SONDAGGIO: Il popolo di ELISA dice NO ad AMICI. E tu sei d’accordo?

Elisa_coach_amici

Ieri pomeriggio nella prima puntata del pomeridiano di Amici di Maria De Filippi abbiamo avuto la conferma di una voce che da qualche giorno girava sempre più insistentemente in rete: Elisa è uno dei direttori artistici della nuova edizione del programma.
La cantante ha fatto il suo ingresso trionfale in trasmissione, accolta da una standing ovation, salutando la sua “rivale” Emma, l’altro direttore artistico che le sarà contrapposto nel corso delle puntate fino al serale ed oltre.

Dopo la messa in onda della puntata Elisa ha pubblicato un messaggio diretto ai suoi fan su Facebook che proprio ieri vi abbiamo riportato qui. In pochissime ore i commenti hanno superato il migliaio e, una gran parte di essi, manifestano delusione, rabbia e sgomento per questa scelta della cantautrice.

Tra essi ci sono anche parecchi “in bocca al lupo” e messaggi di supporto ma è impossibile non notare la massiccia quantità di persone contrariate da questa scelta di Elisa.
Tra i commenti la frasi che ricorrono più spesso sono “ti se venduta ad un sistema che di artistico ha ben poco” oppure “non è il posto giusto per un’artista del tuo calibro dotata di grandissima sensibilità” e infine “Se volevi aiutare i giovani ci sono altri modi più concreti per farlo… producili!“.

All Music Italia ha deciso di riportarne qui di seguito qualcuno per farvi capire quanto il popolo della cantante sia determinato in questo secco “no” ad Amici.
Abbiamo anche deciso di aprire un sondaggio che trovate in fondo all’articolo in modo che ognuno di voi possa dire la sua. Verrà chiuso sabato prossimo prima della seconda puntata del talent show di Canale 5.

I COMMENTI DI ALCUNI FAN DI ELISA SULLA SCELTA DI DIVENTARE COACH DI AMICI

– “Aiutare i giovani di Maria? Quella è spazzatura totale. Tu sei un’artista fantastica non ti confondere, piuttosto potresti aprire la tua di scuola. Elisa pensaci. Amici è un programma di bassissimo livello”.

– “Ma Elisa che ci fai ad amici???? Non hai bisogno di questo! Aiuta i giovani in altri modi, magari scrivendo inediti per loro ,producendo i loro dischi o portandoli in tour con te. A parer mio non dovresti mescolarti a quella brodaglia”.

– “Sei una leggenda. Sei una delle artiste italiane di maggior rilievo. Una voce straordinaria ed una cantautrice di un’altro livello. Capisco che le regole del mercato impongano ora di vendersi il più possibile. Capisco che la tua partecipazione ad Amici ti garantirà di abbracciare un target più giovane. Ma onestamente non condivido la scelta di “vendersi” ad un talentshow di basso livello dove si punta più sulle litigate e gli scoop che sul talento. Avrei preferito tu facessi da giudice in un talent estero. Perché vali molto di più di tutto ciò che troverai su Canale5. Per me vali molto di più di tutto ciò che c è in circolazione e mi dispiace vedere il tuo talento in quel contesto”

– “Se vuoi aiutare dei giovani artisti a percorrere la strada della sincerità, toglili da quel circo mediatico, falso e provocatoriamente lacrimevole”.

– “Questo non mi impedirà di continuare ad amare il tuo splendido talento Elisa, ma ti facevo fuori da quel “mondo”… Buona fortuna”

– “ribadisco, amici maria de filippi televisione non ne hai bisogno, aiuta i giovani tu insieme ad altri ma la tv spazzatura anche no”

No no no…stavolta, mi spiace, ma con questa scelta hai proprio toppato. Torna a far quello che sai fare (benissimo), cara.”

– “Io mi domando quanto ci sia di reale e quanto di costruito, contando che si parla di un talent show della Mediaset. Non so, ci sono altri modi per aiutare ragazzi con la passione del canto, senza per forza farlo in un programma del genere. Rispetto e amo Elisa da sempre, nulla potrà mai cambiare l’opinione meravigliosa che ho di lei, ma questa cosa di Amici mi lascia un po’ perplessa”

“Fame” si ispirava a scuole come la Juilliard, in cui si fa Arte. Qui si parla di una trasmissione televisiva in cui di arte se ne vede (e sente) ben poca… Stiamo parlando di situazioni “leggermente” diverse…”

– “Hai tanto da dare… e ci hai sempre regalato emozioni…. ma ti prego non COMMERCIALIZZARTI”.

– “la tv spazzatura lasciamola a chi artista non e’…. Bensi mera pedina di un sistema che punta al lancio/sostituzione/lancio/sostituzione”.

– “Io ti seguo come artista da SECOLI…. e penso che la tv non merita la tua AUTENTICITA’. Come artista, mamma, DONNA”

– “Il talent show amici ultimamente chiama artisti meritevoli come “coach” (purtroppo inutili perché un volta usciti, i tipi sono dei montati che pensano di stare sul tetto del mondo) solo per alzare gli ascolti e far subire ai fan dei coach ore di finte lacrime, finte amicizie, finta vita ma vera raccomandazione. Elisa mi dispiace vederti in un mondo falso e ipocrita come quello, tu meriti il meglio.”

“Licenzia il tuo manager”.

– “E x aiutare i giovani … scegli amici? Ci sono tanti giovani elisa…”

– “Mi dispiace, ma non sono d’accordo. Andare ad amici significa vendersi a un programma che con gli anni è diventato di pessimo livello. L’idea era buona inizialmente, ma ora gli “allievi” sanno solo sbraitare ed insultarsi, e la preparazione musicale dei ragazzi è bassissima: hanno tolto la recitazione, fondamentale per una preparazione completa di un ragazzo che vorrebbe aspirare ad fare musical. Vederti lì dentro è una grande delusione per me… Ti stai vendendo Elisa, ti stai vendendo sempre di più”

– “Aiutare i giovani a percorrere la strada della sincerità ad Amici? Scusa Elisa, ma ad Amici non c’è arte, non c’è musica. Perdono tempo a strillare, litigare, cantare canzoni da quattro soldi vestiti in pigiama. Non prendiamoci in giro, quello non è un programma che premia l’arte, è un circo. Un circo che intrattiene e fa gola, specie per motivi meramente economici. Ti apprezzo molto, ma questa mi sembra solo retorica. Per il resto, se hai a cuore il talento di qualcuno, credo tu abbia gli strumenti necessari per poterlo fare altrove, evitando un programma di bassa, bassissima qualità”.

– “Ti ho sempre seguita ed ora rimpiango di averlo fatto, ti sei venduta per un programma televisivo di basso livello. Leggendo e ascoltando i tuoi testi non pensavo che saresti caduta così in basso e mi sbagliavo, la cosa più triste e che cerchi di giustificare il tutto con la scusante “aiutare” ma dai non ci prendiamo per il culo, quello che vuoi aiutare è soltanto il tuo conto in banca”.

– “Cara Elisa, ma come hai fatto a farti conquistare da quel tritacarne di Maria De Filippi? Hai presente la volgarità di basso livello di Uomini e Donne? Ecco, più o meno Amici è quella roba lì. La De Filippi serve a Mediaset per continuare ad andare avanti, attirando un pubblico culturalmente medio-basso. In tutto ciò, a mio avviso, non c’è arte… ma i soldi fanno ballare gli orsi!”

  Cresciuto con la passione per la musica dopo l'adolescenza inizia a frequentare il Music Business. Le sue prime esperienze avvengono nel campo dei fan club, nel corso degli anni ne crea e porta al successo diversi. Col tempo affina le sue capacità in vari settori del campo musicale. Tour manager per Barley Arts, Personal Assistant per Syria, Niccolò Agliardi e, per sette anni, con Gianluca Grignani. Di quest'ultimo scrive anche la biografia Rokstar a metà. Dopo essersi cimentato come produttore con l'ex "Amici di Maria De Filippi, Eleonora Crupi con cui incide quattro singoli portandola a duettare al Mediolanum Forum con Laura Pausini a febbraio del 2014 crea e lancia il sito All Music Italia che, in pochi mesi, diventa una realtà consolidata del panorama dell'informazione musicale sul web, tra i siti leader del settore. Da diversi anni è giudice in diverse manifestazioni musicali tra cui il Coca Cola Summer Festival, in onda su Canale 5.
segui su:

  • marty

    Elisa é un’artista e lo scopo é comunicare e far arrivare il suo messaggio a più persone possibili. L’arte é anche libertà di scegliere se cantare nella propria cameretta o se puntare ad un pubblico più vasto. Produrre un disco costa, cosi’ come i concerti che vi piacciono tanto e per cui pagate. Se conosciamo Elisa é grazie soprattutto anche al mezzo video. E come si dovrebbe finanziare e finanziare i giovani talenti con l’aria fritta oppure per grazia divina? Ma poi di chi parliamo? Dei “giovani” in generale? Beh si ci sono tanti giovani in Italia e nel mondo che vorrebbero fare musica ma non serve loro Elisa per potersi esprimere. Ci sono tanti altri modi e canali per farsi conoscere. Già solo con uno smartphone ed internet oggi si possono fare cose straordinarie partendo dal nulla. Se poi si parla di dischi, o di brani da vendere su determinate piattaforme commerciali, dunque di prodotti e di soldi investiti ed entrare in quel determinato sistema allora é ovvio che vengono scelti i cantanti in base a a dei progetti ben determinati per quel contesto. Dunque di cosa parliamo? Viene criticata perché fa ciò che vorrebbero fare tutti ma non possono? W l’Italia. Poi dico questi fantomatici fan che tanto la amano, non sono contenti di vederla cantare su canale 5 al posto di pagare 40 euro di biglietto? Cioé di cosa stiamo parlando, ma seriamente! Andate a protestare al Parlamento e per robe più serie!

