Da un servizio de LE IENE: tutti odiano i talent show… almeno finchè non vengono chiamati a farli

Talent show

Tutti odiano i talent show. Negli ultimi anni nell’ambiente della musica italiana questo è il sentore che si ha parlando con molti addetti ai lavori, artisti o emergenti. Sicuramente tra questi ci sono delle persone che credono fermamente in quel che dichiarano e, proprio per questo, si tengo alla larga da qualsivoglia programma di questo tipo, da Amici a X Factor.

La realtà però ha sempre due facce e, nel corso degli anni, ci è capitato spesso di leggere dichiarazioni a mezzo stampa o social contro i talent show per poi ritrovare la persona stessa all’interno di uno di questi programmi, che fosse Briga che anni fa dichiarò che avrebbe fatto il fioraio piuttosto che partecipare ad un talent show per poi entrare nella scuola di Amici (qui l’articolo della nostra Mosca Tze Tze al riguardo) piuttosto che Morgan che, a fasi alterne, è stato giudice a X Factor, direttore artistico ad Amici di Maria De Filippi per poi chiedere ai giovani a mezzo stampa di non parteciparvi.

Insomma a volte sembra proprio di trovarsi di fronte alla storiella della volpe che non arriva all’uva e a dimostrarlo è stato qualche giorno fa anche un servizio de Le Iene in cui l’inviata, fingendosi telefonicamente di un agenzia che seleziona per conto di X Factor, proponeva il ruolo di giudice nel programma ad alcune persone che si sono più volte schierate pubblicamente contro i talent show.

Trovate il video del servizio completo del programma di Italia 1 a questo link, ma andiamo a scoprire le risposte che hanno dato i personaggi coinvolti scoprendo, ma del resto avevamo pochi dubbi, che in molti sarebbero disposti a cambiare idea di fronte alla visibilità (e alla proposta economica sottintesa) che un talent show di successo può dare.

I NO

PIOTTA

Dichiarazione stampa:
I talent hanno ucciso più artisti che l’eroina.

Risposta alla proposta telefonica:
Ho fatto un album che si chiama sarcasticamente Nemici per cui diamo mi risulta un po’ difficile fare il giudice di X Factor. Assolutamente contrario, non lo farei proprio, penso che lo trovate qualcuno…


SHADE

Dichiarazione stampa:
Non sono fan dei talent, tanti amici sono spariti dopo un anno.

Risposta alla proposta telefonica:
Io non so se ho le competenze per andare a giudicare dei ragazzi che magari cantano anche dieci volte meglio di me. Mi fa male aver visto tanti amici partecipare e finire male, figurati se io dovessi fare il giudice, uno dei mie artisti vince e l’anno dopo se non lo caga più nessun e va in depressione… io mi sento in colpa in maniera pazzesca. Vedi che ti danno tutto e poi te lo tolgono come se nulla fosse.


I FORSE

FABRIZIO MORO

Fabrizio in realtà non si è mai schierato contro i talent show anzi, per due anni è stato professore ad Amici di Maria De Filippi ed ha sempre affermato che dopo il talent bisogna rimboccarsi comunque le maniche altrimenti si rischia di sparire.

Dichiarazione stampa:
Amici o X Factor poi però dovete suonare in giro, quella popolarità dura una manciata di mesi e poi sparisci.

Risposta alla proposta telefonica:
Volentieri, ne possiamo parlare, come no…

Quando l’inviata inizia ad esagerare nelle richieste dicendo che avrebbero bisogno di una persona che si prenda la parolaccia dalla Maionchi, Fabrizio risponde che quello non è propriamente il suo ruolo e che non gli piacerebbe, concludendo il tutto con una sonora risata.

CHIARA GALIAZZO

Anche la Galiazzo, la cui carriera è iniziata proprio dopo la vittoria di X Factor, non si è mai espressa contro i talent ma ha semplicemente affermato che, una volta usciti da lì, non è sempre facile gestire il successo e la popolarit.

Dichiarazione stampa:
Il successo dopo X Factor mi ha sballata, sono andata in analisi

Risposta alla proposta telefonica:
Non saprei dovrei pensare molto, vedere, capire… dipende anche da chi sono gli altri. E´ comunque una cosa rischiosa che a che fare col cervello non è che si può andare lì a farsi triturare. Ho fatto troppe cose a caso nella vita e non so se ho fatto sempre bene. Non è un no assoluto, è il programma da dove sono venuta… Non lo so, vediamo, hai visto come sono diventata riflessiva anche nelle risposte?

 

I SI´

 

 

 

PIPPO BAUDO

Il re del Festival di Sanremo ha più volte espresso preoccupazione verso il meccanismo dei talent show, soprattuto negli ultimi anni da quando hanno iniziato a monopolizzare la musica eppure, allo stesso tempo, non è mai stato a priori contro gli artisti che da lì provengono inserendone alcuni, anche non conosciutissimi, nei suoi Festival.

Fu proprio lui per esempio a far accedere i primi artisti di un talent show a Sanremo, Maria Pia e i Superzoo provenienti da Amici. Successivamente lo fece nuovamente con i PiQuadro (duo formato da due ex Amici).

Dichiarazione stampa:
I talent? Creano solo illusioni e disoccupati.

Risposta alla proposta telefonica:
La cosa è interessante, lei innanzitutto fissi un calendario dei vostri impegni, sapere quando si fa esattamente.

Quando l’inviata sottolinea che dovrebbe farsi trattare male da Fedez il presentatore non ci sta…
“ma non che ha ragione perché è Fedez, potrebbe avere anche torto eh, la mia tradizione professionale di sessant’anni di televisione non mi consente di mettere la testa nel patibolo e lui fa l’esecutore… che io sia vittima predestinata, no.”

RED RONNIE

Red Ronnie è stato sicuramente la personalità legata al mondo della musica che più di ogni altra negli ultimi si è schierata in modo netto e duro contro i talent show… eppure a quanto pare, potrebbe anche cambiare la sua “radicale” idea…

Dichiarazione stampa:
I ragazzi che escono da questi programmi sono drogati dal falso successo

Risposta alla proposta telefonica:
Ci si può incontrare non escludo mai nulla nella vita eh… nel senso che dipende da un po’ di cose che mi vengono raccontare però c’è sempre la mia disponibilità… X factor è il più bello, quello fatto meglio…

Quando l’inviata gli comunica che dovrebbe che Fedez dovrebbe uscirne bene da un confronto con lui il presentatore prima risponde cercando un confronto di persona… “ma ne dobbiamo parlare di persona o ne dobbiamo parlare al telefono?“, quindi all’incalzare dell’inviata attacca la conversazione.

MARIO LUZZATO FEGIZ

Il noto critico musicale de Il Corriere della Sera negli anni si esposto contro i talent show in ogni programma televisivo in cui è stato ospite, ma non solo, è addirittura autore di uno spettacolo teatrale intitolato Odio i talent.

 

Dichiarazione stampa:
Sono stato derubato del mio mestiere di critico dai talent show e dai loro meccanismi che trasformano in giudice il pubblico a discapito della qualità…

Risposta alla proposta telefonica:
Guardi le dico di sì, che potrei essere interessato, sono molto piacevolmente sorpreso da questa cosa… esce Levante ed entro io. Sì, mi interessa moltissimo. Posso liberarmi da altri impegni, certo…

Fegiz nel momento che l’inviata gli fa notare che dovrebbe dar ragione a Fedez nei confronti durante il programma non si scompone…

Certo, certo… ma io sono vecchio, superato, diciamo. Ma io sono convinto di funzionare in quel contesto lì. Il panorama è talmente cambiato che il critico è fuori uso a meno che non partecipi a sua volte a un talent quindi, io la trovo carina come proposta. Einaudi diceva che soltanto i cretini non cambiano idea...“.

 

 

  
segui su: