9 Febbraio 2019
Condividi su:
9 Febbraio 2019

L’ANALISI: Sanremo 2019, quale canzone per l’Italia all’Eurovision Song Contest?

Un'analisi del nostro Davide Maistrello, esperto di Eurovision, sui possibili candidati dell'Italia. Pro e contro compresi...

Condividi su:

Fra i tanti spunti di discussione suscitati dalle prime serate di Sanremo 2019, ancora poco si è parlato della scelta del rappresentante italiano per l’edizione 2019 dell’Eurovision Song Contest – la rassegna musicale europea a cui l’Italia tornerà a partecipare, sotto il cartello del suo broadcaster nazionale RAI, per il nono anno consecutivo.

Ricordiamo le regole d’ingaggio, sempre uguali da cinque anni a questa parte: il vincitore del Festival ha il diritto di prelazione sulla possibilità di rappresentare l’Italia all’Eurovision, mentre in caso di rifiuto del primo classificato (come già successo con gli Stadio nel 2016) sarà una commissione interna a decidere chi farà garrire il tricolore sul palco di Tel Aviv, non necessariamente in ordine di classifica.

È bene tenere presente anche che il cantante prescelto (sia esso il vincitore di Sanremo o meno) non ha l’obbligo di presentare all’Eurovision la canzone con cui ha preso parte al Festival, ma può sostituirla con un altro brano.

A prescindere da questi ragionamenti e sperando di essere più lungimiranti rispetto alla scorsa edizione, andiamo come l’anno scorso ad analizzare i pro e i contro delle proposte che per un motivo o per l’altro in queste ore sembrano poter ricoprire un ruolo nella corsa al titolo di nostro rappresentante in Israele.

#1. IL VOLO, Musica che resta

Non è un mistero che il terzo posto all’Eurovision 2015 ottenuto peraltro sbancando il televoto non sia mai andato completamente giù ai tre componenti del trio pop opera/crossover, e in questa luce va a collocarsi la loro partecipazione a Sanremo con Musica che resta un brano che sembra composto apposta per cavalcare l’onda lunga del successo di Grande amore e per tornare a far bene sulla scena europea, portando seppur con piccole modifiche la stessa formula che contribuì al loro successo quattro anni fa.

PRO: l’Italia ha provato a mostrarsi all’Europa in vesti molto diverse, ma quella che storicamente ha funzionato meglio è quella del bel canto. Addirittura all’ultimo Junior Eurovision – una manifestazione comunque destinata a un pubblico giovane – una proposta classicissima e praticamente non calcolata da nessuno come era stata What Is Love di Melissa di Pasca & Marco Boni è riuscita comunque a piazzarsi nei primi 8 (su 20) del voto online. In più è difficile immaginarsi un artista italiano (tolti i superbig) con maggiore presa de Il Volo sul pubblico europeo.

CONTRO: se si porta Il Volo, si va dichiaratamente per vincere – e Musica che resta, pur essendo una proposta solida, non sembra avere la stessa potenza e lo stesso impatto distruttivo di Grande amore. In certi scenari potremmo immaginarli vincere il televoto (nel 2015 batterono la seconda classificata di 80 punti e l’eventuale vincitrice di 87; con le regole attuali sarebbero arrivati secondi anziché terzi), ma se già non bastò la posizione perfetta e l’hype della loro prima partecipazione è difficile immaginare che con una riproposizione quasi identica della stessa formula si possa fare meglio.

#2. MAHMOOD, Soldi

Vincitore di Sanremo Giovani 2018, il cantante italo-egiziano si sta configurando come una delle rivelazioni di questa edizione del Festival. Soldi è forse il brano più contemporaneo fra i 24 in gara, ha un arrangiamento e una dinamica che gli permetterebbe di funzionare molto bene anche senza esecuzione orchestrale

PRO: siamo in una fase della storia dell’Eurovision dove l’originalità paga rispetto all’omologazione, e un brano come Soldi (magari con una performance costruita ad hoc e più “dinamica” di quella sanremese) potrebbe rappresentare una proposta vincente ed attuale sul palco europeo. Inoltre, portare in Israele un artista di origine egiziana farebbe sicuramente discutere e potrebbe costituire un elemento di interesse nell’avvicinarsi all’evento (anche se pure la Francia ha puntato sul diciannovenne di origini marocchine Bilal Hassani).

CONTRO: è difficile immaginare che Mahmood, probabilmente destinato a finire fuori dalla top12 sabato sera, possa ottenere il pass per Tel Aviv se non per rinuncia di altri (e anche lì, come abbiamo visto in passato, sicuramente l’opinione pubblica spingerebbe per perorare la candidatura di artisti che si siano piazzati meglio).

#3. ARISA, Mi sento bene

Fra i concorrenti in gara in questa edizione di Sanremo, Arisa è quella che non ha mai fatto mistero di voler conquistare il palco della kermesse europea. Mi sento bene è il brano più pop e forse più “eurovisivo” (fatta eccezione per l’ouverture in stile ballad disneyana) di questa edizione, nobilitato sicuramente da una performance vocale sempre ineccepibile da parte dell’interprete lucana.

PRO: in un concorso che nell’ultima edizione ha riabilitato a pieno titolo le uptempo e la musica pop (in particolare con le prime due classificate, Toy di Netta Barzilai per Israele e soprattutto Fuego di Eleni Foureira per Cipro) Mi sento bene potrebbe costituire la nostra interpretazione di questo trend, con in aggiunta l’eleganza ed il bel canto ad attrarre le giurie. È inoltre indubbio che la stessa Arisa sarebbe sicuramente motivatissima a far bene e a onorare la nostra bandiera, considerato che sta inseguendo questa opportunità ormai da diversi anni.

CONTRO: contro le chance di Mi sento bene, come per altre canzoni, gioca l’eccessiva lunghezza del brano (3:44 contro i 3:00 imposi dal regolamento) che porterebbe con ogni probabilità a un taglio destinato comunque a mortificare e snaturare un pezzo nato con una sua struttura per far bene sul palco sanremese.

#4. IRAMA, La ragazza con il cuore di latta

Esibizione dopo esibizione, Irama si è inserito nel novero dei potenziali favoriti con una fiaba dal potenziale e scontatissimo happy ending dedicata a una ragazza massacrata dalle brutte esperienze (nell’ordine: un difetto cardiaco alla nascita, l’ostracismo dei compagni, gli abusi del padre alcolizzato) ma salvata dal potere dell’amore dell’uomo giusto per lei. Una storia che sicuramente può conquistare la platea sanremese, ma che rischia di passare inosservata davanti ai 200 milioni di spettatori dell’Eurovision.

PRO: è un brano “gigione” (nel senso buono del termine) e si è visto l’anno scorso con Non mi avete fatto niente quanto la giusta tematica possa pagare se presentata nel modo corretto. Se la scelta ricadesse su Irama, gran parte degli sforzi della delegazione andrebbero veicolati fin da subito nel cercare il modo migliore per far passare il messaggio del brano al pubblico europeo.

CONTRO: Irama ha un repertorio sicuramente molto più “eurovisivo” di quanto possa far pensare La ragazza con il cuore di latta, un brano costruito per vincere il Festival. Il coro gospel è un po’ un’arma a doppio taglio, perché da una parte potrebbe essere il valore aggiunto alla performance, dall’altra rischierebbe di “invecchiare” la proposta oltre misura. Un altro punto che potrebbe penalizzare Irama è la sua resa vocale dal vivo, apparsa non proprio all’altezza (specie nella parte cantata) in queste prime serate sanremesi.

#5. ULTIMO, I tuoi particolari

Vincitore della sezione Nuove Proposte nel 2018, Ultimo è stato considerato fin dalla presentazione del cast il favorito numero uno per la vittoria del Festival. Il brano presentato non spicca per originalità né costituisce un capolavoro all’interno della produzione del cantautore romano, ma sta macinando record fra classifiche di vendita e visualizzazioni ed è difficile immaginarlo fuori dalla fuga decisiva sabato sera.

PRO: I tuoi particolari è una variazione moderna sulla classica ballata all’italiana – con cui ad esempio Marco Mengoni fece bene nel 2013 – e all’estero un pezzo di questo tipo rappresenterebbe comunque una proposta solida e spendibile, configurandosi con quello che il pubblico dell’Eurovision si aspetta dal nostro Paese.

CONTRO: Ultimo non ha mai menzionato l’Eurovision nelle interviste pre-Festival, (si dice) poiché l’edizione di quest’anno coincide con diverse tappe del suo tour italiano già quasi interamente sold out (rendendo quindi difficile immaginarsi un’ipotesi di spostamento date, come succederà in caso di scelta per le tappe giapponesi de Il Volo). Inoltre, I tuoi particolari ricalca un po’ troppo da vicino lo stile di Fabrizio Moro (rappresentante italiano nel 2018 assieme ad Ermal Meta) e si correrebbe un po’ il rischio della riproposizione.

#6. LOREDANA BERTÈ, Cosa ti aspetti da me

Pare assurdo a pensarci, ma “Loredana Berté all’Eurovision” è il ritornello che si legge in queste ultime ore su diversi siti dedicati da parte di decine di commentatori esteri. Considerato come Cosa ti aspetti da me sia rientrata nel giro dei favoriti dopo l’esibizione di mercoledì, è impossibile non escludere a priori Loredana da questo discorso.

PRO: la scelta della Bertè come nostra rappresentante in Europa, oltre a premiarla per quella che sembra davvero essere la sua ennesima rinascita in una carriera lunghissima e costellata di alti e bassi, avrebbe il potere di far parlare (anche all’estero e fra i fan dell’ESC, a cui la sorella Mia Martini partecipò nel 1977 e 1992) e catalizzare sicuramente un notevole interesse. In qualche modo, anche la scelta di Loredana andrebbe a colpire l’immaginario europeo che vede l’Italia come nazione capace di portare in Europa la propria identità senza compromessi.

CONTRO: …sì, ma il piazzamento finale? Davvero crediamo che le giurie eurovisive non andranno a massacrare oltre misura (come già successo con le ultime proposte “over” apparse all’Eurovision, in particolare Bonnie Tyler nel 2013) le velleità dell’Italia? Senza contare che, se noi in Italia abbiamo un’idea del vissuto di un’interprete come Loredana e di cosa rappresentano lei e la sua immagine, in contesti diversi (la Scandinavia? l’Est Europa?) rischierebbe di essere presa come una gimmick entry che non fa ridere (perché la sua intenzione non è quella).

#7. SIMONE CRISTICCHI, Abbi cura di me – DANIELE SILVESTRI, Argentovivo

Ho unito assieme queste due proposte sia perché molto simili e legate a una delivery a metà fra il canto e lo spoken verse, sia perché molto avanti nella classifica degli scommettitori e quindi potenziali candidate alla vittoria finale.

Non mi è chiaro però come questa formula potrebbe funzionare sul palcoscenico eurovisivo, un po’ per le modifiche di cui necessiterebbero entrambi i brani (in particolare quello di Silvestri, la cui costruzione atipica rende impossibile anche solo pensare all’idea di un taglio che mantenga intatto lo spirito del pezzo) un po’ perché entrambe le proposte nel loro insieme non sono costruite per colpire al primo ascolto e rischierebbero di risultare fuori contesto a Tel Aviv. Se uno di questi due interpreti venisse selezionato, a mio avviso bisognerebbe pensare a un pezzo differente da quello sanremese – eventualità che la RAI e la stessa delegazione italiana non vedono particolarmente di buon occhio.

Cosa ne pensate? Chi vorreste vedere come nostro rappresentante a maggio sul palco di Tel Aviv e perché?


In Copertina

Le pagelle ai nuovi singoli italiani in uscita il 23 ottobre 2020

Laura Pausini, Irene Grandi, Loomy, Emis Killa & Jake La Furia e tanti emergenti nelle nuove recensioni di Fabio Fiume.

Sanremo Giovani 2020: online i brani dei 20 semifinalisti. Ecco come ascoltarli!

AmaSanremo, il programma che sceglierà i 10 finalisti, partirà il 29 ottobre su Rai 1.

Laura Pausini svela il testo di "Io sì" (Seen) e parte il pre-save

Il brano uscirà in cinque lingue diverse in uno speciale EP digitale il 23 ottobre.

I Top e Flop di Amici di Maria De Filippi tra i gli artisti vincitori

Chi tra i vincitori del talent show di Canale 5, ballerini a parte, ha realmente concretizzato il proprio successo?.

Morgan nuovo Sindaco di Milano: sì o no?

Morgan Sindaco di Milano?È di qualche giorno fa la notizia che Morgan stia valutando l'ipotesi di candidarsi a Sindaco di Milano. L'idea è stata lanciata.

Sfera Ebbasta: dal 27 ottobre su Amazon Prime Video il film “Famoso”

Sarà disponibile in 5 lingue su Amazon Prime Video dal 27 ottobre "Famoso" il film di Sfera Ebbasta, diretto da Pepsy Romanoff.

ESCLUSIVA: torna Marco Guazzone. Il nuovo singolo è con Elisa

La cantautrice già negli anni passati ha condiviso il suo palco con Guazzone.

Spotify Italia lancia "Radar Italia" per sostenere gli artisti emergenti. Ma quali emergenti?

Tra i nomi coinvolti per il lancio Cara, Mara Sattei, Speranza e Venerus.

Festival di Sanremo 2021, fuori il regolamento. Ecco tutte le novità.

Cambiamenti, che onestamente non ci convincono appieno, anche per la gara delle Nuove proposte.

Area Sanremo 2020: ecco i nomi dei primi iscritti (in aggiornamento)

Quest'anno, a causa dell'emergenza sanitaria COVID-19, il limite delle iscrizioni sarà di 600 artisti.

Release Date 2020: tutti i singoli italiani in uscita durante l'anno

Da gennaio a dicembre, tutti i brani italiani in uscita settimana per settimana.

Pagelle Nuovi singoli

Le recensioni del nostro critico musicale Fabio Fiume

ALBUM ITALIANI IN USCITA NEL 2020

Ecco tutti i dischi in arrivo nei prossimi mesi

Interviste

Videointervista a Ivan Granatino e Clementino, il nuovo singolo “Dinero”

Mancano poche ore all'uscita di "Dinero", nuovo singolo di Ivan Granatino e Clementino. Ecco la videointervista esclusiva.

Videointervista a Highsnob: "Sono di nuovo in 'peace' con me stesso"

Dopo l'uscita dell'album Yang, Highsnob ora sta girando l'Italia con una serie di date instore.

Intervista ad Aiello: “A volte è giusto che ognuno prenda la sua strada."

E' uscito il nuovo singolo di Aiello Che Canzone Siamo. Abbiamo contattato il cantautore per parlare del brano, di live, di Sanremo e.

Videointervista a Francesco Bianconi: “Avevo voglia di tornare a qualcosa di più minimale e pure!"

E' uscito l'album d'esordio solista di Francesco Bianconi Forever. Disco che colpisce fin dal primo ascolto per l'approccio minimale ed equilibrato.

Videointervista a Osvaldo Supino: "Voglio raccontare il mio vissuto e aiutare gli altri a non sentirsi soli"

E' uscito il nuovo singolo di Osvaldo Supino Cold Again, ultimo estratto da Sparks. Brano intenso in cui si tocca il tema della depressione.

L'editoriale del direttore

di Massimiliano Longo

Sanremo 2021: Amadeus alle prese con la scelta del cast del Festival "salva carriere"

Festival di Sanremo 2021, un'edizione importante quella che prenderà il via nel mese di marzo. La prima dell'era (si spera) post Covid-19, quella in cui tanti artisti cercheranno ossigeno per riprendersi da un momento discografico difficile e dalla quasi totale assenza di live.Lo abbiamo detto più volte sulle nostre pagine, quella che ci aspetta sarà...

News

MyDrama: dai social a X Factor 2020 alla conquista di un posto al sole

MyDrama, ventiduenne artista cremasca il cui vero nome è Alessandra Martinelli, accede meritatamente ai live di X Factor 2020.

Blind: una vita di “Cicatrici” per un “Cuore Nero” alla conquista di X Factor 2020

Il ventenne rapper umbro Blind accede ai live di X Factor 2020 dopo aver conquistato Emma con i brani Cicatrici, Cuore Nero e Fatti Miei.

Melancholia, la band che sta già conquistando il pubblico di X Factor 2020

Una delle realtà più interessanti di X Factor 2020 sono i Melancholia, band perugina che ha già proposto gli inediti Leon e Alone.

X factor Mixtape: arrivano il 30 ottobre i primi inediti del programma

All'interno del progetto fuori per Sony Music Italia i brani dei 12 concorrenti dell'edizione 2020.

Loomy ritorna lanciando il nuovo singolo "Vagabondi"

"Vagabondi nasce da una notte davanti la tv, da una puntata di Westworld, da un viaggio virtuale senza meta, proprio come dei vagabondi".

X Factor 2020 le scelte. Ecco i 12 concorrenti pronti per i live

12 artisti, tre per ogni squadra, si confronteranno nei live del programma.

Fabrizio Moro: svelato su Instagram il titolo del film a cui sta lavorando

Nel 2021 Fabrizio Moro farà il suo esordio al cinema con un film scritto insieme ad Alessio De Leonardis. Aspettando la raccolta "Canzoni D'Amore Nascoste".

Laura Pausini, partita la missione Oscar! Il nuovo singolo Io Sì e il videoclip con Sophia Loren

Laura Pausini a ruota libera nella conferenza stampa di presentazione del singolo Io Sì. parte della colonna sonora del film La Vita Davanti A Sé.

Sanremo Giovani 2020: online i brani dei 20 semifinalisti. Ecco come ascoltarli!

AmaSanremo, il programma che sceglierà i 10 finalisti, partirà il 29 ottobre su Rai 1.

Bungaro e Fiorella Mannoia: dal 23 ottobre “Il Cielo è di Tutti”, da una poesia di Gianni Rodari

Sarà in radio e in digitale dal 23 ottobre Il Cielo è di Tutti, poesia del 1960 di Gianni Rodari, interpretata in musica da Bungaro e Fiorella Mannoia.

Ivan Granatino e Clementino: dal 23 ottobre il nuovo singolo “Dinero” (Testo)

Il 23 ottobre è il giorno dell'uscita di Dinero, nuovo singolo di Ivan Granatino e Clementino scritto con Sergio Viola e prodotto da Max D’Ambra .

Indie Jungle: su Sky Arte e Now Tv 12 concerti esclusivi con gli artisti della nuova musica italiana

La nuova musica italiana è protagonista di Indie Jungle, il programma di Sky Arte che ha preso il via sabato 17 ottobre con Frah Quintale.

Rossana Casale, Grazia Di Michele e Mariella Nava: dal 23 ottobre il singolo “Segnali Universali”

Dopo il successo del tour, il trio pubblica il primo brano inedito.

X Factor 2020: ecco chi aiuterà i giudici nella scelta del cast

Cinque concorrenti per ogni categoria si giocheranno i tre posti disponibili.

Riccardo Zanotti: dal 3 novembre il romanzo “Ahia!”, in attesa del nuovo EP dei Pinguini Tattici Nucleari

Uscirà il 3 novembre "Ahia!", romanzo d'esordio di Riccardo Zanotti. Il titolo è lo stesso del nuovo Ep dei Pinguini Tattici Nucleari in arrivo a dicembre.

News
dalla discografia

Soundreef: dal 2021 la gestione per l'online dei Big del rap e della trap

Concerti: 12 milioni agli organizzatori per ripianare parte delle perdite subite in questi mesi difficili

Ticketmaster comunica le nuove iniziative per il ritorno al live

Orchestra Sinfonica di Sanremo: finalmente avrà una sua sede, il Palafiori

La musica che gira: il punto della situazione e due grandi risultati ottenuti

Sugar Music Publishing & Warp Publishing siglano un accordo di sub edizione

Rubriche

Pagelle Nuovi singoli

Le pagelle ai nuovi singoli italiani in uscita il 23 ottobre 2020

Radio Date

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita nella settimana del 23 ottobre

La mosca Tzè Tzè

Morgan nuovo Sindaco di Milano: sì o no?

(s)cambio generazionale

Daniel Ek, CEO di Spotify: rilasciare un album ogni tre anni funziona ancora?

Sondaggi

Sondaggio: scegli tu il tormentone dell'estate 2020

Testo & ConTESTO

TESTO & CONTESTO SPRITZ CAMPARI: IL TORMENTONE DI MIETTA CI INSEGNA A DIRE "VATTENE, AMORE" CON STILE

W la mamma

Festa della musica, sì, ma se la facciamo #senzaMusica, chi se ne accorge?

L'ANALISI

Analisi Sanremo 2020: ecco come Diodato ha conquistato la vittoria

Emergenti

M.E.R.L.O.T: rassegnazione e rivoluzione nel nuovo singolo “Lacrime da Bere”

Fanoya: le conseguenze di una vita logorante nel singolo “Fette Biscottate”

Daniele Lanave il nuovo singolo in attesa dell'album è "Sabato mattina"

Anteprima Video: una lunga e intima riflessione personale nel singolo di Rosaspina “Sette Coltelli”

Aka 7even lancia il singolo "CoCo" in duetto con Biondo

Morris Gola ritorna al rap attento al sociale in "Plexiglas"

Classifica Radio Earone Settimana #43: la musica italiana è fuori dal podio!

Certificazioni FIMI settimana #42: Ultimo, Salmo, Mahmood, Adriano Celentano e...

Classifica Spotify Settimana #42: prosegue il dominio Bloody Vinyl, ma Ernia non demorde!

Classifiche di Vendita Fimi Settimana #42: Bloody Vinyl ferma l'ingresso di Carl Brave e dell'omaggio a Guccini

Classifica Radio Earone Settimana #42: Dua Lipa ancora prima, ma sul podio irrompe Fedez!

Certificazioni Fimi Settimana #41: riconoscimenti per Emis Killa & Jake La Furia, Random, tha Supreme, Salmo, Fedez e...

Recensioni

Ghemon: "Scritto Nelle Stelle" e con una grafia bella chiara e leggibile… anche per altre voci svogliate

Francesca Michielin: Feat e il suo stato di natura… ribelle.

Diodato – Che Vita Meravigliosa… se sai osservarla, capirla, viverla

Elodie This Is Elodie: Ante dell’armadio aperte, ecco tutto il suo guardaroba.

Marracash Persona: recensione di uno dei migliori dischi rap degli ultimi 10 anni

Tiziano Ferro Accetto Miracoli: Venti di cambiamento per un artista che si ha ancora il piacere di attendere… ancora ed ancora.

Video

Laura Pausini Io Sì dal film La Vita Davanti a Sè / The Life Ahead, obiettivo Oscar?

Ivan Granatino Clementino Intervista Dinero

Highsnob Intervista Yang

Senz'r Intervista Modem

Francesco Bianconi Intervista Forever

Matteo Alieno Intervista Astronave

Bauli in Piazza – La protesta a Milano

Samuele Bersani Intervista Cinema Samuele

Francesco Guccini e Mauro Pagani Note di Viaggio Capitolo 2

Michele Morrone Intervista Dark Room

Roby Facchinetti Intervista Katy per Sempre

Jamil Intervista Rap Is Back