9 Maggio 2018
di Blogger
Condividi su:
9 Maggio 2018

EUROVISION 2018: fuori per la prima volta l’Azerbaijan, sorprese Albania e Irlanda!

Prima semifinale dell'Eurovision 2018 ricca di sorprese all'Altice Arena. Dentro Albania e Irlanda, fuori Azerbaijan, Grecia ed Armenia.

eurovision 2018
Condividi su:

Si è appena conclusa la prima semifinale dell’Eurovision 2018 e le sorprese non sono decisamente mancate. Fra le dieci qualificate troviamo l’irlandese Ryan O’Shaughnessy, che riporta la nazione del trifoglio in finale dopo un’assenza di ben cinque anni, ma anche l’albanese Eugent Bushpepa: entrambi erano visti come senza speranze o quasi nella classifica degli scommettitori. Restano invece fuori tre powerhouse storiche dell’Eurovision come Azerbaijan, Grecia e Armenia, oltre al deludente Belgio.

Ma andiamo a vedere in dettaglio chi sono i 10 qualificati alla finale di sabato:

AUSTRIA – César Sampson, Nobody But You
ESTONIA – Elina Netšajeva, La Forza
CIPRO – Eleni Foureira, Fuego
LITUANIA – Ieva Zasimauskaitė, When We’re Old
ISRAELE – Netta, Toy
REPUBBLICA CECA – Mikolas Josef, Lie To Me
BULGARIA – EQUINOX, Bones
ALBANIA – Eugent Bushpepa, Mall
FINLANDIA – Saara Aalto, Monsters
IRLANDA – Ryan O’Shaughnessy, Together

ieva zasimauskaite

Tutte le favorite staccano il biglietto per la finale: ritroveremo sabato sera il pop di Cipro e Finlandia, le atmosfere soul della Bulgaria e lo spettacolo di Israele e Repubblica Ceca. La vera sorpresa della serata è però la Lituania: Ieva Zasimauskaitė era arrivata a Lisbona conscia di affrontare quasi una missione impossibile solo per superare il turno, ma esce da questa semifinale con il probabilissimo titolo di sorpresa dell’edizione. Nelle scommesse è risalita in poche ore dalla ventesima alla quinta posizione, e ora come ora potrebbe davvero aspirare al miglior piazzamento della storia del paese baltico all’Eurovision (il 6° posto dei LT United nel 2006).

1955e1fbd07a7f39bc8d8ef25a1d62dd

Detto delle qualificazioni a sorpresa di Albania ed Irlanda, la vera notizia della serata è la caduta di tante certezze che fino a ieri sembravano incrollabili: non ce la fa per la prima volta nella storia l’Azerbaijan, che dal 2008 aveva centrato dieci qualificazioni su dieci. Niente da fare anche per la Grecia, che continua il suo trend negativo dopo un finale di decennio scorso sugli scudi, e per l’Armenia, che invece resta fuori per la prima volta dal 2011. Lasciano la compagnia anche la croata Franka e soprattutto gli svizzeri Zibbz, a cui non bastano le ottime recensioni uscite dalle prove degli ultimi giorni per conquistarsi un posto nei 10. Continua invece la serie negativa di eliminazioni della Repubblica di Macedonia, che resta fuori dalla finale per il sesto anno consecutivo.

76a6de8653ae1f470d0e32e93b5120e6

Al termine della diretta si è tenuta la tradizionale conferenza stampa dei vincitori, dove sono state estratte le metà di finale in cui si esibiranno i 10 qualificati. Troveremo nella prima metà Lituania, Albania, Estonia e Austria, mentre nella seconda metà (assieme all’Italia) avremo Israele, Bulgaria, Cipro, Finlandia, Irlanda e Repubblica Ceca.