subito alla musica, attraverso un’attrazione fatale per ogni ambiente creativo. Da adolescente decide subito quale impronta dare alla propria vita e si iscrive al liceo artistico, studia canto e si dedica alla composizione, finché appena maggiorenne decide di trasferirsi a Bologna per perfezionare gli studi musicali ed e’ proprio lì che incontra il musicista e arrangiatore Paolo “El Nino” Valli, che diventerà’ il suo producer. Con lui comincia un percorso nuovo e interessante, con la voglia di sperimentare di continuo, di ricercare sonorità e atmosfere che diventeranno la base per la realizzazione sin da subito di una grande quantità di brani, con un continuo lavoro di ricerca, una crescita che arriva attraverso la trasformazione e la contaminazione tra musica e attualità. Complice la sua sensibilità, abbinata alla sua carriera di studi orientata alla criminologia, Koko si dimostra fortemente orientata alle problematiche del quotidiano, che spesso diventano fonte d’ispirazione per le sue composizioni come nel singolo “Scusa” ispirato al tema femminicidio e accompagnato da un video choc. 

KOKO

INTERVISTA A KOKO

Con quale spirito affronti quest’ultima selezione che ti separa dal palco di Sanremo? Cosa potrebbe darti quel palco?

Non vedo l’ora! Cantare per me è come respirare. Ora sento anche l’adrenalina data dalla voglia di arrivare nel posto che ho sempre sognato. Quel palco mi regalerebbe emozioni grandissime!

Come si chiama e di cosa parla il tuo brano di Sanremo? Chi lo ha scritto?

“Come se” parla di una storia dove i protagonisti non hanno le stesse intenzioni, è spiazzante ma allo stesso tempo liberatorio rendersi conto di quanto si possa “essere stati scemi”…

Se anche per i Giovani ci fosse la possibilità di duettare con qualcuno come avviene il venerdì per i big, chi porteresti con te su quel palco?

Mi piace esageratamente Sia!

Conosci qualcuno degli altri candidati? se sì, chi ritroveresti con piacere sul palco dell’Ariston?

Personalmente non conosco nessuno.

Tra i giovani che sono passati negli ultimi 10 anni al Festival chi ti è rimasto nel cuore?

Erica Mou, trovo che “Nella vasca da bagno del tempo” sia una canzone geniale e allo stesso tempo semplice.

Come passerai la sera prima dell’audizione del 1° Dicembre?

Massima concentrazione e relax assoluto!

ASCOLTA COME SE  il brano presentato da KOKO a Sanremo

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: