LORENZO FRAGOLA: storia d’amore al fast food per il VIDEO di “Siamo Uguali”

fragola_siamouguali

Per Lorenzo Fragola il grande momento è arrivato.

Dopo aver trionfato nell’ultima edizione di X Factor e aver conquistato il doppio disco di platino con il primo singolo The reason why, il giovane artista è approdato sul palco dell’Ariston.

Il pezzo di Sanremo si intitola Siamo uguali ed uno dei primi brani in cui Lorenzo si è cimentato nella scrittura in italiano insieme a Fedez, suo mentore durante il talent show di Sky che lo ha accompagnato durante tutto il suo percorso fino alla vittoria finale.

In Siamo uguali Lorenzo racconta il suo personalissimo punto di vista sull’amore e, in particolare, sulla fine di una relazione con il suo stile fresco e contemporaneo che ha conquistato subito critica e pubblico.

Come vi avevamo già annunciato QUI, alla partecipazione sanremese di Lorenzo non seguirà immediatamente l’uscita del primo album di inediti dell’artista, per il quale bisognerà aspettare il mese di marzo.

Per accontentare i fan, però, è già stato reso disponibile sul canale Vevo il video del pezzo di Sanremo, prodotto da Oblivion Production per la regia di Mauro Russo. Il video è ambientato in un punto vendita di una nota catena di fast food internazionale e mostra il giovane Fragola innamorarsi di una bella cassiera.

Ve lo proponiamo…

LORENZO FRAGOLA – SIAMO UGUALI – VIDEO UFFICIALE

TESTO “Siamo uguali”
(L. Fragola – F.L. Lucia – F. Cogliati)

Passerà, stanotte passerà
e forse torneremo ad amarci
impazzirai, lo so che impazzirai
perché non ci basta il tempo
perché nulla basta mai
anche se in fondo il nostro è amore
usiamo stupide parole
perché è stupido chi pensa che non serva anche il dolore
e siam vicini ma lontani, e troppi tentativi vani

E forse arriverà, domani
siamo uguali in fondo
e forse cercherai le mie mani
solo per un giorno
non scappare dai miei sguardi
non possono inseguirti, non voltarti dai
e forse capirai quanto vali
potrei darti il mondo

Ma griderai, sul silenzio della pioggia
è rancore e mal di testa, su una base un po’ distorta
ti dirò, siamo uguali come vedi
perché senza piedistalli, non riusciamo a stare in piedi
ed è già tardi e vuoi far piano
il cuore è il tuo bagaglio a mano perché hai tutti i pregi che odio
e quei difetti che io amo
e schegge di una voce rotta, mi hanno ferito un’altra volta

Ma forse arriverà, domani
siamo uguali in fondo
e forse cercherai le mie mani
solo per un giorno
non scappare dai miei sguardi
non possono inseguirti, non voltarti dai
e forse capirai, quanto vali
potrei darti il mondo

Ma io non ci sarò e vedrai
sarà semplice
scivolare per
poi atterrare fra le braccia di chi vuoi
non scappare dai miei sguardi
non possono inseguirti, non voltarti dai
e forse capirai quanto vali
potrei darti il mondo, tranne me

  Romano, classe 1987. Sono laureato in giurisprudenza ma da sempre la mia vera passione è l’arte in generale e la musica in particolare, specie quella italiana. Sono sempre informato sulle ultime news musicali e sono spesso in giro per concerti e locali ad ascoltare musica dal vivo. Osservo, commento e se necessario critico. La musica è la vera compagna delle mie giornate ed ho sempre la canzone giusta per il momento giusto. L’occasione di scrivere di musica è arrivata con All Music Italia ed ora eccomi qua!