28 Novembre 2014
di Officina del talento
Condividi su:
28 Novembre 2014

Officina del Talento: COLLYWOBBLES

Su All Music Italia torna lo ska con la divertente proposta dei Collywobbles, ensemble d'origine pavese composto da ben 9 elementi! Scoprli con noi!

Condividi su:

Dopo gli Stip Ca Groove, lo ska torna a farci visita nell’Officina del Talento di All Music Italia. Dal Sud però stavolta ci spostiamo al Nord, con i Collywobbles.

Il gruppo nasce nel 2004, in un afoso luglio, a Pavia. Giovani e spensierati, imberbi ed adolescenti, si riuniscono sotto l’amore la la musica Ska in una sala prove ancora più calda dell’afoso luglio pavese.

Nel corso degli anni, fino al 2012, la formazione subisce alcuni cambi ed innesti, fino ad arrivare alla configurazione attuale che vede Ivan e Alice alle voci, Teo alla chitarra, Maddy alle tastiere, Rich alla batteria, Luca al basso, Cioffo al sassofono, Ely alla tromba e Fra al trombone.

Il 2009 è l’anno del primo EP autoprodotto, …e ci voleva tanto?, contenente quattro pezzi, presentati sul palco dell’Extreme Day. L’anno successivo viene pubblicato il secondo EP autoprodotto, dal dissacrante titolo Grazie, ciao e… vaffanculo!, con 5 inediti in tracklist tra cui uno dei brani a cui il gruppo è più legato: Libero sfogo.

Dal 2010 si intensifica l’attività live della band: sono opening act dei Vallanzaska in occasione del Maggio Pavese 2010 a cui prenderanno parte con un loro concerto l’anno dopo.

Nel 2011 vincono le selezioni per il Music Village 2011 tenutosi nell’agosto dello stesso anno a Merine (Lecce), mentre nel 2012 partecipano al Rock Festival di Pavia.

Nel corso degli anni hanno avuto il piacere di dividere il palco con numerose band. Oltre ai Vallanzaska, RFC, Le Teste, Skassapunka, Jah Love, Rosso Piceno, Bad Candies, Nice Price, Tullamore, Wrong Target, School Disaster, Giocattoli di Clara e molti molti altri.

Nel 2013 iniziano la produzione del terzo EP autoprodotto, Fundation Ska, da cui è tratto il brano che ci presentano questa settimana: Lo chiamavano Trinitalia!

Il loro motto? “SIAMO UN GRUPPO SERIO”

Ciao ragazzi! Parto con la mia domanda standard… come è nato il gruppo e perché avete scelto di chiamarvi Collywobbles?

Il gruppo è nato nel lontano 2004. La prima formazione non aveva fiati, ma solo la tastiera e, per darvi l’idea di quante cose sono cambiate da allora, basti pensare che solo tre di noi erano nella formazione iniziale. Qui a Pavia non c’erano molti gruppi ska, anzi a dire il vero forse nessuno, e diciamo che noi abbiamo deciso di provarci, imparando a suonare il genere da zero. La passione era tanta, eravamo giovani ma i risultati pian piano sono venuti.

Per quanto riguarda il nome, invece, la storia è piuttosto particolare. Una nostra amica, nostra fan e sostenitrice della prima ora, si trovava tra le mani un dizionario di inglese e, aprendolo a caso, ha trovato la parola Collywobbles, che già solo per il suono che ha ci ispirava molto. Il significato poi ci ha convinto definitivamente. Collywobbles vuol dire di fatto movimenti intestinali che si possono ricondurre a due cose:

– L’emozione che si prova in un momento importante,le “farfalle nello stomaco”.

– Un effettivo imbarazzo intestinale.

Diciamo che lo abbiamo scelto per la prima, ma è sempre esilarante ricordarsi il secondo significato del nostro nome.

Siete davvero in tanti, l’attuale formazione, se non ha subito ulteriori cambiamenti, conta ben 9 componenti. Come riuscite a gestire i vostri impegni e il tempo per la musica? Le prove, la composizione, i live.

Si, siamo tuttora in nove, anche se la nostra cantante, Alice, si trova all’estero per qualche mese. Non è quasi mai facile conciliare la nostra passione per la musica con il lavoro, l’università o tutti gli altri impegni che ci riempiono la giornata, basti pensare che per rispondere a questa intervista abbiamo fatto una catena di messaggi su Whatsapp, messaggi Facebook e mail per poter essere sicuri di poter mettere ciascuno la sua.

Solitamente cerchiamo di venire incontro alle più svariate necessità per essere sempre tutti presenti, che si tratti di un concerto, di una prova o di una cena. Lavoriamo o studiamo in ambiti differenti, con orari più svariati e nei posti più impensabili.

Per farvi un esempio, la nostra voce maschile, Ivan, non è nemmeno di Pavia ma arriva da Varese. Per organizzare le prove abbiamo bisogno ogni settimana di almeno una decina di messaggi. Talvolta, soprattutto prima del live, se non riusciamo a provare tutti assieme ci dividiamo per sezione, così da non fermarci mai. Lo stesso discorso vale per i live: riusciamo a cavarcela perché siamo sempre tutti disposti a fare qualche sacrificio.

Un problema delle band solito è trovare un obiettivo comune e la spinta per perseguirlo. Immagino che più teste ci siano, più difficile sia trovare punti comuni, specie in musica. Come vivete il vostro rapporto e come nascono le vostre canzoni?

Mentiremmo se dicessimo che siamo tutti in perfetto accordo ed armonia su tutto.

Nove teste, nove musicisti diversi, con passati differenti e provenienti da diverse formazioni che, per completare il tutto, ascoltano generi spesso opposti. Quando entriamo in fase di composizione è una sorta di battaglia navale. I pezzi nascono da un’idea, o semplicemente un riff o un’improvvisazione e piano piano, tutti assieme, diamo forma alle varie parti che la compongono, cercando gli arrangiamenti più adatti, solitamente divisi per sezioni, mentre le voci preparano linee vocali e magari qualche accenno di testo. Ci scorniamo spesso, e altrettante volte ci complichiamo la vita più del dovuto. Spesso per comporre un solo brano ci impieghiamo mesi perché non siamo mai contenti ed ogni volta che la riascoltiamo troviamo qualcosa che non va o che potrebbe andare ancora meglio.

Lo ska è un genere underground in Italia, ma non solo, difficile da ritrovare nelle classifiche. Secondo voi cosa caratterizza questo stile rispetto agli altri, quali sono le sue particolarità e quali i suoi limiti?

Non esiste un genere musicale bello ed uno brutto, non ce n’è uno migliore degli altri. L’intelligenza sta nel capire quale genere si adatte bene ad una certa situazione. Quando abbiamo 10, 20, 100 persone che stanno condividendo lo stesso spazio ascoltando la musica diffusa in quell’ambiente dobbiamo riflettere sul fatto che quella musica sta entrando dentro di loro mettendo queste persone in collegamento.

La musica sta influenzando allo stesso modo le loro emozioni e magari le sta portando a ballare con le stesse movenze.

Quello che si è detto finora è valido per tutti i generi musicali e quindi per tutti i tipi di concerto. Ma se quelle persone si erano recate a quel concerto con la voglia di divertirsi, ballare e socializzare in modo sano, lo ska è la musica giusta. I ritmi in levare creati dalla sezione ritmica, le interessanti melodie dei fiati ed i temi spesso spensierati della voce si prestano benissimo a questo scopo.

Quanto detto rappresenta allo stesso tempo la forza e la debolezza dello ska. Molti vedono questo genere solo come una musica adatta ad animare un concerto e a far scatenare la gente sotto un palco piuttosto che alla radio mentre si legge un libro. Ma non bisogna mai scordare che questo genere può anche essere molto complesso a livello di composizione ed anche semplicemente di piacevole ascolto, senza per forse doversi scatenare.

collywoobles1

Parlateci del brano che ci presentate quest’oggi, Lo chiamavano Trinitalia, e dell’EP da cui è tratto, Fundation Ska.

La canzone Lo chiamavano Trinitalia è nata da un magistrale colpo di genio del nostro super trombonista Francesco, che ispirato dall’atmosfera western del film Django, appena visto al cinema, ha lanciato l’idea per il fantastico intro fischiettato, che trasuda caldo west da tutti i pori. L’idea musicale alla base della canzone era proprio quella: un pezzo sostenuto, come si mette subito in chiaro con la cavalcata iniziale di rullante subito dopo l’intro, ma che strizzasse l’occhio ad atmosfere western, il tutto ovviamente condito in salsa Ska. Il testo della canzone parla invece di un tema universale che attanaglia l’umanità da tempo immemore: l’impari lotta dell’uomo medio con le nostre splendide Ferrovie dello Stato ed il fantastico (dis)servizio offerto. Chiunque abbia mai preso un treno in vita sua, sia per lavoro che per diletto, sa benissimo a cosa ci riferiamo.

Molti di noi hanno studiato a Milano, e tre dei nostri componenti, Teo il chitarrista, Ely la trombettista e Maddy la tastierista ad oggi ci lavorano, pendolando praticamente 5 giorni su 7 avanti ed indietro. Anche Ivan, il cantante, è un frequentatore dei nostri mezzi pubblici, anche semplicemente per venire a fare le prove a Pavia, trovandosi costretto alle coincidenze cambiando due treni ad viaggio.

La canzone fa parte del nostro ultimo EP, Fundation Ska, registrato presso Cellar Door Studio di Vimodrone da Gianluca Amendolara.

Volendo spendere due parole riguardo questa nostra fantastica fatica discografica, vi possiamo raccontare che l’EP contiene 5 canzoni, di cui 3 nuove nuove, scritte in toto con la nuova ed attuale formazione, e le altre due che cosituiscono ri-arrangiamenti di canzoni precedente scritte dal gruppo, ma mai incise prima; ovviamente il genere è Ska, perché il nostro primo obiettivo resta far divertire e far ballare, ma visto che tutto sommato siamo anche abbastanza eclettici, le varie canzoni strizzano un po’ l’occhio anche ad altri generi musicali, come il Reggae e il Rock Steady. Un grande ringraziamento per la realizzazione di questo lavoro lo dobbiamo a Gianluca Amendolara, che non solo ci ha registrati magistralmente, ma che ci ha dato anche un sacco di saggi consigli su come far rendere al massimo alcuni pezzi, apportando tagli e modifiche all’ultimo momento che hanno cambiato radicalmente alcune canzoni, e ai cari amici La Dava e Lucio dei Vallanzaska, che hanno partecipato come seconde voci in due delle canzoni.

Il ringraziamento più grande però, fatto veramente con i nostri cuoricini in mano, lo dobbiamo ai nostri fan, amici e familiari, che ci hanno sostenuto durante la campagna di fundraising, realizzata sulla piattaforma MusicRaiser, che ha permesso di finanziare la registrazione dell’EP: il titolo stesso, Fundation Ska è, oltre che un omaggio all’omonimo album degli Skatalites, una maniera per celebrare questo nostro piccolo grande successo.

Domanda ardua, probabilmente: qual è il futuro dello ska in Italia?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo lanciarci in un discorso complicato.

Lo ska in Italia ha raggiunto il suo splendore a metà degli anni 90 grazie a numerosi gruppi che hanno reso celebre questo genere (Vallanzaska, Matrioska e Persiana Jones per dirne alcuni). I Meganoidi sono riusciti a portare lo ska al grande pubblico nel 2000, dando una botta di vita a questo genere che si stava “spegnendo”, ma sono stati un lampo fugace.

Da allora lo ska..non sta tanto bene: diciamo che arranca.

I gruppi storici italiani che fanno questo genere sono rimasti ben pochi, ma esiste una realtà dove ci sono tanti piccoli gruppi, come noi, che cercano ti tener vivo lo ska, ma è dura in quanto non si riesce ad emergere, anche se di poco. I grandi gruppi ska hanno un nome che richiama ancora molta gente, soprattutto perchè rievoca l’adolescenza di molti, ma i piccoli gruppi fanno molta fatica nel trovare un loro posto in quanto sottovalutati o poco aiutati. A mio avviso lo ska, in Italia come nel resto del mondo, è un genere che non scomparirà anche perché non esiste persona che ad una festa o in discoteca non si metta a ballare su questo ritmo.

Chiudiamo con qualcosa di più semplice… parlateci del VOSTRO futuro. Cosa bolle in pentola? Qualche nuovo appuntamento live?

Allora, ora come ora siamo in piena fase compositiva, abbiamo pezzi nuovi in cantiere di cui stiamo finendo gli arrangiamenti in vista dei prossimi live.

Per quanto riguarda la stagione live siamo reduci dalla vittoria della prima edizione dell’ Oktober Contfest del Circolo Arci El pueblo.

Qui ci ricolleghiamo al discorso dei brani nuovi perché il premio consisteva proprio nella possibilità di registrare un brano presso il Dedolor Records Studio ma ancora non sappiamo quale registrare.

La grossa novità dal punto di vista live nonché l’appuntamento più vicino nel tempo (e nello spazio perché potrete ascoltarci da dovunque sarete, vi basterà una connessione ad internet) è un’intervista con live set acustico presso Steamradio, con cui siamo entrati in contatto proprio durante l’esperienza presso il Circolo El Pueblo.

Sorvolando sull’iniziale panico, visto che per noi suonare in un set acustico è un esperienza 100% nuova, questa esperienza ci ha dato modo di ripensare a molti arrangiamenti e ce la stiano mettendo tutta per dare il massimo anche in questa veste!

Quindi, se volete scoprire come ce la caveremo in versione ristretta, e dopo che sarà stato strappato il basso dalle mani di Luca, spezzate le bacchettone in legno di Rich e tolta la corrente elettrica non vi resta che restare sintonizzati Giovedi 4 dicembre su stream radio!


In Copertina

Enula Con(torta) è il titolo del primo EP contenente anche un brano scritto con Franco 126 (Tracklist)

All'interno del progetto sei brani tra cui i 3 pezzi già presentati ad Amici 20.

Eurovision 2021: la guida e i video delle 39 canzoni in gara. Parte 1 di 4

La finalissima si svolgerà il 22 maggio prossimo.

Nel biopic Netflix su Roberto Baggio il nuovo singolo di Diodato, "L'uomo dietro il campione"

Il brano sarà disponibile in digitale dal 14 maggio.

Ecco la classifica degli artisti italiani più ascoltati su Spotify... in vetta Laura Pausini

Gli ascolti sulla nota piattaforma streaming confermano anche quanto la nostra star sia amata in Sudamerica e Spagna.

Checco Zalone lancia il tormentone "La Vacinada". Protagonista del video il Premio Oscar Helen Mirren

Il brano racconta la passione del comico per una donna vaccinata.

Fedez: Vasco Rossi, Gaia, Emma Marrone, Ermal Meta... gli artisti mostrano il proprio sostegno al rapper

Tra gli artisti che si sono espressi anche Ornella Vanoni, Logo Guenzi e i 99 Posse.

Classifica Spotify Settimana #17: Aka 7even e sangiovanni al top. Nella Viral entra Milva

L'ultima classifica Spotify del mese di aprile premia gli artisti di Amici. Ai primissimi posti Aka 7even, sangiovanni e Deddy.

Amici di Maria De Filippi: oltre 400.000 copie vendute per gli inediti dei ragazzi. Ecco quali inediti stanno andando meglio

Scopriamo nel dettaglio quali canzoni e quali artisti stanno andando meglio in questa edizione boom.

Release date 2021: l’elenco, mese per mese, di tutti i singoli italiani in uscita

Un articolo in costante aggiornamento per scoprire giorno per giorno, tutte le nuove uscite italiane del 2021.

Pagelle Nuovi singoli

Le recensioni del nostro critico musicale

ALBUM IN USCITA 2021

Articolo in continuo aggiornamento...

Interviste

Videointervista a GionnyScandal: “Sono diverso? No sono anti!”

Il 7 maggio è il giorno dell'uscita per Virgin Records del nuovo album di GionnyScandal Anti. Un progetto che arriva a due anni da Black Mood. .

Videointervista a Rkomi: “Vorrei sempre sorprendere chi mi segue!”

E' uscito il nuovo album di Rkomi Taxi Driver, progetto in cui si avverte un forte sapore cinematografico. Ne abbiamo parlato in una videointervista.

Videointervista a Ibla: “Ringrazio la vita per questa meravigliosa esperienza”

Ibla, reduce dalla partecipazione ad Amici di Maria De Filippi, pubblica il singolo Libertad, un brano in spagnolo ricco di significato. .

Videointervista a Mameli Blind Nashley, “Non Cambi Mai”, il singolo dell'inedito trio

Non Cambi Mai è il titolo del nuovo singolo di Mameli, che per l'occasione ha coinvolto Blind e Nashley. Ne abbiamo parlato in una videointervista.

Videointervista a Marco Masini: “Non vedo l’ora di cantare e di condividere delle belle emozioni”

In attesa di poterlo rivedere sul palco, Marco Masini tornerà sul palco per un esclusivo, intimo e suggestivo concerto il streaming. .

Videointervista a Ginevra dal Concerto del Primo Maggio

Ginevra sul palco del Concertone del Primo Maggio dopo un inizio di 2021 davvero sfolgorante. Ne abbiamo parlato in una videointervista.

L'editoriale del direttore

di Massimiliano Longo

Primo Maggio Roma 2021: la musica che veicola messaggi importanti... Fedez, Michele Bravi (e Pio & Amedeo)

Primo Maggio Roma Michele Bravi, Fedez e lo scivolone di Pio & Amedeo. Ieri la musica dal vivo ha provato a ripartire e per farlo ha scelto il "Concertone". Su quel palco, da sempre portavoce dei diritti dei lavoratori, hanno trovato spazio, giustamente, anche alcuni messaggi su quanto sta avvenendo a livello sociale nel nostro paese. In...

News

Max Pezzali o Povia? Dopo lo scudetto dell'Inter si discute sul nuovo inno

Max Pezzali o Povia? Un interrogativo al quale si trovano di fronte molti tifosi nerazzurri che in queste ore stanno festeggiando lo scudetto.

La classifica aggiornata delle vendite di artisti lanciati dai talent show parte I - I singoli

Amici vince in termini di artisti presenti nella classifica.

Willie Peyote Tour dopo Sanremo è pronto a tornare in tour nell'estate 2021

Nel calendario nuove date e il recupero di appuntamenti saltati negli scorsi mesi.

Alberto Urso e Rocco Hunt: rimandate le date live dei due artisti

Per Urso sono già state fissate i nuovi appuntamenti.

Uno show in streaming mai visto prima con oltre 188 artisti e musicisti sul palco per Claudio Baglioni

"In questa storia che è la mia " in streaming la regia teatrale è di Giuliano Peparini mentre quella televisiva è affidata a Luigi Antonini.

Enula Con(torta) è il titolo del primo EP contenente anche un brano scritto con Franco 126 (Tracklist)

All'interno del progetto sei brani tra cui i 3 pezzi già presentati ad Amici 20.

Francesco Baccini dopo l'album "Nomi e cognomi" la censura televisiva e l'esilio da Sanremo

Il cantautore si è aperto in un'interessante intervista realizzata con Leggo.

L'industria discografica, da IFPI e FIMI, contro Vimeo

L'industria discografica contro Vimeo. IFPI, che rappresenta l'industria discografica nel mondo, insieme al gruppo nazionale italiano FIMI e a FPM - Federazione Contro la Pirateria Musicale.

In attesa de Il Volo appello per tenere aperta l'Arena di Verona fino alle ore 24

Nel lanciare la richiesta, il sindaco Sboarina e Gianfranco Mazzi hanno elencato 10 punti per cui sarebbe dovuto riaprire la location, tra le più belle al mondo.

Arisa: ecco "Ortica (o' sacc sul ij) – Jason Rooney Sensual Mix

Si tratta di una versione speciale, più intima, del nuovo singolo "Ortica", prodotta da Jason Rooney.

Nel biopic Netflix su Roberto Baggio il nuovo singolo di Diodato, "L'uomo dietro il campione"

Il brano sarà disponibile in digitale dal 14 maggio.

Tedua in attesa del nuovo album pubblica il mixtape "Don't panic" con 7 video ispirati alla Divina Commedia

Il progetto è accompagnato da 7 video realizzati con Unreal Engine, una tecnologia mai usata prima in Italia per i video musicali.

News
dalla discografia

Rubriche

radio date

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita nella settimana del 7 maggio

Pagelle Nuovi singoli

Pagelle Nuovi Singoli in uscita il 30 aprile 2021: I Coma_Cose fanno centro mentre Povia...

W la Mamma

Caro Povia, in merito al tuo post sul ddl zan, facciamo due riflessioni? io, te e mio figlio...

La mosca Tzè Tzè

Buon compleanno al Maestro Franco Battiato, colonna sonora della mia infanzia

Testo&Contesto

Testo & ConTesto: Laura Pausini Io sì. Il Prof di latino analizza il testo della canzone italiana candidata agli Oscar 2021

A tutto pop

A TUTTO POP #47: TONY MAIELLO, GIUNI RUSSO e TAGLIA 42. Aneddoti e curiosità sulle canzoni

A-V Indie

IL TEATRO DEGLI ORRORI (V di Venezia)

Emergenti

Not Good lancia il trascinante singolo "Mai più" feat. Emis Killa e Rizzo

Lameba e Joyello rivisitano Franco Battiato degli anni '70 ne Il rumore del Silenzio

Ciao sono Vale racconta le forme dell'amore in “Tutto ciò che Vuoi”

Anice ha lanciato il nuovo singolo "Carillon"

Maggio: "Ora vorrei" è estratto dal primo album "Nel mentre (Lato A)"

Matteo Brento: "Ritornerò" è il profetico nuovo singolo

Miglio si racconta nel viaggio interiore di "Autostrade"

Anteprima Video: una profonda analisi interiore nel singolo “Luce e Fango” di Eakos

Amalfitano lancia il nuovo singolo "Maddalena"

Certificazioni FIMI #17: Tiziano Ferro e Ultimo multiplatino. Nei singoli nuova certificazione per Sangiovanni

Classifica Spotify Settimana #17: Aka 7even e sangiovanni al top. Nella Viral entra Milva

Classifiche di Vendita Fimi Settimana #17: colpaccio di Franco126! Molto bene i Nomadi

Classifica Radio Settimana #17: Sanremo in calo. “Fireworks” scalza “Musica Leggerissima”

Certificazioni FIMI settimana #16: ben tre riconoscimenti per Gazzelle. Tra i sanremesi Annalisa, Madame e Coma_Cose

Classifica Spotify Settimana #16: Amici al Top! Aka7even e Sangiovanni in vetta!

Recensioni

Coma_Cose – Nostralgia… perché anche la nostalgia nel loro mondo cambia aspetto.

Annalisa: "Nuda Dieci"... una riedizione che riscalda l'atmosfera?

Malika Ayane: “Malifesto” il racconto perfetto di come la vita

Maneskin – Il Teatro dell'Ira... da cui fuoriesce tutta l'ira ma non solo

Ermal Meta - Tribù Urbana - Recensione del nuovo album del cantautore

La Rappresentante di lista - My Mamma - Recensione

Video

Vasco Brondi Paesaggio Dopo La Battaglia

GionnyScandal Intervista Anti

Iva Zanicchi Intervista Amore Mio Malgrado

TY1 Intervista Djungle

Chadia Rodriguez Intervista Concerto Primo Maggio

Ginevra Intervista Concerto Primo Maggio

Rkomi Intervista Taxi Driver

Ermal Meta in versione... ologramma!!!

Motta Intervista Semplice

Marte Marasco Intervista 1M Next

Cargo Intervista 1M Next

Marco Masini Intervista Concerto in Streaming 9 maggio