MEI 2014, dal 26 al 28 settembre a Faenza: ecco il cast!

mei

Il MEI, acronimo per Meeting delle Etichette Indipendenti, è la più grande rassegna rivolta agli artisti della nostra scena musicale indipendente: anche quest’anno il Meeting si svolgerà a Faenza, precisamente dal 26 al 28 settembre, e sarà dedicato a Roberto “Freak” Antoni, tra le altre cose frontman degli Skiantos, spentosi a Bologna lo scorso febbraio.

Come di consueto, per questa edizione 2014 sono in programma molteplici eventi e grande rilievo sarà accordato ad alcune tematiche nevralgiche nel mondo della musica: si parlerà preminentemente di musica dal vivo (il 27), d’innovazione e delle startup legate sempre all’ambito musicale (il 28).

La città sarà un crocevia di richiami e ci si potrà sbizzarrire nella scelta di cosa fare e di come dilazionare al meglio il proprio tempo, tra workshop didattici, conferenze e premiazioni dei progetti indipendenti più meritevoli, con una dose opulenta di piccoli e grandi live: ben 72 ore di musica non-stop!

Ma andiamo a conoscere meglio i contenuti della manifestazione.

Venerdì 26, ad aprire le danze, si svolgerà il MEI Superstage, un contest rivolto alle nuove leve e presentato da Giordano Sangiorgi, che ricordiamo essere l’ideatore e patròn della kermesse, oltre che presidente dell’AudioCoop, il coordinamento delle etichette discografiche indipendenti italiane di area pop-rock, e altresì coordinatore del Tavolo della Musica, che riunisce le principali associazioni nazionali discografiche e di promozione della musica in Italia. Si festeggeranno inoltre, i 60 anni di Romagna Mia, con Moreno “il Biondo” Conficconi e Letizia Valletta Casadei; mentre per i 50 anni di carriera, suoneranno i Corvi, considerati prima indie band italiana.

Nella ricca giornata di sabato 27, si riunirà l’intergruppo parlamentare sulla musica e avrà luogo la Notte Bianca: saranno ben 30 gli spazi riservati ai concerti e già vi possiamo svelare alcuni nomi degli artisti che interverranno: Tre Allegri Ragazzi Morti, Rezophonic, Zibba, Francesco Baccini e Ylenia Lucisano.

Lo stesso giorno, tra i riconoscimenti consegnati di cui si parlava poc’anzi, scopriremo chi si aggiudicherà il premio PIMI, il Premio Italiano per la Musica Indipendente (curato da Federico Guglielmi), e il premio PIVI, il Premio italiano Videoclip Indipendente (curato da Fabrizio Galassi). Verranno premiate anche realtà live come Le Scimmie e il Blue Note di Milano; ospiti musicali al Teatro Masini saranno Mario Venuti, Arturo Stalteri, Cesare Malfatti dei La Crus, Eugenio Finardi, Nathalie e Piccoli Animali Senza Espressione.

Naturalmente, suoneranno anche i già citati Skiantos, nell’area dedicata a Freak Antoni con tanti ospiti, e altri nomi più o meno noti nel panorama musicale nostrano, tra i quali ad esempio potremmo ricordare Valentina Parisse (forse qualcuno dei nostri lettori abituali ricorderà la nostra intervista a Valentina!) e Nevruz Joku, ex concorrente di X Factor 4. Infine, nell’area Musicraiser, si esibiranno Andy dei Bluvertigo con i Fluon, mentre Gianni Maroccolo sarà testimonial del sito di crowdfunding, insieme con altre band.

Passiamo a domenica 28: come già anticipato, si parlerà d’innovazione e delle startup legate alla musica, gli ospiti saranno ancora una volta numerosi, quali Enrico Silvestrin e Alessio Bertallot; verranno premiati coloro i quali si sono distinti contro le mafie (Daniele Biacchessi, Luca Macciacchini, Alfonso Depietro, Tiziana De Masi e altri) con Cultura contro le Mafie, momento al quale prenderanno parte anche il poliedrico GianCarlo Onorato e l’atteso Cristiano Godano, frontman dei Marlene Kuntz, il quale nella stessa giornata riceverà un riconoscimento per i 20esimo compleanno del disco-rivelazione Catartica. E del medesimo merito verrà insignito Hai paura del buio?, album storico degli Afterhours, recentemente ‘reloaded and remastered’ e votato dal sondaggio del MEI come il disco indie più rappresentativo di tutto il panorama musicale italiano.

La rassegna si concluderà con la festa dei 10 anni di Maninalto!, con esponenti della scena ska, hip hop e folk, tra cui Vallanzaska, Piotta, Debbit, Marti Stone, i vincitori di Hip Hop Mei (il piacentino Daniele Ronda, i fiorentini Enrico Fink e Arlo Bigazzi) l’italo-francese Giuliano Gabriele, gli Ex CCCP e ulteriori artisti a sancire e chiudere in bellezza l’ edizione di quest’anno.

Vi terremo aggiornati sulle novità! Per chi ci va, come sempre il nostro invito è di renderci partecipi della vostra esperienza. Saremo ben lieti di leggere e raccogliere impressioni, idee, preferenze e quant’altro dai commento in basso all’articolo o sui nostri profili social!

Grazie e buon MEI 2014 a tutti!

  Salentino, studio Lettere (curriculum classico) all’Università e la Lingua dei Segni italiana presso l’ENS di Lecce. Già blogger occasionale per “un Filo-Blues” (all’interno di 20centesimi.it) e membro dell’Osservatorio Musicale Salentino, nato a seguito di un corso di critica musicale dell’Università del Salento. La mia vocazione è il canto, in più suono il pianoforte e mi piacciono molto la black music, il cantautorato – amore profondo per quello un po’ stagionato! – e gli strumenti dalle sonorità naturali, come l’armonium.
segui su: