21 Marzo 2021
Condividi su:
21 Marzo 2021

Testo & ConTesto: Laura Pausini Io sì. Il Prof di latino analizza il testo della canzone italiana candidata agli Oscar 2021

Una canzone semplice al servizio del film. Poche parole che parlano di "attenzione", la vera essenza dell'amore. Ce lo spiega il Prof di latino.

Condividi su:

Laura Pausini Io sì Testo & ConTesto  La prima volta che ho ascoltato Io sì di Laura Pausini è stato di notte, e confesso di essermi lasciato accarezzare dalla canzone pur senza capirne il perché. Non ho letto il testo in quella circostanza, ho registrato la sensazione e l’ho ascritta a quella notte.

Le canzoni sono questo per me: barlumi di coscienza nel nero delle mie solitudini insonni. Ho sempre vissuto così la musica sin dai primi momenti in cui l’ho incontrata. Persino da adolescente soffrivo della sindrome di riempire il tempo. Ero instancabile e proteiforme; eppure, già allora, provavo quella frustrazione che assale in coda a un giorno fuggito quando pensi di non aver fatto abbastanza, di non aver fatto tutto. Deluso, mi rifugiavo nelle canzoni. Le trovavo l’approdo necessario della mia inquietudine operosa. Ascoltavo Le rondini di Lucio Dalla e mi sentivo sui tetti delle città; ascoltavo Toffee di Vasco e mi convincevo che, anche se non si batteva chiodo, un qualche amore era possibile e mi stava aspettando.

Ho ascoltato Io sì due volte, quella notte: una prima per lasciarmi disorientare, una seconda per accettare di essere disorientato. Due volte, sufficienti per conservare un carezzevole turbamento.

Pochissime parole, elementari. Frequenti iterazioni a sancire, quasi, un univoco e immodificabile sentimento. Davvero poco in quattro minuti di canzone.

E più me lo ripetevo (“Troppo poco, prof”, come se la parte di me deformata professionalmente non volesse cedere), più mi congiungevo idealmente a quella elementarità di fondo. Aderivo all’emozione nuda, forte proprio perché scevra da ogni sovrastruttura: sentivo in quelle parole la rudimentale verità degli affetti che non hanno bisogno di dire, di ingombrare. Sentivo tutto sufficiente. Una parola in più avrebbe sottratto, non aggiunto.

Negli scorsi giorni ho letto la notizia della candidatura della canzone agli Oscar e, da italiano, ho goduto del fatto che, per la prima volta, a uno dei premi internazionali più prestigiosi avrebbe concorso un pezzo non solo scritto da italiani, ma scritto in italiano. Cantato nella nostra lingua.

Allora mi sono sentito in dovere di riprendere in mano il testo e di capirci di più. Ho dedicato un’altra delle mie notti a guardare La vita davanti a sé, il film diretto da Edoardo Ponti con la partecipazione speciale di Sofia Loren, film di cui Io sì è canzone di chiusura.

L’ho fatto perché, in un mondo sempre più diretto alla compenetrazione dei linguaggi artistici, trovo culturalmente improprio valutare una canzone concepita come parte di un racconto cinevisivo indipendentemente dal prodotto al cui servizio è stata pensata.

Una simile canzone vive del raccordo con il film. Quando Niccolò Agliardi e Laura Pausini hanno pensato a questo testo sulla musica di Diane Warren, hanno lavorato per uno scopo: mettere un punto al film, senza replicare né saturare il messaggio della narrazione preesistente; regalarci un’ultima visuale perché ripercorressimo a ritroso i momenti vissuti nell’immedesimazione e afferrassimo un significato universale.

Non possiamo prescindere da questo, se vogliamo comprendere l’operazione. Pertanto, non vi aspettate dal Prof, stavolta, minuziose analisi del tessuto retorico o valutazioni sul livello di selezione lessicale. Seguite la strada di interpretazione che vi propongo, attraverso significati lineari e quasi primitivi, che rimbalzano dal film alla canzone e dalla canzone al film.

LAURA PAUSINI IO SÌ TESTO

Se leggiamo il testo (qui) o lo ascoltiamo scivolare con le sue ampiezze metriche sul dettato melodico, pensiamo a quello che avremmo voluto sentirci dire dagli affetti stabili della nostra vita, nei momenti in cui la nostra ricerca oltre il perimetro rassicurante del mondo conosciuto ha incontrato una caduta.

Troppe volte diamo per scontate le persone che ci amano senza rumore, che assistono alla nostra storia lasciandola correre sotto i loro occhi e rispettandone il libero movimento. Gli affetti grandi sembrano lì da sempre. Ci guardano di soppiatto e dichiarano, nel loro silenzio rispettoso ma vigile, di esserci per sempre.

“Sto qui” ripete insistentemente l’io lirico. Starò qui a qualunque costo, come pilastro di appoggio per il dolore inevitabile che incontrerai, ogni volta che riterrai di doverti poggiare. Starò qui quando sceglierai le tue strade, anche quelle impossibili, quando le fallirai e fuggirai via, o quando le chiuderai alzando muri.

Starò qui perché amare non è sostituirsi, è guardare chi amiamo mentre costruisce il proprio destino e lo spazio della propria libertà.

Starò qui al principio della tua solitudine: quando nessuno ti crederà, quando nessuno ti vedrà. Starò un passo indietro ai tuoi sogni che guardano davanti a sé, perché la vita è davanti a sé, con la sua realtà impietosa e il suo tenero incanto.

Colta nella sua autonomia, Io sì canta una delle sfumature più difficili dell’amore: l’attenzione. L’attenzione è il vero indice di misurazione di ogni forma di bene: amiamo se sappiamo ‘attendere’, se sappiamo trovarci al nostro posto quando è il momento, non prima né dopo.

Se guardiamo il film La vita davanti a sé e fruiamo della canzone nella sua precisa collocazione, invece, il valore del testo appare potenziato.

La pellicola di Ponti è la storia di un incontro, inizialmente forzato, tra Momò, un dodicenne di origini senegalesi con una tragedia familiare alle spalle, e Madame Rosa, un’ex prostituta sopravvissuta ad Auschwitz.

Per necessità economiche, Madame Rosa ha trasformato la sua casa in un rifugio per bambini ‘parcheggiati’ da donne dedite alla vita di strada; su richiesta del dottor Cohen, accoglie ora il piccolo Momò, resistente all’amore e presto attratto da strade devianti. La donna si prende cura di lui, senza smancerie affettive e senza esercitare un controllo ossessivo.

Molte recensioni del web rimproverano al film l’assenza di picchi emozionali, ma vi confesso che io, da non cinefilo, ho apprezzato proprio questo. Madame Rosa conosce le brutture della vita, ha alle spalle le sofferenze del marciapiede e la tragedia del lager; vive un’esistenza ruvida e necessitata, e guarda Momò vivere e sbagliare.

A tratti sembra che neppure lo guardi, a tratti ti chiedi se faccia finta di non vedere. Ma tra i due nasce un legame che origina dall’analoga esperienza del segno meno dell’esistenza, dall’aver dovuto prematuramente conoscere l’ineluttabilità del dolore.

Lei ha già vissuto; lui deve ancora vivere, deve scoprire la sua coscienza e le sue possibilità. Non c’è retorica nel rapporto tra i due, non c’è stereotipia neppure nel modo in cui l’esperienza di Auschwitz è richiamata. Tutto corre naturale, come è naturale la vita che non ammette appelli.

Forse è questa elementarità che tutti chiamano “poco pathos”. A me, invece, questa asciuttezza pare perfettamente completata e sintetizzata dalla canzone, che dichiara l’amore che si dona restando indietro.

Sembra quasi che Madame Rosa permetta a Momò di percorrere “la vita davanti a sé” e lo motivi per sottrazione di gesti, non per aggiunta: lasciandolo fare, gli dichiara la sua presenza e quella fiducia che, probabilmente, a lei non è stata a suo tempo riservata.

Madame Rosa vede Momò sfidare il destino, esperire il male necessario, e si limita a dirgli “Sto qui”.

Forse in lui rivede anche sé stessa e le sue strade sbagliate; forse attraverso lui ripensa a quanto avrebbe avuto bisogno che qualcuno avesse ‘atteso’ a lei silenziosamente, quando “essere invisibile” è stato “peggio che non vivere”. E con la sua spoglia essenzialità canta idealmente a Momò le parole di Io sì, anche quando non c’è più futuro, rimanendo presente nell’assenza.

Ecco il motivo delle poche parole: parole primitive, strutture sintattiche binarie, verbi che rimandano alle condizioni basilari dell’esistere (sentire, vedere, credere, stare). È troppo semplice e primigenia la verità dell’amore che Madame Rosa professa: “Se mi vuoi, sono qui. Nessuno ti vede, io sì”.

Con questa discrezione Madame Rosa è entrata nella vita di Momò e ne ha invertito le coordinate. E vi dirò di più: alla fine, quando l’epilogo che non devo spoilerare cambia le gerarchie, quelle stesse parole potrebbero anche essere cantate da Momò a Madame Rosa ed essere ugualmente vere. In bocca al piccolo senegalese sarebbero ugualmente possibili.

Ecco che l’amore si fa unione: qualcosa che va e ritorna, da una direzione all’altra per naturale necessità; qualcosa che inverte continuamente i ruoli e rende l’attenzione dovuta.

La loro storia parla di dolori che si incontrano per caso, che si riconoscono, che si parlano nel silenzio, che si compensano. E quando si fondono, si perdonano.

SCRUTINIO (E QUALCHE NOTA DI ConTESTO)

Prima di scrutinare, una piccola nota polemica. ConTESTabile la reazione dei più alla nomination agli Oscar. Mi ha un po’ intristito che la notizia non sia stata accolta con entusiasmo ‘culturale’.

Trascurando la morbosità dei webeti impegnati a giudicare in diretta la reazione festante della cantante da cui avrebbero preteso una compostezza più apollinea, mi sarei aspettato invece, anche dai più incalliti mortificatori della ragazza di Solarolo, almeno una riflessione sull’importanza del momento.

D’altro canto, non è la Pausini interprete (qualora vi stesse troppo antipatica per gioire con lei) a competere per gli Oscar, che sono, ripetiamolo per chi si fosse distratto, il più insigne premio nel settore dell’industria cinematografica. Sono la canzone e chi l’ha scritta ad ambire al riconoscimento (se non fosse che la Pausini è anche autrice, ahivoi!).

Nessuna apologia della Pausini in questo articolo, o della sua carriera, che non ha bisogno certo del mio tributo. Solo un’analisi della canzone, analisi concepita nell’obbligo di integrare il prodotto musicale con la narrazione cinematografica cui appartiene.

Lo specifico per prevenire possibili fraintendimenti: non sto negando la semplicità costitutiva del pezzo, sto affermando che essa è una scelta efficace per guidare lo spettatore e orientare la definitiva interpretazione del film.

Io ho apprezzato la sapienza dimostrata dagli autori, anche attraverso una scelta linguistica per sottrazione, nel rappresentare questo sentimento che non chiede, che protegge senza schermare, che sta alle spalle e non invade il cammino. Un affetto cui tornare sempre per trovare il coraggio di perdonarsi.

Forse anche grazie alla mia esperienza di professore, ho sempre immaginato così l’amore. Ho capito che non va mai negato a chi amiamo il potere di scegliere il proprio destino, tarpando la libertà con l’ossessione del controllo.

Ho capito che possiamo stare a guardare con fiducia accorta, che nell’essere spettatori appassionati di una vita che si crea dimostriamo la nostra abnegazione.

Ho imparato che si può consegnare e lasciar andare pur senza mai perdere l’attenzione. Osservare la schiena di chi amiamo mentre compie liberamente il suo cammino. Avere la premura della seconda fila, la responsabilità nascosta del sostegno.“Se mi vuoi, sono qui”.


In Copertina

Continua la programmazione di Lazzaretto Estate 2021 a Bergamo. Questa sera Enrico Nigiotti (e 10 biglietti per due persone in regalo per voi!)

Dopo Roby Facchinetti, Raul Cremona ed Emilio Soan Quintet tocca al cantautore esibirsi nella rassegna di musica, teatro e arte.

CLASSIFICA SPOTIFY SETTIMANA 29: Saldi in vetta Blanco & Sfera Ebbasta... Måneskin ancora primi nel mondo

Nella Top 20 italiana avanza Makumba di Noemi & Carl Brave.

CLASSIFICA DI VENDITA FIMI ALBUM E VINILI – SETTIMANA 29: Rkomi si avvicina alla vetta... nei vinili alla #1 Ligabue

Solo Ligabue ferma l'ingresso, 25 anni dopo, della ristampa rimasterizzata di Dove c'è musica di Eros Ramazzotti.

CLASSIFICA DI VENDITA FIMI SINGOLI SETTIMANA 29: Blanco & Sfera Ebbasta scalzano "Mille" dalla vetta

Continua la salita di "Makumba" di Noemi & Carl Brave che si portano ad un passo dal podio.

Sangiovanni, al lavoro sul nuovo album con diversi autori e producer, lancia il video di "Malibù" con la fidanzata Giulia Stabile

Con oltre 800.000 copie vendute e un tour estivo in partenza il giovane cantautore è già al lavoro sul nuovo disco.

Vota la canzone dell'estate 2021 in due categorie: Hitmaker e New Generation

Durerà sei settimane il nostro mega sondaggio e prenderà vita attraverso le nostre pagine Instagram e Facebook. Scopri tutti i dettagli.

Santoianni torna con "Exit" una canzone d'amore ispirata a "Noi, i ragazzi dello Zoo di Berlino"

Atmosfere e sonorità anni ‘80 per raccontare la storia di due ragazzi uniti da un forte sentimento ma anche da delle dipendenze.

Elodie debutta al cinema: sarà la protagonista di "Ti mangio il cuore", il nuovo film di Pippo Mezzapesa

La pellicola sarà tratta dall'omonimo romanzo-inchiesta, firmato da Carlo Bonini e Giuliano Foschini.

Top & Flop delle canzoni dell'estate 2021 secondo il nostro critico musicale

Abbiamo fatto riascoltare le canzoni dell'estate 2021 al nostro critico musicale chiedendo cosa funziona, cosa meno e cosa proprio no.

Laura Pausini: annunciato un film in uscita su Amazon Prime nel 2022 con la regia di Ivan Cotroneo

La notizia è stata anticipata in esclusiva da Variety le riprese del film fanno slittare l'uscita del nuovo album al 2022.

Da giugno a settembre, tutti i concerti dell'estate 2021 data per data

Un calendario in costante aggiornamento con tutti i live della bella stagione.

Release date 2021: l’elenco, mese per mese, di tutti i singoli italiani in uscita

Un articolo in costante aggiornamento per scoprire giorno per giorno, tutte le nuove uscite italiane del 2021.

Pagelle Nuovi singoli

Le recensioni del nostro critico musicale

ALBUM IN USCITA 2021

Articolo in continuo aggiornamento...

Interviste

Video intervista a Loredana Errore, fuori con un nuovo singolo per l'Estate e pronta per i possibili concerti.

Nell'intervista Loredana ha parlato di Amici, Sanremo, di Biagio Antonacci e del nuovo album.

Intervista a Ivan Granatino. Dal video di "Pablo Escobar" alla collaborazione con Gigi D'Alessio con due sogni... un duetto con Jovanotti e produrre nuovi talenti

Ivan è reduce dalla pubblicazione del singolo "Pablo Escobar" con Abraham De Palma il cui videoclip è disponibile da oggi.

Videointervista A Silvia Salemi: da "I sogni nelle tasche" al rapporto con Raffaella Carrà

Nel corso della nostra intervista l'artista ha parlato di come non esista musica "alta" o meno, ma solo diversi generi, tutti da rispettare.

Intervista a Federico Baroni: "Jackpot è un brano positivo e pieno di colori... la musica ha il potere di curare quasi tutto"

Nell'intervista si parla del nuovo video, del disco in arrivo e anche di un grande amico, Michele Merlo.

L'editoriale del direttore

di Massimiliano Longo

La musica soffoca nelle restrizioni mentre i festeggiamenti per il calcio sono a piede libero. Perché?

Concerti 2021 al tempo del Covid-19 VS partite di calcio. Breve premessa: non sono un amante del calcio ma sono un italiano che ama il suo paese e che mai andrebbe altrove, nonostante tutto. Per questo ho guardato la partita, ho provato gioia nella vittoria ad Euro 2020 ed ho festeggiato. Da solo, in casa. Poi ho...

News

Continua la programmazione di Lazzaretto Estate 2021 a Bergamo. Questa sera Enrico Nigiotti (e 10 biglietti per due persone in regalo per voi!)

Dopo Roby Facchinetti, Raul Cremona ed Emilio Soan Quintet tocca al cantautore esibirsi nella rassegna di musica, teatro e arte.

Sangiovanni Live: 9 appuntamenti totali, due sold out, nuova data e una nuova location per Brescia

Fuori anche il video ufficiale della hit malibu.

Etruria Eco Festival 2021 offre concerti e dj set per tutto agosto

La XV edizione del Festival si svolge dall'1 al 31 agosto presso il Lungomare dei Navigatori Etruschi a Campo di Mare (Cerveteri).

I Desideri fuori con il nuovo singolo per l'estate, "Señorita"

Señorita è un connubio tra lingua spagnola e il dialetto napoletano. Fuori anche il video ufficiale.

CPM Music Institute: aperte le iscrizioni all'anno accademico 2021/2022

Nei prossimi giorni si tengono le audizioni per i corsi di canto, basso, chitarra, batteria, pianoforte e tastiere.

Women Female Label & Arts presenta le sue prime artiste

Le artiste che entrano a far parte dell'etichetta discografica tutta al femminile, sono al momento tre in attesa di nuove adesioni.

Raffaele Renda lancia il suo primo EP, "Il sole alle finestre". All'interno anche una cover di "Oro" di Mango

A distanza di due mesi dalla fine dell'avventura ad Amici 20 arriva il primo progetto discografico.

Giusy Ferreri live 2021. Date e biglietti dei concerti dell'estate

Giusy Ferreri torna in tour con il Giusy Ferreri Live 2021. Insieme a lei, sul palco, ci saranno Andrea Polidori (batteria), Will Medini (pianoforte e synth), Fabrizio.

Stadio in tour per sostenere le maestranze. Date estive e biglietti.

Gli Stadio tornano in tour dal 24 luglio. Obiettivo della band è sostenere le maestranze che lavorano nel mondo della musica dal vivo, favorendo la ripartenza.

Francesco Gabbani in tour nei palasport. Date e biglietti.

Francesco Gabbani annuncia due live nei palasport nel 2022. Francesco Gabbani torna dal vivo nel 2022 con due date a maggio Milano e Roma che arrivano.

Sangiovanni, al lavoro sul nuovo album con diversi autori e producer, lancia il video di "Malibù" con la fidanzata Giulia Stabile

Con oltre 800.000 copie vendute e un tour estivo in partenza il giovane cantautore è già al lavoro sul nuovo disco.

Elodie debutta al cinema: sarà la protagonista di "Ti mangio il cuore", il nuovo film di Pippo Mezzapesa

La pellicola sarà tratta dall'omonimo romanzo-inchiesta, firmato da Carlo Bonini e Giuliano Foschini.

Ketama126 dopo la polemica contro Spotify annuncia le date del tour estivo

Il tour estivo dell'artista partirà da luglio il prossimo 29 luglio.

Italia Music Lab: nasce grazie a SIAE il nuovo laboratorio per artisti emergenti

La missione del Music Lab è duplice: da un lato, sostenere i music creator dall’altro aumentare la loro consapevolezza .

Dopo il film tv su Nada Tecla torna alla musica con "Ti amo ma" feat. Alfa

A distanza di sei mesi da "L'Urlo di Munch" la 17enne cantante e attrice torna con un nuovo singolo.

Torna per l'estate 2021 Valerio Mazzei con "Sigaretta (Post caffè)"

Una storia d'amore che nasce vista dal primo appuntamento .

Mace dopo il live sull'Arco trionfale di Milano annuncia "Obe Live - An out of body Experience" (Biglietti)

L'album "OBE" è il sesto più venduto nel primo semestre del 2021.

Mannarino torna a settembre con "V" un invito ad appellarsi alla saggezza ancestrale degli esseri umani

Il nuovo progetto arriverà a distanza di quattro anni dall'album della consacrazione, "Apriti cielo".

News
dalla discografia

Rubriche

Pagelle Nuovi singoli

Le Pagelle ai nuovi singoli italiani in uscita il 23 luglio. Santoianni, Roccuzzo, Erminio Sinni e...

radio date

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita nella settimana del 23 luglio

Testo&Contesto

Leon Faun C'era una volta. Fantasy o non fantasy, questo è un rap che "incanta"

W la Mamma

Caro Povia, in merito al tuo post sul ddl zan, facciamo due riflessioni? io, te e mio figlio...

La mosca Tzè Tzè

Buon compleanno al Maestro Franco Battiato, colonna sonora della mia infanzia

A tutto pop

A TUTTO POP #47: TONY MAIELLO, GIUNI RUSSO e TAGLIA 42. Aneddoti e curiosità sulle canzoni

A-V Indie

IL TEATRO DEGLI ORRORI (V di Venezia)

Emergenti

Santoianni torna con "Exit" una canzone d'amore ispirata a "Noi, i ragazzi dello Zoo di Berlino"

Jasmine Carrisi e Deny K: Stikide è il nuovo singolo

Nel singolo di Mavì, "Shonen", la tradizione dei Manga giapponesi e il dramma degli Hikikomori

Anteprima video: "Mi guardo Lol" è il nuovo singolo della band milanese FAKE

Rizzo grida la rabbia per una storia d'amore finita nel brano "Spaccherei"

Anteprima video: Borges ispira al noto poeta e filosofo per il singolo "A cosa serve"

giuliettacome pubblica il singolo Catcalling con produzione di Eiemgei

Osvaldo Supino pubblica "Lights Down Low" e la sua versione in spagnolo, "Perder el control"

Charles Onyeabor pubblica con Evry: "Do it your Way". Ecco il videoclip

CLASSIFICA SPOTIFY SETTIMANA 29: Saldi in vetta Blanco & Sfera Ebbasta... Måneskin ancora primi nel mondo

CLASSIFICA DI VENDITA FIMI SINGOLI SETTIMANA 29: Blanco & Sfera Ebbasta scalzano "Mille" dalla vetta

CLASSIFICA DI VENDITA FIMI ALBUM E VINILI – SETTIMANA 29: Rkomi si avvicina alla vetta... nei vinili alla #1 Ligabue

CLASSIFICA RADIO EARONE SETTIMANA 29: "Mille" resiste in vetta ma Marco Mengoni si porta ad un passo dalla vetta

Certificazioni FIMI settimana 28: altre 3 riconoscimenti per Amici 20 con Sangiovanni e Aka 7even. L'album dei Måneskin è doppio disco di platino

Classifica Spotify settimana 28: Blanco e Sfera Ebbasta ancora in vetta. Avanza "Makumba"

Recensioni

Anna Tatangelo – Anna Zero ed è subito scoop: La Tatangelo si è rifatta tutta… in musica!

Sangiovanni: l’ennesima rivelazione trovata da Maria De Filippi

Coma_Cose – Nostralgia… perché anche la nostalgia nel loro mondo cambia aspetto.

Annalisa: "Nuda Dieci"... una riedizione che riscalda l'atmosfera?

Malika Ayane: “Malifesto” il racconto perfetto di come la vita

Maneskin – Il Teatro dell'Ira... da cui fuoriesce tutta l'ira ma non solo

Video

Intervista Loredana Errore C'è vita in attesa del tour

Fabio Rovazzi La Mia felicità

Max Pezzali LIVE 2021 Data Lignano Sabbiadoro

Anna Tatangelo Annazero due anni e mezzo di lavoro per il disco della rinascita

Random Intervista Siamo Di Un Altro Pianeta

La Rappresentante di Lista Intervista Musicultura 2021

Marisa Laurito Intervista Musicultura 2021

VideoIntervista a Pierpaolo Pretelli L'estate più calda

Jack Savoretti Intervista Europiana

Baby K Intervista Donna Sulla Luna

Shiva Intervista Dolce Vita

Martina Beltrami Intervista Per Dirti Che (Mi Spiace)