Un altro grande della musica ci lascia: è morto PINO DANIELE

pino_daniele

Dopo Mango un’altra colonna portante della musica italiana ci ha purtroppo lasciati. Pino Daniele è morto nella notte tra il 4 e il 5 gennaio stroncato da un infarto . Avrebbe compiuto 60 anni il prossimo febbraio.
L’ultima sua apparizione era stata solo pochi giorni fa a capodanno nel programma L’Anno che verrà su Rai 1.
Il cantautore aveva pubblicato su Facebook la foto del suo ritorno a casa  la mattina del primo gennaio. Stanotte la tragica notizia.

pino_daniele_ultimo_post_facebook

All’inizio si pensava all’ennesima bufala, una di quelle notizie idiote che purtroppo nell’epoca dei social vengono messe in rete di continuo per poi essere smentite, ma poi la conferma è arrivata da Eros Ramazzotti che tramite un messaggio sul suo profilo Instagram ha dato la triste notizia.

pino_daniele_morto

Anche Pino ci ha lasciato.
Grande amico mio, ti voglio ricordare con il sorriso mentre io, scrivendo, sto piangendo. Ti vorrò sempre bene perchè eri un puro ed una persona vera oltre che un grandissimo artista. Grazie per tutto quello che mi hai dato fratellone, sarai sempre accanto al mio cuore. Ciao Pinuzzo…..

Dopo il messaggio di Eros sono iniziati ad arrivare i messaggi di cordoglio da altri artisti italiani, i Tiromancino e Laura Pausini in primis:

Federico Zampaglione ha scritto sul suo profilo ufficiale Facebook:
“Sono sconvolto da una notizia appena ricevuta…
E’ morto il grande Pino Daniele…tre ore fa..un infarto.
Non ho parole
F.”

Un’incredula Laura Pausini ha invece pubblicato un video che la vede cantare insieme al cantautore sulle note della celebre Napul’é e manifestare la sua tristezza tramite questo messaggio:

Ho appena saputo che Pino è volato in cielo.. 
Sono molto scossa, immobile nel letto perchè mi sembra impossibile.. Magari adesso mi addormento e domani non è più vero…
Qui sotto il video insieme a Napoli.. nella mia pancia Paola a 3 mesi, Pino canta e suona come solo lui sa fare e la sua gente e la sua piazza e la sua città è emozionata come me…
Dai che domani non è vero..

laura_pausini_pino_daniele

A loro sono seguiti i messaggi di dolore di molti altri colleghi postati su Twitter: da Fiorella Mannoia a Fred De Palma, da Lorenzo Fragola a Fausto Leali, da Frankie Hi NRGRed Ronnie e molti altri che stanno postando uno dopo l’altro il loro ricordo (li potete trovare qui).

Pino Daniele aveva da poco concluso il 22 dicembre al Mediolanum Forum di Assago il suo Nero a metà Tour, una serie di concerti con cui aveva celebrato uno degli album più importanti della sua discografia, Nero a metà, uscito nel 1980. Al momento stava registrando un nuovo album la cui pubblicazione era prevista nel corso del 2015.

L’artista napoletano aveva iniziato la sua carriera con il gruppo dei Batracomiomachia.
Alla fine del 1976 un discografico della Emi, Claudio Poggi ascolta un suo provino in cassetta e decide di produrlo. Il primo 45 giri  contiene i brani Che calore (Ca calore) e Furtunato.
L’album d’esordio è del 1977, Terra mia che conterrà la celebre Na tazzulella ‘e cafè.

Il noto musicista James Senese contribuirà in modo rilevante alla realizzazione dei successivi tre album tra cui proprio Nero a metà in cui esplode tutta l’attitudine blues di Pino in un genere denominato dall’artista stesso “Tarumbo”, una miscela di tarantella e blues sapientemente mescolati dando vita ad un mondo sonoro unico in Italia.
La carriera di Pino Daniele da allora è proseguita con successo ininterrottamente fino ad oggi rendendolo uno degli artisti italiani più noti e stimati da critica, pubblico e colleghi.
Tra le tappe più significative di una carriera costellata di successi… nel 1980 apre il concerto milanese di Bob Marley, ha suonato a Cuba e al celebre Olympia di Parigi, collaborato con artisti del calibro di Ralph Towner, Yellow Jackets, Mike Mainieri, Danilo Rea, Mel Collins, Pat Metheny, Gato barbieri, Richie Havens, Eros Ramazzotti, Almamegretta, Jovanotti e molti altri. Nel 2004 nasce da una sua idea un tour innovativo a quattro che lo vede affiancato a Fiorella Mannoia, Francesco De Gregori e Ron. Questo memorabile show è immortalato in un cd/dvd prodotto dalla Blue Drag, etichetta indipendente create insieme al figlio Alessandro.

Nella sua lunga carriera ha pubblicato 23 album di inediti, 6 dischi live e 2 raccolte. Tra i suo album più significativi Non calpestare i fiori nel deserto, che nel 1995 vendette oltre 1.200.000 copie.

La redazione di All Music Italia si unisce al dolore dei parenti di Pino dando l’ultimo saluto ad uno dei più grandi talenti della musica italiana.

AGGIORNAMENTO DELLE 14:25
Ci giunge ora comunicato sui funerali di Pino Daniele dal suo uffici stampa, Parole & Dintorni, che pubblichiamo fedelmente:
“PINO DANIELE: i funerali mercoledì 7 gennaio a Roma

I funerali di PINO DANIELE, tragicamente scomparso nella tarda serata di ieri (domenica 4 gennaio), saranno celebrati mercoledì 7 gennaio a Roma, alle ore 12.00 presso il Santuario della Madonna del Divino Amore a Castel di Leva (via del Santuario 10, Roma – nei pressi di via Ardeatina). I funerali saranno celebrati in forma pubblica.

La famiglia dell’artista ringrazia per il calore ricevuto da ogni parte in queste ore di dolore”.

QUANDO – OFFICIAL VIDEO

 QUANDO – PINO DANIELE – TESTO

Tu dimmi quando, quando 
dove sono i tuoi occhi e la tua bocca 
forse in Africa che importa

Tu dimmi quando, quando 
dove sono le tue mani ed il tuo naso 
verso un giorno disperato 
ma io ho sete, ho sete ancora

Tu dimmi quando, quando 
non guardarmi adesso amore 
sono stanco 
perché penso al futuro
Tu dimmi quando, quando 
siamo angeli che cercano un sorriso 
non nascondere il tuo viso 
perché ho sete, ho sete ancora 

E vivrò, sì vivrò 
tutto il giorno per vederti andar via 
fra i ricordi e questa strana pazzia 
e il paradiso, che non esiste 
chi vuole un figlio non insiste 

Tu dimmi quando, quando 
ho bisogni di te almeno un’ora 
per dirti che ti odio ancora 

Tu dimmi quando, quando 
lo sai che non ti avrò e sul tuo viso 
sta per nascere un sorriso 
ed io ho sete, ho sete ancora 

E vivrò, sì vivrò 
tutto il giorno per vederti andare via 
fra i ricordi e questa strana pazzia 
e il paradiso, che non esiste 
chi vuole un figlio non insiste

  Cresciuto con la passione per la musica dopo l'adolescenza inizia a frequentare il Music Business. Le sue prime esperienze avvengono nel campo dei fan club, nel corso degli anni ne crea e porta al successo diversi. Col tempo affina le sue capacità in vari settori del campo musicale. Tour manager per Barley Arts, Personal Assistant per Syria, Niccolò Agliardi e, per sette anni, con Gianluca Grignani. Di quest'ultimo scrive anche la biografia Rokstar a metà. Dopo essersi cimentato come produttore con l'ex "Amici di Maria De Filippi, Eleonora Crupi con cui incide quattro singoli portandola a duettare al Mediolanum Forum con Laura Pausini a febbraio del 2014 crea e lancia il sito All Music Italia che, in pochi mesi, diventa una realtà consolidata del panorama dell'informazione musicale sul web, tra i siti leader del settore. Da diversi anni è giudice in diverse manifestazioni musicali tra cui il Coca Cola Summer Festival, in onda su Canale 5.
segui su: