9 Gennaio 2018
di Caporedattore
Condividi su:
9 Gennaio 2018

INTERVISTA ad ANDREA SCANZI: vi presento il GABER DAY di Arezzo con Giulio Casale, Syria e Paolo Benvegnù

Giovedì 19 gennaio al Teatro Petrarca di Arezzo si terrà la 1° edizione del Gaber Day, evento fortemente voluto dal giornalista Andrea Scanzi.

Condividi su:

Venerdì 19 gennaio ad Arezzo si terrà il Gaber Day, evento fortemente voluto dal giornalista Andrea Scanzi.
Al Teatro Petrarca della città aretina avrà luogo una serata in cui verrà ripercorsa la carriera del Signor G a 15 anni dalla scomparsa, con una sorpresa finale.

Andrea Scanzi, giornalista e saggista, da 7 anni porta in scena lo spettacolo Gaber se fosse Gaber. Oltre 140 repliche su tutto il territorio nazionale e 40.000 spettatori che hanno assistito allo spettacolo fino ad oggi.

Gaber

Abbiamo incontrato Andrea per farci raccontare questa prima edizione del Gaber Day di Arezzo.

ANDREA SCANZI PRESENTA IL GABER DAY

Gaber

Ciao, Andrea, allora com’è nata l’idea del Gaber Day?

E’ nata perché ho bisogno di Gaber.
Perché voglio bene a Gaber e sono terrorizzato dall’idea che la memoria si perda. I grandi artisti è bene ricordarli sempre.

Ed è nata per il grande amore che ho per Arezzo. Purtroppo in questi giorni si sancisce il quindicesimo anniversario dalla scomparsa di Giorgio e ho pensato che attraverso questa ricorrenza molto triste fosse possibile fare una cosa molto bella. E quindi, tenendo conto che il Teatro Petrarca di Arezzo è un teatro splendido ed è rinato da pochi mesi dopo una lunga ristrutturazione ed è oltretutto un luogo che ha visto Gaber protagonista negli anni passati.

Mi è sembrato bello unire queste due cose.
Riportare Gaber nella mia città e organizzare un Gaber Day. Si tratta di un unicum a livello nazionale. Ci sono stati qua e là dei festival anche bellissimi, ma un vero e proprio Gaber Day specifico proprio non lo ricordo, se non a Fiorenzuola d’Arda al Verdi nel 2015. E vi partecipai.

Hai scelto il Teatro Petrarca anche perché Gaber aveva un rapporto particolare con la città di Arezzo?

Gaber aveva un legame con Arezzo così come con altre città. Gaber faceva 150 – 180 date l’anno e si è esibito molto spesso anche ad Arezzo e nella provincia.

A proposito del Petrarca e di Arezzo ricordo che proprio qui ci fu una delle prime esibizioni di Qualcuno era Comunista e io ero lì. Penso sia stato il 1992 o l’inizio del 1993.

Mi ricordo che quando lui eseguì questa canzone che era relativamente nuova perché lui non andava in televisione e non c’era la rete, tutti si alzarono un piedi e si commossero. Anche quelli di destra perché era una canzone, un monologo, un evento blues pazzesco, straordinario.

Questo ricordo ce l’ho bello forte e mi farà piacere raccontarlo lì. Riproporrò la sua versione di Qualcuno era Comunista sul maxischermo e sarà come se 25 anni dopo la ricantasse in quel teatro.

Come si svolgerà la serata?

La serata più o meno ripercorrerà la scansione temporale che il pubblico che ha visto Gaber se fosse Gaber conosce già. Ci sarò io che sarò il padrone di casa e il narratore.

Cercherò di spiegare gli snodi essenziali nella vita e nella carriera di Giorgio Gaber. La differenza enorme rispetto al mio spettacolo sarà che sul palco non ci saranno soltanto i video di Giorgio, ma anche le esibizioni musicali di tre gaberiani DOC. E sottolineo gaberiani DOC perché io ne ho un po’ piene le scatole di chi fa finta di essere gaberiano oggi, ma magari non se l’è mai visto a teatro, non sa nulla del Gaber teatrale e al massimo conosce Destra Sinistra e forse La Libertà.

Io ho voluto che ci fossero dei gaberiani veri. In questo senso Giulio Casale che penso sia il più grande interprete di Gaber oggi. Paolo Benvegnù lo conosco da vent’anni e parla solo di Gaber. Syria la conosco bene e so quanto vuole bene, quanto stima, quanto adora Giorgio Gaber e so che lei esegue in maniera pazzesca una sua versione di Se io sapessi.

E quindi la scansione sarà questa: io salirò sul palco e racconterò il primo Gaber, poi a un certo punto ci sarà Syria che canterà una canzone del primo Gaber e poi seguiremo un ordine cronologico.
Ogni tanto smetterò di esserci in prima persona sul palco e ci sarà Giulio che interpreterà qualcosa di legato agli anni ’70, poi arriverà Benvegnù e poi ancora Syria.

Il tutto seguendo un ordine cronologico, dando una grandissima importanza al Gaber teatrale. E a questo tengo molto. Perché il Gaber degli anni ’60 che tutti credono di conoscere, ed è televisivo, è molto bello, però il Gaber che rimarrà nella storia anche tra secoli e secoli è il Gaber del Teatro Canzone.

Giulio, per esempio, eseguirà Il Comportamento e L’Elastico. Paolo Benvegnù eseguirà I Padri Miei. Andremo, quindi, a cercare un repertorio molto bello, ma non così popolare. Nel suo repertorio ci sono delle canzoni molto più famose che noi volutamente non faremo perché siamo tutti d’accordo che il Gaber vero è quello del teatro canzone.

Credo che sarà una bella sorpresa per chi verrà a teatro.

IL RUOLO DELLA FONDAZIONE E DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI AREZZO

Gaber

Nell’iniziativa c’è un coinvolgimento della Fondazione Giorgio Gaber. Come ha reagito all’idea di un Gaber Day ad Arezzo?

Ha reagito con gioia e ho voluto che la Fondazione Giorgio Gaber ci fosse anche perché sono stati loro i primi a credere nel progetto Gaber se fosse Gaber.

Da allora sono passati 7 anni. Io non avrei mai iniziato a fare teatro senza di loro e non poteva non esserci la Fondazione Gaber perché volevo il loro ‘Imprimatur’. Ci sarà anche Paolo Dal Bon che è il Presidente della Fondazione e sarà presente ad Arezzo ed è contentissimo dell’iniziativa.

Vorrei anche citare una persona che è stata importantissima per Gaber e per la Fondazione. Si tratta di Dolores Redaelli che è scomparsa due mesi fa. Lei è stata la segretaria storica di Gaber e la donna che smuoveva la Fondazione Gaber. Era coetanea di Giorgio e se n’è andata due mesi fa a 78 anni. Mi fa male sapere che lei non ci sarà perché le sarebbe piaciuta molto una serata del genere. Anche se non fisicamente sono sicuro che ci sarà in qualche modo.

Qual è stato il ruolo dell’Amministrazione Comunale di Arezzo?

La collaborazione con il Comune di Arezzo è stata fondamentale. L’idea è nata da me e subito dopo ho coinvolto il sindaco di centrodestra per poter avere il Teatro Petrarca. Gli ho scritto un messaggio e lui immediatamente mi ha detto: “Sì, si fa.

Al termine dello spettacolo ci sarà anche una sorpresa, ma non posso svelarvi quale sarà…

L’ATTUALITA’ DEL MESSAGGIO DI GABER

Gaber se fosse Gaber ha avuto un successo impensabile. 140 repliche e oltre 40’000 spettatori. Ciò testimonia che il messaggio di Gaber è ancora attuale.

Lo è molto e la cosa che è bella e brutta al tempo stesso di Gaber è che è meno famoso di quanto si crede. Il nome Gaber lo conoscono tutti, ma se poi vai a scavare ti accorgi che Giorgio Gaber è conosciuto solo in modo superficiale. Questo è molto bello quando fai uno spettacolo come l’ho fatto io o quando fai serate come quella del 19 gennaio, perché tu fai sentire o esegui anche solo un minuto di Io se fossi Dio e vedi il pubblico che sbianca e dice: “Oh Diamine! Chi cavolo era questo qua? E’ possibile che sia esistito in Italia uno che negli anni ’80 diceva quelle cose lì?

Gli esempi sarebbero infiniti. Quando io faccio vedere Quando Moda è Moda la gente impazzisce perché non la conosce e gli arrivano addosso 7 minuti pazzeschi. Questo è bello perché da divulgatore quale io spero un po’ di essere è bello far scoprire le cose. Quando racconti De Andrè c’è meno effetto sorpresa.

La cosa triste è che non ci si rende conto di quanto sia smisurato il patrimonio artistico di Gaber e di Luporini. Purtroppo, non avendo deliberatamente fatto televisione dal 1970 in poi tranne in rari casi, il Gaber più forte, quello più geniale è quello che meno si conosce. Ma qualsiasi monologo, qualsiasi canzone ha degli insegnamenti da dare. Io sono molto convinto che Gaber e Luporini siano stati profetici almeno quanto Pasolini. In ogni loro canzone, in ogni loro monologo ci sono degli elementi di lucidità, di profezia, di forza, che sono qualcosa di incredibile. Basta pensare a Quando Moda è Moda e il tema della sinistra che perde il concetto di appartenenza.

Basta pensare alla tematica del mercato o dell’uomo scisso che non sa tenere insieme la sua dimensione pubblica e quella privata. Gaber e Luporini sono stati una miniera. Qualcosa di monumentale. I più grandi di tutti.

Gaber se fosse Gaber continuerà?

Lo faccio ancora. Nel frattempo sono nati tanti altri spettacoli, però quelle 4 o 5 date le faccio sempre. A febbraio lo farò a Castellaneta in Provincia di Taranto e poi a Modena. Quando il 31 dicembre 2013 è finito il tour, volutamente non ho chiuso a chiave quello spettacolo. Ho detto: “Se qualcuno me lo richiede lo faccio.” E infatti così capita.

E’ uno spettacolo al quale non riesco a dire di no anche se nel frattempo sono cambiate tante cose anche nella mia vita. Nel 2011 non c’entravo nulla con quello che sono adesso anche dal punto di vista della vita privata e della notorietà. Però Gaber è una costante e quando mi chiedono di raccontarlo io lo faccio subito con grande piacere.

Gaber

Secondo te nella musica o nel teatro contemporaneo c’è qualche artista degno di essere considerato l’erede di Giorgio Gaber?

Per me no e la mia è una risposta molto netta. C’è chi ha fatto e fa teatro canzone bene come per esempio Giulio Casale o Simone Cristicchi. Ci ha provato e ha fatto qualcosa di bello Andrea Rivera. Ti potrei fare anche altri nomi, ma nessuno ha mai raggiunto il suo livello di lucidità, di forza fisica o di presenza scenica.

Gaber era uno che riempiva il palco da solo e poi erano altri anni. Quando un artista nel 1976 saliva sul palco e faceva Libertà Obbligatoria cambiava le cose o smuoveva le coscienze. Oggi anche se uno fa uno spettacolo straordinario (e Cristicchi e Casale li fanno) il mondo non cambia e la gente se ne accorge di meno. E’ cambiato tutto. E poi Gaber era un fenomeno come ne nasce uno ogni due secoli!

 

Foto dai Social di Andrea Scanzi e della Fondazione Giorgio Gaber


In Copertina

Pagelle Nuovi singoli italiani del 16 aprile: Max Gazzè sforna la hit e Rkomi continua a cascare sugli accenti.

Come ogni settimana, tra artisti noti ed emergenti, il nostro critico musicale recensisce per noi i nuovi brani in uscita oggi.

Nasce ALL MUSIC FRIDAY, la playlist su Spotify con tutte le uscite italiane della settimana senza distinzione di genere o popolarità

La playlist verrà resettata e aggiornata ogni settimana e, nell'apposito post su Instagram del venerdì alle 22:30 potrete commentare le uscite.

Classifica Radio Settimana #15: Colapesce e Dimartino inarrestabili. Irama torna sul podio!

La classifica radio premia ancora una volta Colapesce e Dimartino con Musica Leggerissima. Il duo prosegue l'inarrestabile dominio.

Achille Lauro: il racconto del nuovo album “Lauro” track by track

A due anni dall'album 1969 e dopo i side project 1990 e 1920, Achille Lauro pubblica il nuovo progetto intitolato semplicemente Lauro.

Enzo Mazza della FIMI infuriato: "La musica ferma e gli Europei di Calcio no..."

Per i concerti con un massimo di 1.000 persone, per il calcio approvato un piano per 16.000 persone allo Stadio .

Emanuele Aloia ecco il significato di tutte le canzoni de "La Sindrome di Stendhal" raccontato dall'artista

Tredici canzoni in cui, come caratteristica del cantautore fin dall'esordio, l'arte a 360° è sempre presente.

Amici Specials: B3N, ex Benji & Fede, parla a cuore aperto con Sangiovanni

Dopo Michele Bravi, Rocco Hunt e Mr.Rain i ragazzi hanno incontrato l'ex componente di Benji & Fede.

Sanremo 2021: ecco il perché, e i numeri, per cui il Festival di Amadeus è il successo più grande degli ultimi dieci anni

Le canzoni di Sanremo 2021 occupano già il quarto posto nella classifica dal 2010 ad oggi.

X Factor 2021: Marco Maccarini conferma "Ci sono stati contatti con la produzione"

Tutto procede per la nuova edizione del Talent show Sky che, negli scorsi giorni, ha lanciato delle masterclass.

Testo & ConTesto: Laura Pausini Io sì. Il Prof di latino analizza il testo della canzone italiana candidata agli Oscar 2021

Una canzone semplice al servizio del film. Poche parole che parlano di "attenzione", la vera essenza dell'amore. Ce lo spiega il Prof di latino. .

Release date 2021: l’elenco, mese per mese, di tutti i singoli italiani in uscita

Un articolo in costante aggiornamento per scoprire giorno per giorno, tutte le nuove uscite italiane del 2021.

Pagelle Nuovi singoli

Le recensioni del nostro critico musicale

ALBUM IN USCITA 2021

Articolo in continuo aggiornamento...

Interviste

Videointervista a Emanuele Aloia: “Ricevo messaggi da parte di studenti che apprezzano arte e letteratura grazie alle mie canzoni”

Il 16 aprile è il giorno dell'uscita dell'album d'esordio di Emanuele Aloia Sindrome di Stendhal, disponibile in formato fisico e su tutte le piattaforme digitali. .

Videointervista ad Achille Lauro: “Il mio lusso è essere libero grazie al successo.”

Il 16 aprile è il giorno dell'uscita del nuovo album di Achille Lauro intitolato semplicemente Lauro. Ne abbiamo parlato con l'artista.

Videointervista a Skioffi: “Non penso che Amici abbia influito troppo nella mia musica”

A un anno dalla sua partecipazione ad Amici, Skioffi torna con un nuovo progetto discografico, un Ep di 7 tracce intitolato Alice.

Videointervista a Mobrici: “Ora sono più libero di esplorare mondi diversi.”

E' uscito il nuovo singolo di Mobrici TVB. Con questo brano, che arriva a un mese dal precedente 20100, prosegue il percorso solista dell'artista per anni leader dei Canova.

Videointervista a Max Gazzè: “La musica è il nostro gioco preferito ed è la cosa per cui alzarsi ogni mattina”

E' uscito il nuovo album di Max Gazzè La Matematica dei Rami, a cui il cantautore romano ha lavorato insieme alla Magical Mystery Band.

Videointervista a Random: “Colui che crede in se stesso vive coi piedi fortemente poggiati sulle nuvole”

E' uscito il nuovo album di Random Nuvole, che arriva a un mese dalla sua partecipazione al Festival di Sanremo con il singolo Torno a Te. .

L'editoriale del direttore

di Massimiliano Longo

Nel giorno del suo compleanno i due momenti in cui Gianluca Grignani ha infranto le regole della musica in tv

Oggi Gianluca Grignani, uno degli artisti più carismatici, talentuosi e ribelli che il panorama musicale abbia mai conosciuto, compie gli anni. Oltre alla Top 10 dei suoi brani redatta dal nostro critico musicale, Fabio Fiume (che potete trovare qui) ho deciso di riportare alla mente due episodi che, a mio avviso, hanno fatto la storia...

News

Nasce ALL MUSIC FRIDAY, la playlist su Spotify con tutte le uscite italiane della settimana senza distinzione di genere o popolarità

La playlist verrà resettata e aggiornata ogni settimana e, nell'apposito post su Instagram del venerdì alle 22:30 potrete commentare le uscite.

Achille Lauro: il racconto del nuovo album “Lauro” track by track

A due anni dall'album 1969 e dopo i side project 1990 e 1920, Achille Lauro pubblica il nuovo progetto intitolato semplicemente Lauro.

Ghost: il nuovo singolo dei fratelli Alex e Enrico Magistri è “Il Mio Nome È La Dignità”

Il 16 aprile è il giorno dell'uscita del nuovo singolo dei Ghost Il Mio Nome È La Dignità, brano che arriva a quasi sei mesi dal precedente Ri-Evoluzione.

Imaginaction in Tour: nella tappa di Brescia un incontro generazionale con i Pinguini Tattici Nucleari e Roby Facchinetti

Nella suggestiva cornice del Palazzo Facchi di Brescia si è svolta la seconda tappa di Imaginaction in Tour. Ospiti Roby Facchinetti e i Pinguini Tattici Nucleari.

Madame: disco d'oro per l'album d'esordio e nuove date del tour in calendario

Nel frattempo il singolo Sanremese "Voce" è già certificato disco di platino da diverse settimane.

Achille Lauro, ecco tutte le versioni in uscita di "Lauro", compreso un vinile Pop up edition ad edizione limitata

Ecco tutte le versioni in uscita del disco e come acquistarle.

Motta torna con un disco "Semplice", energico e potente con musicisti internazionale

Il nuovo disco arriva a tre anni da "Vivere o morire", album premiato con la Targa Tenco per il miglior disco.

Emanuele Aloia ecco il significato di tutte le canzoni de "La Sindrome di Stendhal" raccontato dall'artista

Tredici canzoni in cui, come caratteristica del cantautore fin dall'esordio, l'arte a 360° è sempre presente.

Enzo Mazza della FIMI infuriato: "La musica ferma e gli Europei di Calcio no..."

Per i concerti con un massimo di 1.000 persone, per il calcio approvato un piano per 16.000 persone allo Stadio .

Marco Guazzone, l'artista più amato del cinema italiano, pubblica il singolo "Ti vedo attraverso"

La canzone è un dialogo in cui il riflesso nello specchio dell'artista svela cosa pensa di lui.

Arisa pronta a tornare con un nuovo singolo, "Ortica" scritto da lei tra napoletano e italiano

Il nuovo brano è stato scritto dalla stessa Arisa e prodotto da Adriano Pennino.

Premio Bianca d'Aponte: sono aperte le iscrizioni alla 17ma edizione

E' stato pubblicato il bando per partecipare al contest per cantautrici, dedicato all'artista prematuramente scomparsa nel 2003.

News
dalla discografia

Rubriche

radio date

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita nella settimana del 16 aprile

La mosca Tzè Tzè

Buon compleanno al Maestro Franco Battiato, colonna sonora della mia infanzia

Testo&Contesto

Testo & ConTesto: Laura Pausini Io sì. Il Prof di latino analizza il testo della canzone italiana candidata agli Oscar 2021

W la Mamma

Festa della musica, sì, ma se la facciamo #senzaMusica, chi se ne accorge?

A tutto pop

A TUTTO POP #47: TONY MAIELLO, GIUNI RUSSO e TAGLIA 42. Aneddoti e curiosità sulle canzoni

A-V Indie

IL TEATRO DEGLI ORRORI (V di Venezia)

Emergenti

Zioda lancia il nuovo singolo "Casamia" in duetto con Saint Pablo

Giulia Mei denuncia ipocrisie e contraddizioni nel brano “Mamma!”

Questa sera, 13 aprile, il giovane cantautore Cioffi in un live esclusivo per All Music Italia

Anteprima Video: una richiesta d’aiuto verso qualcuno che non vuole ascoltare nel nuovo singolo di Zueno “Le Chiavi Di Casa”

Opposite: la difficoltà di un rapporto a due nel nuovo singolo “Narghilè”

i Les Enfants hanno lanciato il singolo "Resta con me"

Valeria Altobelli conquista l’Albania con il brano “Anima semplice”

Manfredi si mette a nudo nell'album d'esordio “Kintsugi”

Serena de Bari: due mondi opposti si scontrano nel nuovo singolo “Love Affair”

Classifica Radio Settimana #15: Colapesce e Dimartino inarrestabili. Irama torna sul podio!

Certificazioni FIMI settimana 14: continua il successo dei brani di Sanremo 2021 e Sangiovanni è disco di platino

Classifica Spotify Settimana #14: Madame è prima... in Top 10 anche due brani di Amici 20

Classifiche di Vendita Fimi Settimana #14: colpo a sorpresa di Madame, ora in testa tra gli album

Classifica Radio Settimana #14: pokerissimo per Colapesce e Dimartino. Sul podio La Rappresentante di Lista

Certificazioni FIMI settimana #13: Il disco dei Maneskin è ora e arrivano tre nuove certificazioni per i singoli di Sanremo 2021

Recensioni

Annalisa: "Nuda Dieci"... una riedizione che riscalda l'atmosfera?

Malika Ayane: “Malifesto” il racconto perfetto di come la vita

Maneskin – Il Teatro dell'Ira... da cui fuoriesce tutta l'ira ma non solo

Ermal Meta - Tribù Urbana - Recensione del nuovo album del cantautore

La Rappresentante di lista - My Mamma - Recensione

Michele Bravi: La Geografia del Buio e lo sforzo immane di provare a squarciarlo.

Video

Emanuele Aloia Intervista Sindrome di Stendhal

Achille Lauro Intervista Lauro

Selton Intervista Benvenuti

Cioffi live in esclusiva per All Music Italia

J-Ax svela: “Ho avuto il COVID e mi sono sentito abbandonato dallo stato...”

Max Gazzè Intervista La matematica dei rami

Virginio Intervista Rimani

Random Intervista Nuvole

Tazenda Intervista Antìstasis

Malika Ayane Intervista Malifesto

Senhit Intervista Adrenalina Eurovision Song Contest

Tommaso Zorzi Bocca di Rosa al Maurizio Costanzo Show