18 Maggio 2015
di Blogger
Condividi su:
18 Maggio 2015

INTERVISTA ad ALEXIA: “Mi ero persa ma oggi con Tu puoi se vuoi torno più forte di prima”

All Music Italia ha incontrato Alexia in occasione dell'uscita dell'album, "Tu puoi se vuoi". Un disco colorato e nel senso della rinascita.

Condividi su:

Questa settimana All Music Italia ha incontrato Alexia a pochi giorni dall’uscita del suo nuovo album di inediti che segna il suo ritorno sulle scene dopo cinque anni di assenza.
Dal successo internazionale degli esordi che la incorona da subito regina e punto di riferimento dell’eurodance di fine anni ’90, fino alla più recente produzione in lingua italiana orientata verso il soul e con una maggiore attenzione ai testi, Alexia si riscopre più grintosa ed agguerrita che mai con un album sincero ed un bel messaggio da diffondere.

In quest’intervista l’emozione per l’uscita del suo nuovo album Tu puoi se vuoi, la sua prima autoproduzione, un momento di crisi artistica e la voglia di ricominciare da capo oltre a tutti i mille progetti futuri di una tra le più grandi voci d’Italia.
Buona lettura.

Partiamo dall’inzio: Il mondo non accetta le parole è il biglietto da visita di questo tuo ritorno ed insolitamente una ballata, diversamente da ciò che ci si aspettava da te. Una scelta coraggiosa per ripresentarsi al pubblico andando incontro alla stagione che solitamente predilige canzoni più leggere. Hai voluto rischiare?

Ho deciso di scegliere Il mondo non accetta le parole innanzitutto perché è una canzone bella e che sento nel cuore. E’ vero, va al di là dei ragionamenti delle radio e di un gusto che purtroppo ci impongono continuamente ma credo molto in questo pezzo, e sono sicura che resterà nel tempo: ha una forza intrinseca. Al primo ascolto è destabilizzante, non troppo immediata; da Alexia tutti si aspettano una cosa più ritmata, ma ho voluto così sottolineare il mio cambiamento, la mia maturazione nel pensare la musica. Sono diventa più grande ed ho piacere di scrivere liberamente, riuscendo a comunicare anche con i miei coetanei, che prima non sempre facevano parte del mio pubblico… mi sono sentita sempre inferiore agli altri, e questa cosa mi faceva soffrire. Inoltre siamo in un momento anche storico in cui veramente il Mondo non accetta le parole, il pensiero libero, e non potevo scegliere niente di più attuale.

Uno dei concetti ricorrenti nei contenuti del tuo nuovo disco è la rinascita, la ripartenza: cosa aveva fermato Alexia?

Mi sono fermata quando non avevo più stimoli. La mia musica mi aveva dato tante soddisfazioni, e tutto ad un tratto mi è sembrato di aver detto tutto. Non sentivo quella voce dall’anima, era come se fossi spenta, assopita. Mi sono dedicata alle due cose meravigliose che mi sono accadute in questi anni, che sono le mie figlie, ed ho suonato tanto all’estero, cosa che mi ha fatto recuperare quell’energia che avevo perso lungo la strada. Inoltre ho incontrato i ragazzi che fanno parte della mia nuova band; ci siamo conosciuti, abbiamo iniziato a scrivere le canzoni insieme partendo dai testi, che non erano che i miei pensieri appuntati sulle agente in questi anni. Poi è arrivata l’idea di un suono deciso, direzionato dal soul all’r&b ed abbiamo capito dove volevamo andare. Non vedo l’0ra di suonare questo disco dal vivo, per ritrovare il calore della gente ed ammettere che si, un momento di smarrimento può capitare a tutti, ma si può ricominciare ogni volta. Tu puoi se vuoi è la mia testimonianza.

alexia1

Dopo tanti anni e più di qualche disco all’attivo c’è qualcosa che cambieresti? Faresti delle scelte musicali diverse se pensi al tuo modo di vivere la musica oggi?

Potendolo fare, qualcosa cambierei sicuramente, ma non voglio fare titoli, perché dietro ad ogni progetto hanno lavorato tante persone e mi sembrerebbe di mancargli di rispetto. Ci sono canzoni che quando riascolto vorrei ricantare in modo diverso, più coerente con l’uso che faccio della mia voce adesso, ma è andata ormai e va bene cosi.

La copertina di Tu puoi se vuoi ti ritrae con un look ed un’immagine tutta nuova ed eccentrica… Che importanza hai dato alla componente grafica di questo progetto? Un disco deve presentarsi bene anche dalla copertina?

Assolutamente si, forse sarò all’antica e penso come vent’anni fa ma l’impatto di una copertina fatta bene è importante. Io ad esempio ho ragionato in questo senso per dichiarare subito il contenuto del disco: avevo bisogno di dare un segnale forte e dire che sono tornata, sono colorata ed ho qualcosa da raccontarvi.

Presto partirai con il tour per presentare dal vivo questo disco. Ci racconti che cosa succederà sul palco? Come fai a far coesistere generi e brani tanto diversi tra loro? 

Sarà un concerto divertente, coloratissimo, con diversi momenti tra canzoni nuove, i successi, dei medley e soprattutto tanta energia, perché io quando sono sul palco sono questo: Energia! Finché avrò forza cercherò di dispensarla a tutti quelli che avrò davanti a me ad un concerto. In chiusura c’è uno spazio totalmente dedicato alla dance in cui arriva proprio “la botta”. Alcuni pezzi sono stati rielaborati per fare posto anche agli strumenti, ma l’atmosfera è proprio quella della disco dance degli anni 90 solo da ballare. In fondo è tutta la mia storia, parte tutto da li.

alexia4

In pochi anni hai raggiunto degli obiettivi straordinari con i tuoi primi dischi in inglese diventando una vera e propria icona della dance music europea. A seguire è arrivata la svolta in italiano che però non è stata premiata con gli stessi numeri; secondo te cosa non ha funzionato? Come hai vissuto quel cambiamento?

E’ una questione di possibilità, l’Italia è più piccola in fondo (ride n.r.d.) In tanti mi hanno chiesto: ma chi te lo ha fatto fare? Io ad un certo punto della mia carriera ho sentito proprio l’urgenza di comunicare nella mia lingua e per il mio Paese,  mi sembrava dovuto e mi faceva piacere. Ho scelto di cantare quei brani con uno stile rhythm and blues, un genere che in Italia non ha mai venduto molto, e probabilmente anche quello ha influito. Poi va anche detto che in generale i numeri sono calati esponenzialmente in questi anni, fare i dischi non conviene più in termini di mero guadagno; si fanno per passione, per ampliare il repertorio degli spettacoli che verranno, ma se prima un artista poteva permettersi di fare un disco ogni 5 anni, oggi non se lo può più permettere se i suoi guadagni dovessero provenire tutti dalle copie vendute.

Che differenza c’è nel produrre un album negli anni ’90 e farlo oggi?

La differenza più grande sta nella costruzione dei particolari. Quando ho registrato i miei primi dischi dance era tutto molto semplificato: entravo in studio, partiva la base e cantavo senza troppi pensieri; Tu vuoi se puoi ha avuto una gestazione tutta diversa, è stato creato da me, con la band, curandone i dettagli uno ad uno: abbiamo registrato le voci in Italia, la band in Olanda e mixato il tutto a Boston cercando un suono unico, mettendo nero su bianco l’idea che avevo in testa dall’inizio. E’ il mio primo disco autoprodotto ed anche il primo che è venuto fuori proprio come lo volevo io.

Hai mai pensato di produrre qualcuno? Che ne pensi dei producers che spopolano nelle classifiche internazionali?

Sto scrivendo delle cose, ma tutto è in fase ancora embrionale. Sono una fan scatenata, e vedova visto che si sono sciolti, degli Swedish House Mafia ma adoro anche Calvin Harris… li trovo geniali. Mi piacerebbe lavorare su un progetto dance di ampio respiro, ispirato da quello che mi piace ascoltare.

C’è qualcuna, tra le tante interpreti della nuova musica italiana in cui ti rivedi agli inizi della tua storia musicale?

Credo che la mia carriera sia difficilmente ripercorribile, lo dico non per mancanza di modestia, ma perché negli anni in cui ho iniziato a cantare io era tutto diverso, sono partita dall’estero per arrivare poi qui, oggi  questo non accade più… Posso dirti che mi piace tantissimo la vocalità di Chiara Galiazzo, la trovo molto internazionale e credo che sarebbe una figata se avesse la possibilità di provare a cimentarsi in qualcosa in inglese oltre i confini nazionali. La discografia italiana ti limita a volte, anche per questo ho deciso di autoprodurmi ed esprimermi liberamente.

Diversi rumors ti volevano in gara all’ultimo Festival di Sanremo. Hai davvero provato a partecipare quest’anno?

Sarebbe stato bellissimo andare con Il mondo non accetta le parole, anche se alla fine abbiamo optato per uscire in primavera. Ho apprezzato tantissimo questa edizione di Carlo Conti, ma a posteriori sono più contenta di non essere andata per non togliere importanza e visibilità a questo pezzo che poteva sfuggire in mezzo a tanti più immediati. Tornerò sicuramente a Sanremo, mi piacerebbe con un brano dallo stesso impatto che suscitò Dimmi come, ma fino a che non avrò tra le mani un progetto che mi ricordi quella forza lì posso anche aspettare.

Ogni anno la lista degli esclusi eccellenti del Festival si fa sempre più fitta: a restare fuori spesso sono sopratutto i cantanti che hanno raggiunto l’apice del loro successo qualche anno fa. Secondo te come mai?

E’ normale. Oggi se non provieni da un talent, o non sei uno che vogliono tutti non hai molta scelta; non ci sono tante occasioni per presentare il tuo progetto e fare promozione per il tuo disco. In mezzo a tanti devi dimostrare di avere qualcosa da dire, come ha fatto per esempio Nek quest’anno: checché se ne dica è salito su quel palco con il coltello tra i denti ed ha stupito tutti, me compresa che lo seguivo da casa. La sua è stata la dimostrazione che anche noi cantanti pre talent abbiamo tanto ancora da dire.

alexia3

Torni dopo cinque anni con un disco di inediti ma in realtà un paio d’anni fa eri già tornata con Canzonissima, il format di Carlo Conti all’interno de I migliori Anni, a cui è seguito anche un disco. Che esperienza è stata? Cosa ti ha dato e cosa (eventualmente) ti ha tolto?

A me ha fatto solo del bene, in barba a chi con la puzza sotto il naso mi diceva che era una trasmissione nazional popolare dove i giovani non andrebbero mai. Io, che sono giovane non giovane ho deciso di buttarmi, ed ho vinto una grande partita: ho incontrato proprio li i ragazzi che ora compongono la mia grande band, ed inoltre ho avuto anche un grande ritorno in termini di popolarità; dopo dieci sabato sera passati in televisione la gente ha voglia di venire a sentire anche ai concerti, e tantissime persone hanno voluto sostenermi.

In quella trasmissione c’erano in gara con te anche Paola e Chiara. Una delle due, Chiara per l’esattezza, quest’anno ha tentato la carta di un talent show come The voice, ripartendo da zero e da un concorso per nuove proposte sostanzialmente. Che idea ti sei fatta in merito? Tu lo faresti?

E’ una domanda che mi fanno in tanti… Io rispondo che sostenerla o affossarla non mi interessa, anzi colgo l’occasione per salutarla perché è una mia amica.

Come mantieni attivo il contatto con i tuoi fans in tutto il mondo? 

Quest’anno, con il restyling del sito sono anche sbarcata sui social. E’ un aspetto del mio lavoro a cui non avevo mai badato molto, sbagliando, perché adesso mi accorgo che invece quel tipo di comunicazione è fondamentale. Ovviamente poi c’è il concerto ed il contatto vero, sincero che non può mancare mai. Mi piace condividere quattro chiacchiere con chi mi segue e si organizza magari venendo anche da fuori per assistere ad un mio spettacolo.

Con quest’ultima domanda ringraziamo Alexia e le facciamo un grande in bocca al lupo per il tour e per i suoi progetti futuri.

Si ringrazia Vincenza Petta della Daniele Mignardi Promopressagency, ufficio stampa di Alexia.


In Copertina

Spotify 2020: Artisti, canzoni, playlist e podcast più ascoltati

Spotify ha rilasciato i numeri e i dati relativi a questo, assurdo, 2020.

Sanremo 2021: i giochi sono quasi conclusi, tra due settimane l'annuncio dei big in gara

Ritorni, sorprese, conferme, uomini, donne, band. Chi sono i nomi più papabili per il secondo Festival di Amadeus?.

Classifica degli album più venduti in Italia. Ecco la Top 15 dei dischi che hanno avuto più successo nel nostro paese

Due donne presenti in classifica, due album internazionali e un artista presente con ben 4 dischi.

Certificazioni FIMI settimana 48: Sfera Ebbasta disco di platino con "Famoso" in soli una settimana. Rap e trap monopolizzano i Fimi Awards

Tra gli artisti certificati il collettivo Bloody Vinyl con ben due certificazioni.

X Factor 2020: ecco quanti follower Instagram il programma ha portato agli artisti in gara

Sono ben cinque i ragazzi che hanno conquistato più di 100.000 followers dopo il debutto televisivo.

Il critico musicale Michele Monina intervista Massimiliano Longo, direttore di All Music Italia

Una lunga chiaccherata per parlare del sito, di Area Sanremo, degli artisti emergenti e, sopratutto, del ritrovato ruolo da manager.

Laura Pausini è la prima artista italiana a raggiungere un miliardo di stream su Spotify

Il risultato arriva proprio quando l'artista porta ben due artisti in finale nella versione spagnola di The Voice.

Parla Amadeus: "Per Sanremo 2021 sono arrivate più di 300 canzoni, nessuna parla di Covid!" e su Mina...

Per il direttore artistico della Kermesse la qualità dei brani arrivati è ottima e rappresenta tutti i generi.

Release Date 2020: tutti i singoli italiani in uscita durante l'anno

Da gennaio a dicembre, tutti i brani italiani in uscita settimana per settimana.

Pagelle Nuovi singoli

Le recensioni del nostro critico musicale Fabio Fiume

ALBUM ITALIANI IN USCITA NEL 2020

Ecco tutti i dischi in arrivo nei prossimi mesi

Interviste

Videointervista a Liner: “Scrivo quando vivo e descrivo le mie esperienze negative”

Il giovane cantautore torinese Liner ha da poco pubblicato il singolo Mi Fai Male, nel quale parla della forza prorompente di un ricordo. .

Videointervista a Livio Cori: “La vita di un album è troppo breve, ma..."

E' uscito il nuovo album di Livio Cori Femmena, un disco che in 10 tracce descrive il rapporto dell'artista con l'universo femminile con sonorità 'tropical r'n'b'.

Videointervista a Pamela Prati: “In questo momento abbiamo bisogno di un messaggio positivo”

E' uscito il nuovo singolo di Pamela Prati Mariposita, un vero e proprio inno alla felicità che una speciale e sentita dedica. .

Il critico musicale Michele Monina intervista Massimiliano Longo, direttore di All Music Italia

Una lunga chiaccherata per parlare del sito, di Area Sanremo, degli artisti emergenti e, sopratutto, del ritrovato ruolo da manager.

Videointervista a Valerio Scanu: ““E sarà Natale, con tutti i suoi colori”

E' uscito il 27 novembre in digitale e sarà disponibile dal 4 dicembre in formato fisico il nuovo progetto discografico di Valerio Scanu Canto di Natale.

L'editoriale del direttore

di Massimiliano Longo

Sanremo 2021: i giochi sono quasi conclusi, tra due settimane l'annuncio dei big in gara

Sanremo 2021 Big in gara... il momento dell'annuncio da parte di Amadeus dei 20 (ma potrebbero diventare 22 o 24) artisti in gara nella categoria Campioni è sempre vicino. Il Direttore artistico (che ha iniziato delle canzoni qui) li svelerà infatti il 17 dicembre in prima serata su Rai1 nel corso della finale di Sanremo...

News

Le Vibrazioni: una inedita versione di “Dedicato a Te” sigla della serie tv “Il Silenzio dell'Acqua”

Una nuova versione orchestrale del brano de Le Vibrazioni Dedicato a Te è stata scelta come sigla della fiction di Canale 5 Il Silenzio dell'Acqua.

Sfera Ebbasta: “Famoso” è il quarto album più ascoltato nel mondo su Spotify

Proseguono i record che riguardano il nuovo album di Sfera Ebbasta Famoso che in una sola settimana ha conquistato il disco di platino.

Anteprima Video: il corto di Marcello Pieri che racconta il brano “In Punta di Piedi”, scritto per Marco Pantani

In Punta di Piedi è il nuovo singolo di Marcello Pieri, scritto per Marco Pantani. Il corto che ne racconta la storia è in anteprima su All Music Italia.

In attesa del nuovo album Bungaro ha lanciato l'EP "Appartenenza"

L'EP anticipa l'album fisico in uscita nel 2021.

Ligabue 77 + 7: “Nel 1999 avevo meditato di smettere, poi...”

Il 4 dicembre è il giorno dell'uscita per Warner del nuovo progetto discografico di Ligabue 77 +7. L'artista ne ha parlato in conferenza stampa.

Fulminacci: in arrivo il 4 dicembre il nuovo singolo “Un Fatto Tuo Personale”

Il 4 dicembre è il giorno dell'uscita del nuovo singolo di Fulminacci Un Fatto Tuo Personale, prodotto da Frenetik & Orang3.

Classifica degli album più venduti in Italia. Ecco la Top 15 dei dischi che hanno avuto più successo nel nostro paese

Due donne presenti in classifica, due album internazionali e un artista presente con ben 4 dischi.

Canio Loguercio: dal 4 dicembre il nuovo album “Ci Stiamo Preparando Al Meglio”

Sarà disponibile dal 4 dicembre Ci Stiamo Preparando Al Meglio, il nuovo album di Canio Loguercio vincitore nel 2017 della Targa Tenco.

PeppOh: "Mood Street" è un album che spazia in diversi generi musicali con tante guest star

Tra gli ospiti del disco anche 'O Zulù e Livio Cori.

Ghali in concerto: martedì 1° dicembre alle 20 con Nest Virtual Stage

Martedì 1 dicembre Ghali in concerto! L'artista sarà il protagonista di Nest Virtual, una music experience interattiva realizzata da Google.

Lùnapop: 21 anni fa usciva “..Squérez?”, l’album d’esordio di una band italiana più venduto della storia della musica di casa nostra

Il 30 novembre 1999 usciva l'album dei Lùnapop ..Squérez?, mentre il 1° dicembre 2020 è il giorno della pubblicazione del nuovo libro di Cesare Cremonini.

Claudio Baglioni, il nuovo album: “In cuor mio sento che è un buon lavoro”

Il 4 dicembre è il giorno dell'uscita del nuovo album di Claudio Baglioni In Questa Storia che è la mia, presentato in una conferenza stampa.

X Factor 2020: ecco quanti follower Instagram il programma ha portato agli artisti in gara

Sono ben cinque i ragazzi che hanno conquistato più di 100.000 followers dopo il debutto televisivo.

Briga: un immaginario crudo e un po' splatter nel nuovo singolo “Sacramento"

A qualche settimana dalla pubblicazione di Nessuna Pietà e Atto di Dolore, ecco in digital download e streaming il nuovo singolo di Briga Sacramento.

Premio Musica Contro Le Mafie 2020: annunciati i nomi dei 10 finalisti

Dopo 22 giorni di votazioni la direzione artistica del Premio Musica Contro Le Mafie 2020 annuncia i 109 nomi ammessi alla finale.

Zerosettanta Volume Uno: “Non è vero che sono un cantante, non lo sono mai stato.”

Con la pubblicazione di Zerosettanta Volume Uno si chiude la trilogia di album di inediti di Renato Zero progettata per festeggiare i 70 anni.

Gianna Nannini promuove l'importanza di proteggere e valorizzare la musica italiana al World Protection Forum

Gianna Nannini è intervenuta al World Protection Forum per promuovere l'importanza di proteggere e valorizzare la musica italiana. .

Pauhaus.it, lo store on line dedicato ai disegni di Pau dei Negrita

Pau, frontman dei Negrita, apre a grande richiesta uno shop on-line. Sul sito sarà possibile acquistare, in tiratura super limitata, alcuni dei suoi disegni.

AMICI 20 resoconto e pagelle della puntata del 28 novembre 2020

Nel terzo appuntamento iniziano ad essere messi in discussione in primi banchi.

Laura Pausini è la prima artista italiana a raggiungere un miliardo di stream su Spotify

Il risultato arriva proprio quando l'artista porta ben due artisti in finale nella versione spagnola di The Voice.

Bugo: dal 4 dicembre in radio il nuovo singolo “Quando Impazzirò” (Testo e Audio)

Sarà in radio dal 4 dicembre il nuovo singolo di Bugo Quando Impazzirò, estratto dall'album Cristian Bugatti, uscito lo scorso 7 febbraio.

News
dalla discografia

Danti e One Fingerz, firmato l'accordo con l'agenzia di management MK3

Ensi e Warner Chappell Music Italiana: rinnovata la collaborazione

Boosta firma un accordo editoriale con Warner Chappell Music Italiana

Soundreef: dal 2021 la gestione per l'online dei Big del rap e della trap

Concerti: 12 milioni agli organizzatori per ripianare parte delle perdite subite in questi mesi difficili

Ticketmaster comunica le nuove iniziative per il ritorno al live

Rubriche

Radio Date

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita nella settimana del 27 novembre

Pagelle Nuovi singoli

LE PAGELLE AI NUOVI SINGOLI ITALIANI IN USCITA IL 27 NOVEMBRE 2020

La mosca Tzè Tzè

Morgan nuovo Sindaco di Milano: sì o no?

(s)cambio generazionale

Daniel Ek, CEO di Spotify: rilasciare un album ogni tre anni funziona ancora?

Sondaggi

Sondaggio: scegli tu il tormentone dell'estate 2020

Testo & ConTESTO

TESTO & CONTESTO SPRITZ CAMPARI: IL TORMENTONE DI MIETTA CI INSEGNA A DIRE "VATTENE, AMORE" CON STILE

W la mamma

Festa della musica, sì, ma se la facciamo #senzaMusica, chi se ne accorge?

L'ANALISI

Analisi Sanremo 2020: ecco come Diodato ha conquistato la vittoria

Emergenti

Nuela: una divertente risposta agli hater nel nuovo singolo “Settimo Nano” (Testo e Audio)

Andrea Arena: on line il videoclip del nuovo singolo “Grassottella”

Renza Castelli: fuori “A piedi scalzi sulla neve”, brano che parla di... imprevisti!

Anteprima Video: 'essere simili equivale ad essere invincibili?' La risposta nel brano “Un Raggio a Strapiombo” di Innocente

Cannella: fuori “Casa Tua”, un accorato invito a entrare nelle vite degli altri (Testo e Audio)

Minerva affronta le proprie paure nel singolo onirico “Edera”

Spotify 2020: Artisti, canzoni, playlist e podcast più ascoltati

Certificazioni FIMI settimana 48: Sfera Ebbasta disco di platino con "Famoso" in soli una settimana. Rap e trap monopolizzano i Fimi Awards

Classifica Spotify Settimana #48: Sfera Ebbasta da record! Bene N.A.I.P.

Classifiche di Vendita FIMI Settimana #48: Sfera Ebbasta... pigliatutto!

Classifica Radio Earone Settimana #48: pokerissimo Negramaro! Ma Fedez si avvicina

Certificazioni FIMI settimana #47 con Izi, Shade, Ghali, Frah Quintale e....

Recensioni

Ghemon: "Scritto Nelle Stelle" e con una grafia bella chiara e leggibile… anche per altre voci svogliate

Francesca Michielin: Feat e il suo stato di natura… ribelle.

Diodato – Che Vita Meravigliosa… se sai osservarla, capirla, viverla

Elodie This Is Elodie: Ante dell’armadio aperte, ecco tutto il suo guardaroba.

Marracash Persona: recensione di uno dei migliori dischi rap degli ultimi 10 anni

Tiziano Ferro Accetto Miracoli: Venti di cambiamento per un artista che si ha ancora il piacere di attendere… ancora ed ancora.

Video

Ligabue Presentazione 77 + 7

Loredana Errore Intervista C'è Vita

Greta Zuccoli Intervista Ogni Cosa Sa Di Te

Davide Shorty Intervista Regina

Claudio Baglioni Presentazione In Questa Storia che è la mia

Santachiara Intervista Sette Pezzi

Pamela Prati Intervista Mariposita

Renato Zero Presentazione Zerosettanta Volume Uno

Valerio Scanu Intervista Canto di Natale

Livio Cori Intervista Femmena

Legno Intervista Un Altro Album

Dodi Battaglia Intervista One Sky