23 Giugno 2022
di Caporedattore
Condividi su:
23 Giugno 2022

Stage diving durante il live di Rhove a Battiti Live: in tre finiscono all’ospedale. Il commento dell’artista: “Non erano pronti”

Durante l'esibizione di Rhove al Battiti Live, un componente del suo gruppo si è lanciato sul pubblico. Tre persone sono finite in ospedale.

rhove
Condividi su:

Rhove, un amico, con lui sul palco per l’esibizione, si lancia sul pubblico durante il suo live… ovvero compie Stage diving, cosa che di solito fa l’artista ma soprassediamo.

C’era qualcosa di poetico nello Stage diving dei cantanti rock con la loro aria maledetta.

Il (cantante) o musicista si lanciava sul pubblico che lo acclamava, lo sorreggeva e lo faceva sentire un eroe, quasi un dio.

Poi lo stage diving è diventato mainstream, è uscito dal genere e ha conquistato le nuove generazioni che, però, evidentemente, non sono pronte reggere il peso del corpo che cade (o magari non sempre gliene importa di fare sta fatica, chissà…)

È capitato ad aprile a Blanco che, lanciatosi sul pubblico, nessuno lo ha preso… nemmeno la divina provvidenza visto che era live in Vaticano. Forse pensava di camminare sulle “folle”.

È successo di nuovo a un componente della crew di Rhove qualche giorno fa durante il Battiti Live mentre cantavano Shakerando (clicca qui). E questa volta è andata decisamente peggio.

A farne le spese non è stato il ragazzo che voleva surfare sul pubblico, ma i tre malcapitati che sono rimasti sotto. Due ragazze e un ragazzo sono finiti in ospedale.

Ecco quello che è successo, come raccontato gli stessi a Webboh:

L’amico di Rhove si è lanciato dal palco, a distanza di circa 4 metri. Ha fatto un volo ed è caduto sopra di noi. Ci siamo fatti male. Io stavo stordita e non capivo più niente e la prima cosa che vedo l’amico scappare e la telecamera che ci sta riprendendo. Poi mi sono girata e ho visto il mio ragazzo. Qualcuno dello staff si è avvicinato a me e alla mia amica. La sicurezza ci ha fatto uscire senza chiederci come stavamo. Hanno medicato solo il mio ragazzo. L’ho ritrovato fuori, dopo che l’ho chiamato.

Siamo andati il giorno dopo in ospedale. Io e la mia amica abbiamo una contrattura e contusione, lei al collo e io alla spalla e al polso. Il mio fidanzato ha un occhio gonfio e un taglio sotto lo zigomo. Rhove e il suo amico non ci hanno contattato. Adesso lo denunciamo: spero non capiti più una cosa del genere. Avrebbe potuto mettere in pericolo non solo noi, ma anche se stesso e anche il pubblico, creando un’onda d’urto e creando il panico. Ci spiace che nessuno, nemmeno Radio Norba e Battiti Live ci abbiano chiesto scusa.

Questo il video dell’accaduto, diventato virale in poco tempo:

STAGE DIVING DURANTE IL LIVE DI RHOVE

@jade_ingrosso

@Rhovelaprovince avvisa il tuo caro amico che nel giro di poco gli arriva una bella denuncia🫶🏻 #perte #fyp #fyp #rhove

♬ suono originale – giada♎️

Noi dovremmo solo riportare i fatti, raccontare cosa è successo, ma ci sono abitudini che possono rovinare la festa che deve essere la musica.

Come negli anni ’00 dove era abitudine pogare e, se qualche persona minuta o una ragazza si trovava in mezzo a questa folla che spingeva come nemmeno dei giocatori di rugby durante una partita, non era più una festa. Almeno per lei.

Ora la moda è lanciarsi sul pubblico, un pubblico che non si conosce, spesso composto da ragazzine e ragazzine. Chi si lancia non sa se finirà su un energumeno in grado di sostenerlo o su una persona che, per diversi motivi, non lo può fare.

Non erano pronti.

Commento di Rhove accompagnato dall’emoji della risata a crepapelle, decisamente fuori luogo.

Questo il commento iniziale del rapper ai fatti che poi però ha fatto un passo indietro con queste parole…

Mi spiace per i ragazzi che sono stati travolti dal mio socio Mino al live di Battiti non credevamo si fosse fatto male qualcuno
Questo è il nostro show e lo abbiamo portato forse in un ambiente diverso dal solito, uscire dagli schemi comporta anche questo.
Ci scusiamo con i ragazzi, spero che abbiamo superato la cosa

Insomma, quando la toppa è peggio del buco. Uscire dagli schemi è giusto, ma senza fare del male agli altri e se ci si butta sul pubblico, magari sarebbe il caso qualcuno controllasse che nessuno ci è rimasto… sotto! Rhove, è noto, è un amante degli sport estremi. Lui, per l’appunto.

storia rhove