ALINA NICOSIA: “Semplicemente sarebbe più vero” (ANTEPRIMA VIDEO)

alina_nicosia

Un’altra grande anteprima all’insegna della nuova musica italiana trova spazio su All Music Italia. Oggi sulle nostre pagine potrete trovare in esclusiva il video ufficiale di Semplicemente Sarebbe Più Vero, primo singolo di  Alina Nicosia con le edizioni Sugar Music in coedizione con Ufficio Stampa Chiasso/Edizioni Chiasso Dal Fosso.

Un pezzo uscito lo scorso 19 gennaio, il primo progetto discografico che vede protagonista la giovanissima artista siciliana: una produzione scritta e arrangiata da Emilio Munda, autore in esclusiva Sugar Music, già compositore per Francesco Renga, Dear Jack, Umberto Tozzi e per i maggiori talent show del nostro paese da X Factor ad Amici, passando per The Voice of Italy.

Una canzone che diventa il miglior biglietto da visita per presentare al grande pubblico il talento vocale e interpretativo di Alina Nicosia, che già nel recente passato aveva catalizzato l’attenzione di pubblico e addetti ai lavori.

Intensità ed emozione, declinate al concept della confusione, sono al centro della scena anche nel video che vi presentiamo oggi in anteprima, realizzato da Riflessi Studios, con la regia di Andrea Sardo, prodotto da Circuiti Sonori di Armando Cacciato in collaborazione con l’associazione Agorà delle Donne.

Prima di lasciarvi alla visione di questa clip, degna trasposizione in immagini di una canzone più che riuscita, vi proponiamo una breve intervista dove, dalla viva voce di Alina Nicosia scopriamo la sua storia e il suo mondo musicale, con una serie di informazioni sulla canzone, sul video e sui suoi progetti futuri…

Benvenuta Alina, oggi ospitiamo l’anteprima video di Semplicemente sarebbe più vero. Mi parli di questa canzone? 

La canzone è stata scritta e arrangiata da Emilio Munda…ritengo che ognuno di noi dia una diversa interpretazione ai  brani in base alle proprie esperienza di vita, quindi posso dirvi come l’ho interpretata io e il significato che ho voluto darle per farla mia e cantarla nel modo più autentico possibile.

Diciamo che io mi rivedo all’interno del brano come una ragazza ormai stanca di illudersi e di credere alle continue menzogne dell’uomo amato, che promette ma non mantiene, così facendo, la ragazza entra in uno stato di confusione e pensa che se anche lui amasse come ama lei, nulla sarebbe così difficile come realmente è.

Il pezzo è accompagnato da un video molto intenso, tra accelerazioni e suggestioni, con una fotografia davvero molto curata, a te cosa piace di più di questa clip?

Il video è stato realizzato da Andrea Sardo, il quale ha dato al brano dei chiaroscuri molto suggestivi, arricchendolo con dei particolari interessanti, quali, per esempio, le anime che ruotano intorno la mia immagine, alla ricerca di un qualcosa che l’ascoltatore può interpretare come meglio crede.  Ciò che più mi piace del clip è lo stato di confusione che abbiamo voluto sottolineare.

Da giovanissima hai vinto il Festival di Castrocaro, nell’agosto 2014. Tenterai ancora la carta “televisiva” magari in un talent show? Lo escludi?

Non escludo nulla. Per me la musica è vita. Mi affido alla produzione, che crede in me ed ha grandi progetti per il futuro. La televisione è una cosa, la musica un’altra;  anche se, soprattutto negli ultimi anni, grazie ai talent in particolare,questa ha fatto si che molti talenti emergessero mettendosi in competizione tra loro, ovviamente non ritengo sia facile, ci vuole carattere per confrontare con altri ragazzi e bisogna saper sempre tenere il pugno stretto senza mai abbattersi, aldilà delle critiche e quant’altro. Quindi che ben venga ogni forma di promozione, sia televisiva che radiofonica.

L’anno scorso, grazie anche alla vittoria a Castrocaro, sei arrivata ad un passo da Sanremo Giovani, quest’anno ci hai riprovato? 

Quest’anno sono cambiate un po’ di cose. Abbiamo puntato sui live, creando uno spettacolo molto intenso dove canto i miei inediti e vari brani che hanno fatto la storia della musica italiana ed internazionale.  Ma ritenterò sicuramente negli anni successivi, Sanremo è sempre una delle più importanti vetrine e penso sia un po’ il sogno di tutti i cantanti emergenti poter cantare sul palco dell’Ariston.

Se potessi realizzare un duetto “da sogno”, chi vorresti al tuo fianco?

Sono molti gli artisti con cui mi piacerebbe duettare, ma tra i cantanti Italiani che prediligo sceglierei sicuramente Elisa o Giuliano Sangiorgi.

Se mi è possibile, vorrei aggiungere dei ringraziamenti che vanno a voi della AllMusicItalia, alla Sugar Music la quale ha curato la distribuzione del singolo, Edizione Chiasso Dal Fosso e i Circuiti Sonori che hanno creduto in me e continuano a farlo.

E noi ringraziamo Alina Nicosia per la disponibilità, prima di lasciarvi alla consigliatissima visione di questo video…

ALINA NICOSIA – SEMPLICEMENTE SAREBBE PIÙ VERO – ANTEPRIMA VIDEO

CHI È ALINA NICOSIA

Alina Nicosia nasce il 26 marzo 1998 ad Agrigento e cresce a Siculiana, un paese agrigentino. Alina è un’interprete giovanissima che vanta già diversi riconoscimenti e premi come la vittoria della 57ma edizione del Festival di Castrocaro, andata in onda il 30 Agosto 2014, con l’inedito Io e Te scritto da Francesco e Fausto Ciapica, valutata da una giuria composta da Gigi D’Alessio, Giancarlo Magalli e Gigliola Cinquetti.

Nel 2015 entra di diritto tra i 60 ragazzi partecipanti alla selezione finale per l’area Nuove proposte del Festival di Sanremo 2015. Nello stesso anno si aggiudica vari premi come La Pigna D’argento al Teatro Savio di Palermo e La Mimosa d’oro al Teatro Pirandello di Agrigento con la presenza di Lorella Cuccarini.

Recentemente è stato realizzato uno spettacolo musicale che ruota intorno alla voce di Alina Nicosia, la quale interpreta i più grandi classici della musica italiana di tutti i tempi (da Mia Martini a Lucio Dalla, da Gianna Nannini a Lucio Battisti) strizzando l’occhio alle novità del panorama musicale odierno e internazionale e dove presenta anche il suo nuovo inedito.
Alina Nicosia viene accompagnata da musicisti professionisti, che vantano collaborazioni con artisti del calibro di Ian Paice (Deep Purple), Andrea Braido (Vasco Rossi, Zucchero, Ramazzotti, Pausini), Tricarico, Eugenio Finardi, Rosanna Fratello, Lello Analfino e Roberto 
Vecchioni.

  Classe 1983, piemontese, su AllMusicItalia per fondere finalmente passione ed esperienze maturate nella musica e nella scrittura, con l’obbiettivo di creare un racconto che possa portare un punto di vista originale su quanto presente nel panorama musicale del nostro paese. Il tutto armato di curiosità, in particolar modo nei confronti dei mille sorprendenti volti offerti dalla musica emergente italiana.
segui su: