Sanremo 2015, CONTI: “Obiettivo? 16 belle canzoni, non classici pezzi sanremesi”

carloconti

L’estate non è ancora conclusa e, mentre fervono le preparazioni per la nuova stagione di Tale e Quale Show, Carlo Conti pensa anche al Festival di Sanremo, il suo impegno più grande che lo vedrà protagonista nella primavera 2015.

Mentre si sprecano le indiscrezioni sui possibili Big in gara (ve ne avevamo già parlato QUI), entrano in corsa nuovi papabili artisti.

Si parla di Alessandra Amoroso, da anni in orbita Sanremo, ma finora salita sul palco solo per accompagnare Valerio Scanu nel 2010 e Emma Marrone nel 2012. Per la salentina il 2015 sarà l’anno della consacrazione all’Ariston? La cantante al momento non ha rilasciato dichiarazioni.

Gira poi più insistentemente il nome di Francesca Michielin, anche lei salita sul palco solo per un duetto (con Chiara Civello nel 2012), e in procinto di pubblicare il secondo album di inediti. Sanremo sarebbe un’ottima vetrina per lei, così come per la “collega” vincitrice di X Factor Chiara, anche lei pronta alla prova secondo disco.

Nel frattempo Carlo Conti lesina altre informazioni sul suo Festival. Al Messaggero dichiara: “C’è da allestire uno spettacolo che sappia tornare alle origini. Penso a quelli di Baudo. I Sanremo di oggi sono figli del rilancio che Pippo fece negli anni 80, quando costruì un evento televisivo attorno alla gara musicale“.

E proprio sulla gara annuncia: “L’importante è trovare 16 belle canzoni. Non classici pezzi da Sanremo, ci deve essere di tutto. Del resto, all’Ariston, sono stati lanciati Bocelli con le sue romanze e l’anno scorso Rocco Hunt con il rap. E ci vogliono brani scanzonati come quelli di Elio e le storie tese. Quanto agli 8 giovani, devono saper dimostrare il loro valore”.

Quanto alla formula, il presentatore toscano sente il bisogno di tornare ad un altro caposaldo del Festival di stampo baudiano, l’alternanza valletta bionda e valletta mora. Non mancheranno inoltre le risate: “In ogni serata voglio un grande comico“.

  Laureando in giornalismo, cantante per vocazione, responsabile Officina del Talento qui su All Music Italia, speaker per Radio Stonata, redattore per Eurofestival News. Un ragazzo multitasking direbbero gli inglesi, poiché non riesco a fare una sola cosa in un solo momento. Sento l’esigenza inconscia di incasinarmi la vita con troppi impegni nel mondo della comunicazione e tutti rigorosamente legati alla musica. Vivo costantemente alle prese con file mp3, video Youtube, status su Facebook, hashtag su Twitter, post nei forum. Ma appena possibile stacco il cervello, butto due cose in valigia e parto alla scoperta del mondo.
segui su: