MEI 2014, dal 26 al 28 settembre a Faenza: ecco il cast!

mei

Il MEI, acronimo per Meeting delle Etichette Indipendenti, è la più grande rassegna rivolta agli artisti della nostra scena musicale indipendente: anche quest’anno il Meeting si svolgerà a Faenza, precisamente dal 26 al 28 settembre, e sarà dedicato a Roberto “Freak” Antoni, tra le altre cose frontman degli Skiantos, spentosi a Bologna lo scorso febbraio.

Come di consueto, per questa edizione 2014 sono in programma molteplici eventi e grande rilievo sarà accordato ad alcune tematiche nevralgiche nel mondo della musica: si parlerà preminentemente di musica dal vivo (il 27), d’innovazione e delle startup legate sempre all’ambito musicale (il 28).

La città sarà un crocevia di richiami e ci si potrà sbizzarrire nella scelta di cosa fare e di come dilazionare al meglio il proprio tempo, tra workshop didattici, conferenze e premiazioni dei progetti indipendenti più meritevoli, con una dose opulenta di piccoli e grandi live: ben 72 ore di musica non-stop!

Ma andiamo a conoscere meglio i contenuti della manifestazione.

Venerdì 26, ad aprire le danze, si svolgerà il MEI Superstage, un contest rivolto alle nuove leve e presentato da Giordano Sangiorgi, che ricordiamo essere l’ideatore e patròn della kermesse, oltre che presidente dell’AudioCoop, il coordinamento delle etichette discografiche indipendenti italiane di area pop-rock, e altresì coordinatore del Tavolo della Musica, che riunisce le principali associazioni nazionali discografiche e di promozione della musica in Italia. Si festeggeranno inoltre, i 60 anni di Romagna Mia, con Moreno “il Biondo” Conficconi e Letizia Valletta Casadei; mentre per i 50 anni di carriera, suoneranno i Corvi, considerati prima indie band italiana.

Nella ricca giornata di sabato 27, si riunirà l’intergruppo parlamentare sulla musica e avrà luogo la Notte Bianca: saranno ben 30 gli spazi riservati ai concerti e già vi possiamo svelare alcuni nomi degli artisti che interverranno: Tre Allegri Ragazzi Morti, Rezophonic, Zibba, Francesco Baccini e Ylenia Lucisano.

Leggi anche:  EDO: “Griderei” è il nuovo singolo che segna un deciso cambio di rotta

Lo stesso giorno, tra i riconoscimenti consegnati di cui si parlava poc’anzi, scopriremo chi si aggiudicherà il premio PIMI, il Premio Italiano per la Musica Indipendente (curato da Federico Guglielmi), e il premio PIVI, il Premio italiano Videoclip Indipendente (curato da Fabrizio Galassi). Verranno premiate anche realtà live come Le Scimmie e il Blue Note di Milano; ospiti musicali al Teatro Masini saranno Mario Venuti, Arturo Stalteri, Cesare Malfatti dei La Crus, Eugenio Finardi, Nathalie e Piccoli Animali Senza Espressione.

Naturalmente, suoneranno anche i già citati Skiantos, nell’area dedicata a Freak Antoni con tanti ospiti, e altri nomi più o meno noti nel panorama musicale nostrano, tra i quali ad esempio potremmo ricordare Valentina Parisse (forse qualcuno dei nostri lettori abituali ricorderà la nostra intervista a Valentina!) e Nevruz Joku, ex concorrente di X Factor 4. Infine, nell’area Musicraiser, si esibiranno Andy dei Bluvertigo con i Fluon, mentre Gianni Maroccolo sarà testimonial del sito di crowdfunding, insieme con altre band.

Passiamo a domenica 28: come già anticipato, si parlerà d’innovazione e delle startup legate alla musica, gli ospiti saranno ancora una volta numerosi, quali Enrico Silvestrin e Alessio Bertallot; verranno premiati coloro i quali si sono distinti contro le mafie (Daniele Biacchessi, Luca Macciacchini, Alfonso Depietro, Tiziana De Masi e altri) con Cultura contro le Mafie, momento al quale prenderanno parte anche il poliedrico GianCarlo Onorato e l’atteso Cristiano Godano, frontman dei Marlene Kuntz, il quale nella stessa giornata riceverà un riconoscimento per i 20esimo compleanno del disco-rivelazione Catartica. E del medesimo merito verrà insignito Hai paura del buio?, album storico degli Afterhours, recentemente ‘reloaded and remastered’ e votato dal sondaggio del MEI come il disco indie più rappresentativo di tutto il panorama musicale italiano.

Leggi anche:  CONTATTO DIRETTO: al via la 2a edizione del contest per artisti emergenti. Ecco il regolamento e i premi in gara

La rassegna si concluderà con la festa dei 10 anni di Maninalto!, con esponenti della scena ska, hip hop e folk, tra cui Vallanzaska, Piotta, Debbit, Marti Stone, i vincitori di Hip Hop Mei (il piacentino Daniele Ronda, i fiorentini Enrico Fink e Arlo Bigazzi) l’italo-francese Giuliano Gabriele, gli Ex CCCP e ulteriori artisti a sancire e chiudere in bellezza l’ edizione di quest’anno.

Vi terremo aggiornati sulle novità! Per chi ci va, come sempre il nostro invito è di renderci partecipi della vostra esperienza. Saremo ben lieti di leggere e raccogliere impressioni, idee, preferenze e quant’altro dai commento in basso all’articolo o sui nostri profili social!

Grazie e buon MEI 2014 a tutti!

  Salentino, studio Lettere (curriculum classico) all’Università e la Lingua dei Segni italiana presso l’ENS di Lecce. Già blogger occasionale per “un Filo-Blues” (all’interno di 20centesimi.it) e membro dell’Osservatorio Musicale Salentino, nato a seguito di un corso di critica musicale dell’Università del Salento. La mia vocazione è il canto, in più suono il pianoforte e mi piacciono molto la black music, il cantautorato – amore profondo per quello un po’ stagionato! – e gli strumenti dalle sonorità naturali, come l’armonium.
segui su: