9 Febbraio 2019
Condividi su:
9 Febbraio 2019

L’ANALISI: Sanremo 2019, quale canzone per l’Italia all’Eurovision Song Contest?

Un'analisi del nostro Davide Maistrello, esperto di Eurovision, sui possibili candidati dell'Italia. Pro e contro compresi...

Condividi su:

Fra i tanti spunti di discussione suscitati dalle prime serate di Sanremo 2019, ancora poco si è parlato della scelta del rappresentante italiano per l’edizione 2019 dell’Eurovision Song Contest – la rassegna musicale europea a cui l’Italia tornerà a partecipare, sotto il cartello del suo broadcaster nazionale RAI, per il nono anno consecutivo.

Ricordiamo le regole d’ingaggio, sempre uguali da cinque anni a questa parte: il vincitore del Festival ha il diritto di prelazione sulla possibilità di rappresentare l’Italia all’Eurovision, mentre in caso di rifiuto del primo classificato (come già successo con gli Stadio nel 2016) sarà una commissione interna a decidere chi farà garrire il tricolore sul palco di Tel Aviv, non necessariamente in ordine di classifica.

È bene tenere presente anche che il cantante prescelto (sia esso il vincitore di Sanremo o meno) non ha l’obbligo di presentare all’Eurovision la canzone con cui ha preso parte al Festival, ma può sostituirla con un altro brano.

A prescindere da questi ragionamenti e sperando di essere più lungimiranti rispetto alla scorsa edizione, andiamo come l’anno scorso ad analizzare i pro e i contro delle proposte che per un motivo o per l’altro in queste ore sembrano poter ricoprire un ruolo nella corsa al titolo di nostro rappresentante in Israele.

#1. IL VOLO, Musica che resta

Non è un mistero che il terzo posto all’Eurovision 2015 ottenuto peraltro sbancando il televoto non sia mai andato completamente giù ai tre componenti del trio pop opera/crossover, e in questa luce va a collocarsi la loro partecipazione a Sanremo con Musica che resta un brano che sembra composto apposta per cavalcare l’onda lunga del successo di Grande amore e per tornare a far bene sulla scena europea, portando seppur con piccole modifiche la stessa formula che contribuì al loro successo quattro anni fa.

PRO: l’Italia ha provato a mostrarsi all’Europa in vesti molto diverse, ma quella che storicamente ha funzionato meglio è quella del bel canto. Addirittura all’ultimo Junior Eurovision – una manifestazione comunque destinata a un pubblico giovane – una proposta classicissima e praticamente non calcolata da nessuno come era stata What Is Love di Melissa di Pasca & Marco Boni è riuscita comunque a piazzarsi nei primi 8 (su 20) del voto online. In più è difficile immaginarsi un artista italiano (tolti i superbig) con maggiore presa de Il Volo sul pubblico europeo.

CONTRO: se si porta Il Volo, si va dichiaratamente per vincere – e Musica che resta, pur essendo una proposta solida, non sembra avere la stessa potenza e lo stesso impatto distruttivo di Grande amore. In certi scenari potremmo immaginarli vincere il televoto (nel 2015 batterono la seconda classificata di 80 punti e l’eventuale vincitrice di 87; con le regole attuali sarebbero arrivati secondi anziché terzi), ma se già non bastò la posizione perfetta e l’hype della loro prima partecipazione è difficile immaginare che con una riproposizione quasi identica della stessa formula si possa fare meglio.

#2. MAHMOOD, Soldi

Vincitore di Sanremo Giovani 2018, il cantante italo-egiziano si sta configurando come una delle rivelazioni di questa edizione del Festival. Soldi è forse il brano più contemporaneo fra i 24 in gara, ha un arrangiamento e una dinamica che gli permetterebbe di funzionare molto bene anche senza esecuzione orchestrale

PRO: siamo in una fase della storia dell’Eurovision dove l’originalità paga rispetto all’omologazione, e un brano come Soldi (magari con una performance costruita ad hoc e più “dinamica” di quella sanremese) potrebbe rappresentare una proposta vincente ed attuale sul palco europeo. Inoltre, portare in Israele un artista di origine egiziana farebbe sicuramente discutere e potrebbe costituire un elemento di interesse nell’avvicinarsi all’evento (anche se pure la Francia ha puntato sul diciannovenne di origini marocchine Bilal Hassani).

CONTRO: è difficile immaginare che Mahmood, probabilmente destinato a finire fuori dalla top12 sabato sera, possa ottenere il pass per Tel Aviv se non per rinuncia di altri (e anche lì, come abbiamo visto in passato, sicuramente l’opinione pubblica spingerebbe per perorare la candidatura di artisti che si siano piazzati meglio).

#3. ARISA, Mi sento bene

Fra i concorrenti in gara in questa edizione di Sanremo, Arisa è quella che non ha mai fatto mistero di voler conquistare il palco della kermesse europea. Mi sento bene è il brano più pop e forse più “eurovisivo” (fatta eccezione per l’ouverture in stile ballad disneyana) di questa edizione, nobilitato sicuramente da una performance vocale sempre ineccepibile da parte dell’interprete lucana.

PRO: in un concorso che nell’ultima edizione ha riabilitato a pieno titolo le uptempo e la musica pop (in particolare con le prime due classificate, Toy di Netta Barzilai per Israele e soprattutto Fuego di Eleni Foureira per Cipro) Mi sento bene potrebbe costituire la nostra interpretazione di questo trend, con in aggiunta l’eleganza ed il bel canto ad attrarre le giurie. È inoltre indubbio che la stessa Arisa sarebbe sicuramente motivatissima a far bene e a onorare la nostra bandiera, considerato che sta inseguendo questa opportunità ormai da diversi anni.

CONTRO: contro le chance di Mi sento bene, come per altre canzoni, gioca l’eccessiva lunghezza del brano (3:44 contro i 3:00 imposi dal regolamento) che porterebbe con ogni probabilità a un taglio destinato comunque a mortificare e snaturare un pezzo nato con una sua struttura per far bene sul palco sanremese.

#4. IRAMA, La ragazza con il cuore di latta

Esibizione dopo esibizione, Irama si è inserito nel novero dei potenziali favoriti con una fiaba dal potenziale e scontatissimo happy ending dedicata a una ragazza massacrata dalle brutte esperienze (nell’ordine: un difetto cardiaco alla nascita, l’ostracismo dei compagni, gli abusi del padre alcolizzato) ma salvata dal potere dell’amore dell’uomo giusto per lei. Una storia che sicuramente può conquistare la platea sanremese, ma che rischia di passare inosservata davanti ai 200 milioni di spettatori dell’Eurovision.

PRO: è un brano “gigione” (nel senso buono del termine) e si è visto l’anno scorso con Non mi avete fatto niente quanto la giusta tematica possa pagare se presentata nel modo corretto. Se la scelta ricadesse su Irama, gran parte degli sforzi della delegazione andrebbero veicolati fin da subito nel cercare il modo migliore per far passare il messaggio del brano al pubblico europeo.

CONTRO: Irama ha un repertorio sicuramente molto più “eurovisivo” di quanto possa far pensare La ragazza con il cuore di latta, un brano costruito per vincere il Festival. Il coro gospel è un po’ un’arma a doppio taglio, perché da una parte potrebbe essere il valore aggiunto alla performance, dall’altra rischierebbe di “invecchiare” la proposta oltre misura. Un altro punto che potrebbe penalizzare Irama è la sua resa vocale dal vivo, apparsa non proprio all’altezza (specie nella parte cantata) in queste prime serate sanremesi.

#5. ULTIMO, I tuoi particolari

Vincitore della sezione Nuove Proposte nel 2018, Ultimo è stato considerato fin dalla presentazione del cast il favorito numero uno per la vittoria del Festival. Il brano presentato non spicca per originalità né costituisce un capolavoro all’interno della produzione del cantautore romano, ma sta macinando record fra classifiche di vendita e visualizzazioni ed è difficile immaginarlo fuori dalla fuga decisiva sabato sera.

PRO: I tuoi particolari è una variazione moderna sulla classica ballata all’italiana – con cui ad esempio Marco Mengoni fece bene nel 2013 – e all’estero un pezzo di questo tipo rappresenterebbe comunque una proposta solida e spendibile, configurandosi con quello che il pubblico dell’Eurovision si aspetta dal nostro Paese.

CONTRO: Ultimo non ha mai menzionato l’Eurovision nelle interviste pre-Festival, (si dice) poiché l’edizione di quest’anno coincide con diverse tappe del suo tour italiano già quasi interamente sold out (rendendo quindi difficile immaginarsi un’ipotesi di spostamento date, come succederà in caso di scelta per le tappe giapponesi de Il Volo). Inoltre, I tuoi particolari ricalca un po’ troppo da vicino lo stile di Fabrizio Moro (rappresentante italiano nel 2018 assieme ad Ermal Meta) e si correrebbe un po’ il rischio della riproposizione.

#6. LOREDANA BERTÈ, Cosa ti aspetti da me

Pare assurdo a pensarci, ma “Loredana Berté all’Eurovision” è il ritornello che si legge in queste ultime ore su diversi siti dedicati da parte di decine di commentatori esteri. Considerato come Cosa ti aspetti da me sia rientrata nel giro dei favoriti dopo l’esibizione di mercoledì, è impossibile non escludere a priori Loredana da questo discorso.

PRO: la scelta della Bertè come nostra rappresentante in Europa, oltre a premiarla per quella che sembra davvero essere la sua ennesima rinascita in una carriera lunghissima e costellata di alti e bassi, avrebbe il potere di far parlare (anche all’estero e fra i fan dell’ESC, a cui la sorella Mia Martini partecipò nel 1977 e 1992) e catalizzare sicuramente un notevole interesse. In qualche modo, anche la scelta di Loredana andrebbe a colpire l’immaginario europeo che vede l’Italia come nazione capace di portare in Europa la propria identità senza compromessi.

CONTRO: …sì, ma il piazzamento finale? Davvero crediamo che le giurie eurovisive non andranno a massacrare oltre misura (come già successo con le ultime proposte “over” apparse all’Eurovision, in particolare Bonnie Tyler nel 2013) le velleità dell’Italia? Senza contare che, se noi in Italia abbiamo un’idea del vissuto di un’interprete come Loredana e di cosa rappresentano lei e la sua immagine, in contesti diversi (la Scandinavia? l’Est Europa?) rischierebbe di essere presa come una gimmick entry che non fa ridere (perché la sua intenzione non è quella).

#7. SIMONE CRISTICCHI, Abbi cura di me – DANIELE SILVESTRI, Argentovivo

Ho unito assieme queste due proposte sia perché molto simili e legate a una delivery a metà fra il canto e lo spoken verse, sia perché molto avanti nella classifica degli scommettitori e quindi potenziali candidate alla vittoria finale.

Non mi è chiaro però come questa formula potrebbe funzionare sul palcoscenico eurovisivo, un po’ per le modifiche di cui necessiterebbero entrambi i brani (in particolare quello di Silvestri, la cui costruzione atipica rende impossibile anche solo pensare all’idea di un taglio che mantenga intatto lo spirito del pezzo) un po’ perché entrambe le proposte nel loro insieme non sono costruite per colpire al primo ascolto e rischierebbero di risultare fuori contesto a Tel Aviv. Se uno di questi due interpreti venisse selezionato, a mio avviso bisognerebbe pensare a un pezzo differente da quello sanremese – eventualità che la RAI e la stessa delegazione italiana non vedono particolarmente di buon occhio.

Cosa ne pensate? Chi vorreste vedere come nostro rappresentante a maggio sul palco di Tel Aviv e perché?


In Copertina

Ora o mai più - quarta puntata: è rottura tra Rettore e Donatella Milani

Vince per la terza volta Paolo Vallesi davanti a Silvia Salemi.

Geoff Westley Videointervista: “Il segreto è l'imperfezione! L'ho imparato da Battisti”

Il Maestro Geoff Westley, Direttore Musicale del Festival 2019, si racconta annunciando un nuovo album di composizioni originali per pianoforte.

Marcella Bella smentisce di aver accusato Claudio Baglioni e Salzano

Dopo la pubblicazione di un'intervista su Rolling Stone scoppia la polemica, ma è l'artista stessa ad intervenire.

Mahmood primo ovunque in attesa dell'album e degli instore

Primo in radio, nello streaming e tra i singoli. L'album debutta sesto con le sole vendite in digitale... per Mahmood son "Soldi soldi soldi"!.

Da oggi in radio - Le Pagelle dei nuovi singoli in uscita il 15 febbraio

Settimana di calma in radio quella dopo il Festival di Sanremo. Escono Anastasio e tantissimi emergenti recensiti per voi.

Analisi Sanremo 2019: ecco come Mahmood ha trionfato e Loredana Berté è stata esclusa dal podio

L'analisi del nostro Davide Maistrello dei dati delle votazioni di Sanremo, sera per sera, giuria per giuria, che spiegano come si è arrivati alla classifica finale.

Da oggi in radio

Le pagelle settimanali del nostro critico musicale ai nuovi singoli in uscita

ALBUM ITALIANI IN USCITA NEL 2019

Ecco tutti i dischi in arrivo nei prossimi mesi

Interviste

Geoff Westley Videointervista: “Il segreto è l'imperfezione! L'ho imparato da Battisti”

Il Maestro Geoff Westley, Direttore Musicale del Festival 2019, si racconta annunciando un nuovo album di composizioni originali per pianoforte.

Videointervista ai Jalisse: “Non siamo più considerati meteore”

I Jalisse sono stati spesso considerati esempio dell'insuccesso sanremese. Nell'intervista parlano della loro carriera e del successo all'estero... .

Virginio Videointervista "È importante che chi scrive si imponga di evolvere..."

A Sanremo abbiamo incontrato il cantautore, impegnato in progetti al momento top secret, per parlare del nuovo singolo in arrivo ma anche del passato, di evoluzioni e molto altro.

Videointervista a Massimo Di Cataldo: "Che sara di me? Posso dire che era la domanda giusta!"

Massimo Di Cataldo si racconta in un'intervista realizzata a Sanremo durante la settimana del Festival.

Ora o mai più - Intervista a Davide De Marinis: "Il mio inedito sarà molto estivo..."

Tra i concorrenti della nuova edizione del fortunato talent show di Rai 1 c'è il cantautore Davide De Marinis. Ecco la nostra intervista.

Videointervista a Cristina D'Avena: Doraemon, Papà Gambalunga e il palco dell'Ariston

Cristina D'Avena torna all'Ariston e si racconta in questa videointervista successiva all'esibizione.

Federica Carta e Shade videointervista Sanremo 2019

Dopo il grande successo di "Irraggiungibile" Federica Carta e Shade sono tornati per debuttare insieme al Festival di Sanremo.

L'editoriale del direttore

di Massimiliano Longo

Giornalisti contro il Volo - Quando una sala stampa diventa il bar sotto casa...

Mentre tutti, dalle televisioni ai giornali, continuano a parlare di Ultimo, del suo sfogo eccessivo in sala stampa (noi ne abbiamo scritto qui) c'è una questione che  che rischia di passare inosservata... la mancanza di professionalità, al limite del bullismo, di una parte (piccola, va detto) della sala stampa, giornalisti o blogger che siano, nei...

News

Legge radio italiane - La Lega lancia una progetto a favore della musica

"La vittoria di Mahmood all'Ariston dimostra che grandi lobby e interessi politici hanno la meglio rispetto alla musica. Io preferisco aiutare gli artisti e i produttori del nostro Paese...".

Ora o mai più - quarta puntata: è rottura tra Rettore e Donatella Milani

Vince per la terza volta Paolo Vallesi davanti a Silvia Salemi.

Jovanotti con il Jova Beach Opening Track aprirà le sfilate del Carnevale 2019

Jova Beach Opening Track è il carro con palco e Dj Set che aprirà le sfilate del Carnevale di Viareggio, per promuovere il Jova Beach Party.

Marcella Bella smentisce di aver accusato Claudio Baglioni e Salzano

Dopo la pubblicazione di un'intervista su Rolling Stone scoppia la polemica, ma è l'artista stessa ad intervenire.

Il Volo: aperte le prevendite per il tour italiano, aspettando Musica e gli instore

Aspettando l'uscita dell'album Il Volo annuncia gli appuntamenti instore e le date italiane del tour.

Giordana con tre sì riesce ad accedere al serale di Amici 18

La cantautrice è stata sottoposta ad un esame davanti a tre giudici d'eccezione.

Radio Italia Live – Il Concerto: anche nel 2019 l'appuntamento raddoppia

Sono stati annunciati dall'Editore Mario Volanti e dai Sindaci di Milano e Palermo i due appuntamenti di Radio Italia Live - Il Concerto.

Salmo tutto sold out nei palazzetti, aggiunge nuove date al Summer Tour

Salmo fa sold out in tutto il tour nei palazzetti e aggiunge Bologna, Molfetta e Genova al Playlist Summer Tour.

CLASSIFICHE STREAMING SPOTIFY – SETTIMANA 7

Nella classifica dello streaming di Spotify irrompono i brani di Sanremo 2019. Nella Top 10 ben 7 brani con Mahmood che infrange nuovi record.

Big Fish unisce grandi nomi del rap italiano nel nuovo singolo Torcida

Il nuovo singolo di Big Fish è Torcida: barre perfette e beat old school con Jake La Furia, Fabri Fibra, Emis Killa e Chadia Rodriguez.

Mahmood primo ovunque in attesa dell'album e degli instore

Primo in radio, nello streaming e tra i singoli. L'album debutta sesto con le sole vendite in digitale... per Mahmood son "Soldi soldi soldi"!.

Egreen e Nex Cassel pubblicano il joint album “Lo Ve”

I rap Egreen e Nex Cassel danno il via alla loro collaborazione con l'album Lo Ve .

Irama fa tris entrando nuovamente primo nella classifica di vendite FIMI

A meno di un anno dal ritorno sulle scene discografiche, Irama debutta al primo posto in classifica per la terza volta. Ecco i numeri del successo del cantautore!.

Classifiche di vendita Fimi – Settimana 7: con Sanremo Irama torna primo

Nei singoli Mahmood guida con Soldi, Seguono Ultimo e, anche qui, Irama!.

Classifica Radio Earone Settimana 7: Mahmood primo e unico sanremese nella Top 10

Mahmood subito in testa! Nella Top 20 tra i sanremesi trovano spazio solo Achille Lauro, Loredana Berté e Ultimo.

Flash News

Eros Ramazzotti si aggiorna il calendario del Vita Ce N'è World Tour

Sfera Ebbasta, nuova data a Conegliano per il Popstar Tour 2019

Tiromancino: nuove date per il Fino a Qui Tour (biglietti)

Gino Paoli: rinviato il concerto del 14 febbraio ad Aosta

Emma: tutto pronto per Essere qui Tour e il singolo coi Thirty Seconds to Mars

Carl Brave annuncia il Notti Brave Summer Tour (biglietti)

Sanremo 2019: crescono gli ascolti della terza serata

Salmo nuove date nel calendario del “Playlist Summer Tour”

Rubriche

Da oggi in radio

Da oggi in radio - Le Pagelle dei nuovi singoli in uscita il 15 febbraio

Radio Date

Radio Date: tutti i singoli in uscita il 15 febbraio 2019

L'ANALISI

Analisi Sanremo 2019: ecco come Mahmood ha trionfato e Loredana Berté è stata esclusa dal podio

Sondaggi

Sanremo 2019 - Sondaggio - Risultati: ecco la classifica per i nostri lettori

La mosca Tzè Tzè

Sanremo 2019: Loredana Bertè e la borsetta a tracolla

Emergenti

Caleido: cantano il non-amore in Chiara, singolo d'esordio della band toscana

Clara Marv in Superstar canta la decadenza di una società alla ricerca di soldi e popolarità

AimaD: “Rolling Stone” è il nuovo aggressivo singolo del trapper

Valentina Parisse debutta al cinema grazie al singolo Tutto cambia

L'INDOLE RUVIDA E INTENSA DI DILE SI PRESENTA: ECCO LA SUA PERDERSI

Thema: il 15 e 16 febbraio in Cile al Festival Internacional de la Canción de San Francisco

CLASSIFICHE STREAMING SPOTIFY – SETTIMANA 7

Classifiche di vendita Fimi – Settimana 7: con Sanremo Irama torna primo

Classifica Radio Earone Settimana 7: Mahmood primo e unico sanremese nella Top 10

CLASSIFICHE STREAMING SPOTIFY – SETTIMANA 6

CLASSIFICHE MUSICALI YOUTUBE – SETTIMANA 6: Irama subito al vertice

Certificazioni Fimi - Settimana 6: da Cristina D'Avena a Faber, ecco i nuovi Fimi Awards

Recensioni

Anna Tatangelo La Fortuna sia con me - Recensione

Fedez - Paranoia Airlines - Recensione

Marco Mengoni - Atlantico - Recensione

Less than a cube - The Sky pushed the world away - Recensione

Eros Ramazzotti - Vita ce n'è - Recensione

Giorgia - Pop Heart - Recensione

Video

Virginio intervista aspettando il nuovo singolo e il disco

Il Volo "Merde..." gli insulti della sala stampa

Jalisse Intervista da Sanremo 2019

Luis Fonsi intervista da Sanremo 2019

Il Volo intervista Sanremo 2019 Musica Che Resta

Cristina D'Avena intervista da Sanremo 2019

Shade e Federica Carta intervista Sanremo 2019 Senza Farlo Apposta

Irama intervista Sanremo 2019 La Ragazza con il cuore di latta

Sanremo 2019 Syria Intervista

Einar Biondo Sergio Sylvestre intervista da Sanremo 2019

Serena Rossi intervista da Sanremo 2019 Io Sono Mia

Daniele Silvestri intervista da Sanremo 2019 Argento Vivo