SONDAGGIO AMICI – FESTIVAL DI SANREMO: a sorpresa vince la nostra proposta di ricreare la categoria EMERGENTI

premio-sanremo

Subito dopo la finale di Amici di Maria De Filippi, la conduttrice in conferenza stampa, a caldo, ha rilasciato delle dichiarazioni in cui esprimeva il desiderio di non vedere per qualche anno i ragazzi del suo talent show al Festival di Sanremo. Questo solo per non dover sentire sempre le solite critiche sul loro vantaggio al televoto, critiche che spesso danneggiano i ragazzi.
Dopo qualche giorno è arrivata prontamente la replica del direttore di Rai uno, Giancarlo Leone che ha commentato dicendo che i ragazzi saranno liberi di scegliere se Sanremo sarà un passo utile o meno per la loro carriera.
In questo articolo potete trovare tra l’altro tutte le dichiarazioni per intero.

Noi di All Music Italia settimana scorsa abbiamo lanciato un sondaggio per chiedere quale era la vostra opinione al riguardo lanciando anche noi stessi in prima persona una proposta per l’organizzazione del prossimo Festival di Sanremo.

La nostra proposta in pratica consisteva nel ridare vita ad un terzo circuito di gara che era stato adottato per qualche anno negli anni 90, la categoria Emergenti.
Questa categoria a quei tempi serviva come una sorta di girone di passaggio da Nuove Proposte a Campioni/big per gli artisti che l’anno precedente si erano distinti tra i giovani.
Da questa categoria per fare qualche nome sono passate per esempio Paola Turci, Carmen Consoli, Giorgia e Silvia Salemi.

La nostra proposta era chiara: è realtà che i ragazzi provenienti dai talent che partecipano al Festival sono oggetto di dure critiche, ma allo stesso queste critiche non sono poi così infondate.
Vedere un artista vincitore o meno di un talent show come può essere Emma, Valerio Scanu o Marco Mengoni essere introdotti direttamente nella categoria Big è qualcosa che logicamente può far storcere il naso ad artisti con carriere decennali e che provengono da un diverso tipo di gavetta.
Oltretutto non si può non mettere sul piatto della bilancia che, anche se un artista di un talent ha venduto centinaia di migliaia di copie del suo disco, arriva comunque da quasi 6 mesi di esposizione televisiva continuativa con un target di pubblico molto giovane e avezzo al televoto. Quindi un vantaggio è innegabile, c’è.

E´anche vero che spesso i direttori artistici del Festival per arginare il pericolo televoto hanno messo su delle giurie di qualità (a volte anche discutibili) che in alcuni casi hanno svolto proprio il ruolo di contraltare al televoto, magari penalizzando una bella canzone cantata da un’artista proveniente da un talent.
La realtà è evidente: se prendiamo le ultime 7 edizioni del Festival di Sanremo quattro di queste sono state vinte da un’artista proveniente da un talent show (Marco Carta, Valerio Scanu ed Emma per Amici e Marco Mengoni per X-Factor).

Quindi andando a chiudere il nostro ragionamento è questo: non crediamo giusto che, al di là delle copie vendute, un artista che proviene dalla grossa esposizione in tv data da un talent show, venga subito “nominato” big e concorra in questa categoria, anche per rispetto agli altri artisti in gara.
Allo stesso tempo è assolutamente improponibile l’idea di metterli nei giovani dove, scontrandosi spesso con dei volti totalmente sconosciuti al pubblico, è inevitabile siano parecchio avvantaggiati.
A questo punto la categoria Emergenti servirebbe a questo. Un talento proveniente da un talent show, quale esso sia da Amici fino a Io Canto o The Voice of Italy, deve necessariamente alla sua prima partecipazione al Festival passare da questo “girone” prima di poter diventare un big.
Unica eccezione per questo nuova categoria (che potrebbe ospitare anche solo sei talenti per esempio), il non aver partecipato mai ad un Festival di Sanremo nei cinque anni successivi dalla partecipazione al talent show riuscendo comunque ad ottenere degli ottimi risultati di popolarità e vendita; per fare un esempio Alessandra Amoroso che ha mantenuto intatta la sua popolarità vendendo parecchi dischi, potrebbe tranquillamente partecipare nella categoria Big.

Dopo questa spiegazione dovuta della nostra proposta veniamo ai risultati del sondaggio.

sondaggio-amici-sanremo

Con nostro grande stupore è stata proprio la nostra proposta a trionfare nel sondaggio con ben il 60% dei voti totali.
A seguire i nostri lettori si sono spaccati in due su due opzioni molto simili.
Infatti il 14,5% dei votanti ha dichiarato che la De Filippi sbaglia che i ragazzi non devono fari problemi nel partecipare alla kermesse, un altro 14,5% ha dichiarato che la partecipazione dei ragazzi di Amici ai fini della competizione non cambierebbe molto nella gara.
Infine il 9,1% preferirebbe che i ragazzi del talent show andassero avanti senza Sanremo e a chiudere il 1,8% crede che per qualche anno i ragazzi non dovrebbero partecipare alla gara in quanto influenzerebbero la classifica con il televoto sicuramente.

Raccolto il vostro pensiero al riguardo non ci resta che vedere tra un bel po’ di mesi come si comporterà il direttore artistico del Festival, che potrebbe essere nuovamente Carlo Conti, e quanti ragazzi dei talent show saranno in gara.

  Cresciuto con la passione per la musica dopo l'adolescenza inizia a frequentare il Music Business. Le sue prime esperienze avvengono nel campo dei fan club, nel corso degli anni ne crea e porta al successo diversi. Col tempo affina le sue capacità in vari settori del campo musicale. Tour manager per Barley Arts, Personal Assistant per Syria, Niccolò Agliardi e, per sette anni, con Gianluca Grignani. Di quest'ultimo scrive anche la biografia Rokstar a metà. Dopo essersi cimentato come produttore con l'ex "Amici di Maria De Filippi, Eleonora Crupi con cui incide quattro singoli portandola a duettare al Mediolanum Forum con Laura Pausini a febbraio del 2014 crea e lancia il sito All Music Italia che, in pochi mesi, diventa una realtà consolidata del panorama dell'informazione musicale sul web, tra i siti leader del settore. Da diversi anni è giudice in diverse manifestazioni musicali tra cui il Coca Cola Summer Festival, in onda su Canale 5.
segui su:

  • francesca

    Unica eccezione … ma l’hanno o la state inventando appositamente?

    • Massimiliano Longo (Ideatore e direttore)

      No, è una nostra proposta/idea.