24 Luglio 2014
di News, Interviste
Condividi su:
24 Luglio 2014

NEW GENERATION: INTERVISTA A NICOLAS BONAZZI

A quattro anni dal Festival di Sanremo, Nicolas Bonazzi si ripresenta con un irresistibile singolo estivo dal titolo "Ho sempre fame"...

Condividi su:

Nicolas Bonazzi, trentenne cantautore bolognese, a quattro anni dalla partecipazione al Festival di Sanremo con l’intima Dirsi che è normale, è tornato con un nuovo singolo per l’estate, che sa di mare, di sole e di passione. Un pezzo arioso, orecchiabile, dal refrain irresistibile, che si lascia ascoltare amabilmente.

All Music Italia ha avuto il piacere di raggiungerlo per parlare di Ho sempre fame, dei progetti futuri e delle esperienze passate, scoprendo il suo “porno-romanticismo” e l’adorazione per Carmen Consoli.

A fine giugno è uscito il tuo nuovo singolo “Ho sempre fame” dalle sonorità anni ’60, per il quale hai dichiarato di esserti ispirato a “Stand by me” di Ben E. King. Puoi dirci di cosa tratta il brano?

Il brano parla dell’amore al primo stadio, che ti fa provare le famose farfalle nello stomaco. Un’ossessione che ti fa stare bene quando hai accanto la persona amata, mentre ti fa stare malissimo se questa è lontana. Io mi innamoro spesso e credo di essere un esperto di queste sensazioni. Con questo pezzo, quindi, ho voluto rendere omaggio alle persone che come me cadono in questa forma di “malattia mentale”, fortunatamente temporanea, ma un po’ disastrosa.

Quando hai scoperto di avere questa vena anni ’60?

Non è una cosa che ho messo subito a fuoco. Ho scoperto qualche anno fa di amare quell’epoca, mi sento a mio agio con quelle sonorità, con quei giri armonici; perché il bello di quel periodo è che si rifà a degli schemi compositivi specifici, molto semplici, molto pop ma caratteristici, dove importante è anche l’utilizzo dei cori. Ad ogni modo non è la prima volta che faccio una citazione, ho già attinto a quelle sonorità con L’ultimo giorno del mondo e devo dirti la verità… Non è finita qua, ho scritto anche altri pezzi in questo stile.

Se potessi avere a disposizione una macchina del tempo sicuramente sceglierei di tornare indietro alla fine degli anni ’50/ inizi ’60; quello è un periodo in cui credo, almeno musicalmente, io sarei stato molto felice.

Per il videoclip di “Ho sempre fame” hai chiesto ai tuoi fan di inviare video e selfie in cui si riprendevano in scene di baci ed effusioni. Come è nata l’idea? Cosa ne è venuto fuori?

Notando un appiattimento anche nei videoclip, che ultimamente mi sembrano tutti uguali, ho voluto fare un esperimento. Ho pensato: “voglio andare in giro col telefonino e vedere se riesco ad imprimere questa forza che io noto tra le persone “. Ho fatto un po’ il paparazzo e un po’ il guardone (ride). Facevo finta di farmi dei selfie cercando di sorprendere le coppiette sulle panchine o nei parchi. Inoltre volevo anche la partecipazione volontaria delle persone che mi seguono su Facebook, quindi ho lanciato questo concorso e sono rimasto sorpreso della partecipazione. Mi sono divertito molto a montare il video, in cui ho cercato di fare una specie di compilation di tutti questi momenti, e sono soddisfatto.

“Ho sempre fame”, come i singoli precedenti usciti dopo il tuo album d’esordio sotto etichetta Sony, sono stati prodotti autonomamente da te. Hai intenzione prima o poi di raccoglierli in un EP o di lavorare a un nuovo album?

Questa è una bella domanda, una domanda che faccio spesso anche a me stesso. Il mondo della discografia è totalmente cambiato e stiamo tutti cercando di capire com’è e come bisogna muoversi. Il fatto di essere Indipendente ha dei grandissimi vantaggi, come la libertà impagabile di fare veramente quello che si vuole, dalla prima all’ultima nota, con scelte stilistiche che ti rappresentano al 100%, ma ha anche qualche svantaggio, come quello della promozione. Si cerca di dare, quindi, dei piccoli assaggi della propria musica attraverso i singoli, come sto facendo io, anche per dire che ci sono e che continuo a lavorare. Assolutamente ti confermo che l’obiettivo sarebbe quello di raccogliere queste canzoni ed altre in vista di un album, che non so quando e come, ma ci sarà.

Se dovessimo individuare le parole chiave di “Ho sempre fame” sarebbero sicuramente AMORE, POSSESSIONE, CALORE e PASSIONE. A proposito di passione, in molti dei tuoi testi parli spessissimo dell’amore carnale, del contatto fisico e del desiderio, dobbiamo pensare che sia il tuo argomento preferito o è solo un caso?

Guarda, mi hanno sempre definito un “Porno-Romantico” (ride), devo dire che sono d’accordo, è una parte di me che viene spesso fuori nella scrittura. Non saprei dire se è il mio argomento preferito, ma sicuramente mi viene naturale parlare di questo; sono sensazioni che mi predispongono bene a scrivere musica, a farmi sedere al pianoforte e comporre.

Su YouTube hai caricato un video in cui fai una sorta di mash up tra “Ho sempre fame” e “Stand by me”, accompagnato da un musicista con l’ukulele; hai in mano la chitarra, ma non la suoni. Volevo chiederti: quando hai imparato a suonare la chitarra e come è nata la volontà di suonare questo strumento?

Ho iniziato a suonare la chitarra intorno ai a 14/15 anni, perché mi serviva come supporto alla mia voglia di cantare. Il canto mi accompagna da sempre, da quando ero piccolo, la chitarra è arrivata solo successivamente. Ho un rapporto strano con lei, passo settimane senza toccarla, però poi le voglio anche molto bene. A volte mi dà sicurezza averla in mano, però poi nella canzone preferisco non suonarla, è una pazzia anche questa!

Nicolas Bonazzi e la “R” alla francese. Raccontaci il tuo rapporto con questa tua caratteristica: quanto ti ha facilitato o ostacolato nella tua carriera da cantante?

Questa è una cosa che mi ricordate sempre. Io, come puoi immaginare, non la sento e non me ne accorgo. Comunque da un lato sicuramente è una caratteristica che può farti notare fra tante voci, dall’altro può essere vissuta come un difetto. Non saprei dire se mi ha facilitato o meno, ma la mia “R” è questa!

Nel 2010 hai partecipato al Festival di Sanremo nella Categoria Giovani con il brano “Dirsi che è normale”, qual è la prima immagine mentale o il ricordo che ti arriva quando pensi a quell’esperienza?

Il ricordo assoluto e più bello è legato ad una cantante che ho amato e che tutt’ora amo, Carmen Consoli. Carmen è stata un po’ con me quella sera, prima di salire su quel palco. Se mi avessero detto 10 anni prima che sarei andato a Sanremo e ci sarebbe stata lei a tenermi la mano, mi sarebbe sembrata un’assurdità. E’ uno dei momenti che ricordo con il sorriso e che non posso dimenticare di Sanremo, che poi è un’esperienza talmente forte che nella mente la ricordi con confusione.

Facciamo un salto indietro a qualche mese fa, quando hai tentato la carta The Voice of Italy, partecipando alle Blind Audition con un brano di Tracy Chapman. Con quali aspettative sei andato?

Nessuna aspettativa, l’ho fatto per mettermi in gioco. Ogni tanto bisogna misurarsi con queste realtà, ho detto: “vediamo come può passare uno come me che ha una piccola storia cantautorale, anche se da anni nel buio, ma che lavora cercando di farsi ascoltare “.

Noemi ha partecipato al tuo stesso Sanremo nell’edizione del 2010 con “Per tutta la vita”. Ritornando alla “R” alla francese, ma anche al tuo timbro vocale, non si può certo dire che tu non sia riconoscibile: credi non ti abbia riconosciuto sul serio?

Onestamente il motivo per cui non avrebbe dovuto riconoscermi non lo trovo, visto che abbiamo passato del tempo insieme quando eravamo entrambi a Sanremo. Avevamo la stessa casa discografica e questo significa pranzare e cenare insieme. Non posso dirti quello che è successo nella sua testa, dobbiamo attenerci a quello che è accaduto. A rigor di logica le persone dovrebbero ricordarsi quando passano del tempo insieme, ma questo non posso affermarlo con certezza.

Da quando anche in Italia sono arrivati i talent show si è creata una sinergia e uno scambio continuo tra Sanremo e i vari programmi alla ricerca di talenti musicali. Se avessi la possibilità di scegliere, ad oggi, sceglieresti di nuovo Sanremo o preferiresti debuttare in un talent?

Potendo scegliere credo che si scelga sempre il Festival, perché oltre ad essere il padre dei vari talent, è sempre quel palco che in Italia rappresenta la musica.

Dopo l’esperienza sanremese sei stato invitato come ospite nella trasmissione “Io Canto” di Canale 5, dove hai duettato con Cristian Imparato, cosa ti ha lasciato quell’esperienza e cosa hai provato nel duettare con un bambino?

E’ stata una bellissima esperienza, ho un ricordo piacevolissimo di quell’atmosfera: c’è tutto un lavoro da parte della produzione per trasformare il backstage in un grande parco divertimenti per far stare bene i bambini, e alla fine anche noi ospiti ci ritrovavamo a giocare e scherzare con i bimbi, è stato divertente.

E’ stato anche molto emozionante, devo dire. Io ho duettato con il vincitore che è un fenomeno, è stato un duetto che mi ha messo a dura prova, è come cantare con una personalità molto forte. In quella situazione ci si misura con i bambini come se fossero dei professionisti, che poi lo sono facendo quelle cose; quindi tanto di capello.

A proposito di duetti, hai avuto modo di cantare con Simonetta Spiri nel brano che hai scritto per lei, “Lontano da qui”. C’è un big della musica italiana con cui ti piacerebbe duettare?

Ce ne sono tanti, ma devo ammettere che aspetto il momento in cui potrò finalmente duettare con la mia adorata Carmen Consoli.

In “Lontano da qui dici”: “non è questo il posto dove crescere un sogno”. Ti riferisci al nostro Paese, giusto?

Si,e purtroppo… Aggiungo. Questo è un tema che ho trattato spesso nelle mie canzoni, anche in quelle ancora inedite. E’ una tematica che mi tocca perché credo davvero che questo non sia più il posto dove crescere un sogno. Posso parlare del mondo della musica ma anche del mondo del lavoro in generale. Non è un Paese in formissima il nostro, e si fa fatica a mantenere l’ottimismo. Molti miei amici sono partiti, non so se hanno avuto il coraggio di partire o non hanno avuto quello di restare, ma di fatto sono andati a cercare un futuro migliore e il 95% di loro l’ha trovato; e altrove stanno crescendo il loro sogno. Questa è la cosa che mi fa più rabbia perché il nostro, dico una banalità, è un Paese bellissimo che ha tutte le carte in regola per far crescere i nostri sogni belli grassottelli.

Il tuo “Lontano da qui” è New York, in cui torni spesso e volentieri e a cui hai dedicato anche una canzone del primo EP. Cosa ti piace di NY che non trovi in una città italiana?

Quel posto è IL POSTO. Credo sia il fattore umano a piacermi, questa moltitudine di persone che si incrociano continuamente, che si trovano lì di passaggio e stanno andando da qualche parte, con in braccio un sogno da crescere. New York la vedo così, come un’insieme di persone che vanno a destra e a manca con questo neonato, che è un piccolo sogno, cercando di fare del loro meglio come genitori di un sogno.

Salvatore Gabriele Valerio, componente degli Studio 3, su YouTube ha reinterpretato la tua “L’ultimo giorno del mondo”. Come ti vedi nei panni di autore, scriveresti ancora per altri artisti? Ti piacerebbe scrivere un pezzo per gli Studio3?

Non metto limiti alle provvidenza e alle possibilità. Mi piace l’idea di scrivere per altri artisti, come è successo con Lontano da qui composta per Simonetta e nata da un’amicizia personale e da una conversazione sul tema. Credo nella figura dell’autore, ma mi piace che l’autore sia in contatto empaticamente con il cantante. Ci sono persone che scrivono meccanicamente e magari sono bravissime, io non riesco, ho bisogno di rimanere molto attaccato all’interprete.

Quali sono le canzoni più ricorrenti nell’ultimo periodo nelle cuffiette di Nicolas?

Ultimamente sto ascoltando una cantante che ho scoperto da pochi anni, chi mi sta aprendo dei mondi pazzeschi, ed è Sade.

Noi di All Music Italia siamo solito concludere le interviste con un giochino, si chiama “A chi rompi il disco” ed è una sorta di gioco della torre. Sei pronto?

Certo, ci provo.

Rompi il disco a…. Mariah Carey o Whitney Houston?

Lo rompo a Whitney…

Francesco De Gregori o Lucio Dalla?

Mi dispiace ma a De Gregori, Lucio è troppo l’anima della mia città, risuona ovunque… Nelle piazze, sotto i portici.

Simonetta Spiri o Micaela Foti?

Questa è una domanda cattiva, non posso romperlo a nessuna delle due perché sono mie amiche e in più le stimo moltissimo come artiste, quindi non potrei mai.

Noemi o Giusy Ferreri?

Beh, non c’è neanche bisogno di dirlo!! (ride)

Sostieni la Musica Italiana e AllMusicItalia acquistando la copia originale dell’ultimo singolo di Nicolas Bonazzi in formato digitale su Itunes
.


In Copertina

Alex Baroni: Una voce come poche, rimasta con noi troppo poco.

Il critico musicale di All Music Italia rende omaggio all'artista scomparso il 13 Aprile del 2002.

Questa sera, 13 aprile, il giovane cantautore Cioffi in un live esclusivo per All Music Italia

Dopo aver pubblicato i singoli "Anima fragile", "Fuoco d'artificio" e "Laura", in attesa del nuovo singolo un mini live con band.

Sanremo 2021: ecco il perché, e i numeri, per cui il Festival di Amadeus è il successo più grande degli ultimi dieci anni

Le canzoni di Sanremo 2021 occupano già il quarto posto nella classifica dal 2010 ad oggi.

Anteprima Video: una richiesta d’aiuto verso qualcuno che non vuole ascoltare nel nuovo singolo di Zueno “Le Chiavi Di Casa”

Lo scorso 23 marzo è uscito il nuovo singolo di Zueno Le Chiavi Di Casa, prodotto da Zibba. Il videoclip è in anteprima su All Music Italia.

Certificazioni FIMI settimana 14: continua il successo dei brani di Sanremo 2021 e Sangiovanni è disco di platino

Il Sanremo di Amadeus continua a confermarsi un successo dal punto di vista musicale.

X Factor 2021: Marco Maccarini conferma "Ci sono stati contatti con la produzione"

Tutto procede per la nuova edizione del Talent show Sky che, negli scorsi giorni, ha lanciato delle masterclass.

Classifica Spotify Settimana #14: Madame è prima... in Top 10 anche due brani di Amici 20

Voce di Madame stabile in vetta alla Classifica Spotify Top 50 davanti a Colapesce e Dimartino. Sul podio per la prima volta Sangiovanni.

Marzo 2021 Top e Flop: Sanremo 2021 e Fedez al top, crollano B3N e Mr.Rain

Il mese di marzo 2021 ha fornito numerosi spunti di riflessione anche grazie al Festival di Sanremo. Ecco la nostra analisi tra top e flop.

Testo & ConTesto: Laura Pausini Io sì. Il Prof di latino analizza il testo della canzone italiana candidata agli Oscar 2021

Una canzone semplice al servizio del film. Poche parole che parlano di "attenzione", la vera essenza dell'amore. Ce lo spiega il Prof di latino. .

Release date 2021: l’elenco, mese per mese, di tutti i singoli italiani in uscita

Un articolo in costante aggiornamento per scoprire giorno per giorno, tutte le nuove uscite italiane del 2021.

Pagelle Nuovi singoli

Le recensioni del nostro critico musicale

ALBUM IN USCITA 2021

Articolo in continuo aggiornamento...

Interviste

Videointervista a Skioffi: “Non penso che Amici abbia influito troppo nella mia musica”

A un anno dalla sua partecipazione ad Amici, Skioffi torna con un nuovo progetto discografico, un Ep di 7 tracce intitolato Alice.

Videointervista a Mobrici: “Ora sono più libero di esplorare mondi diversi.”

E' uscito il nuovo singolo di Mobrici TVB. Con questo brano, che arriva a un mese dal precedente 20100, prosegue il percorso solista dell'artista per anni leader dei Canova.

Videointervista a Max Gazzè: “La musica è il nostro gioco preferito ed è la cosa per cui alzarsi ogni mattina”

E' uscito il nuovo album di Max Gazzè La Matematica dei Rami, a cui il cantautore romano ha lavorato insieme alla Magical Mystery Band.

Videointervista a Random: “Colui che crede in se stesso vive coi piedi fortemente poggiati sulle nuvole”

E' uscito il nuovo album di Random Nuvole, che arriva a un mese dalla sua partecipazione al Festival di Sanremo con il singolo Torno a Te. .

Videointervista a Virginio: “Rimani parla di me, è vita vera!”

E' uscito il nuovo singolo di Virginio, "Rimani". Un brano in cui il cantautore torna alle origini dopo alcuni pezzi più sperimentali.

Videointervista ai Tazenda: “Per noi questo disco rappresenta il futuro.”

E' uscito il nuovo album dei Tazenda Antìstasis, il primo di inediti con la voce di Nicola Nite che nel 2013 ha sostituito Beppe Dettori. .

L'editoriale del direttore

di Massimiliano Longo

Nel giorno del suo compleanno i due momenti in cui Gianluca Grignani ha infranto le regole della musica in tv

Oggi Gianluca Grignani, uno degli artisti più carismatici, talentuosi e ribelli che il panorama musicale abbia mai conosciuto, compie gli anni. Oltre alla Top 10 dei suoi brani redatta dal nostro critico musicale, Fabio Fiume (che potete trovare qui) ho deciso di riportare alla mente due episodi che, a mio avviso, hanno fatto la storia...

News

Max Casacci: la battaglia per la salvaguardia dell'ambiente prosegue con “The Queen”, brano cantato dalle api

Dopo il riscontro più che positivo ottenuto dal progetto Earthphonia, il viaggio di Max Casacci prosegue con il terzo singolo The Queen.

Mameli nel nuovo singolo, "Non cambi mai", coinvolge Blind e Nashley

Un singolare trio per il nuovo brano del cantautore lanciato da Amici di Maria De Filippi.

Emanuele Aloia il primo singolo da "Sindrome di Stendhal" è il brano con più citazioni in assoluto

Il singolo arriva dopo il successo di "Girasoli", "Il Bacio di Klimt" e "L'Urlo di Munch".

Paola Gallo hackerato il profilo della nota conduttrice radiofonica e blogger

Il furto di identità, con grave danno d'immagine, risale al 15 febbraio scorso.

IL VOLO Tribute to ENNIO MORRICONE riapre l'Arena di Verona il 5 giugno prossimo

Il tempio della musica riapre con un evento del trio di fama mondiale e un omaggio ad uno dei più grandi compositore italiano.

Alex Baroni: Una voce come poche, rimasta con noi troppo poco.

Il critico musicale di All Music Italia rende omaggio all'artista scomparso il 13 Aprile del 2002.

Bauli in piazza: con Warner Chappell Music Italiana nascono le magliette a sostegno dell'iniziativa da parte di Nannini, Ligabue e Pelù

Tre t-shirt, tre diverse frasi significative del repertorio dei tre artisti. Ecco come acquistarle.

ICON808: fuori “No Stick”, il primo singolo dei due producer con Nicola Siciliano, Nitro e Braco

No Stick feat. Nicola Siciliano, Nitro e Braco è il nuovo singolo del duo di producer ICON808 formato da Marco Salvaderi e Lorenzo Santarelli.

Sanremo 2021: ecco il perché, e i numeri, per cui il Festival di Amadeus è il successo più grande degli ultimi dieci anni

Le canzoni di Sanremo 2021 occupano già il quarto posto nella classifica dal 2010 ad oggi.

Skioffi: il racconto dell'Ep “Alice” track by track

E' uscito il nuovo progetto discografico di Skioffi Alice, un Ep che arriva a un anno dalla sua controversa partecipazione ad Amici.

Ligabue: a causa dell'emergenza sanitaria il tour “Europe” è rinviato al 2022. Ecco le nuove date

A causa del perdurare dell’emergenza sanitaria e alla luce delle vigenti disposizioni ministeriali, il tour Europe di Ligabue è rinviato al 2022.

Annalisa: a dicembre il tour “Nuda10Club” e lo speciale “Party Sulla Luna”

Prenderà il via a dicembre la nuova tournèe di Annalisa Nuda10Club, che comprenderà anche lo speciale Party sulla luna, originariamente previsto per il 5 maggio.

News
dalla discografia

Rubriche

radio date

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita nella settimana del 9 aprile

La mosca Tzè Tzè

Buon compleanno al Maestro Franco Battiato, colonna sonora della mia infanzia

Testo&Contesto

Testo & ConTesto: Laura Pausini Io sì. Il Prof di latino analizza il testo della canzone italiana candidata agli Oscar 2021

W la Mamma

Festa della musica, sì, ma se la facciamo #senzaMusica, chi se ne accorge?

A tutto pop

A TUTTO POP #47: TONY MAIELLO, GIUNI RUSSO e TAGLIA 42. Aneddoti e curiosità sulle canzoni

A-V Indie

IL TEATRO DEGLI ORRORI (V di Venezia)

Emergenti

Questa sera, 13 aprile, il giovane cantautore Cioffi in un live esclusivo per All Music Italia

Anteprima Video: una richiesta d’aiuto verso qualcuno che non vuole ascoltare nel nuovo singolo di Zueno “Le Chiavi Di Casa”

Opposite: la difficoltà di un rapporto a due nel nuovo singolo “Narghilè”

i Les Enfants hanno lanciato il singolo "Resta con me"

Valeria Altobelli conquista l’Albania con il brano “Anima semplice”

Manfredi si mette a nudo nell'album d'esordio “Kintsugi”

Serena de Bari: due mondi opposti si scontrano nel nuovo singolo “Love Affair”

Ragazzino: sentimenti, emozioni e stati d’animo nel nuovo singolo “La Colpa è Tutta Tua”

Frambo: dopo “Guerra” in arrivo il nuovo singolo “Tour Eiffel”

Certificazioni FIMI settimana 14: continua il successo dei brani di Sanremo 2021 e Sangiovanni è disco di platino

Classifica Spotify Settimana #14: Madame è prima... in Top 10 anche due brani di Amici 20

Classifiche di Vendita Fimi Settimana #14: colpo a sorpresa di Madame, ora in testa tra gli album

Classifica Radio Settimana #14: pokerissimo per Colapesce e Dimartino. Sul podio La Rappresentante di Lista

Certificazioni FIMI settimana #13: Il disco dei Maneskin è ora e arrivano tre nuove certificazioni per i singoli di Sanremo 2021

Classifica Spotify Settimana #13: Madame guida davanti a Colapesce e Dimartino e Maneskin

Recensioni

Annalisa: "Nuda Dieci"... una riedizione che riscalda l'atmosfera?

Malika Ayane: “Malifesto” il racconto perfetto di come la vita

Maneskin – Il Teatro dell'Ira... da cui fuoriesce tutta l'ira ma non solo

Ermal Meta - Tribù Urbana - Recensione del nuovo album del cantautore

La Rappresentante di lista - My Mamma - Recensione

Michele Bravi: La Geografia del Buio e lo sforzo immane di provare a squarciarlo.

Video

Cioffi live in esclusiva per All Music Italia

J-Ax svela: “Ho avuto il COVID e mi sono sentito abbandonato dallo stato...”

Max Gazzè Intervista La matematica dei rami

Mobrici Intervista 20100 e TVB

Virginio Intervista Rimani

Random Intervista Nuvole

Tazenda Intervista Antìstasis

Malika Ayane Intervista Malifesto

Tommaso Zorzi Bocca di Rosa al Maurizio Costanzo Show

Febo Giorgio Pasotti Intervista Fino In Fondo

Aiello Intervista Meridionale

Colapesce Dimartino Musica leggerissima L'esilarante appello per Sanremo 2021