  • freedom

    Qui ti sbagli parecchio
    Quante persone possono segnarsi a varie pagine, musicali e non, solo per poter creare zizzania
    Mai sentito parlare fi troll?
    Ma vabbe tanto le chiacchiere stanno a zero
    Se credrte che con questo sondaggio riuscite a capire il Vero pensiero del “Popolo Elisante” vi dico che vi sbagliate di grosso

  • Massimiliano Longo (Ideatore e direttore)

    Caro fredoom,
    non possiamo eliminare o modificare i voti dei sondaggi… altrimenti che sondaggio sarebbero se si potessero modificare?

    Per il resto del discorso persone a cui non interessa nulla di Elisa non perdono tempo ad andare nella sua pagina per criticare la sua scelta… il mondo non gira attorno alla musica (purtroppo), ad Elisa o ad Amici.

  • freedom

    quindi mi sta dicendo che basta fare un commento su FB al post di Elisa per fare parte del “suo popolo”…
    quindi prendete commenti di persone che non sapete realmente se siano assidui frequentatori di concerti di Elisa, non sapete se hanno o meno mai avuto a che fare con un cd di Elisa… a voi è bastato un commento al post di Elisa per decretarli “facenti parte del popolo di Elisa”
    ho capito bene?
    no perchè se è così non commenterò più sotto a qualche post di gigi d’alessio o di berlusconi o di renzi, non sia mai venga tacciato di far parte del “loro popolo”…
    adesso battute a parte il vostro articolo oltre a menzionare i commenti negativi, per essere un buon articolo si sarebbe dovuto dare spazio anche a chi era d’accordo,,,
    comunque…
    vorrei gentilmente che il mio voto fosse levato perchè è andato in automatico senza che io potessi scegliere nulla
    grazie

  • Massimiliano Longo (Ideatore e direttore)

    Caro Freedom,
    per noi “il popolo di Elisa” come quello di qualsiasi altro artisti non è quello che fa parte (spesso pagando) di un fan club. Ma chiunque segue assiduamente l’artista, va ai suoi concerti e compra la sua musica.
    Non abbiamo nulla contro i fan club, anzi, ma li consideriamo solo una parte del “popolo” di un’artista.

    Per quanto riguarda il documentarci abbiamo letto tutti e 1.000 i commenti al post di Elisa su Fb, quello era il nostro “dovere”.
    Siamo i primi a non essere d’accordo con chi insulta l’artista, ci mancherebbe, se poi il suo pubblico sceglie di criticare una scelta credo sia un loro diritto… non si parla di vita privata qui, si parla di un’artista e di una carriera pubblica per cui pensiamo che le persone siano libere di esprimere, con educazione, la loro opinione.

    • Max

      Grazie per il sondaggio e complimenti per l’articolo. Anche se sono arrivato tardi per votare. Io sono critico riguardo alla scelta di Elisa, anche se motivata dal desiderio di aiutare nuovi talenti ad esprimersi. Nuovi talenti ci sono, la musica indipendente ne è piena (penso a La Tempesta Dischi di Pordenone) ma restano totalmente inascoltati, a favore della musica di facile consumo. Parere personale. Grazie di nuovo.

  • freedom

    Allora comincio col dire che il sondaggio mi dice di aver votato quando invece non l’ho fatto continuo dicendo che titolare Il Popolo di Elisa non la vuole ad Amici è una gran cazzata
    Chi la segue da una vita, chi la conosce, chi la “sente” veramente sa che ogni scelta che Elisa fa è ponderata attentamente e soprattutto fatta col cuore parlo a nome mio, freedom, e penso di parlare anche per “La Vergogna del Fun Club” dicendo che siamo daccordo con la scelta di Elisa e che la sosterremo sempre
    Da parte mia aggiungo che chi si è permesso di insultarla non è mai stato e non sarà mai un fun
    Prima di fare un articolo documentatevi su quale sia il vero popolo di Elisa

    • Max

      Forse il popolo di Elisa sei tu. Forse sei il nuovo popolo di Elisa, io che aspettavo l’uscita del suo primo album quando non era ancora uscito, sono forse il vecchio popolo di Elisa. Quello che l’ha sempre ammirata, fino a quando non l’ha vista l’altro giorno in quel programma spazzatura. Continua pure a sostenere sempre la tua idea, ma ricordati di rispettare le opinioni diverse. Nella speranza di vedere presto Elisa a Uomini e donne (come direttrice “artistica”, s’intende).