Dopo lo scioglimento di PAOLA & CHIARA debuttano LE KALICA con “Notte Fonda”

KALICA

Per un duo musicale che si scioglie, uno nuovo se ne forma.
Era l’8 luglio 2013 quando la storica coppia della musica italiana formata da Paola & Chiara ufficializzava lo scioglimento. Dopo sedici anni di carriera, le due sorelle decidevano di separarsi e di intraprendere due carriere diverse.

Da allora, ma forse è più giusto dire da sempre, dopo di loro, nessuna coppia al femminile è riuscita ad imporsi sulla scena musicale italiana. Ci hanno provato Le Ferrini con Respirerò (notte a sorpresa), cover del celebre brano del 1979 dei Pooh, hanno tentato Le Donattella, “scoperte” da Arisa ad X-Factor, che poi si sono date anche alla televisione con la partecipazione all’ultima edizione de L’Isola dei famosi; ci hanno provato anche le non poche coppie di gemelle, sorelle e addirittura cugine apparse in questi anni ai casting dei vari talent show, ma purtroppo nulla di rilevante; nessuno che sia riuscito a farsi notare, che sia riuscito a ritagliarsi uno spazio importante nel mondo discografico.

Da qualche giorno però, esattamente dal 2 ottobre, suona in radio un brano molto accattivante interpretato da un nuovo duo tutto al femminile. Parliamo de Le Kalica (in lingua hindi la parola “kalica” significa “bocciolo” ed indica qualcosa che nasce dalla terra, che cresce rigoglioso), Carmen Ferreri e Lucrezia Benigno, e della loro Notte Fonda (Anteros Produzioni s.r.l/ Universal).
Un esordio di tutto rispetto per queste due giovani cantanti, che per il loro primo singolo sono state affiancate da un team di lavoro di alto livello: autori del brano, infatti,  sono la penna d’oro del momento Federica Abbate (autrice delle hits L’amore è Eternit e Roma Bangkok)  e Cheope, aka Alfredo Rapetti Mogol, figlio del più noto Giulio, mentre gli arrangiamenti e la produzione artistica sono di Umberto Iervolino (già arrangiatore e produttore artistico di artisti quali Alexia, Francesco Renga, Gianluca Grignani, Giuni Russo, Mario Venuti).

Notte fonda parla della classica storia d’amore dove c’è un lui “cattivo” che si approfitta di una lei innamorata e sognatrice. A dispetto di un testo abbastanza tradizionale, la melodia e le sonorità del pezzo sono invece molto fresche e moderne, ma la vera nota di originalità arriva dalla contrastante interpretazione di Lucrezia e Carmen. Le due ragazze affrontano il brano con tecnica ed approccio completamente differenti. Carmen, vocalità potente e dalle sfumature black, canta la maggior parte delle strofe che esegue con decisione e aggressività. Alla soave voce di Lucrezia, invece, è affidato il ritornello, dove riesce a creare un’atmosfera eterea e rarefatta, ricordando molto vagamente il mondo di Valentina Giovagnini.

Dall’8 ottobre, dopo la pubblicazione in anteprima su La Repubblica, è disponibile su YouTube anche il video ufficiale della nuova canzone. Girato tra Italia e Spagna vede la regia di New Media Solution con le animazioni di Jonathan Symmonds (Aavatar, Nemo, Peter Pan).

Nonostante il freschissimo debutto con Notte Fonda per le due giovani cantanti è già in cantiere un altro singolo che porterà la prestigiosa firma di Giuseppe Anastasi, autore de La notte, Controvento e di tutti i più grandi successi di Arisa.

Giovinezza, belle voci, grinta e un importante team alle spalle: le premesse per una buona riuscita ci son tutte, ora bisogna monitorare come andrà questo primo singolo ed aspettare il lancio del secondo per vedere se Le Kalica riusciranno ad occupare quello spazio lasciato vuoto da Paola & Chiara e del quale si sente tanto la mancanza; in fondo le due sorelle della musica italiana erano le uniche cantanti nostrane che con criterio potevamo dire pop-star.

  Laureato in “Arti e Scienze dello spettacolo”, attualmente frequento il Corso di Laurea Magistrale “Professioni dell’Editoria e del Giornalismo“. Grande appassionato di TV e Musica non mi perderei un Festival di Sanremo per niente al mondo. Prediligo il pop italiano e mi appassionano gli artisti emergenti. Domani vorrei essere un giudice di X-Factor. Scrivere è quello che mi riesce meglio. Segretamente aspirante paroliere.
segui su: