EDEA: i caldi suoni di un talento che arriva “Dall’Africa” (VIDEO)

Edea

La Nuova Proposta di oggi è Edea, che si affaccia sulla scena musicale con il proprio disco d’esordio Dall’Africa, che racchiude l’anima di questa giovane ragazza, caratterizzata sia nei temi che nello stile vocale dai caldi colori che rappresentano al meglio le radici della sua realtà multietnica.

L’unico desiderio adesso è vivere, conoscere, sentire il mondo in me”, così canta Edea in Yo Ma Yo brano contenuto nel suo primo album Dall’Africa uscito il 5 febbraio. Antonietta Menegatti in arte Edea nata a Milano da madre del Mali e padre milanese, all’età di un anno si trasferisce a Teramo, dove vive tutt’ora. Fin da giovanissima inizia a cantare per vincere la timidezza e grazie all’incoraggiamento di un suo amico cantante, fa le prime apparizioni davanti ad un pubblico e trasforma questa passione in lavoro.

Ha già un lungo curriculum, ricco di gavetta e di partecipazioni a concorsi canori e concerti, partendo dal 2000 anno in cui inizia ad esibirsi sui palchi del centro Italia. Nel 2003 è finalista al Festival Voci Nuove di San Benedetto del Tronto, che poi coopresenterà negli anni 2005, 2006, 2007 e 2008. Nel 2004 è tra i 40 finalisti dell’Accademia della Canzone di Sanremo, nel 2005 si classifica quarta nella Categoria Cover di Sanremo Rock, dal 2007 prova ad approdare al Festival della Canzone Italiana di Sanremo, nel 2007 è semifinalista a SanremoLab e nel 2008 vince Area Sanremo insieme ad Arisa e Simona Molinari, sfiorando per un soffio il sogno di calcare il palco dell’Ariston nel Festival di Sanremo 2009. Nel febbraio 2008 si esibisce all’Indipendent Music Day organizzato da Povia e Francesco Baccini e nello stesso anno fa da supporter ad un concerto di Piero Pelù, apre i concerti di Gatto Panceri, nel 2010 sarà supporter del tour “Caduta massi” di Donatella Rettore e nel 2011 aprirà un concerto di Piero Mazzocchetti. Prova anche la carta di XFactor nel 2010 raggiungendo la fase finale televisiva del day-time di RaiDue senza però approdare alla fase serale.

Edea

Il 5 febbraio uscirà il suo primo album dal titolo “Dall’Africa”, un disco ricco di contaminazioni e suoni differenti che identificano lo spirito multietnico di questa giovane artista, un bel mix di culture, quella africana e quella italiana. Nella sua voce si sente molto il calore della sua terra di origine e dei suoni e sapori del Mediterraneo, la sua voce ricorda un po’ Mietta, simbolo della forza e della mediterraneità. L’album prodotto da Verba Manent, porta le firme di personaggi importanti del mondo della musica; il brano che fa da traino per questo interessante album di 8 pezzi molto variegati e ricercati è “Dall’Africa”.

DALL’AFRICA – VIDEO – EDEA

Al progetto hanno collaborato l’autore Vincenzo Incenzo (in passato ha collaborato con Renato Zero, Michele Zarrillo  tra gli altri Valentina Giovagnini), il chitarrista Phil Palmer e la cantautrice australiana  Justin Eltakchi, Fonopoli e Duccio Forzano (per il video del singolo Dall’Africa). Il disco è prodotto da Alessandro Colapicchioni e Lorenzo Sebastianelli che ha curato anche le musiche. I temi fondamentali delle canzoni di Edea sono principalmente l’apertura ad altre culture e religioni; l’album comprende anche due brani in inglese.

Dall’Africa – Tracklist

Dall’Africa

Io Sono La Neve

Ho Chiesto Scusa Al Mondo

L’Amore Ci Fa Liberi

Unarmed Feat. Justine Eltackhi

Il Cuore Mio

Twist In My Sobriety

Yo Ma Yo

In tutte le tracce si respira un’aria diversa, dall’avvolgente con esplosione finale Dall’Africa alla sensuale ed accattivante Io sono la neve. Dal video originale de Ho chiesto scusa al mondoche in soli 15 giorni ha raggiunto le 60mila visualizzazioni su YouTube, all’aria di speranza che si respira in ogni parola di L’amore ci fa liberi  fino ad Yo Ma Yo, passando per Il cuore mio interessante, accattivante ed orecchiabile.

  Blogger qui su All Music Italia quasi per caso, ma soprattutto per passione e dedizione. Lascio dar sfogo alla mia tastiera per poter trasmettere quello che sento. Fin da piccolo, grazie ai miei genitori, ho sempre ascoltato molta musica italiana, Sanremo... un appuntamento da anni. Mi piace scrivere di musica per capire le contaminazioni, le connessioni tra i vari artisti, stili ed influenze del momento e non. Considero la New Generation come un foglio bianco su cui scrivere con fermezza musica e parole per il futuro. Buona Musica!
segui su: