24 Aprile 2018
di Direttore Editoriale
Condividi su:
24 Aprile 2018

Biondo: autotune si o no. L’opinione di artisti e addetti ai lavori sull’ #autotunegate

#AutotuneGate Abbiamo chiesto a 5 persone che lavorano nel mondo della musica cosa pensano dell'utilizzo dell'autotune da parte di Biondo

Condividi su:

Questa nuova edizione del serale di Amici di Maria De Filippi sembra proprio essere iniziata all’insegna delle polemiche e, la maggior parte di esse, ruotano attorno al ragazzo che più di ogni altro divide professori e commissione… Biondo. Dopo aver parlato qui di quella meno musicale (ma forse più didattica) che lo ha visto scontrarsi con Heather Parisi (con tanto di intervento della madre, come potete leggere qui), ora ci soffermiamo sulla discussione che sta catalizzando i commenti del web… l’autotune.

Come ormai saprete tutti a partire dall’ultima serale di Amici 17 Biondo ha chiesto di poter utilizzare l’autotune per poter far uscire al meglio la propria musica, argomentando che, sicuramente ha delle lacune nel canto, ma che questo strumento è parte integrante della sua musica. Rudy Zerbi ha difeso la sua scelta la Parisi ed Ermal Meta vi sono andati contro con il cantautore che ha affermato: “usare l’autotune in una gara è come un atleta che usa il doping…”

Noi di All Music Italia abbiamo deciso di approfondire meglio l’argomento chiedendo a cinque persone che lavorano nel mondo della musica, ma tutte in ruoli diversi, quale fosse la propria opinione sulla questione. GionnyScandal, il Vocal coach Michele Fischietti, la discografica Monica Landro, il Deejay radiofonico Pietro Spallone e la giornalista musicale Francesca Binfarè.

Ma prima di scoprire la loro opinione su quello che abbiamo ribattezzato come #AutotuneGate abbiamo voluto chiedere qualche spiegazione in più sull’autotune al noto produttore (nonché arrangiatore, musicista e compositore, Giulio Nenna.

COS’E´L’AUTOTUNE?

L’autotune è un plug-in audio che – data una determinata tonalità – fa ricadere all’interno delle note della scala impostata qualsiasi tono musicale venga emesso dal cantante. In questo senso, l’autotune, usato in maniera assoluta, “impedisce” di stonare.

E’ spesso adoperato in studio di registrazione per “piallare” l’intonazione delle voci che, solitamente, sono prima lavorate con Melodyne, un altro plug-in audio. Ma auto-tune è anche live, e accompagna diversi artisti nelle loro esibizioni dal vivo.

Negli ultimi anni diverse correnti musicali, dall’hip-hop alla trap, usano auto-tune come vero e proprio strumento di modulazione della voce. Infatti, impostando un attacco molto rapido del plug-in, si ottiene quel famoso suono “a scatti”, un po’ robotico se vogliamo, che contraddistingue ad esempio la musica di Ghali, ma prima di lui diversi brani di Fedez e molti altri; per andare sull’internazionale: da Drake a Postmalone.

#AUTOTUNEGATE: Biondo, autotune giusto o sbagliato?

Monica Landro – Discografica New Music International

L’autotune è uno strumento di manipolazione dell’ audio che permette di migliorare l’intonazione o correggere piccoli errori o imperfezioni della voce. Normalmente viene utilizzato in studio di registrazione con gli artisti che stonano, in modo da confezionare un disco che suoni bene. Questo per dire che è sicuramente un ottimo strumento ma… in studio di registrazione!

Trovo che in una gara canora dal vivo non debba essere utilizzato.
Non sai cantare bene? prima di partecipare ad una gara di canto, vai a scuola di canto! Amici lo è? Perfetto: approfitta dell’opportunità e correggi le tue imperfezioni ma non utilizzare uno strumento che lo faccia al posto tuo, non quando devi essere giudicato per le tue capacità canore.

Non accetto neanche che venga detto che l’autotune è la cifra stilistica del rap o del trap. Viene utilizzato da molti anni anche nella dance e nel pop. O forse i giovani rapper pensano di averlo scoperto e valorizzato loro? Ascoltassero Believe di Cher per rendersi conto degli spettacolari effetti di distorsione che può creare e poi ne riparliamo.


Pietro Spallone – Station Manager di ClusterFm

Secondo il mio personale parere era inevitabile, sotto alcuni punti di vista che Biondo, in quanto esponente di un certo genere musicale, ricorresse anche durante la gara all’autotune, poichè lo stesso è un must del settore.

Per quanto mi riguarda, a questo punto, non è ammissibile però che Biondo venga giudicato alla pari di un qualsiasi cantante pop in gara che, non potendo utilizzare lo stesso strumento, va incontro a maggiori “rischi vocali”. Si potrebbe pensare nelle edizioni successive, per ovviare al problema, di creare una gara a parte per gli esponenti del genere trap e similare. Certo, mancherebbe del pepe nelle discussioni, ma qui entriamo in un discorso molto più spinoso.

Detto questo, da uomo di radio quale sono, andrebbe anche spiegato a Biondo così come in realtà a tanti esponenti del genere, che un conto è il disco dove la perfezione con tutte le tecnologie che il 2018 ci permette di avere è sempre dietro l’angolo, un conto è l’emozione di un live dove essere “dirty” può risultare piacevole al pubblico perché anche l’imperfezione, a parer mio, è un arte e rende l’artista più vero, genuino e terreno.


Francesca Binfarè – Giornalista musicale

Autotune alla ribalta. L’esibizione di sabato scorso di Biondo ad Amici ha aperto la questione, e ha messo questo software al centro del dibattito social dopo aver infiammato la trasmissione.
L’autotune non esiste da oggi e se ne fa spesso uso. Ci sta. La questione non è auto-tune sì o no, ma auto-tune in una gara di canto sì o no?

Io direi di no. Heather Parisi ed Ermal Meta, sintetizzando, hanno detto a Biondo che usarlo mentre i suoi compagni ne fanno a meno è come correre dopati. Però qualcuno a Biondo ha permesso di avere l’auto-tune. Immagino che sarebbe stato concesso anche agli altri ragazzi, se lo avessero voluto. Io comunque sarei stata su questa posizione: sì per tutti, no per tutti, proprio perché è una gara.

Se Biondo vorrà usarlo per realizzare le sue canzoni, sarà una scelta più che lecita. L’auto-tune non è il male assoluto della musica, cosa che sembra essere diventato in questi giorni. Però nel contesto di una sfida se ne potrebbe fare a meno. Anche perché non è l’imprecisione nel canto che rende meno artista una persona che artista lo è per altre caratteristiche, che di certo non possono essere “intonate” da un software. Mi piacerebbe che Biondo puntasse su queste, almeno finché parteciperà ad Amici.


Michele Fischietti – Vocal coach, musicista e compositore

Se io fossi il coach o il caposquadra di Biondo, gli farei usare l’autotune per i suoi pezzi, e solo per i suoi.
Biondo è chiaramente, almeno a mio parere, un ragazzo abbastanza stonato se paragonato ai, chiamiamoli, “cantanti veri“, ma non credo abbia le pretesa di diventare il nuovo Stevie Wonder.

Dico che glielo farei usare solo per i suoi brani perchè quando canta “l’errenmbi” (come gli ho sentito pronunciare con un velato accento romano) per me non è assolutamente credibile in inglese.

Primo, perchè posso immaginare non mastichi la lingua così bene, e se devi cantare in un’ altra lingua, la devi sentire, non basta pronunciarla correttamente. Secondo perchè l’ho sentito andare fuori tempo persino in un brano semplice, bianco, come quello di Jovanotti. Terzo, semplicemente, perché è bianco, e non nero, e l’R&B è musica nera. Che poi la facciano anche persone bianche come Justin Timberlake, beh ci sta, visto che gli amici di Timberlake, che comprendono alcuni tra i piu grossi nomi del rap e dell’r&B originale (non le imitazioni italiane) ed i suoi produttori sono in gran parte neri, quindi mastica pane e soul tutti i giorni. Biondo immagino mastichi cacio e pepe, al massimo, ma non in senso negativo, solo per dire che è come chiedere a Drake di cantare un pezzo di De Andrè.

Biondo farà parte di tutto quel genere musicale che sta esplodendo ora, insieme all’Indie dei vari Calcutta, Coez, Cosmo e Irama stesso, dove non devi essere neanche perfettamente intonato, perché ciò che conta è essere sincero (ovviamente, un minimo intonato lo devi essere). Quando io ho allenato Irama per il suo disco, poi per Sanremo, poi per il Coca Cola Summer Festival, e ora per il provino di Amici, ho cercato di intonarlo il giusto ma senza MAI fargli perdere la spontaneità.

Vi ricordo che sta scrivendo uno che ascolta e suona Jazz da anni, e che ascolta Sting, Giorgia, Elton John, gente che come intonazione non gli puoi dire niente. Però capisco il genere, e secondo me usare l’autotune per quel tipo di pezzi come il suo inedito (che sono diversi dalle ballate alla Pesto di Calcutta), per me non solo ha senso, ma aggiunge il giusto sapore al pezzo come un tocco di liquirizia su un buon risotto alla milanese, e dovrebbe essere una cosa normale nel 2018 come era normale per i rappers qualche anno fa (e credo ancora oggi) andare ai Grammy o a spettacoli di tale importanza e cantare sopra il loro disco. Neanche usavano la base, cantavano direttamente sopra di loro, così avevano il doppio della voce e l’effetto era figo.

Se fosse un mio studente, farei la stessa cosa che ho fatto per Irama: cercherei di allenarlo per fare in modo che quando vocalizza per lavorare sulla sua voce sia il più intonato e rilassato possibile, per poi poter avere la libertà di esprimersi come si sente. Come ho postato recentemente su facebook : “Giovani cantautori emergenti, date retta : PRIMA imparate a cantare bene, così DOPO potrete cantare male molto bene.“.

Alla fine, ciò che deve vincere è la musica ed il testo. Certo, se si presentasse per diventare il nuovo Eros Ramazzotti o il nuovo Claudio Baglioni, gli direi “Ah bello, ‘nnamo a fa’ du vocalizzi in piu , va.“. Ma, mi sembra di capire da ciò che ho visto dai video, che non è così.


GionnyScandal – Emo

Facciamo una premessa, l’autotune può essere utilizzato per 2 scopi: il primo è al fine di intonare e rendere “dritte” tutte le noti calanti, il secondo è quello di usarlo come “effetto”, come surplus, come “tocco personale”.
Se l’artista in questione ha ammesso di usarlo per il primo scopo, in una gara VOCALE, credo che Ermal Meta non stia dicendo eresie, io per esempio uso l’autotune, come altri colleghi, perché è il mio marchio, un po’ come i Daft Punk usano il Vocoder, si sente subito che sono loro.

Qui credo che si debba semplicemente dividere la questione “gara” dalla questione “artistica personale”, io sinceramente non avevo mai sentito parlare di Biondo, ma per capire la veritá basta semplicemente andare a sentire se l’autotune è sempre stato utilizzato nei suoi pezzi anche prima dell’entrata ad Amici o meno, se così fosse, doveva darsi una svegliata e pretenderlo dall’inizio del programma in quanto FA PARTE DEL SUO MOOD, altrimenti svegliarsi ora sembra più una scusa. In ogni caso, viva la musica, l’importante è trasmettere qualcosa, con autotune o senza.


Massimiliano Longo – Direttore di All Music Italia

Piccola premessa. Credo che Biondo abbia tutte le carte in regola per percorrere la strada musicale che ha scelto. Una faccia che buca lo schermo e che fa impazzire le ragazzine, simpatia unita a quel tanto che basta di sfrontatezza per risultare sempre divertente (a parte quando sfocia della troppa sicurezza di sé) e una scrittura pulita, fatta di slogan, giovanile… insomma adatta al proprio pubblico anche se, il margine di miglioramento, è ancora elevato e, soprattutto, necessario; al di là di quante views ottengano le sue canzoni in questo momento. Oggi è oggi, ma un artista deve anche piantare i semi da raccogliere domani.

Detto questo rimane il fatto che Biondo è decisamente stonato il che, unito al fatto che al momento non è Ghali, che non detiene la sua capacità di scrittura e non ha il suo vissuto da raccontare in rima, può essere un problema… a meno che il suo sogno non sia diventare un oggetto di marketing per le discografiche per essere gettato via al momento in cui smetterà di funzionare.
Biondo è stonato e deve studiare, deve applicarsi se vuole fare della musica il suo lavoro. Perché i bei faccini non durano per sempre.

Detto questo è vero l’autotune è parte integrante della sua musica, dei dischi che verranno e dei concerti che farà ma l’autotune deve essere un effetto, un rafforzativo, un qualcosa in più che si posa su delle basi che riconducono sempre lì, allo studio… per aver la capacità di adattarsi ad ogni imprevisto che questo assurdo lavoro gli porrà davanti.

Per questo non penso sia giusto che lo utilizzi nel programma, in una gara. La gara deve essere pulita e mettere tutti sullo stesso piano, e se Biondo non crede di essere all’altezza allora, a sbagliare, sono stati quelli che hanno scelto di portarlo avanti nel programma, forse puntando troppo sulla faccia e la simpatia. Irama viene da un genere musicale che è più vicino a quello di Biondo che al pop italiano, eppure sta studiando, ci sta provando, stecche ed errori compresi nel prezzo. Irama sta portando avanti un percorso pulito e “sincero”.

Allo stesso modo anche gli altri cantanti del programma, quelli orientati verso il pop, perché dovrebbero risultare svantaggiati alle orecchie del pubblico a causa del genere musicale che fanno, perché dovrebbero rischiare di prendere una nota sbagliata, calante o crescente per poi essere paragonati ad un’esibizione perfetta di Biondo grazie alle correzioni dell’autotune?
Certo potrebbero chiedere di usare l’autotune anch’essi, ma perché? Perché un artista con una carriera alle spalle può salire sul palco del Festival di Sanremo giocandosi tutto e pagando ogni minimo errore e dei giovani ragazzi ad inizio carriera non possono correre questo rischio?

Allora forse è vera la frase di Christina Aguilera ripetuta dalla ParisiAutotune is for pussies“, frase intesa come “l’autotune è per chi non ha gli attributi, non ha coraggio…”. E per rimanere in piedi nel mondo della musica il coraggio non è un optional, ma una dote necessaria. Meglio impararlo da giovani…

E voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere nel sondaggio qui sotto!


In Copertina

Laura e Biagio quasi 45.000 persone a Bari in un trionfo di musica, amicizia e condivisione

Musica allo stato puro nello show internazionale allestito da Laura e Biagio con Luca Tommassini. .

Anteprima Video: Martina Sivilli la fragilità di chi ama nel singolo “Troppe volte”

"Troppe volte" è il titolo del singolo di Martina Sivilli. Il videoclip realizzato da Marco D'Andragora con il modello Simone D'Angelo è in anteprima su All Music Italia.

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita il 28 giugno

In questa settimana rovente il radio date si scalda coi nuovi singoli di Levante feat. Carmen Consoli, Gazzelle, Giorgia, Nek, Jake la Furia, Roberto Casalino e tanti altri.

Salmo annuncia l'uscita di Machete Mixtape 4. Ecco tracklist e artisti coinvolti

Dopo aver solleticato la curiosità dei fan, Salmo ha finalmente svelato l'arcano... arriva a luglio Machete Mixtape 4.

Ultimo Tour stadi 2020 - Il cantautore annuncia il suo primo tour negli stadi

In attesa del suo primo concerto allo Stadio Olimpico, Ultimo annuncia Ultimo Tour Stadi 2020. .

Mietta torna con Milano è dove mi sono persa, con un testo che è la sua personale rivoluzione

Negli anni Mietta ha cambiato più volte pelle. Ora ritorna con un singolo che è per lei una nuova rivoluzione, Milano è dove mi sono persa.

NDG ecco chi è il rapper che con Panamera sta conquistando Spotify con oltre 5 milioni di stream ( Testo )

Da due settimane domina la Top Viral con Panamera. Ma di NDG si conosce poco o nulla. Fino ad oggi.

Festival Show cast - Ecco tutte le informazioni sulla 20esima edizione

Festival Show cast. Da Emis Killa a Benji & Fede, da Arisa a Nek e ancora Loredana Berté, Lo Stato Sociale ecco i nomi degli artisti della ventesima edizione.

Da oggi in radio

Le pagelle settimanali del nostro critico musicale ai nuovi singoli in uscita

ALBUM ITALIANI IN USCITA NEL 2019

Ecco tutti i dischi in arrivo nei prossimi mesi

Interviste

Palla e Chiatta Videointervista: “Il nostro nuovo singolo? Ricorda Mi Chico Latino...”

"Quando il cielo tramonterà" è il titolo del nuovo singolo del duo Palla e Chiatta. Qui la nostra videointervista in cui si parla anche dell'esperienza di All Together Now.

Axos Videointervista: “La mia vita ha capitoli discordanti. Mi ricorda certi film...”

Videointervista ad Axos che, dopo una lunga militanza in Machete, ha esordito con il singolo "Ci Puoi Fare un Film" con etichetta Polydor.

Giuseppina Torre Videointervista: “Life Book rappresenta per me l’inizio di un nuovo percorso di vita”

Giuseppina Torre racconta sé e il suo nuovo album intimo, personale e sincero "Life Book" nella nostra videointervista.

Mameli Videointervista: “Nel talent musicalmente ho fatto quello che mi pareva!”

Videointervista a Mameli a un mese dalla fine di "Amici". In questi giorni il cantautore ha pubblicato il videoclip amatoriale "Ci vogliamo bene". .

Alvis Videointervista: “Con la maggior parte delle tracce volevo far ballare. Poi...”

Videointervista ad Alvis, artista conosciuto nell'ultima edizione di Amici che si è fatto conoscere per la sua determinazione, unita a un carattere molto introverso.

Tiromancino Videointervista: “Il ritorno in Virgin ha risvegliato in me certe atmosfere...”

Tiromancino festeggia il suo ritorno in Virgin con il singolo "Vento del Sud", del quale ci ha parlato in una ricca videointervista.

Marco Carta Videointervista: "Troppe volte mi sono raccontato solo al 50%, mentre ora..."

In occasione dell'uscita del nuovo disco Marco Carta e di un libro, Liberi di amare, abbiamo realizzato una videointervista con il cantante.

L'editoriale del direttore

di Massimiliano Longo

Festival di Sanremo 2020 tra Amadeus, Mogol, Mina, Area Sanremo e le giurie. Il punto della situazione...

Festival di Sanremo 2020. Le indiscrezioni su come sarà gestito, a chi sarà affidato e sopratutto su chi ricoprirà l'importantissimo ruolo di Direttore artistico, si inseguono da diversi mesi ma quel che è certo è ad oggi, 24 giugno, ancora nessuna comunicazione ufficiale è stata diffusa. La Rai è quindi in ritardo? Si e no. È probabile...

News

Laura e Biagio quasi 45.000 persone a Bari in un trionfo di musica, amicizia e condivisione

Musica allo stato puro nello show internazionale allestito da Laura e Biagio con Luca Tommassini. .

Levante e Carmen Consoli raccontano la Sicilia con un testo poetico in "Lo Stretto necessario"

Levante e Carmen Consoli. Le due cantautrici siciliane per la prima volta insieme in una canzone, "Lo stretto necessario".

Roberto Casalino Diamante lei e luce lui anticipa il disco per festeggiare 10 anni di carriera

Per festeggiare i suoi primi dieci anni nel mondo della discografia Roberto Casalino rilancia un brano inciso da Annalisa in attesa di un album speciale.

Selton Ipanema è il singolo per l'estate in duetto con Malika Ayane

I Selton portano un po' di Brasile in Italia con il singolo Ipanema dove duettano con Malika Ayane. Coinvolto anche il percussionista Carlinhos Brown.

Nasce Zoo Music Fest e nella prima edizione mette in cartellone Salmo, Calcutta e Carl Brave

Si svolgerà tra il 6 e il 10 agosto a Pescara la prima edizione dello Zoo Music Fest con un importante obbiettivo... diventare il più grande Festival del centro sud.

Jova Beach Party: con i primi sold out arriva anche la line up di ogni tappa

Il programma del Jova Beach Party prevede la partecipazione di 63 ospiti, nazionali e internazionali, i cui brani saranno inseriti nella compilation in uscita il 5 luglio. .

Laura Biagio Stadi 2019: una produzione internazionale debutta a Bari. E dopo la Pausini si fermerà per 2 anni...

Via a Laura Biagio Stadi 2019, lo show di Laura Pausini e Biagio Antonacci curato da Luca Tommassini che promette di essere l'evento più importante del 2019.

Lele esce a sorpresa black love parthenope il disco delle consapevolezze

Ad un anno dall'ultimo singolo, e dopo un periodo di silenzio musicale, Lele torna con black love parthenope e parla a cuore aperto sui social.

NDG in attesa di novità e live pubblica un freestyle sulle note di Old Town Road

Mentre "Panamera" continua a macinare una media di 250.000 stream al giorno il giovane NDG pubblica un freestyle sulle note della hit di Lil Nas X.

Femminile plurale le donne della musica italiana si fanno sentire con uno show con 30 cantautrici

Michele Monina e Tosca riuniscono a Roma trenta artiste, tutte donne, per dimostrare che il cantautorato al femminile c'è e suona tra noi.

Vegas Jones: dal 28 giugno fuori “Puertosol”, prodotto da Boston George

"Puertosol" è il titolo del nuovo singolo di Vegas Jones, che dopo la collaborazione con gli One Republic torna a lavorare con il producer Boston George.

Alibi Summer Fest 2019: si avvicina la data zero del Festival Made in Puglia

Subsonica, Myss Keta, Lazza e Side Baby sono alcuni dei nomi di Alibi Summer Fest, che si terrà il 26 e 27 luglio a San Severo, ma che sarà aperto da Mondo Marcio l'1/7 a Foggla.

Giò Sada con il nome di Gulliver presenta il singolo "L'essere meccanico"

Il brano è il secondo estratto dal nuovo progetto artistico di Giò Sada di prossima uscita.

Sottosopra Fest 2019: Izi, Sick Luke, Capo Plaza, Rkomi e Carl Brave nella Line Up

Lecce e Gallipoli sono le città che ospiteranno la sesta edizione di Sottosopra Fest, con una line up di primissimo livello.

Dieci anni fa scompariva Michael Jackson. Ecco l'omaggio del giovane Thomas (video)

Il giovane Thomas dedica un pensiero e una versione piano e voce di Gone to soon al Re del pop, Michael Jackson.

Flash News

Angelica: dopo l'anteprima al Mi Ami Festival, annunciate nuove date del tour estivo

Rancore - Aggiornamenti nel calendario di Musica per Bambini Tour in estate

Subsonica - Nuove date nel calendario estivo della band (Biglietti)

Einar rinviati a data da definirsi i due concerti previsti per questo mese

Gazzelle - Si aggiungono due nuove date al Punk Tour Estate 19

Martina Attili - Cancellato il concerto del 9 maggio a Torino

Fil Bo Riva: special guest dell'unica data europea degli Imagine Dragons

Raf-Tozzi: debutto del tour rinviato. Il nuovo calendario.

Rubriche

Radio Date

Radio Date: tutti i nuovi singoli in uscita il 28 giugno

Da oggi in radio

Le pagelle del critico musicale ai nuovi singoli in uscita il 21 giugno

La mosca Tzè Tzè

La Settimana della Mosca: Cuba Libre, Tequila e altri cocktail per l'estate italiana

Sondaggi

Amici 18 - I risultati del sondaggio. Per i nostri lettori merita la vittoria...

L'ANALISI

Eurovision 2019: i risultati di Mahmood e l'analisi delle classifiche europee di vendita!

Emergenti

Anteprima Video: Martina Sivilli la fragilità di chi ama nel singolo “Troppe volte”

Mael: l'attrazione fisica in un ballo sensuale nel singolo “Borracho De Ti”

Alessandro Ragazzo lancia il nuovo singolo... Jerry Calà

Il progetto Lunie debutta con il singolo "Quest'amore che c'è"

I Disarmo. Il nuovo singolo della band che aprì Modena Park è "Occhi neri"

Olimpia Simone pubblica il singolo "Mi chiamo unica" scritto dal Maestro Mario Rosini

Certificazioni Fimi - Settimana 25: dopo Alberto anche Giordana Angi è disco d'oro

CLASSIFICA SPOTIFY - Settimana 25: Calipso si riprende la vetta. Arrogante di Irama entra in Top 20

Classifiche di Vendita Fimi Settimana 25: il Boss batte Madonna tra album e vinili. Elettra Lamborghini sul podio

Classifica Radio Earone Settimana 25: Jovanotti si conferma primo. Scende Tiziano Ferro

CERTIFICAZIONI FIMI – SETTIMANA 24: Alberto Urso è disco d'oro

CLASSIFICA SPOTIFY – SETTIMANA 24: Gemitaiz & Madman da record con oltre 7 milioni di stream

Recensioni

Africa Unite & Architorti In tempo reale - recensione

Achille Lauro 1969 - Recensione

Fiorella Mannoia Personale - Recensione

Fil Bo Riva Beautiful sadness - Recensione

Enrico Nigiotti Cenerentola e le altre storie - Recensione

Romina Falconi Biondologia - Recensione

Video

Palla e Chiatta Intervista All Together Now

Axos Intervista Ci Puoi Fare un Film

Tiromancino Intervista Vento del Sud

Marco Carta Intervista Bagagli Leggeri

Mameli Intervista Inno

Alvis Intervista album Alvis

Zoda Intervista Ufo

Donato Santoianni intervista Fossi nato prima - Parte I

Elodie Intervista Margarita

Merk & Kremont Intervista Kids

Finley Intervista We Are Finley

Ligabue Tour Stadi 2019 Prove generali, incontro con la stampa