X FACTOR: entrano in scena i producer, bootcamp dal vivo

X Factor 2014 Giudici

Partirà a settembre su Sky Uno l’ottava edizione di X Factor, il talent show che solo qualche mese fa ha incoronato Michele Bravi, da qualche giorno al debutto con l’album A passi piccoli.

Una giuria inedita vedrà le new entry Fedez e Victoria Cabello accanto al veterano giudice dei record Morgan e alla vera star della scorsa edizione MIKA. Loro il compito di selezionare i 12 talenti delle categorie Ragazzi 16-24 anni, Ragazze 16-24, Over 25 e Gruppi Vocali.

Numeri da record ancora una volta per le selezioni. La redazione annuncia 60mila richieste, ma solo una manciata degli aspiranti avrà la possibilità di raggiungere i bootcamp dopo le audizioni davanti alla giuria e al pubblico a Torino, Bologna e Roma.

La prima novità riguarda proprio i bootcamp, il famoso “campo reclute”, che separa i talenti dall’home visit, l’ultimo step per approdare nel cast. Quest’anno la penultima fase delle selezioni avrà un meccanismo rinnovato e sarà aperta per la prima volta al pubblico.

La seconda, e più importante novità, entrerà in scena con l’inizio dei live show. Ogni squadra, oltre al giudice e al vocal coach, avrà a disposizione una nuova fondamentale figura, quella del producer (o produttore che dir si voglia).

I producer affiancheranno i ragazzi e li guideranno nel percorso all’interno del talent cucendo su di loro le esibizioni, gli arrangiamenti dei brani, fino ad arrivare all’inedito finale, con lo scopo di creare uno stile artistico coerente e personale per affrontare con maggior consapevolezza il post-talent.

Foto ANSA

  Salentino, studio Lettere (curriculum classico) all’Università e la Lingua dei Segni italiana presso l’ENS di Lecce. Già blogger occasionale per “un Filo-Blues” (all’interno di 20centesimi.it) e membro dell’Osservatorio Musicale Salentino, nato a seguito di un corso di critica musicale dell’Università del Salento. La mia vocazione è il canto, in più suono il pianoforte e mi piacciono molto la black music, il cantautorato – amore profondo per quello un po’ stagionato! – e gli strumenti dalle sonorità naturali, come l’armonium.
segui su: