6 Maggio 2016
di Interviste, Recensioni
Condividi su:
6 Maggio 2016

INTERVISTA ad ERMAL META: “Ho ancora le mie stelle da raggiungere…”

Intervista ad Ermal Meta, per tanti una scoperta di questo Sanremo 2016 ma in realtà autore e cantautore di successo da diversi anni...

Condividi su:

Una delle belle scoperte dell’ultimo Festival di Sanremo è senz’altro stata Ermal Meta, terzo classificato tra le nuove proposte dell’ultima edizione e subito protagonista con un album , Umano, che ho avuto la fortuna di poter recensire, poiché lavoro intelligente, di pop raffinato condito da un racconto lineare, vero e per nulla banale. La scoperta è stata però solo ad uso e consumo degli ascoltatori distratti, quelli che con l’arte della musica hanno un rapporto più labile, perché chi invece non riesce a farne senza, sa che Meta non solo è stato leader dei La Fame di Camilla, che per un lustro circa ci han deliziato di buone parentesi apposte su pentagramma, ma a seguire si è distinto come fine autore per star vecchie e nuove della musica italiana, dal nuovo reuccio Marco Mengoni, alla divina Patty Pravo, dalle voci possenti di Francesco Renga ed Emma alla classe di Annalisa, solo per citarne alcuni.

Questo lo sa benissimo invece il suo nutrito gruppo di fans, in cui ho avuto modo di imbattermi già ai tempi della recensione e che ha letteralmente invaso le mie pagine social, cosa ripetuta non appena ho pubblicato la notizia che lo avrei intervistato, cosa non comunissima questa ai giovani artisti, a meno che questi non passino dai talent. Chissà se Ermal si è reso conto di tutto questo affetto e se si, se se lo aspettava…

Certo che no! Chiaramente speravo di riuscire ad avere un pubblico mio, qualunque artista lo desidera, però ammetto che si è andati ben al di là di ogni più rosea aspettativa. E’ incredibile anzi, per non essere troppo forbiti, è una figata!

Sei al corrente che i tuoi fans si sono forgiati anche un nome ovvero i LUPI DI ERMAL?

Si che lo so! E la cosa è stata molto naturale.

Quindi sai pure come è nata la cosa?

Si, è nata a Sanremo. E’ una nascita abbastanza recente quindi.

Come è accaduto?

Stavo rilasciando una delle tante interviste quando un gruppo di ragazzi accorso ad ascoltare, alla fine della stessa mi ha gridato il classico “in bocca al lupo”. Al che io anziché rispondere nel modo classico, ho risposto: “che il lupo sia con me”. In seguito a questa cosa loro si sono così soprannominati e devo dire che ne sono molto contento perché, nemmeno a farlo apposta, il lupo è il mio animale preferito.

Umano è il tuo primo disco solista e nuovo punto di partenza. Ma se dovessi ricordare quale è stato il tuo vero start nella musica cosa mi racconteresti?

Che avevo appena 4 anni. Mia madre suonava in un’orchestra ed era impegnata nelle registrazioni di un progetto classico e così mi ritrovavo a stare ore con lei in sala dove registrava. Una di quelle volte mi misero a sedere su uno sgabello davanti al pianoforte e non sapendo che fare iniziai a toccare quei tasti magici, a sentire i suoni. Fu subito amore per me, anche se fu anche la prima sensazione di forte imbarazzo!

E perché mai?

Perché all’improvviso dalla cabina regia fu urlato un nervosissimo stop! Il fonico iniziò a dire che sentiva un suono di piano in sottofondo che non c’entrava nulla. Si girarono di colpo tutti verso di me.

Beh magari non ci hai pensato ma quella è stata la prima volta che hai avuto un riflettore addosso; l’artista deve essere abituato a questo!

E’ vero, non ci avevo pensato ( ride ndr ). Diciamo che forse al momento era proprio impossibile pensarci.

Prima di approdare ad “Umano” non è però possibile non citare gli anni con i La Fame di Camilla. Che anni sono stati?

Meravigliosi. Ho ricordi indelebili di divertimento, di esperienze, di grande amicizia. Noi effettivamente abbiamo iniziato semplicemente come amici che volevano suonare assieme. La composizione e l’idea di provarci è arrivata molto dopo. Il progetto e le persone tutte che ne hanno fatto parte sono nel mio cuore, in un posto speciale.

Ed allora come è che si decide di chiudere la parentesi del progetto? Problemi discografici?

Quelli sono all’ordine del giorno quasi per tutti oggi. Il problema reale è stato che le esigenze iniziavano ad essere diverse ed eravamo diventati 4 teste che avevano idee , punti di arrivo e passaggi per arrivarci con modi e tempi diversi. Visto che però la cosa che non è mai mancata tra noi è stata l’amicizia, anziché rischiare di comprometterla, abbiamo ragionato assieme e capito che era meglio finirla li. Abbiamo salvaguardato i rapporti dandogli la precedenza ed infatti ora li sento quasi tutti i giorni. Sono nella mia vita sempre.

Finita questa esperienza, prima di provarci da solista sei diventato autore per altri artisti. E’ stata una casualità o un tuo volere personale, una prima strada da percorrere?

Nulla accade per caso e nel mio personale modo di scrivere non può esserci una canzone data a caso. Le canzoni a caso non si danno. Ho bisogno di conoscere l’artista che le canterà e mi piace anche vedere una cosa che io ho scritto, pensandola in un modo, come viene letta ed interpretata da altri occhi, altra voce, altra testa proprio. Ho avuto anche la fortuna di poter scegliere con chi collaborare e questo è indubbiamente un privilegio.

In tanti hanno quindi avuto successi con cose scritte da te. Hai mai provato invidia verso di loro? Alla fine la canzone era tua…

L’invidia non fa proprio parte della mia concezione mentale. Ognuno ha il suo percorso ed io posso solo sentirmi onorato di fare parte anche di quello di altri. Se hanno fortuna con cose mie non può che essere una gioia per me.

Con chi sei stato più contento di collaborare?

Ti sembra strano se ti dico con tutti? Alla fine in effetti ho quasi sempre potuto scegliere…

Ma un nome me lo devi pur dare…

Vabè Patty Pravo! Cioè la divina della canzone italiana ha cantato una cosa mia. Ci rendiamo conto? Quasi non ci credevo nemmeno mentre l’ascoltavo. E poi ti direi Marco Mengoni perché è nata anche una bella amicizia ed un rapporto di stima reciproca.

Veniamo ad “Umano”. Hai scelto di presentarlo a Sanremo grazie ad “Odio le favole”. Tu però al Festival c’eri già stato con la band. Come è stata questa nuova esperienza?

Diversissima. Con la band io ho diviso tutto ciò che è accaduto, bello e brutto, con altre 3 persone. Non è poco poter gioire, confrontare e confortare con altri che stanno provando la stessa cosa tua. Quest’anno come sono salito sul palco ho subito pensato che dietro di me non c’era nessuno e tra l’altro con un’ aggravante …

Quale?

Ero reduce da una bronchite la settimana prima e non mi ero ancora ripreso. Per essere pronto per Sanremo mi sono imbottito di cortisone. Fare quell’esperienza non al pieno delle proprie forze non è il massimo, anche perché il Festival non è solo il palco; è una giostra sempre in moto e tu devi girarci assieme.

Ma toglimi una curiosità che proprio non riesco a ricordare: ma il termine stronza lo hai detto anche al Festival?

Ah ah ah ah ah ( ride ndr ) e certo! Nessuna censura, la canzone era così e l’ho proprio detto.

L’album, come appuntato nella recensione, è un disco cantautorale che non rinuncia a suonare pop. E’ stato difficile far convivere le due anime?

No perché semplicemente non ci penso quando scrivo. Lascio che il tutto sia quanto più naturale è possibile. Ogni canzone segue una strada sua e questa cosa mi piace. Cerco di non farmi chiudere in un genere, di non essere proprio un cantante di genere. Poi se gli arrangiamenti vengono fuori pop è forse perché sono un figlio degli ottanta.

Colpisce “Lettere a mio padre” come canzone tanto dura che ha però un finale a sorpresa, colmo di speranza, quello in cui affronti tu l’ipotesi di diventare padre..

E’ un racconto sincero, onesto. Sono i miei pensieri senza filtri, la mia emotività. Se sei onesto e serio con te stesso prima di tutto riesci a raccontare anche cose difficili come queste.

“A parte te”, che già era arrivata al successo come “Sempre sarai” interpretata da Moreno con Fiorella Mannoia assume nella tua versione un maggiore spessore grazie al quale la mancanza raccontata diventa tangibile. A chi è dedicata?

Non te lo dirò mai.

Ma sai che è una risposta bellissima?

L’unica che potevo dare ( ride ndr ). Comunque sono contento che ti sia piaciuta, che piaccia in generale.

E se rincaro la dose dicendoti che mi piace addirittura di più la tua interpretazione rispetto a quella della regina delle interpreti quale Fiorella Mannoia?

Non può che farmi ancora più piacere. E’ come dicevo prima. Una stessa emozione letta in maniera diversa da teste diverse.

Il nuovo singolo “Volevo dirti” parla della ricerca di se stessi in un mondo non facile, pieno di guerre che vogliono in pochi ma che fanno in tanti…

Se ci si pensa quante persone decidono se fare o non fare una guerra davvero? Quanti comandanti guidano le truppe? Quanti sono invece quelli che si trovano sul campo a sparare davvero, ad uccidere davvero? E spesso non sanno nemmeno quale sia l’esatto movente. Vorrei vedere se le proporzioni fossero invertite. Credo che sia incredibile come la gente sprechi il tempo. Il tempo andrebbe impiegato al meglio, perché non sai quanto ne hai davvero. Come diceva Baudelaire non bisogna mai pentirsi di ciò che fai.

Tu ti sei mai pentito di qualcosa che hai fatto?

No, mai. Come dicevo sono sempre onesto con me stesso e faccio solo cose di cui sono convinto.
Altra cosa che colpisce è che nel disco suoni quasi tutti gli strumenti, con pochi interventi di altri musicisti. Una sorta di Prince italiano?

Oddio non facciamo paragoni inesistenti.

Figurati, non intendevo quello. Era solo un omaggio ad un grande artista scomparso da poco e apripista a quali siano stati i tuoi grandi cult nella musica, i dischi degli artisti da non perdere …

Pink Floyd, Radiohead, Vasco, Ivano Fossati… ma potrei dirne davvero tanti altri, soprattutto del periodo ottanta. Come dicevo prima sono figlio di quegli anni.

Chiudiamo con una bella analogia cantata nella title track, quella in cui parli come contenuto di luci di lampioni che si sostituiscono a quelle delle stelle. Quali sono le stelle di Ermal? Ne hai ancora?

Sempre! E quella più luminosa è che avvenga una rivoluzione silenziosa. Non bastoni, non guerriglie, quelle le fanno i cretini. La rivoluzione deve essere interna, nelle persone, nella gente, nel popolo. Deve essere la coscienza di ognuno a ribollire ed essere contagiosa, diventare una coscienza collettiva. Per cambiare ingiustizie e insufficienze della nostra collettività, le tante cose che non vanno, bisogna partire proprio da li. Io ci spero sempre.

Cosa non abbiamo detto che vorresti dire a chi ci legge?

Che in attesa di mettere in piedi le date del mio tour ho ricevuto un bel regalo da parte dei grandissimi Negramaro, che sono grandi come persone, come amici, prima che come band. Aprirò il loro concerto di Pescara il 12 di Maggio con un mini spaccato acustico. Un altro onore che si aggiunge ai tanti onori che sto avendo in questi anni.

E’ il caso di augurarti allora un “in bocca al lupo”!

Che il lupo sia con me!


In Copertina

Festival di Sanremo 2020 Top & Flop: successo per i Pinguini tattici nucleari. Crollano (quasi) tutti gli Amici di Maria

Come ogni anno, a cinque mesi dalla fine del Festival, cerchiamo di capire a quali cantanti la kermesse è realmente servita.

Esclusiva: cambio di management per Ultimo. A seguirlo sarà...

Novità inaspettate sotto il punto di vista discografico per Ultimo.

Backstage - Come gestire la propria musica su Spotify. I servizi offerti da Matchfy.io

Spotify e le piattaforme streaming oggi sono il mezzo più importante per raggiungere il pubblico. Come? Ne parliamo con Paolo Mantini, CEO di Matchfy.io.

Colonne sonore: la top 10 delle migliori canzoni italiane originali

All Music Italia ha provato a raccogliere 10 delle migliori canzoni originali di una colonna sonora per un film italiano.

Sondaggio: scegli tu il tormentone dell'estate 2020

Quaranta canzoni selezionate dalla nostra redazione per i classico sondaggio dell'estate. La parola a voi.

Da Spotify a Youtube: chi paga, e quanto, gli artisti nello streaming?

Direttamente dalla Generazione Z, Matteo Mori ci parla del problema legato ai pagamenti dei diritti degli artisti indipendenti da parte dei servizi streaming.

Festival di Castrocaro 2020: ecco gli 8 artisti che si giocano la vittoria (e la possibilità di essere ascoltati live da Amadeus per Sanremo Giovani)

I finalisti si esibiranno, con cover e brani propri, nella prima serata di Rai 2 davanti ad una giuria composta da artisti noti.

Gli album più venduti in Italia nel primo semestre 2020: Guida Marracash e, tra le etichette, Island Records!

Tra gli album di Sanremo troviamo prima i repack dei Pinguini Tattici Nucleari e Elettra Lamborghini, quindi Francesco Gabbani ed Elodie.

Concerti 2020: ecco i nuovi calendari fissati per il 2021 e i live annullati

Una guida in costante aggiornamento ai tour, festival ed eventi del 2020 annullati e le nuove date di quelli spostati al 2021.

Release Date 2020: tutti i singoli italiani in uscita durante l'anno

Da gennaio a dicembre, tutti i brani italiani in uscita settimana per settimana.

Pagelle Nuovi singoli

Le recensioni del nostro critico musicale Fabio Fiume

ALBUM ITALIANI IN USCITA NEL 2020

Ecco tutti i dischi in arrivo nei prossimi mesi

Interviste

Backstage - Come gestire la propria musica su Spotify. I servizi offerti da Matchfy.io

Spotify e le piattaforme streaming oggi sono il mezzo più importante per raggiungere il pubblico. Come? Ne parliamo con Paolo Mantini, CEO di Matchfy.io.

Videointervista a Marco Martinelli: “Io voglio fare il cantante... scienziato!"

E' uscito il nuovo singolo di Marco Martinelli e Valerio Lysander “Così Com'è”, brano in cui si parla della pacifica accettazione della fine di un rapporto. .

Ellynora intervista: "Non me la sentivo di tornare con un brano estivo"

Intervista a Ellynora che dopo la pandemia decide di pubblicare un brano delicato che racconta il dolore.

Videointervista a GIULIA: “Il mio sogno? Una mia canzone in una colonna sonora di un film!”

E' uscito "Mon Amour", il nuovo singolo di GIULIA interpretato insieme a Samuel Storm. Il brano è accompagnato da un videoclip girato in Sicilia.

Videointervista ad Aiello: “Gioco con le parole, ma mando dei messaggi...”

"Vienimi (a ballare)" è il nuovo singolo di Aiello, apripista di un album attualmente in lavorazione.

L'editoriale del direttore

di Massimiliano Longo

Elettra Lamborghini: Musica e la critica musicale... rimane

Elettra Lamborghini si arrabbia per una critica al suo nuovo singolo con Giusy Ferreri, La Isla. E a me viene voglia di scriverle, così, d'istinto...Ma prima riassumiamo quel che è successo. Un blog che parla di musica pagella i nuovi singoli in uscita e, a La Isla, dà 2, come alla collega Baby K.Sospetto che...

News

Lucio Dalla Caterina Caselli, una rilettura moderna de “L'Anno Che Verrà”

Una nuova versione in 7/4 dello storico brano del 1970 scritto e interpretato dal cantautore bolognese.

Festival di Sanremo 2020 Top & Flop: successo per i Pinguini tattici nucleari. Crollano (quasi) tutti gli Amici di Maria

Come ogni anno, a cinque mesi dalla fine del Festival, cerchiamo di capire a quali cantanti la kermesse è realmente servita.

Shiva: fuori “Take 2”, secondo episodio nato dall'omonimo freestyle (Testo e Audio)

A una settimana da "Take 1", è ora uscito il nuovo progetto di Shiva "Take 2".

Francesca Michielin: un mashup bucolico per StellaFest, festival contro la violenza sulle donne

Francesca Michielin è stata scelta dalla maison Stella McCartney per StellaFest, un festival digitale contro la violenza sulle donne.

Giovanni Truppi In Viaggio Sui Margini dell’Italia, il tour dell'estate 2020

Prenderà il via il 16 luglio da Carpi il tour di Giovanni Truppi. Un viaggio che percorrerà i confini litoranei del nostro paese..

Esclusiva: cambio di management per Ultimo. A seguirlo sarà...

Novità inaspettate sotto il punto di vista discografico per Ultimo.

Power Hits Estate 2020: Boomdabash & Alessandra Amoroso sono in testa nella terza settimana

Dopo Gaia e Irama questa volta in testa la hit "Karaoke".

Colonne sonore: la top 10 delle migliori canzoni italiane originali

All Music Italia ha provato a raccogliere 10 delle migliori canzoni originali di una colonna sonora per un film italiano.

Giro d’Italia 2020: “GiraGiroGiraGi” degli Extraliscio è la colonna sonora della Corsa Rosa

Gli Extraliscio interpreteranno la colonna sonora del Giro d'Italia. Brano scritto insieme a Pacifico.

La Camba lancia il brano "Facci caso" nato di notte in pieno lockdown

La Camba torna con un singolo travolgente mentre le sue canzoni, portate al successo da altri artisti, superano i 10 milioni di copie vendute.

Eugenio In Via Di Gioia: al via il tour estivo “Concerti Leggeri”

Dopo la prima data a Bologna, è ora tutto pronto per Concerti Leggeri, il tour degli Eugenio In Via Di Gioia. Ecco il calendario.

Frankie Hi NRG Mc: una stagione surreale nel nuovo singolo “Estate 2020”

A 6 anni da "Pedala" e il Festival di Sanremo, Frankie Hi NRG Mc torna con il singolo "Estate 2020".

Highsnob: da un incontro casuale nasce il singolo “Bugie da bere” feat. Pacestema

Un inedito reggaeton per il singolo estivo di Highsnob, che nel brano collabora con l'esordiente Pacestema.

Musicultura 2020: ecco il conduttore e i primi ospiti delle serate finali

Le serate finali del Festival si terranno allo Sferisterio di Macerata il 28 e 29 agosto 2020.

Mecna: "Paura Di Me" e "Così Forte", doppia release per mostrare le sue due anime

Sono usciti due singoli di Mecna Paura Di Me e Così Forte. Un brano estivo e una dichiarazione d'affetto ai fans della prima ora.

News
dalla discografia

Mini Meets Music Contest, il concorso per i talenti della scena elettronica

Assomusica con Inail rende disponibile il Vademecum delle macchine scenotecniche

Vincenzo Spera, presidente di Assomusica, Commendatore dell’Ordine al merito della Repubblica italiana

Daniele Coro e Warner Chappell annunciato il rinnovo del contratto in esclusiva

Federica Camba: rinnovata la collaborazione con Warner Chappell Music Italiana

Decreto rilancio: dimenticate misure di emergenza per settore cultura negozi di dischi, industria discografica ed Editori musicali

Rubriche

Sondaggi

Sondaggio: scegli tu il tormentone dell'estate 2020

Pagelle Nuovi singoli

Le pagelle del critico musicale ai singoli italiani in uscita il 10 luglio 2020

Testo & ConTESTO

TESTO & CONTESTO SPRITZ CAMPARI: IL TORMENTONE DI MIETTA CI INSEGNA A DIRE "VATTENE, AMORE" CON STILE

Radio Date

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita nella settimana del 10 luglio

(s)cambio generazionale

Da Spotify a Youtube: chi paga, e quanto, gli artisti nello streaming?

La mosca Tzè Tzè

Dai raduni dei fan club agli screenshot in diretta con cantante: come è successo?

W la mamma

Festa della musica, sì, ma se la facciamo #senzaMusica, chi se ne accorge?

L'ANALISI

Analisi Sanremo 2020: ecco come Diodato ha conquistato la vittoria

Emergenti

Jurijgami: “Stati Uniti Mai”, il primo amore non si può dimenticare...

Ainé, il giovane artista del nu soul italiano, torna con "Hangover"

wLOG lancia l'EP "Nisba" e ne descrive le sue quattro fasi

Sasha Donatelli invita alla spensieratezza nel brano "È deserta la città"

Disarmo: la fine di una relazione nel nuovo singolo “Finale col Botto”

Anteprima Video: la paura di perdere tutto nel singolo “Mentre Cado” del duo 1998

Classifica Spotify Settimana #28: “Karaoke” cala il tris e conquista anche lo streaming

Classifiche di Vendita Fimi Settimana #28: in vetta rap, trap e... “Karaoke”!

Classifica Radio Earone Settimana #28: “Karaoke” in testa. Sale Achille Lauro

I vinili più venduti in Italia nel primo semestre 2020: i Pink Floyd fermano la corsa di Brunori

I singoli più venduti in Italia nel primo semestre 2020: bene la musica italiana, ma primo c'è The Weeknd

Gli album più venduti in Italia nel primo semestre 2020: Guida Marracash e, tra le etichette, Island Records!

Recensioni

Ghemon: "Scritto Nelle Stelle" e con una grafia bella chiara e leggibile… anche per altre voci svogliate

Francesca Michielin: Feat e il suo stato di natura… ribelle.

Diodato – Che Vita Meravigliosa… se sai osservarla, capirla, viverla

Elodie This Is Elodie: Ante dell’armadio aperte, ecco tutto il suo guardaroba.

Marracash Persona: recensione di uno dei migliori dischi rap degli ultimi 10 anni

Tiziano Ferro Accetto Miracoli: Venti di cambiamento per un artista che si ha ancora il piacere di attendere… ancora ed ancora.

Video

Marco Martinelli Intervista Così Com'è

GIULIA Intervista Mon Amour

Diodato, al via il tour in Valle d'Aosta

Jack The Smoker Intervista Diretta Instagram

Martina Pecoraro Intervista Fino al prossimo abbraccio

Chiara Galiazzo Intervista Bonsai

Aiello Videointervista Vienimi a Ballare

Mietta Spritz Campari Testo & Contesto di Davide Misiano, il Prof. di latino

Boro Boro Mambolosco Intervista Caldo

Renza Castelli Intervista La Libertà

Biondo Intervista Bali e Dubai

Ernia Intervista Gemelli